La comunità italiana dell'universo Activision Blizzard dal 2010.
starcraft rinascita protoss
Scritto da Zarth, 9 Giugno 2019 16:30 5 minuti

Starcraft: una nuova rinascita per i Protoss e l’esilio dei ribelli

Ancora benvenuto nella nostra umile taverna, sono felice di rivedervi! Oggi c’è molta meno gente della settimana scorsa, desiderate un tavolo per bere o per giocare?
[…]
Ah, dunque siete qui per sentire il seguito della storia su Stacraft? Vedo che vi ha appassionato, mi fa molto piacere! Non sono molti i clienti che la ascolterebbero tutta, ma qualcosa mi dice che voi farete eccezione. Riprendiamo da dove eravamo rimasti:

La seconda ascesa dei Protoss

Dopo la partenza Xel’Naga, se ben ricordate, i Protoss passarono uno dei periodi più bui della loro esistenza, caratterizzato da guerre e carestie. I conflitti dominati dal caos andarono avanti per molte generazioni, fino a quando un valoroso guerriero di nome Khas non decise di prendere in mano la situazione facendo qualcosa che nessun altro avrebbe mai osato fare.
Appartenente alla tribù Shelak, egli era uno dei pochi superstiti al risentimento che si era impadronito del suo popolo assetato di potere.
Agendo all’oscuro di tutti decise così di cominciare a studiare vecchie reliquie Xel’Naga in cerca di risposte: coloro che li avevano inebriati di arroganza sicuramente avrebbero saputo come curarli. Non fu facile decifrare tutti quei manoscritti, dal momento che l’unico linguaggio conosciuto ai Protoss era quello della telepatia, ma con impegno e dedizione Khas riuscì a scoprire un segreto che da tempo era stato dimenticato. Il legame psionico naturale che un tempo legava il suo popolo era proprio ciò che permetteva loro di andare d’amore e d’accordo in passato, con un suo ripristino avrebbero potuto lentamente ricucire questa spaccatura.
Vagando di tribù in tribù riuscì così ad educare i suoi abitanti a riabbracciare l’antico legame Psi, ed in breve tempo la maggior parte dei Protoss si ritrasformò in una fiorente società unita.
Khas diede un nome a tutto questo: L’Ascesa. In questa nuova gerarchia divise la popolazione in tre enormi gruppi,  tra cui i giudici che erano guidati dall’organo supremo detto il Concilio o Conclave, i templari (guerrieri), e Khalai, ovvero gli scienziati ed i manifattori. Grazie all’operato di Khas in breve tempo i Protoss diventarono una delle potenze più conosciute della galassia, molte erano le specie viventi che avevano deciso di sottomettersi a loro per poter godere della loro protezione.

starcraft rinascita protoss

La grande casta dei templari ai tempi era guidata da Adun, un valoroso guerriero dotato di capacità decisamente superiori alla media. Ma fino a quel momento nessuno lo aveva preparato alla missione che il conclave stava per assegnargli, una questione estremamente delicata che necessitava di una rapida risoluzione. Alcuni ribelli Protoss si rifiutavano categoricamente di unirsi al grande legame Psi, e questo costituiva un grosso problema per i giudici perché vedevano in loro una possibile strada verso una nuova era di guerre e caos.
Ad Adun fu ordinato di trovare ed uccidere alcuni di questi ribelli, il tutto in segretezza, per evitare che il popolo venisse a conoscenza della grande minaccia. La prima di questa lista era una giovane fanciulla Protoss di nome Raszagal, come avrebbe potuto uccidere a sangue freddo un suo simile e addirittura una donna? Il giovane non era per nulla contento di questi nuovi ordini, per questo motivo decise di andare per la prima volta contro il volere del conclave. Cominciò così ad addestrare gli sventurati nell’arte dell’invisibilità, che solo lui all’epoca era in grado di controllare, per poterli nascondere meglio dai giudici. Grazie alla sua maestria questi impararono in fretta contro ogni aspettativa, e cominciarono ad adorare Adun.
Questa dolce e segreta armonia purtroppo durò poco, a causa di un tragico incidente che espose inevitabilmente i ribelli agli occhi del conclave. Uno di loro, a causa di un mancato controllo dei propri poteri, scatenò inavvertitamente una tempesta psionica che uccise i suoi compagni e distrusse una grande fetta di giungla di Aiur.

starcraft rinascita protoss

Presi dal panico i superstiti rimanenti scatenarono contro la propria volontà i loro poteri, alimentando la grande tempesta e propagandola anche su altri mondi. A questo punto non ci andava un genio per capire che c’era qualcosa fuori controllo, ed il Conclave fu informato di tutto.
Per la fortuna dei malcapitati, i giudici non poterono punire i ribelli senza che tutto il mondo venisse a sapere la causa di tanta devastazione, dunque optò per una scelta un po’ meno drastica. Caricati tutti i colpevoli su una vecchia nave Xel’Naga, decisero di esiliarli mandandoli nello spazio infinito.
Ed è proprio qui avvenne ciò che Adun non si aspettava: il capo del conclave, Koltanur, attaccò psichicamente i malcapitati mentre stavano lasciando il pianeta di Aiur, i quali però, riuscirono a difendersi prontamente.
Temendo che questi ultimi potessero nuovamente scaricare una terribile tempesta nello spazio, Adun decise di avvolgere la nave spaziale con un’enorme campo di forza di energia blu utilizzando un potere che ancora non aveva mai avuto il coraggio di sguinzagliare. Questa decisione gli costò cara, poichè l’utilizzo di cotanto potere non perdona: egli prese fuoco come una stella fino a consumarsi, rimanendo soltanto un ricordo impresso nelle menti di coloro che avevano assistito a questo evento.
La storia dei ribelli venne ricordata nei secoli, tanto che presero il pittoresco nome di Templari Oscuri.


 

Oh scusa! Temo di dovervi lasciare perché un mio cliente l’ha fatta grossa. Sistemo questa faccenda e torno subito! Non scappate!

Condividi articolo

Lascia un commento