• Potete trovare la prima parte di questo racconto qui.

    Il Thane Occultista Thaurissan, capo del clan Ferroscuro, morì al manifestarsi di Ragnaros sul piano materiale, ma la sua discendenza non era spezzata. Un erede diretto del Thane, molto conosciuto, era Dagran Thaurissan. Fu però un architetto e costruttore di nome Franclorn Forgiabruna a permettere la sopravvivvenza del clan.
    Franclorn, prima della Guerra dei Tre Martelli, era un Ferroscuro geniale dotato di incredibile abilità. Fu lui a ideare, progettare e costruire la diga di pietra di Dun Morogh. Era grande amico di un Umano di nome Windsor, al quale donò il magico e sorprendente martello Ferroavverso.
    Quando il suo clan si rivoltò contro gli altri Nani lui seguì la sua gente...se non lo avesse fatto è molto probabile che il clan non sarebbe sopravvissuto affatto.

    Fu grazie a lui e alla sua maestria che la città vulcanica nelle viscere del Massiccio Roccianera crebbe e prosperò; riuscì persino a soddisfare la vanità di Ragnaros. Il suo lavoro permise al suo popolo di sopravvivere dopo la morte di Thaurissan.

    Immagine

    Nulla poteva però Franclorn per arginare l'odio del suo popolo verso gli altri due clan dei Nani, né poteva far alcunché per liberare la sua gente dal controllo sempre più stretto del Signore del Fuoco Ragnaros.

    Quando Franclorn Forgiabruna morì, poco dopo il completamento della città, il suo corpo fu tumulato sopra il cuore fuso del vulcano, in modo che potesse per sempre vegliare sul suo popolo.

    Il suo fidato martello Ferrovile, gemello di Ferroavverso, cadde nella mani del Capo Architetto Fineous Forgiascura, mentre Ferroavverso rimase ai discendenti dei Windsor, alla fine tramandato al Maresciallo Reginald Windsor.


    L'arrivo dell'Orda al Massiccio Roccianera

    La situazione rimase immutata per molti anni, fino all'arrivo dell'Orda su Azeroth. Gli Orchi vedevano il Massiccio Roccianera come un'ottima base operativa. Gli Orchi del clan Roccianera in particolare vedevano nel nome di quel luogo un presagio inviato loro dagli antenati. Riuscire a conquistare la montagna sarebbe stato comunque un compito arduo dato che era protetta sia dai Nani Ferroscuro che dai servitori di Ragnaros, senza contare che l'Orda era apertamente in guerra contro l'Alleanza del Loarderon.

    Gli Orchi in quel periodo erano abilmente manipolati da un gruppo di potenti Stregoni, il Concilio dell'Ombra fondato da Gul'dan, l'architetto dell'invasione di Azeroth. Un abile emissario del Concilio, Cho'gall, sfruttò una sorta di comunione con gli Antichi Dei per stringere un patto con i servitori di Ragnaros. Il Concilio dell'Ombra prese così la cima della montagna e lasciò ai Nani le profondità. Nessuna delle due parti fu completamente soddisfatta dell'accordo: Gul'dan aveva mandato Cho'gall per rivendicare l'intera montagna, mentre i Nani furono costretti a cedere metà della loro città senza combattere.

    Immagine

    Ci furono due sanguinose guerre fra gli Orchi invasori e i Regni liberi di Azeroth. L'Orda, dapprima vittoriosa, subì importanti sconfitte durante la Seconda Guerra. I Nani Ferroscuro si nascosero nelle profondità del Massiccio Roccianera, dove si riunirono intorno ai loro padroni elementali; furono costretti ad accettare la presenza degli Orchi e dei loro alleati.
    In aperto contrasto con i progetti di Gul'dan, Orgrim Martelfato approfittò della caduta dello Stregone in uno stato di incoscienza per uccidere la sua marionetta Manonera e proclamarsi nuovo Capoguerra dell'Orda. Dopo la distruzione del Concilio dell'Ombra il clan Roccianera si trasferì semplicemente nei Bastioni di Roccianera, proclamandone il dominio. Ai Nani Ferroscuro fu impedito, ancora una volta, di compiere qualsiasi azione per rivendicare la loro città.


    I Nani Ferroscuro contro l'Orda Oscura e lo Stormo Nero

    Quando l'Alleanza sconfisse Orgrim Martelfato, gli Orchi superstiti si ritirarono all'interno della montagna. Gul'dan era disperso e dato per morto, Cho'gall non faceva più parte dell' Orda e gli Antichi Dei non riconoscevano la pretesa dei figli di Manonera, Maim e Rend di governare il Massiccio. I Ferroscuro erano finalmente liberi di dichiarare guerra agli Orchi e riprendersi ciò che gli era stato sottratto!

    Tuttavia, quella che si prospettava per i Nani una facile campagna militare contro un nemico demoralizzato e sconfitto fu complicata dalla presenza dello Stormo dei Draghi Neri. Questa stirpe di Draghi, progenie dell'Aspetto caduto Alamorte, aveva scelto di sostenere gli Orchi in cambio della loro totale lealtà. I Ferroscuro e le forze di Ragnaros si trovarono costretti a combattere una guerra contro lo Stormo guidato da Nefarian, figlio degenere di Alamorte, e le guarnigioni di quella che sarebbe stata conosciuta come l' Orda Oscura.

    Dagran Thaurissan diede quindi ordine di produrre potenti macchine da guerra per combattere e contrastare l'Orda Oscura e guidò la sua gente alla battaglia. Fu in questo periodo turbolento che recuperò anche il martello Ferroavverso, prendendolo dalle stesse mani del Maresciallo Reginald Windsor. Questi era stato catturato durante un'indagine per cercare una connessione tra Lady Katrana Prestor e il presunto signore del Massiccio Roccianera, Lord Victor Nefarius.
    Dagran sapeva che queste informazioni sarebbero state di vitale importanza nella sua guerra contro Nefarian e lo Stormo Nero, così decise di tenere il Maresciallo Reginald Windsor vivo piuttosto che ucciderlo.

    Immagine


    Dagran e Moira Barbabronzea, un vero amore

    Sono tempi bui.
    Dagran Thaurissan, discendente del Thane Thaurissan e Modgud, ha pienamente affermato il suo dominio sui Ferroscuro. La sua lealtà verso il Signore del Fuoco Ragnaros trova giustificazione nella necessità di salvare il suo popolo.

    A Forgiardente governa Re Magni Barbabronzea. Il Re ha una discendente di nome Moira; il rapporto tra padre e figlia non era affatto idilliaco, infatti per quanto le volesse bene, Magni non riusciva ad accettare che una donna potesse ereditare un giorno il governo di Forgiardente e non nascose mai la sua delusione per non aver avuto un figlio maschio.

    Si racconta che Dagran, nella sua folle ricerca di vendetta nei confronti dei Barbabronzea, fece rapire Moira. Non si sa bene in quali circostanze, ma fra i due nacque un amore profondo. Dagran Thaurissan rispettava il ruolo di Moira e la trattò come sua pari, accettando anche i consigli di lei sulla guida dei Ferroscuro.

    Immagine


    Re Magni, disperato per la scomparsa della figlia, ingaggiò degli avventurieri che riuscirono a farsi largo tra le guardie del Massiccio Roccianera e dopo essere penetrati non senza difficoltà nelle profondità di Forgiascura, uccisero l'Imperatore Dagran Thaurissan. Moira, disperata e in lacrime per la morte dell'adorato marito, scacciò gli avventurieri dalla montagna, consegnando loro un messaggio per suo padre, dove rivelava di essere incinta di Dagran e di averlo sposato volontariamente.

    Re Magni apprese con profondo dolore la notizia, ma ugualmente decise di non diseredare mai sua figlia. Questo comportamento avrebbe avuto importanti conseguenze per il futuro di Forgiardente e dell'Alleanza stessa.

    Continua...

    Non dimenticate di visitare la sezione World of Warcraft - Storie e Lore, dove troverete tanti altri incredibili racconti di Azeroth.
    Condividi articolo
2 commenti
  • SERAPHIMON 20 maggio 2018, 15:32 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 2009

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #1
    sempre piacevole e sempre interessante! ^_^ 3
  • Exhumed 21 maggio 2018, 12:32 Exhumed
    BattleTag: Punisher666#2193
    Messaggi: 3598

    Hell On Earth
    #2
    Tra le nuove razze dell'Alleanza sono quelli che mi ispirano di più! <3
    Grazie per l'ottimo articolo ;)
    2
  • Commenta la notizia