La comunità italiana dell'universo Activision Blizzard dal 2010.
Community blizzard
Scritto da Ulquiorra, 28 Giugno 2019 14:46 3 minuti

La community è importantissima per Blizzard, secondo Morhaime

Mike Morhaime, co-fondatore di Blizzard, quando si è recato a Barcellona al Gamelab e ha ricevuto l’Honor Award 2019, ha parlato di molti argomenti inerenti la celebre compagnia statunitense.

Overwatch inclusività

Uno di essi riguarda il come riescano a mantenere un livello qualitativo così alto per i titoli per un lasso di tempo così prolungato. Ecco le dichiarazioni del buon Morhaime in merito: “Penso che tutto vada ricondotto al fatto di aver assunto persone a cui importi […] Quando sei circondato da persone che si preoccupano davvero del marchio aziendale, dell’esperienza che hanno i giocatori, allora si considerano responsabili di venire incontro a quell’aspettativa, e sono anche in sintonia con il modo in cui la community risponderà – in genere, non sempre – e quindi anche quando si fa un passo falso, ci sono persone che si reputano molto appassionate e che costringeranno a conversazioni difficili internamente. E la Stella Polare per noi stava davvero nell’offrire quell’esperienza al giocatore, incontrando e superando le aspettative, ricompensando i nostri fedeli giocatori per aver creduto in noi“.

Overwatch inclusività

Per quanto riguarda invece quella che è la community, ha spiegato come non tutto riguardi i soli dati quando si parla di giocatori, poiché anche le varie opinioni siano un aspetto da considerare.
Proprio su questo aspetto, Overwatch è stato uno degli argomenti di punta, data l’importanza della fanbase del titolo per la compagnia. Inoltre il celebre FPS fa dell’inclusività un aspetto cardine, come dichiara Morhaime: “Penso che sia molto importante: il settore si sta muovendo molto per essere molto più attento all’inclusività, e penso che sia grandioso, penso che sia molto in linea con i valori per ci battiamo in Blizzard. Abbiamo sempre voluto che i nostri giochi fossero accoglienti e accessibili a un vasto pubblico, penso che come industria videoludica sia quello che tutti noi vogliamo – vogliamo nuove persone che non sono giocatori, vogliamo giovani che si stanno addentrando nel mondo dei videogiochi [….] Vogliamo che si crei un senso di appartenenza. E penso che il gaming sia davvero unico in termini di intrattenimento, perché è possibile formare questi legami, è interattivo, è possibile condividere l’esperienza con altri umani, che approfondisce l’esperienza, crea una sorta di senso e scopo. E le persone creano connessioni che cambiano la loro vita a volte: incontreranno i loro altri significativi tramite il gioco o fanno amicizie attraverso i giochi, e quindi vogliamo che sia un’esperienza accogliente e significativa, quindi penso che sia una grande direzione che l’industria sta intraprendendo“.

Overwatch inclusività

Prole veramente belle da parte di Morhaime, che lasciano trasparire quanto là software house sia attenta a un tema attuale e importante quale è l’inclusi. E voi? Che ne pensate? Overwatch dovrebbe fare da esempio per altre produzioni? Parliamone insieme nei commenti!

Condividi articolo

Lascia un commento