La comunità italiana dell'universo Activision Blizzard dal 2010.
starcraft potere zerg
Scritto da Zarth, 4 Agosto 2019 15:00 3 minuti

Starcraft: Il grande potere Zerg e la conquista di Aiur

Dunque dove eravamo rimasti caro viandante? Ah si, Sarah Kerrigan si era trasformata e i protoss sentendone la minaccia si stavano preparando a muoverle guerra. Trovato nei templari oscuri un grande potere avevano deciso di allearsi con loro per convenienza.
[…]
Vuoi sederti? Scusami se sono stato scortese, ti stavo raccontando tutto qui dal bancone e non ho pensato di accomodarti. Sediamo a questo tavolo, oggi tanto ho chi mi sostituisce!
Torniamo al racconto…


Alleati con i dimenticati Templari Oscuri, i protoss cominciano una furiosa battaglia contro Kerrigan per distoglierla dal loro vero obiettivo, i cerebrati.
Ed è proprio in questo momento che Zeratul, grande guerriero appartenente all’ordine degli Oscuri si introduce segretamente nell’alveare del cerebrato Zasz, eliminandolo senza dargli la possibilità di reincarnarsi. Era la prima volta che accadeva una cosa simile nello sciame, per questo motivo in un primo momento non seppero come reagire cadendo nel panico più totale.

Perfino l’Unica Mente accusò il colpo cadendo in un profondo silenzio, lasciando alle loro sorti la stessa Kerrigan ed i cerebrati. A conseguenza di ciò, ogni forma di vita appartenente a Zasz non avendo più una guida cominciò ad attaccare le altre nidate Zerg facendosi massacrare.
I Templari Oscuri però avevano tralasciato un piccolo dettaglio. Dopo l’effetto a sorpresa avuto con Zasz si ritrovarono in netta inferiorità numerica se comparati con l’intero sciame del nemico. Anche senza l’aiuto dell’Unica Mente ci misero poco ad accerchiare l’esercito protoss e distruggerlo.

starcraft potere zerg

Dopo questa importante vittoria la grande mente Zerg ha motivo di risvegliarsi, fiera del traguardo raggiunto. Provata dalla grande ferita infertole da Zeratul, è comunque pronta per portare la guerra verso nuovi orizzonti. Come? Ed è qui che scopriamo l’asso nella manica.
Uccidendo il Cerebrato, Zeratul aveva creato inconsapevolmente un legame psionico con l’Unica Mente. Da quel momento i loro pensieri si erano legati e le avrebbero mostrato l’ubicazione del nemico: Aiur.

Mentre Kerrigan rimane su Char per eliminare i sopravvissuti Templari, ovvero l’unica attuale minaccia riconosciuta dagli Zerg, il resto dello sciame si inoltra nello spazio profondo per raggiungere la fortezza Protoss. Come credete che andò?
L’immenso numero delle creature Zerg non poteva essere fermato in alcun modo, nemmeno con le più forti tempeste psioniche conosciute. Morte e distruzione furono portate quel giorno, nessuno o quasi fu risparmiato. Dopo poco tempo i superstiti furono costretti ad abbandonare il pianeta, dichiarando la propria sconfitta. Era la prima volta che qualcuno gli portava via la loro casa, fu un duro colpo da metabolizzare.
L’Unica Mente riesce così ad impossessarsi di un cristallo Khaidariano, e dopo aver raso al suolo il tempio Xel’Naga, posiziona il potente cristallo al centro delle sue rovine. Utilizzando le potenti energie psioniche di quel luogo unite con quelle dell’oggetto, l’Unica Mente è in grado di manifestarsi fisicamente per la prima volta in assoluto.
Questa gigantesca entità, ovvero un cervello dalle dimensioni colossali, ha finalmente preso vita ed ora poggia i suoi enormi tentacoli su Aiur assimilandone poco a poco l’energia.

A questo punto il destino era segnato: il popolo Zerg stava diventando il più potente che l’universo avesse mai conosciuto.


Ora si che è il caso di preoccuparsi. Chi fermerà questi Zerg? Che ne sarà dei superstiti Protoss o dei Randagi di Raynor?
Lo scopriremo nel prossimo episodio.

Condividi articolo

Lascia un commento