La comunità italiana dell'universo Activision Blizzard dal 2010.
silence priest
Scritto da Zarth, 25 Luglio 2019 16:54 4 minuti

Hearthstone: Il Silence Priest

Rieccoci ancora una volta con il nostro consueto appuntamento. Fino ad ora abbiamo conosciuto due mazzi, il Midrange Hunter ed il Token Druid, a chi toccherà questa volta? Stiamo per presentarvi il Silence Priest, il mazzo più economico da assemblare di tutto il meta attuale, anche se non ha un tasso di vittoria così elevato (45%).

Abbiamo scelto questo principalmente per due motivi:

  • È adatto a chi comincia a giocare perché costa davvero poca polvere
  • In un contesto in cui mancano poche settimane all’uscita della nuova espansione, non conviene investire troppe energie per qualcosa che magari sparirà dalla circolazione

Ovviamente è anche divertente da giocare, perché spiazzerete l’avversario con spiacevoli sorprese.


La lista

silence priest list

Anche qui troviamo una solamente una carta leggendaria, che tra l’altro è disponibile per tutti quindi a costo zero. La cosa straordinaria è che nella lista non vi è nemmeno un’epica, questo vuol dire che le uniche spese importanti saranno da fare per le rare. Considerato che qualcuna dovreste già averla, ad esempio il Piromante Selvaggio o il Guardiano Antico, il consumo di polvere si riduce ulteriormente.

Le carte che vedete qui sopra sono le più utilizzate, potete comporre il vostro deck con la combinazione che preferite a seconda di come vi trovate.


Meccanica di gioco

Il principio su cui si basa questo mazzo è vincere nei primi turni mediante l’utilizzo di servitori enormi. Il secondo nome del Silence Priest è Face Priest, questo perché il più delle volte dovrete optare per andare faccia. Il vostro gioco è vincere subito, più andate avanti nella partita più avrete difficoltà a mantenere il controllo del board.

Pensateci un po’, siete contro un murloc che mette tante creaturine piccole. Che cosa fate? Tradate o andate faccia? In ogni caso è molto probabile che a lungo andare abbia più creature di voi e riesca a contenervi, dunque è meglio tenerlo basso di vita prima che la situazione sfugga di mano.

Ecco alcuni suggerimenti sulle singole carte:

  • Spirito Divino e Fuoco Interiore:
    Rappresentano un po’ i Jolly del mazzo, hanno mille usi e dipende molto dalla situazione in cui ci si trova. L’ideale chiaramente è la combo di due Spiriti Divini ed un Fuoco Interiore per chiudere la partita.
  • Silenzio:
    Apparentemente una carta molto semplice ma che andrebbe usata consapevolmente. Non conviene sempre silenziare un servitore alleato, dipende dalle situazioni. Quindi decidete saggiamente e soprattutto cercate di non silenziarvi erroneamente carte che avete già potenziato, potreste mangiarvi le mani.
  • Più Braccia:
    Carta divertentissima ed utilissima. Usatela sempre prima di raddoppiare la salute dei vostri servitori per massimizzarne il beneficio
  • Scagnozzo Aculeoscuro:
    Non abbiate paura di silenziarlo se lo ritenete opportuno, cinque punti ferita possono fare la differenza se state avendo la meglio.

silence priest

Punti di forza e debolezze

Come già anticipato non è uno dei mazzi più performanti nel meta attuale, di conseguenza avrà molti punti deboli, ve ne elenchiamo qualcuno:

  • Tutti gli Hunter:
    Eccovi una triste notizia, con qualsiasi Hunter i numeri non sono dalla vostra parte. Questo naturalmente non significa che dovete arrendervi in partenza, se giocherete bene avrete la meglio in molte occasioni.
  • Tutti gli Sciamani:
    Dando un rapido sguardo al meta, se togli Hunter e Sciamano cosa rimane? Non disperatevi, vi sono tanti matchup a voi favorevoli in cui potrete vincere facilmente.
  • Tutti i Guerrieri:
    Stesso discorso di prima. Ma ricordate, ci sono veramente tante persone che non padroneggiano il mazzo che utilizzano. Dovrete puntare su questo per cambiare le carte in tavola.

Non tutto il male viene per nuocere, ecco contro chi avete molte più possibilità di vincere:

  • Quasi tutti i sacerdoti:
    Il sacerdote è una classe che generalmente necessita di più tempo degli altri per ingranare. Velocità. Fate di questa parola il vostro mantra per portarvi a casa una vittoria.
  • Mech e Secret Paladin:
    Non sono mazzi che si vedono spesso, ma se vi capiteranno sappiate che i numeri sono dalla vostra parte questa volta.
  • Pogo Rogue e Heal Druid:
    Altri mazzi molto lenti e che necessitano di più turni per dare il meglio di loro. Se non gli lascerete il tempo di ingranare la vostra vittoria sarà assicurata.

I matchup purtroppo non promettono benissimo, ma il divertimento sarà assicurato. Riuscirete a fare eccezione e battere i temuti Hunter e Sciamani? Questo dipenderà esclusivamente dalla vostra fortuna e dalla vostra abilità.

Vi auguriamo tante belle partite con il Silence Priest, alla prossima!

Condividi articolo

Lascia un commento