• Scritto da ,
    Il clan Lupi Bianchi viveva pacificamente nella zona ora conosciuta come Nagrand, non lontano da Oshu'gun. Questi orchi pur non avendo tra le proprie fila una figura come Ner'zhul né feroci guerrieri come i Cantaguerra, erano molto rispettati dagli altri clan di Draenor. Prima che avessero luogo le azioni manipolatorie di Kil'jaeden, fu Garad il loro leader e lo rimase fin quando non venne ucciso durante uno scontro con un gruppo di Ogre. Si dice che la città di Garadar, dove andarono a risiedere i Mag'har a Nargrad, fu chiamata così in suo onore non solo per la somiglianza nel nome ma anche perché l'attuale leader è Geyah, vedova del vecchio capo. Dopo la morte di Garad, il loro figlio Durotan assunse il comando del clan.

    La nuova guida dei Lupi Bianchi aveva sempre mostrato dei dubbi sui cambiamenti che stavano apportando Ner'zhul prima e Gul'dan poi all'interno della società orchesca. Durotan non fu mai pienamente convinto neanche della tanto proclamata malvagità dei Draenei ma sulle sue spalle gravava la responsabilità dell'intero Clan. Per questo non poteva schierarsi liberamente contro gli altri leader, pena l'emarginazione e la distruzione della propria gente. Così, a dispetto del parere contrario del loro capo, gli sciamani dei Lupi Bianchi vennero istruiti nell'arte della stregoneria e mobilitati come tutti gli altri per uccidere i Draenei. Si ebbe una svolta soltanto quando Durotan rifiutò l'offerta di Gul'dan di un potere superiore gentilmente donato da Mannoroth. Il capoclan, oltre a decidere di non bere il sangue del demone, ordinò a tutto il suo clan, senza eccezione alcuna, di fare altrettanto. Questa scelta segnò il destino dei Lupi Bianchi perché Gul'dan capì in quel momento che Durotan sapeva troppo. Incapace di liberarsi del suo nemico, lo stregone finì per bandire l'intero clan. Alla fine, il figlio di Garad non riuscì a proteggere i suoi orchi dall'esilio ma non si pentì di averli salvati da un destino ben peggiore.

    I Lupi Bianchi rimasero nascosti nella fredda Valle d'Alterac durante gli eventi della Prima e della Seconda Guerra. I loro sciamani misero da parte la stregoneria per tornare alle vecchie tradizioni. Drek'thar, il più potente tra loro, stipulò un patto con i lupi creando un'alleanza simbiotica, per cui in caso di bisogno sarebbero accorsi in loro aiuto. Nel frattempo Durotan, con la nascita del figlio Go'el (conosciuto poi come Thrall), si rese conto che questo non era il tipo di vita che voleva per il suo clan. Decise così di uscire dall'isolamento e raccontare al suo vecchio amico Orgrim Martelfato tutto quello che sapeva. Ciò portò ad un colpo di stato all'interno dell'Orda: Manonera venne ucciso, assieme a tutti i membri del Concilio dell'Ombra - Gul'dan escluso. Durante l'assenza di Durotan, Drek'Thar assunse il comando temporaneo del clan. Purtroppo il padre e madre di Thrall morirono durante la missione, uccisi da un manipolo di sicari inviati dallo stregone traditore. Soltanto il piccolo sopravvisse all'attacco solo per venire poi salvato dagli umani e crescere rinchiuso in un campo di prigionia. Una volta diventato adulto, Thrall riuscì a fuggire e dopo l'incontro con Grom e i Cantaguerra andò a far visita al suo clan d'origine, la sua vera famiglia.

    Nel frattempo anche Orgrim Martelfato era caduto prigioniero degli umani e una volta liberatosi si mise in viaggio per raggiungere l'accampamento dei Lupi Bianchi ed incontrare il famoso Thrall di cui tutti parlavano. Dopo aver testato le abilità e gli ideali del giovane, lo nominò suo secondo in comando e con lui diede il via alla liberazione degli orchi dai campi di prigionia. Insieme, i clan dei Lupi Bianchi e dei Cantaguerra liberarono tutti quelli che poterono fino a quando il loro numero crebbe a sufficienza per sferrare il colpo finale a Durnholde. Anni dopo, i Lupi Bianchi seguirono il loro leader e il capoguerra Thrall sulle lontane rive di Kalimdor prendendo parte alla Terza Guerra. Dopo la fondazione di Orgrimmar molti membri del clan decisero di tornare nella Valle d'Alterac, Drek'Thar compreso. Lì si trovarono a combattere senza sosta contro i nani per il controllo delle montagne.

    Per ora, l'ultima menzione nota del clan nelle vicende di Azeroth si ha durante gli eventi del Cataclisma, quando la nuova Orda di Garrosh chiese il sostegno dei Lupi Bianchi - formalmente ancora membri dell'Orda - per portare avanti la loro guerra a Lordaeron. In quest'occasione Drek'Thar, in qualità di capoclan dei Lupi Bianchi della Valle d'Alterac, rifiutò a sorpresa di fornire aiuti ai Reietti, sfidando Garrosh e l'Orda in generale.
    Condividi articolo
18 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 01 febbraio 2014, 14:11 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5730

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Un ottimo articolo!

    Penso sia l'unico clan che meriti rispetto negli orchi. Sono gli unici che si sono sempre distinti dalla massa mantenendo in parte le loro origini.

    Drek'Thar lo sempre stimato il problema è ormai la veneranda età ed è prossimo alla morte.
    3
  • SERAPHIMON 01 febbraio 2014, 14:59 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1567

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #2
    i Frostwolf sono i migliori: erano partiti con poco e sono giunti parecchio in alto, la loro fama se la sono meritatamente guadagnata, non grazie ad elementi di rilievo o a esseri leggendari (anche se in seguito non ne sono mancati)

    non per niente il loro emblema è Lo'Gosh, il lupo spettrale, una leggenda di tutte le razze, fra cui gli Elfi della Notte col nome di Goldrinn

    sono capaci di imparare e di adattarsi conservando il loro animo e la loro vera natura, senza subire una vera conversione
    0
  • Jhamaz 01 febbraio 2014, 15:09 Jhamaz
    BattleTag: MazzeGO#1287
    Messaggi: 20

    ludo ergo sum
    #3
    Grazie, come sempre bell'articolo. :) 0
  • ciccio44 01 febbraio 2014, 16:12 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2339

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #4
    Ottimo articolo, come sempre.
    Grande Clan, poi sono amanti dei luoghi innevati +1.

    Non per far il difensore di Ner'zhul, ma mi ricordavo fosse stato proprio lui a mettere in guardia Durotan dal regalino di Gul'dan :P
    1
  • Luca 02 febbraio 2014, 00:36 Luca
    BattleTag: Rasye#2958
    Messaggi: 34

    Iscritto il: 29 maggio 2010, 16:38
    #5
    Vogliamo Drek'Thar Presidente !!! 8) 0
  • Cippacometa 02 febbraio 2014, 20:20 Cippacometa
    BattleTag: cippacometa#1373
    Messaggi: 1097

    croccantezza
    #6
    domanda: ma se non hanno bevuto il sangue di demone, come mai la loro carnagione è verde? 0
  • MasterRedzCommunity Manager 02 febbraio 2014, 21:47 MasterRedz
    BattleTag: MasterRedz#2155
    Messaggi: 4995

    "La tua anima sarà mia!"
    #8
    Cippacometa ha scritto:domanda: ma se non hanno bevuto il sangue di demone, come mai la loro carnagione è verde?
    7
    Considera l'influenza demoniaca come un virus che si propaga a tutta la razza anche solo con la vicinanza.
    0
  • SERAPHIMON 02 febbraio 2014, 23:35 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1567

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #9
    Cippacometa ha scritto:domanda: ma se non hanno bevuto il sangue di demone, come mai la loro carnagione è verde?


    perchè la magia demoniaca contamina l'ambiente circostante e tutti coloro che sono presenti nelle vicinanze; se per questo, gli orchi stavano cominciando a diventare verdi già prima del Sangue di Mannoroth.

    c'è la spiegazione su Storia e Lore
    0
  • Cippacometa 03 febbraio 2014, 16:58 Cippacometa
    BattleTag: cippacometa#1373
    Messaggi: 1097

    croccantezza
    #10
    Mah diciamo che come spiegazione me la faccio andare bene 0
  • Greymane 03 febbraio 2014, 18:25 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5936

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #11
    Cippacometa ha scritto:Mah diciamo che come spiegazione me la faccio andare bene


    @Cippacometa mi sa te la dovrai per forza far bastare, visto che è la spiegazione è quella rofl

    Gran bell'articolo comunque, i Frostwolf anche secondo me è l'unico clan che possa meritare rispetto, con la volontà dei loro Leader (passati, presenti e futuri), sono andati avanti senza l'ausilio di forze esterne o comunque senza l'influenza della scelta presa dalla maggior parte degli altri Clan (eh si, non è l'unico il Frostwolf, ci sono pure i Mok'Nathal, sebbene siano mezzi Orchi e mezzi Ogre).
    Anche se devo spezzare una lancia a favore di Ner'Zhul...sotto sotto, era partito con dei nobili pensieri, cioè la preservatezza del proprio clan e il rimediare a ciò che successe in passato.
    1
  • SERAPHIMON 04 febbraio 2014, 11:23 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1567

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #12
    Greymane ha scritto:
    @Cippacometa mi sa te la dovrai per forza far bastare, visto che è la spiegazione è quella rofl

    Gran bell'articolo comunque, i Frostwolf anche secondo me è l'unico clan che possa meritare rispetto, con la volontà dei loro Leader (passati, presenti e futuri), sono andati avanti senza l'ausilio di forze esterne o comunque senza l'influenza della scelta presa dalla maggior parte degli altri Clan (eh si, non è l'unico il Frostwolf, ci sono pure i Mok'Nathal, sebbene siano mezzi Orchi e mezzi Ogre).
    Anche se devo spezzare una lancia a favore di Ner'Zhul...sotto sotto, era partito con dei nobili pensieri, cioè la preservatezza del proprio clan e il rimediare a ciò che successe in passato.


    esattamente come Arthas, prima ha fatto quel che ha fatto in buona fede e per proteggere il proprio popolo e salvare il salvabile, ma poi il "lato oscuro" ha preso il sopravvento
    0
  • ciccio44 04 febbraio 2014, 12:44 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2339

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #13
    Arthas tranne il test per gli eroi del mondo come base del lore dell'espansione (lol...) ha sempre fatto quello che doveva fare; ha avuto tutti contro, i minion di Kil'Jaeden lo volevano fritto; Ner'Zhul fino a TFT faceva l'incompreso stile Arthas e poi si sono semplicemente ibernati.
    Il lato oscuro al massimo c'è nel fatto che le sue armate siano formate da morti che camminano lol.

    Con WoW sono arrivati i libri e hanno creato l'Arthas ultracattivo e non più quello mandato al diavolo dal mondo.

    Almeno Illidan cercava di fare ogni cosa per sè, per il potere... Un personaggio figo ma abbastanza cazzone!
    0
  • SERAPHIMON 04 febbraio 2014, 13:05 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1567

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #14
    ciccio44 ha scritto:Arthas tranne il test per gli eroi del mondo come base del lore dell'espansione (lol...) ha sempre fatto quello che doveva fare; ha avuto tutti contro, i minion di Kil'Jaeden lo volevano fritto; Ner'Zhul fino a TFT faceva l'incompreso stile Arthas e poi si sono semplicemente ibernati.
    Il lato oscuro al massimo c'è nel fatto che le sue armate siano formate da morti che camminano lol.

    Con WoW sono arrivati i libri e hanno creato l'Arthas ultracattivo e non più quello mandato al diavolo dal mondo.

    Almeno Illidan cercava di fare ogni cosa per sè, per il potere... Un personaggio figo ma abbastanza cazzone!


    veramente nel libro Arthas L'Ascesa del Re dei Lich è descritto come uno che ha amato troppo il proprio popolo e la cui anima non era stata divorata del tutto

    il suo lato oscuro è stato amare più la sua terra che la sua gente ed uccidere per vendetta, non per giustizia e difesa
    quello di Ner'zhul è stata la codardia, la debolezza ed il rimpianto, infatti alla fine fugge da Draenor abbandonando tutti e pensando solo a sé stesso
    0
  • ciccio44 04 febbraio 2014, 15:30 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2339

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #15
    Ammetto di non aver letto il libro quindi mi scuso per l'errore, ma in ogni caso la trama in game dell'espansione per arrivare alla sua uccisione è abbastanza patetica. Circa il lato oscuro che descrivi, ci sono tante interpretazioni possibili sul caso, cosa poteva fare di meglio ecc.

    Il povero Ner'zhul è diventato quello che hai scritto dopo l'esser stato abbandonato da tutti proprio nel periodo dove è quasi morto, quindi deve aver sopportato eventi abbastanza dolorosi, può starci il darci di matto.
    0
  • SERAPHIMON 05 febbraio 2014, 10:52 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1567

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #16
    ciccio44 ha scritto:Ammetto di non aver letto il libro quindi mi scuso per l'errore, ma in ogni caso la trama in game dell'espansione per arrivare alla sua uccisione è abbastanza patetica. Circa il lato oscuro che descrivi, ci sono tante interpretazioni possibili sul caso, cosa poteva fare di meglio ecc.

    Il povero Ner'zhul è diventato quello che hai scritto dopo l'esser stato abbandonato da tutti proprio nel periodo dove è quasi morto, quindi deve aver sopportato eventi abbastanza dolorosi, può starci il darci di matto.


    a costo di sembrare monotono: esattamente come Arthas; inoltre il suo atto di codardia e la fuga abbandonando tutta l'Orda è descritto anche nel videogames WARCRAFT II Beyond The Dark Portal, viene precisamente detto che Ner'zhul riesce ad aprire i portali ed entra nel Twisting Nether / Distorsione Fatua, ma a quel punto, degli altri non gli importa più nulla!
    0
  • ciccio44 05 febbraio 2014, 20:35 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2339

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #17
    Non ho mica scritto che hai detto cose false, dico soltanto che la vita di Ner'zhul è stata un pochino travagliata e che, personalmente, posso capire certe scelte. 1
  • SERAPHIMON 05 febbraio 2014, 23:14 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1567

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #18
    ciccio44 ha scritto:Non ho mica scritto che hai detto cose false, dico soltanto che la vita di Ner'zhul è stata un pochino travagliata e che, personalmente, posso capire certe scelte.


    ci tenevo solo a precisare
    0
  • Commenta la notizia