• Scritto da ,
    “Si... Io sono il Pozzo Solare... non umana... non Anveena... solo una grande energia... e così... tu... tu non hai nessun potere su di me... e nessuna speranza contro di me.”
    - Anveena

    Ad una prima occhiata Anveena sembrava una ragazza normale, una contadina nata e cresciuta vicino al Mulino di Tarren. Tuttavia la giovane non era davvero umana, cosa di cui nemmeno lei stessa era a conoscenza. Plasmata dalla magia del drago rosso Korialstrasz, consorte di Alexstrasza e Arcimago del Kirin Tor, Anveena rappresentava una grande fonte di potere, perché non era altro che la restante energia del Pozzo Solare trasformata in un essere umano.

    Korialstrasz aveva creato l'illusione di Anveena senza sapere che avrebbe sviluppato sentimenti ed emozioni. Aveva dato all'avatar del Pozzo Solare dei ricordi di una vita propria, di una madre e un padre, una strana famiglia che viveva vicino al Mulino di Tarren. Fu questa giovane umana a scoprire che il drago blu Kalecgos era stato catturato da un gruppo di cacciatori di draghi guidati dal nano Harkyn Grymstone. Entrambi furono costretti a fuggire quando il gruppo di Harkyn attaccò di nuovo e furono gettati in un lago a causa di un colpo di uno dei fucili dei cacciatori. Tornando a casa della giovane, scoprirono che l'abitazione era in fiamme. Poco dopo incontrarono Dar'Khan Drathir, un alto elfo che aveva tradito il suo popolo ed era alla ricerca del potere del Pozzo Solare. Questi pose un sigillo incantato attorno al collo di Anveena e Kalec, il nome che usava il drago blu nella sua forma di mezzelfo, esigendo che gli venisse rivelato il luogo in cui erano nascoste le energie del Pozzo Solare. I due furono salvati dall'arrivo di Tyrygosa, il drago blu destinato ad essere la futura compagna di Kalec, che li portò al Mulino di Tarren. Anveena, ricordando le parole dei suoi genitori nel caso in cui avesse avuto problemi, chiese di cercare un certo Borel del quale non conosceva nemmeno l'aspetto fisico. Per complicare le cose, durante la ricerca incontrarono ancora una volta Dar'Khan. Dopo essere riusciti a fuggire dall'alto elfo, si unì a loro il paladino Jorad Mace che in passato aveva servito fedelmente il principe Arthas Menethil.

    Quando un drago del gelo incrociò il loro cammino, i tre finirono insieme sui monti di Alterac. Anveena fu trovata dal tauren Trag Alto Monte, che la portò al castello in rovina del Barone Valimar Mordis, un nobile non morto che voleva usare i poteri della giovane per energizzare il Globo di Ner'zhul. Il Barone legò Anveena al Globo e iniziò il suo piano per riportare in vita un esercito di non morti con cui intendeva combattere il Flagello, ma l'oggetto magico venne distrutto da Trag. Non passò molto tempo prima che Anveena venisse catturata nuovamente da Dar'Khan il quale la portò nel luogo in cui era nata, l’isola di Quel'Thalas. Sembrò in un primo momento che Dar'Khan riuscisse a raccogliere le energie di Anveena, guadagnando potere sufficiente per sconfiggere un drago con un singolo attacco o persino controllare Korialstrasz. In quell'istante le energie di Anveena vennero meno. La ragazza, che aveva ormai capito quale fosse la sua vera natura e la portata del suo potere, attaccò e distrusse Dar'Khan. Korialstrasz, che aveva usato il nome di Borel fino ad allora, rivelò chi era davvero e spiegò quello che aveva fatto con le energie del Pozzo Solare pur di proteggerle dal Flagello. Con l'aiuto di Lor'themar Theron, Reggente di Quel'Thalas, Kalec nascose Anveena nel regno degli elfi. La vera identità della ragazza venne mantenuta segreta, nota — oltre a Kalec, Tyri, Jorad, Lor'themar e Halduron — soltanto agli Aspetti draconici e a Sylvanas Ventolesto che aveva aiutato il gruppo a fermare Dar'Khan Drathir.

    Immagine
    Non si sa bene come Kael'thas Solealto venne a conoscenza di Anveena, ma durante l'invasione dell'isola di Quel'Danas ad opera della Legione Infuocata il principe catturò e imprigionò la ragazza in un campo di potere arcano all'interno della Cittadella del Pozzo Solare. Le sue energie vennero incanalate con l'unico scopo di aprire un portale d'accesso per Kil'jaeden su Azeroth. Fortunatamente, la fazione dell'Offensiva del Sole Infranto pose fine alla minaccia rappresentata da Kael'thas, salvando di fatto la ragazza. Durante la battaglia Anveena si rese conto che Kil'jaeden era troppo potente perché gli eroi potessero sconfiggerlo. Così la ragazza decise di sacrificare la propria vita per loro, scatenando i suoi poteri e indebolendo l’Eredar dopo aver detto addio al suo amato Kalecgos. I poteri del Pozzo Solare furono restituiti al loro stato originale e il cuore di M’uru venne purificato perché Anveena era sparita. Inconsciamente la ragazza aveva trasferito anche una piccola parte della forza del Pozzo Solare in Kalec, in modo che la sua essenza potesse continuare a vivere nel cuore del drago blu.

    “L'incubo è finito, l'incantesimo è spezzato! Addio, Kalec, amore mio!”
    - Anveena

    Se vi è piaciuto il nostro articolo, potete leggere la storia di Anveena nei tre volumi a fumetti de La Trilogia del Pozzo Solare di Richard A. Knaak e Jae-Hwan Kim.
LIVE STREAMING
WOWPROGRESS.IT
# Gilda Tier 21
1 PIO PIO SQUAD
10/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
M: Aggramar
H: Argus il Distruttore
2 Below Average
10/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
M: Aggramar
H: Argus il Distruttore
3 Last Try
9/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
H: Aggramar
H: Argus il Distruttore
4 Hated
9/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
H: Aggramar
H: Argus il Distruttore
5 IgnorHunters
9/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
H: Aggramar
H: Argus il Distruttore
Visualizza tutto il progress