La comunità italiana dell'universo Activision Blizzard dal 2010.
starcraft sacrificio tassadar
Scritto da Zarth, 8 Settembre 2019 18:06 3 minuti

Starcraft: Il sacrificio di Tassadar

Benvenuto! È un po’ che non ti vedo? Dove sei stato?
[…]
Un altro lungo viaggio? Spero che sia andato tutto bene, anche perché non posso permettere che tu rimanga ammazzato prima di finire di narrarti la mia storia. Eravamo rimasti al ritorno di Tassadar e compagnia su Aiur, per affrontare il Conclave e trovare un modo per respingere l’invasione Zerg!
Sei pronto per ricominciare?


Tornati dalle precedenti battaglie, come ti avevo già raccontato la scorsa volta, Tassadar e l’Esecutore erano stati dichiarati nemici pubblici, quindi la situazione non era delle più rosee per i nostri due amici.
Gli Zerg per il momento potevano aspettare, dal momento che la prima guerra si stava delineando all’interno della loro stessa specie. Nascosti Tassadar e Zeratul nella base di Fenix, l’Esecutore è costretto a muovere battaglia contro le forze del Conclave, che si rivelerà molto cruenta e sanguinosa.
Al culmine dello scontro Tassadar decide di porre fine a questa follia, e per evitare ulteriori morti decide di consegnarsi alle autorità per essere giustiziato. La priorità era che il Conclave tornasse a combattere gli Zerg, che stavano diventando una minaccia sempre più grande.
Il patto era un sacrificio per la fine della guerra, uno scambio ragionevole data la criticità della situazione. Fenix e l’Esecutore tuttavia rimangono scioccati da queste decisioni, e decidono così di elaborare un piano per salvare Tassadar. Anche Jim Raynor, volto a ripagare il suo debito che lo aveva reso libero da Kerrigan, scende in campo con la sua nave, l’Hyperion. In occasione di questo schieramento dedito allo stesso obiettivo a, tra i tre nascerà una grande amicizia.

starcraft sacrificio tassadar

Nonostante i buoni propositi, il Conclave è una delle fortezze più protette di Aiur, ma nonostante questo le enormi forze dell’Esecutore non si fanno scoraggiare. Dopo un lungo assedio infatti riescono a raggiungere la stanza in cui è rinchiuso Tassadar nella sua cella di stasi, liberandolo. Per la sfortuna dei nostri eroi, si scopre che il capo del Conclave Aldaris aveva previsto tutto, piombando sul posto all’improvviso con un esercito enorme. A questo la situazione è critica, sembra che i padroni di casa abbiano avuto la meglio, ma ancora non sanno che Zeratul è pronto ad un attacco a sorpresa.
Arrivato alle spalle di Aldaris con i suoi templari oscuri, mette l’armata del Conclave nuovamente sotto scacco. Dopo un reciproco scambio di accuse, Zeratul attribuisce la sconfitta contro gli zerg alle limitate capacità del Conclave.
Tassadar viene così lasciato libero di andare.

Avendo finalmente sconfitto il Conclave, le forze dei nostri eroi sono finalmente pronte per concentrarci sulla reale minaccia per il pianeta e la galassia: gli Zerg. A questo punto Zeratul decide di rivelare ciò che sa sull’Unica Mente grazie all’esperienza acquisita. Durante l’assassinio del cerebrato Zasz su Char infatti la sua mente si era unita con quella del nemico, e aveva scoperto che l’Unica Mente era davvero una creazione degli Xel’Naga. Proprio come i Protoss avevano sempre temuto dall’inizio dei tempi.
Ma quest’altra battaglia sarà argomento della prossima puntata!


Ora che il conclave è sistemato verrà il turno degli Zerg. Sei curioso? Te lo racconterò domani perché adesso devo chiudere! Un saluto e a domani, spero di rivederti, non come le ultime volte.

Condividi articolo

Lascia un commento