La comunità italiana dell'universo Activision Blizzard dal 2010.
starcraft delirio mengsk
Scritto da Zarth, 21 Luglio 2019 15:00 4 minuti

Starcraft: Il delirio di Acturus Mengsk

Uh di nuovo qui? Sei passato soltanto ieri, sono stupito del tuo arrivo! Sei molto fortunato perché ho un posto libero proprio laggiù accanto al focolare. Tra l’altro oggi sono libero quindi siederò accanto a te e potremo continuare con la nostra storia, ci aspettano degli eventi veramente interessanti.
[…]
Ahah sei curioso? Bene allora cominciamo…


Dopo le precedenti mosse i figli di Korhal sembravano pronti per invadere Tarsonis, ovvero il nucleo della confederazione stessa dove tutta la loro storia era cominciata. Ora con l’aiuto dello squadrone Alpha capitanato dal traditore Edmund Duke sarebbe stato tutto più semplice, il piano era quello di affidare a lui l’assalto delle piattaforme orbitali del pianeta.
Proprio in questo momento comincia a venire a galla il reale piano di Acturus Mengsk: utilizzare l’emettitore psi per attirare l’ennesimo sciame sul pianeta, distruggendo così il cuore della Confederazione. In tutto questo progetto però vi era un piccolo dettaglio forse trascurato, sarebbero morti miliardi di civili innocenti. Fortunatamente i Protoss, consci del pericolo incombente, decisero di dire la loro, mandando le proprie truppe di terra per distruggere l’alveare Zerg situato sulla piattaforma orbitale New Gettisburg, prima che tramite esso gli insettoidi si riversassero su Tarsonis causando un massacro.
Dal momento che Confederazione e Protoss uniti costruivano una potenza sufficiente  per poter sconfiggere gli Zerg e distruggere definitivamente l’alveare, alla comandante Sarah Kerrigan venne affidato l’infausto compito di ostacolarli per riuscire a mandare a segno il piano di Mengsk. A questo punto solamente Raynor sembrava non avere perso il lume della ragione, e cercò in tutti i modi di riportare sulla retta via i due senza però avere successo.

sarah kerrigan

Una volta liberato lo sciame, la ragazza dovette ricredersi perché a causa di tutta questa enorme potenza allo sbaraglio, fu costretta a richiedere un’estrazione immediata per evitare di rimanere uccisa insieme ai suoi compagni. Il folle Mengsk tuttavia, ignorando la richiesta, ordinò alla flotta di spostarsi verso un altro obiettivo confederato lasciando Kerrigan al suo triste ed inevitabile destino.
A seguito di questo infelice evento Jim Raynor con l’aiuto di Duke decide di occupare l’Hyperion, la nave ammiraglia di Acturus Mengsk e di abbandonare i figli di Korhal, che inizieranno subito a dargli la caccia. Realizzato di avere perso per sempre la sua amata Sarah, sì, perché se n’era follemente innamorato, decise di porsi un obiettivo per il resto della sua vita: trovare e vendicarsi di Mengsk. Non poteva passarla liscia dopo le orribili azioni che aveva compiuto.
Il piano di Acturus era stato finalmente portato a termine, gli Zerg avevano fatto piazza pulita su Tarsonis e la confederazione era stata sconfitta per sempre. Mengsk diventò il più importante dei leader Terrestri, visto dai suoi sottoposti come un dittatore benevolo. Infatti solamente sotto la sua protezione i civili avrebbero potuto vivere serenamente di fronte a quell’orrore Zerg e le minacce dei Protoss. Proprio in questa occasione venne fondato il Dominio Terrestre, una nuova organizzazione che avrebbe assicurato ordine ed organizzazione.
A seguito della distruzione del nucleo della Confederazione e la minaccia aliena sempre alle porte, le rimanenti potenze che appartenevano ad essa trovarono conveniente unirsi al nuovo Dominio Terrestre. Il povero Jim Raynor invece venne additato come terrorista e nemico dell’umanità: non avrebbe avuto vita facile da quel momento, sarebbe stato un eremita senza alleati per il resto della sua vita. Come andrà avanti la storia?


Scusami se oggi devo salutarti prima ma mi sono appena ricordato che è il compleanno di mia figlia. Se non rincaso ad un’ora decente la mia donna fa fuori! Ti prometto che domani sarò qui pronto per proseguire questa storia meravigliosa.
So che quanto ti ho raccontato oggi è difficile da metabolizzare, ma ti assicuro che è proprio in tutto questo che risiede la bellezza di questi avvenimenti.
[…]
Ti ringrazio di avermi capito, ti auguro una buona serata e….alla prossima!

Condividi articolo

Lascia un commento