La comunità italiana dell'universo Activision Blizzard dal 2010.
xel'naga starcraft
Scritto da Zarth, 3 Giugno 2019 16:30 7 minuti

Xel’Naga: dove tutto ebbe inizio

Benvenuto nella taverna di Petrabianca, mi chiamo Geran e sarò il tuo locandiere per questa sera!
[…]
Come dici? Vorresti un tavolo per giocare a Hearthstone?
[…]
Effettivamente in una giornata fredda e tempestosa come questa un momento di relax accanto al focolare è proprio quello che ci vorrebbe. Purtroppo oggi è molto affollato e ho esaurito tutti i tavoli, non penso che si libereranno a breve. Ma non scappare! Devi sapere che nonostante il grande pienone i miei clienti abituali sono quasi del tutto autonomi, quindi spesso anche io mi ritrovo a non sapere che fare o a chiacchierare con i viandanti come te.
Se ti fa piacere posso raccontarti una storia che ha dell’incredibile. Non fa parte di questo universo che conosciamo ma vanta ugualmente di eroi formidabili e grandi battaglie: ciò che è avvenuto nel loro mondo oltrepassa di gran lunga i confini della nostra immaginazione.
[…]
Mi stai chiedendo se è una storia conosciuta? A dirti la verità non molto, anche se i nomi di alcuni personaggi che la compongono ricorrono spesso in alcuni giochi di carte e storielle di quartiere, sono in pochi quelli che ricordano la loro vera origine ed il loro reale valore.
[…]
Sei curioso eh? Allora mettiti comodo e cominciamo questo viaggio insieme, ne vedremo delle belle.

Una civiltà antica ed emblematica: gli Xel’Naga

xel'naga starcraft lore

Questa storia comincia proprio dagli Xel’Naga. Non perché siano loro ad aver dato origine all’universo, ma piuttosto perchè da loro azioni ed iniziative sono derivate guerre e conflitti tra le razze viventi.
Prima di parlare di questo, occorre fare luce su questi esseri per te ancora misteriosi: chi sono gli Xel’Naga?
Non esiste una sola parola per definirli, anche se ad alcuni piace chiamarli portatori di vita o bio-creatori. Dotati di un’immensa saggezza e di una tecnologia ben oltre la nostra portata, vagano per l’universo con il desiderio di migliorare le specie viventi e portare loro grande felicità.
Un grande elemento che li caratterizza è sicuramente il loro particolare ciclo di vita, che li rende unici nel loro genere in tutto l’universo.  Essi sono il risultato di diverse evoluzioni ed ibridazioni tra più specie che li ha portati ad assumere la loro forma attuale, proprio per questo motivo sono quanto di più vicino alla perfezione ci sia in tutto l’universo.
Purtroppo però ogni cosa facente parte di questo universo, anche se perfetta, prima o poi giunge al suo tramonto. Gli Xel’Naga al termine del loro processo evolutivo diventano incapaci di riprodursi interrompendo così la propria progenie. Anche se dotati di una singolare longevità, dunque, sono destinati ad estinguersi.
Proprio per questo motivo la loro missione è quella di contribuire all’evoluzione delle specie dell’universo, poiché un giorno queste saranno in grado di elevarsi a tal punto da incarnarsi in una nuova generazione di Xel’Naga, continuando così il ciclo.

Per anni vagarono nella galassia alla ricerca di una specie che si prestasse ad un miglioramento consistente, senza mai avere riscontri positivi. Imbattuti però sul pianeta Aiur, si dovettero immediatamente ricredere trovando una popolazione umanoide dotata di straordinari poteri psichici, trovando in loro i perfetti candidati per un’eventuale futura generazione di Xel’Naga.
I Protoss (ovvero primogeniti), così decisero di chiamarli , oltre alla loro forma estremamente evoluta erano legati l’uno con l’altro da un legame psichico che consentiva loro di organizzarsi al meglio e portare avanti la civiltà con grande determinazione.
Eccitati all’idea di vederli evolvere velocemente per vedere dove tutto questo li avrebbe portati, gli Xel’Naga decisero di intromettersi nel loro naturale processo evolutivo.

aiur starcraft

Aiur, la casa dei Protoss

Per effettuare questo processo i Protoss vennero inconsapevolmente esposti all’influenza di speciali cristalli Xel’Naga che accelerarono considerevolmente il loro sviluppo tecnologico, accrescendo parallelamente anche il loro ego. Questo processo però li portò inevitabilmente a diventare esseri arroganti e testardi, che comportò una loro scissione in gruppi più ristretti di persone.
A questo punto i fautori di tutto questo cominciarono ad incuriosirsi, dando a due di queste tribù due cristalli gemelli, chiamati Uraj e Khalis. Straordinariamente , probabilmente a causa delle divergenze ideologiche di questi due schieramenti, notarono che i due cristalli rispondevano in maniera diversa ai propri padroni, caricandosi di energia differente.
I Protoss cominciarono a dubitare del reale operato degli Xel’Naga, poiché tutto questo aveva rotto l’equilibrio che in lunghi anni di esistenza avevano costruito con fatica. E lunghe divergenze tra pensieri contrapposti a che cosa possono portare? Naturalmente ad un’inevitabile guerra civile, che fece cadere il regno dei Protoss nel caos più assoluto.

I legami psichici tra le tribù si spezzarono, dando fine alla cosa che più caratterizzava questo popolo che aveva mostrato grande potenzialità.  Da tutto questo gli Xel’Naga realizzarono di aver esagerato cercando di accelerare la loro evoluzione mediante la loro tecnologia, e si prepararono per ripartire verso la volta celeste, alla ricerca di una nuova specie. Ai loro occhi i Protoss non erano più degni del titolo “Esseri dalla forma perfetta”,  a causa di alcuni sfortunati incidenti di percorso.
Questi ultimi, sentendosi abbandonati dagli Xel’Naga dopo tanti sforzi, decisero di sguinzagliare la loro rabbia repressa contro le loro navi parcheggiate nell’orbita del loro pianeta, Aiur.
Vi furono molte vittime quel giorno. I superstiti riuscirono ad abbandonare il pianeta lasciandosi dietro molti cristalli e alcune navi, colme della loro conoscenza e tecnologie.
E così, con la convinzione di aver fallito miseramente, ripartirono per lo spazio in cerca di un’altra razza che fosse degna di un’evoluzione che puntasse alla perfezione.

Zerus e gli Zerg
xel'naga starcraft

Zerus, il pianeta d’origine Zerg

Dopo qualche tempo e lunghe ricerche, i rimanenti Xel’Naga trovarono l’inaspettato sulla superficie di un pianeta chiamato Zerus.
Questa piccola ed insolita creatura, chiamata Zerg, non era come le altre poiché godeva di un potere straordinario: era in grado di impiantarsi nelle carni di altri esseri viventi compromettendo così il loro sistema nervoso, prendendone il controllo.
Malgrado la creatura non fosse pura nella sua forma come poteva essere un Protoss, venne riconosciuta come valida candidata per essere “pura nell’essenza”.
Ciò che era in grado di fare la elevava ai loro occhi, a tal punto che decisero di prenderla sotto la loro ala, accelerando la sua evoluzione.
Dopo numerosi esperimenti Zerg divenne capace di manipolare il DNA dell’ospite, diversificando così in maniera consistente la sua prole. Non servì molto tempo prima che l’intero pianeta venne popolato da creature Zerg di varia forma e funzione: il grande passo era stato fatto, ma mancava ancora qualcosa di importante.

Per evitare lo stesso errore riscontrato con i Protoss, gli Xel’Naga decisero di creare un’entità che controllasse ogni creatura sul pianeta, che prese il nome di Unica Mente.
Questa mente in breve tempo diventò il cuore pulsante del popolo Zerg, che sapientemente creò ordine tra le varie creature, assegnando ad ognuna di loro un compito ben preciso. Proprio in questo momento venne alla luce il vero potere dello sciame Zerg, la coordinazione.
Questa entità in breve tempo si trasformò in una personalità estremamente ambiziosa ed assetata di conoscenza, tanto da desiderare ciò per cui non era stata pensata. Perfettamente consapevole della presenza Xel’Naga desiderava ardentemente di accedere al loro sapere, in questo modo avrebbe potuto colmare questa grande curiosità elevando ancora di più ogni creatura del pianeta.

Naturalmente non appena vi fu l’occasione propizia, l’Unica Mente portò gli Zerg nello spazio, invadendo violentemente le navi dei suoi creatori insieme a tutto il loro prezioso contenuto. Degli Xel’Naga che avevano preso parte a quella missione rimase quasi nulla, ad eccezione di pochi superstiti.
Lo sciame Zerg era così diventata la razza più pericolosa della galassia, e assorbite le preziose conoscenze degli sfortunati malcapitati, venne a conoscenza dei primogeniti Protoss.
Da quel momento fu chiaro che la loro missione verso la perfezione non potesse finire lì, poiché il pianeta di Aiur celava segreti ancora ignoti all’Unica Mente.

Partiti per lo spazio, gli Zerg avevano ancora una missione da portare a termine…


Uh! Si è fatto tardi guarda! La taverna è ormai vuota è credo di dover chiudere.
Se ti fa piacere puoi venire qui a trovarmi anche domani, è sempre bello raccontare queste storie, probabilmente è il modo migliore per non dimenticarle.
Arrivederci caro viandante! Per la prossima volta ti aspetta un boccale di birra e il seguito della vicenda.

Condividi articolo

Ci sono 1 commenti

Oh, ho imparato un’altra cosa oggi. Non so giocare a Starcraft nè penso riuscirei mai a imparare ma la storia che c’è dietro è molto affascinante 😍

Lascia un commento