• Scritto da ,
    I Reietti sono la testimonianza di uno dei periodi più neri dell'intera storia di Azeroth. I loro corpi sono deformi e spezzati ed inevitabilmente, un giorno, cadranno accasciati, rosicchiati troppo a fondo dallo scorrere del tempo. Queste tristi e abiette forme sono abitate da anime umane a cui è stato rifiutato di congiungersi alla Luce, incarcerate in un corpo che un tempo gli appartenne e che ora li rende mostri.

    Origine dei Reietti

    I Reietti sono la razza più giovane di Azeorth. In origine tutti i cadaveri rivitalizzati servivano nella marea di corpi che costituiva il Fragello dei non morti, schiavi senza volontà del Re dei Lich. Solo alcuni eletti mantenevano il senno, ovvero i Cavalieri della Morte e i Cultisti, comunque succubi fedeli della volontà del loro sovrano. Fu quando Illidan Grantempesta diede battaglia alla cittadella della Corona di Ghiaccio che il controllo del Re dei Lich, imprigionato dal ghiaccio del suo trono, si allentò fino a permettere ad alcuni non morti minori di risvegliare la propria volontà.

    I ranghi del Flagello si sfoltirono enormemente e coloro che ottenevano la libertà erano pienamente in grado di rievocare gli orrori che li avevano condotti a quella misera esistenza e ogni depravazione compiuta sotto i vessilli della Corona di Ghiaccio. Molti impazzirono, altri pianificarono la distruzione della loro forma fisica ed altri ancora, chi può dire se folli o coraggiosi, decisero di adeguarsi a ciò che il fato aveva organizzato per loro. Solo coloro che scelsero di perdurare avrebbero poi costituito la società dei Reietti.

    Immagine

    Società

    Tra i non morti che si liberarono dal controllo imposto dal Re dei Lich ci fu Sylvanas Ventolesto, una ranger degli Elfi del Sangue quando Quel'Thalas fu attaccata e distrutta dal Flagello. Chi si appropriò della sua anima, tramutandola nella Regina delle Banshee, fu Gelidanima per volere del Cavaliere della Morte Arthas Menethil. All'elfa fu concessa un'autonomia pari ai servi più nobili della Corona di Ghiaccio e dunque, dato che non perse i propri ricordi, visse gli anni di schiavitù covando vendetta e odio.

    Quando le si presentò l'occasione, attese che Arthas navigasse verso Nordania a difesa del proprio Re per ribellarsi a lui e al destino che le aveva imposto. Setacciò le Terre Infette e tutto il regno di Lordaeron in cerca di seguaci che come lei erano ora liberi. Condusse i non morti nelle rovine di Lordaeron, reclamò il controllo sulla città e dei cunicoli scavati per ordine di Arthas. Nacque Sepulcra e da allora i Reietti la abitano, vivendo secondo le abitudini di un regno umano. Di tanto in tanto è possibile udire, tra i canali e i liquidi velenosi, il mesto canto di Sylvanas che rievoca in elfico tutto ciò che ogni non morto ha perso a causa della Maledizione.

    Religione e Magia

    La Maledizione del Flagello funziona in modo piuttosto particolare: sebbene i corpi siano marcescenti, logori fino a snudare le ossa da pelle, muscoli e mancanti di alcune parti anatomiche, il vigore battagliero e magico viene alimentato dalla forza dell'anima del Reietto. Per quanto muscoli e legamenti non siano più presenti, nulla vieta al non morto di brandire uno spadone e calzare un'armatura a piastre.

    Oltre a ricoprire il ruolo di Guerrieri, Ladri e Monaci, i Reietti sono ancora in grado di comunicare con le energie della Luce. È possibile scorgere cadaveri adornati di bastoni luminosi e tuniche candide che nulla avrebbero da spartire con la Maledizione. Anche coloro che furono Maghi possono proseguire i propri studi anche dopo ciò che è loro capitato. In definitiva, dato che tutti i Reietti altro non sono che uomini e donne qualsiasi, abbracciano anche nella non morte le consuetudini che li accompagnavano in vita.

    Grandi Eroi dei Reietti

    Sebbene a seguito della propria dipartita egli sia divenuto un non morto senza volontà, la storia di Nathanos Selvamorta merita di essere narrata. Quando fu umano portava il nome di Nathanos Marris, viveva al confine settentrionale del regno di Lordaeron e fu l'ultimo Signore dei Ranger umani. Tale titolo veniva concesso agli uomini che mostravano capacità con l'arco pari ai Sin'dorei di Lunargenta. La sua istruttrice fu nientemeno che il Generale Sylvanas Ventolesto in persona che scrutò capacità ancor più uniche rispetto ai già pochi eletti che potevano apprendere dagli elfi. Il rapporto di rispetto ed amicizia perdurò anche dopo la conclusione dell'apprendistato e Nathanos costruì un'abitazione che fosse il più possibile vicina ai boschi di Quel'thalas.

    L'isolamento purtroppo non gli garantì la sopravvivenza all'avanzata del Flagello. Fu ucciso ed infettato dalla Maledizione e marciò privo di ogni antico onore verso le mura della città elfica. Anni più tardi non riottenne il senno quando molti non morti divennero sordi ai sussurri del Re dei Lich. Vagava senza scopo nelle terre che un tempo gli erano familiari, forse appunto guidato da un inconscio affetto per quel luogo. A garantirgli la libertà fu il benevolo sguardo di Sylvanas Ventolesto, non più Generale dei Sin'dorei, ma Regina delle Banshee. Tanto era cambiato dal loro primo incontro, ma gli occhi di Sylvanas riuscirono a scovare Nathanos in quel corpo ambulante.

    Usò la magia per risvegliarne la coscienza e lo condusse a Sepulcra. A Nathanos fu concesso un posto d'onore al fianco di Sylvanas, ma egli rifiutò. Tornò nelle Terre Infette, là dove sorgeva la propria abitazione, ammaestrò alcuni lupi infetti e dedicò la propria non morte al vigilare su quella terra, consegnando agli avventurieri dell'Orda il compito di ripulire dalle bestie, dal Flagello e dai Crociati Scarlatti il suo dominio.


    Continua a seguirci per scoprire la storia della tua razza preferita!
    Condividi articolo
37 commenti 12  
  • IlDon 29 maggio 2015, 15:26 IlDon
    BattleTag: IlDon#2503
    Messaggi: 619

    Do You Like to PLay with Fire?
    #1
    Parere personale: sempre amato i Forsaken nella storia di Azeroth e ho sempre amato Sylvanas. Da quando però ha ben deciso di appropriarsi delle Valkyr per CREARE nuovi forsaken si è abbassata al livello del LK.
    Ecco da quel preciso momento mi sono allontanato emozionalmente dall'orda...
    0
  • Nala 29 maggio 2015, 16:02 Nala
    BattleTag: Nalarian#2335
    Messaggi: 562

    Iscritto il: 08 novembre 2013, 17:50
    #2
    La casa di Nathanos è tuttora visitabile in game? perchè visitando wowhead ho trovato solo questo (che sembra tutt'altro che non-morto), oppure quest'altro ma non credo centri qualcosa.
    In ogni caso storia molto bella, una delle razze migliori in assoluto :good:
    0
  • Vlad78 29 maggio 2015, 17:42 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #3
    La solita perla di uno dei lore piu vasti,variegati ed emozionanti del fantasy,poche storie:) al solito,narrata in modo perfetto da @Relance Ora avvio una petizione per sgravare @Relance da ogni altro compito che non sia scrivere del lore di WoW, sisi:p 3
  • SERAPHIMON 29 maggio 2015, 17:50 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1564

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #4
    altro splendido articolo: breve ma intenso, esattamente come la razza su cui è scritto
    però credevo che i Reietti avessero più eroi

    mi chiedo se in seguito al potere delle Valkyr, in WoW modificheranno l'aspetto dei non-morti per avere delle caratteristiche delle altre razze

    forse era il caso di accennare al cambiamento di Sylvanas da prima Banshee a Ranger Oscuro
    0
  • RelanceRedazione 29 maggio 2015, 19:40 Relance
    BattleTag: Relance#2653
    Messaggi: 2156

    Sulla mia lapide ci sarà scritto " NON C'è NIENTE DA QUESTA PARTE, PIVELLI!" e " Scusi se non mi alzo."
    #5
    @SERAPHIMON Sylvanas è un personaggio di prim'ordine nei Reietti e anche in Heroes. Certamente un articolo più approfondito ne parlerà, qui ho voluto citare qualcuno di sconosciuto, o quasi...

    @Nala Il primo Nathanos è quello umano, infatti Marris era il cognome da umano. Lo puoi trovare nella istance della liberazione di Thrall ;)

    Il secondo è quello corretto, ma con Cataclysm (mi pare) lo hanno spostato come istruttore per cacciatori dentro Sepulcra e sostituito con un NPC casuale che fornisce le stesse quest. Un peccato :(
    2
  • Vlad78 29 maggio 2015, 21:01 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #6
    @relance, piccolo ot se mi permettete:) ma pure tu, come @SERAPHIMON ,hai l'intera bibliografia e fumettistica che ruota intorno al lore di WoW? ti avvali di altri fonti, straniere? forum, portali? perchè io sono malato senza speranza, e necessito sempre più informazioni su quello che reputo (avendo letto centinaia di libri fantasy,e saghe più o meno famose e/o antiche) uno dei mondi fantasy più belli di sempre! ecco, fine ot, chiedo venia :P 1
  • R3wu0Redazione 29 maggio 2015, 22:25 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 853

    Passate in Orda. Noi abbiamo Picco del Tuono!!
    #7
    i Reietti sono ancora in grado di comunicare con le energie della Luce

    Questa cosa per me non ha alcun senso, un non-morto per definizione dovrebbe stare il più lontano possibile dalla Luce in quanto essa danneggia il suo stesso essere e invece qui la possono usare liberamente. A mio avviso è una forzatura esagerata, come lo sono lo sciamano in Ally e il Paladino in Orda....non ci sta proprio per nulla. La parte GdR del gioco sta scadendo senza questi "dettagli" o "limitazioni"...
    1
  • RelanceRedazione 29 maggio 2015, 23:58 Relance
    BattleTag: Relance#2653
    Messaggi: 2156

    Sulla mia lapide ci sarà scritto " NON C'è NIENTE DA QUESTA PARTE, PIVELLI!" e " Scusi se non mi alzo."
    #8
    @R3wu0 in realtà ha perfettamente senso e abbiamo conoscenza delle motivazioni nelle informazioni di LORE riguardo il Culto dell'Ombra Perduta.

    I Reietti che furono Sacerdoti smisero di comunicare con la Luce non a causa della propria maledizione, ma perché persero la fede. Coloro che invece vi si aggrapparono o addirittura la ricercarono nell'ora più buia non vennero abbandonati solo perché maledetti. Sarebbe come dire che a causa di una menomazione, quale la perdita di un piede od una mano, un Sacerdote persa l'uso della magia. O che se subisse un anatema vile da parte di uno Stregone non ricevesse l'aiuto curativo della Luce.

    Invero, un Paladino Reietto sarebbe assurdo, poiché il loro potere deriva da una più radicale e ascetica visione del potere della Luce: laddove un Sacerdote è benevolo e fa fluire l'energia luminosa con la stessa naturalezza con cui uno Sciamano accarezza gli elementi, un Paladino ho richiesto al fisico e alla mente un egual sforzo per avvinghiarsi alla Luce. È il motivo per cui il potere si è ridotto, ma non ha abbandonato del tutto i Crociati Scarlatti.
    @Vlad78 decidi tu se è un problema mentale o un pregio... ma io ricordo quasi tutto a memoria. Ho grossissimi problemi con i nomi, quelli li confondo tantissimo. Vivo assai di più dicendo " Quell'NPC lì che ha conosciuto coso durante la guerra... ehm... dai, quella lì." e in questo senso le classiche WoWpedia e annessi e connessi aiutano da morire. xD Ho dipinto la cosa in modo più grottesco di quanto non sia, ma... rende l'idea.

    Gli avvenimenti mi sono chiari, alcuni nomi van ripassati. :P Ho così tante informazioni perché faccio qualcosa che non tutti fanno: mi fermo a leggere ogni singola quest che incontro. Alcune più a fondo, altre più velocemente... ma tutte.
    Tra l'altro, in questo modo, i concetti si fissano da soli, perché vivi letteralmente un mondo che respira ed evolve e non un semplice MMO con quest a grappoli.

    Poi è naturale... libri, fumetti, curiosità sui social o su riviste specializzate... tutto fa brodo...

    In sostanza... *si alza in piedi* Ciao, io sono Relance e sono dipendente dalle LORE da quando avevo 12 anni. rofl
    4
  • Vlad78 30 maggio 2015, 02:32 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #9
    @Relance ,quando ho iniziato WoW,da TBC solamente, gli amici che mi avevano tirato dentro,quasi mi mollarono,perche' leggevo ogni singola riga delle quest,e qualunque dialogo degli npc,quindi comprendo ed approvo:D riviste specializzate means? Fai come ha fatto il buono e paziente @SERAPHIMON e quando hai voglia/tempo,wispami su ogni cosa riguardi il lore, come lui ha fatto con le risorse bibliografiche, gia presi 7 libri,pian piano avrò' tutto, pure a 70 anni amerò' tutto ciò! Il lore,la storyline,e' tutto, sia esso videogames,libro,film,serie tv e cosi via:D ok la smetto,notte a tutti:p 2
  • RemovedQuasar 30 maggio 2015, 08:31 RemovedQuasar
    Messaggi: 98

    Iscritto il: 26 agosto 2011, 07:12
    #10
    Garrosh: Ma così qual'è la differenza tra te ed il Re dei Lich?
    Sylvanas: Semplice Capoguerra, io combatto per l'Orda

    Persino Garrosh era inorridito dall'utilizzare quelle streghe per creare nuovi non morti, definiva la cosa, giustamente, contro natura. E ciò va decisamente contro le tradizioni sciamaniche degli Orchi, Troll e Tauren.

    Sempre pensato che i Reietti non dovrebbero stare nell'Orda.
    2
  • R3wu0Redazione 30 maggio 2015, 10:24 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 853

    Passate in Orda. Noi abbiamo Picco del Tuono!!
    #11
    RemovedQuasar ha scritto:Sempre pensato che i Reietti non dovrebbero stare nell'Orda.

    @RemovedQuasar e dove dovevano metterli?! Nell'Alleanza che sono xenofobi per natura. Per me è già tanto che in All abbiano accettato i Worgen visto che pure li la xenofobia rischiava di avere la meglio....
    poi sono d'accordo che i reietti per come erano strutturate le due fazioni non avrebbero dovuto trovare posto da nessuna delle due parti.

    Relance ha scritto:R3wu0 in realtà ha perfettamente senso e abbiamo conoscenza delle motivazioni nelle informazioni di LORE riguardo il Culto dell'Ombra Perduta.

    I Reietti che furono Sacerdoti smisero di comunicare con la Luce non a causa della propria maledizione, ma perché persero la fede. Coloro che invece vi si aggrapparono o addirittura la ricercarono nell'ora più buia non vennero abbandonati solo perché maledetti. Sarebbe come dire che a causa di una menomazione, quale la perdita di un piede od una mano, un Sacerdote persa l'uso della magia. O che se subisse un anatema vile da parte di uno Stregone non ricevesse l'aiuto curativo della Luce.

    Invero, un Paladino Reietto sarebbe assurdo, poiché il loro potere deriva da una più radicale e ascetica visione del potere della Luce: laddove un Sacerdote è benevolo e fa fluire l'energia luminosa con la stessa naturalezza con cui uno Sciamano accarezza gli elementi, un Paladino ho richiesto al fisico e alla mente un egual sforzo per avvinghiarsi alla Luce. È il motivo per cui il potere si è ridotto, ma non ha abbandonato del tutto i Crociati Scarlatti.

    @Relance a me sembra comunque un controsenso...
    non dico che perchè uno è menomato o maledetto la Luce debba abbandonarlo, dico solo che vista la natura stessa dei Reietti l'utilizzo della Luce sacro dovrebbe teoricamente danneggiarli
    0
  • RemovedQuasar 30 maggio 2015, 14:07 RemovedQuasar
    Messaggi: 98

    Iscritto il: 26 agosto 2011, 07:12
    #12
    RemovedQuasar e dove dovevano metterli?! Nell'Alleanza che sono xenofobi per natura. Per me è già tanto che in All abbiano accettato i Worgen visto che pure li la xenofobia rischiava di avere la meglio....
    poi sono d'accordo che i reietti per come erano strutturate le due fazioni non avrebbero dovuto trovare posto da nessuna delle due parti.



    @R3wu0 andavano bruciati! L'unica Azeroth sicura è quella senza la feccia dei non morti ad infestarla! Muahahahahah! Sono della vecchia scuola io! Quel pirla di Re Varian poteva annientare l'Orda e non l'ha fatto. C'era la guerra civile ad Ogrimmar, poteva attaccare Lordaeron e riprendersi le terre...invece no...ha aiutato l'Orda contro Garrosh....a volte per non far vincere una fazione ci sono delle forzature della trama assurde.

    ps: e dire che uso spesso Sylvanas su Heroes rofl rofl
    2
  • Reyfalkenayn 30 maggio 2015, 14:20 Reyfalkenayn
    BattleTag: QueHegan#2642
    Messaggi: 32

    Iscritto il: 17 giugno 2014, 03:09
    #13
    Salve

    Scusate ma l'articolo ha delle imprecisioni. Anzitutto Illidan "dette battaglia alla Cittadella della Corona di Ghiaccio" è un po' generico. Illidan riuscì ad aprire una crepa nel Trono Ghiacciato durante la Quarta Battaglia di Dalaran, grazie al potere canalizzato tramite l'Occhio di Sargeras che egli trafugò dalla sua tomba. Fu fermato da Kael'Thas, Maiev e Malfurion.

    Non ci sono prove che Sylvanas covasse vendetta PRIMA dell'indebolimento del potere del Trono Ghiacciato dovuto alla crepa, dalla quale defluiva molto del potere del Re dei Lich. Lei stessa, dopo l'evento, durante la Guerra Civile nelle Terre Infette affermerà dinnanzi ai Signori delle Tenebre Varimathras, Detheroc e Balnazzar "Sarà...ma non sento più la voce del Re nella mia testa"

    Sylvanas non era una ranger, era IL Generale dei Ranger di Lunargenta.

    Nathanos Marris non era il Generale dei Ranger umani, era un umano così abile con l'arco da essere accettato da Sylvanas fra i Lungopasso, i ranger elfici.

    Non è assolutamente esatto definire gli elfi di quell'epoca Sin'Dorei, è un errore madornale. All'epoca i Sin'Dorei non esistevano, tutti solevano chiamarsi Quel'Dorei. Sin'Dorei significa elfi del Sangue, è un anacronismo appellare tutti gli elfi alti in quel modo. La distinzione esiste per motivi molto grandi, che tuttora perdurano.

    Non è vero che i Reietti possono canalizzare i poteri della Luce liberamente. Da un punto di vista Lore i reietti utilizzano il potere dell'Ombra Dimenticata. Qualora un reietto usasse poteri della Luce il dolore che si provocherebbe sarebbe inimmaginabile, visto che la Luce, che è la Vita, non può che purificare tutte le aberrazioni della vita, quale la non-morte. I Reietti conserveranno pure il potere di evocarla, ma l'uso è per loro un'agonia insopportabile. E questo è stato rilasciato dalla Blizzard, il cui intervento potete trovarlo su Wowwiki.
    3
  • R3wu0Redazione 30 maggio 2015, 17:58 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 853

    Passate in Orda. Noi abbiamo Picco del Tuono!!
    #14
    Reyfalkenayn ha scritto:Non è vero che i Reietti possono canalizzare i poteri della Luce liberamente. Da un punto di vista Lore i reietti utilizzano il potere dell'Ombra Dimenticata. Qualora un reietto usasse poteri della Luce il dolore che si provocherebbe sarebbe inimmaginabile, visto che la Luce, che è la Vita, non può che purificare tutte le aberrazioni della vita, quale la non-morte. I Reietti conserveranno pure il potere di evocarla, ma l'uso è per loro un'agonia insopportabile. E questo è stato rilasciato dalla Blizzard, il cui intervento potete trovarlo su Wowwiki.

    @Reyfalkenayn @Relance ecco, questo volevo direi io
    RemovedQuasar ha scritto:Quel pirla di Re Varian poteva annientare l'Orda e non l'ha fatto. C'era la guerra civile ad Ogrimmar, poteva attaccare Lordaeron e riprendersi le terre...invece no...ha aiutato l'Orda contro Garrosh....a volte per non far vincere una fazione ci sono delle forzature della trama assurde.

    @RemovedQuasar Varian sarà molte cose ma non un pirla (e te lo dice uno che gioca solo Orda) è stato molto saggio e equilibrato, ha capito che i crimini commessi a Pandaria sono stati commessi da Garrosh e non dall'Orda. E come pure suo figlio ha capito che Orda e Alleanza si equilibrano, la sparizione di una porterebbe alla sconfitta dell'altra. L'odio reciproco aiuta le due fazioni a crescere e migliorarsi per non soccombere, e questo ce lo spiega bene Tong alla Locande delle Nebbie parlando con Irathon alla fine della Chain Leggendaria.
    0
  • Vlad78 30 maggio 2015, 18:50 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #15
    @R3wu0 ,quoto il tuo ultimo post:) 0
  • Peppu 30 maggio 2015, 19:19 Peppu
    BattleTag: Peppu#2154
    Messaggi: 2704

    ''I usually WAT alone'' [cit.]
    #16
    Reyfalkenayn ha scritto:Non ci sono prove che Sylvanas covasse vendetta PRIMA dell'indebolimento del potere del Trono Ghiacciato dovuto alla crepa, dalla quale defluiva molto del potere del Re dei Lich. Lei stessa, dopo l'evento, durante la Guerra Civile nelle Terre Infette affermerà dinnanzi ai Signori delle Tenebre Varimathras, Detheroc e Balnazzar "Sarà...ma non sento più la voce del Re nella mia testa"

    @Reyfalkenayn Sylvanas ha SEMPRE covato odio per Arthas fin dal primo incontro a Quel'Thalas, tanto da viva quanto da non-morta e anche quando sotto il suo pieno controllo, semplicemente non aveva la 'forza' per opporsi al dominio mentale a cui era sottoposta. Solo la frattura al Frozen Throne che portò il Re dei Lich, e di conseguenza lo stesso Arthas, a perdere potere le permise di svincolarsi da tale legame.
    Non a caso l'incontro con i 3 Nathrezim fu voluto proprio da loro nella fase di ricerca di alleati per deporre Arthas, trascorre troppo poco tempo dalla (ri)presa di coscienza di Sylvanas al loro incontro per pensare che i 3 l'avessero scelta per 'occasione'.
    Tutto il resto è ineccepibile :)
    2
  • Vlad78 30 maggio 2015, 19:53 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #17
    @peppu, sempre detto che sei un bravo racazzo,e pure acculturato rofl scusate,non potevo resistere:p 0
  • Greymane 30 maggio 2015, 20:02 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5936

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #18
    @Reyfalkenayn fai conto però che i Sin'Dorei sono citati anche nella canzone di Sylvanas (Lament of the Highbourne), e la prima volta che è stata cantata da lei stessa era ben prima che essi si auto-definirono Elfi del Sangue (dopo la caduta del Pozzo Solare).

    @RemovedQuasar più che vecchia scuola, mi sa che semplicemente hai sbagliato fazione, nella Scarlet Crusade ti saresti trovato meglio imho rofl rofl
    Per come la vedo io invece i reietti meritano la possibilitá di camminare sul mondo di Azeroth, sono sfuggiti al potere di Arthas con le proprie abilitá, non è una cosa da tutti.
    Non giustifico invece la Scarlet Crusade, il loro fanatismo era talmente grande da diventare un pericolo per qualsiasi fazione che non condivide il loro operato, e questo loro fanatismo li ha portati a non accorgersi nemmeno del loro stato attuale: non-morti; cerando ancora di continuare il loro operato, non accorgendosi che loro stessi sono diventati le aberrazioni che sempre hanno combattuto.
    Secondo me il meglio lo ha fatto l'Argent Dawn / Crusade: combattendo i non morti del Flagello, ma accogliendo i non-morti di Sylvanas tra le loro fila perchè hanno una volontá propria.
    È proprio questo secondo me che distingue i 2 tipi di non-morti: la volontá, e secondo me, i Forsaken si meritano di "vivere" su Azeroth.

    Riguardo la pratica utilizzata da Sylvanas, è aberrante si, e contro natura, e penso che sebbene Sylvanas stia impazzendo sempre di più, penso che le stessa si renda cobto dell'amenitâ che è quella azione che sta compiendo,ma guardandola dal suo punto di vista, potremmo quasi dire che "il fine giustifica il mezzo", quello é l'unico modo per garantire al suo popola la sopravvivenza, essendo che i non morti non possono riprodursi. È una cosa ingiustificabile, e lei lo sa bene, infatti come giá qualcuno ha detto sopra, sa benissimo che l'ubica differenza che contraddistingue Sylvanas dal Lich King ora è che lei serve l'Orda.

    La xenofobia dei Forsaken deriva dal fatto che loro INVIDIANO, ed al tempo stesso ODIANO, tutte le creature diverse da loro perchè non maledetti (da Xeno = Straniero).

    detto questo, gran bell'articolo @Relance , come sempre apprezzo il tuo lavoro.

    Concludo con un: "SONO UN REIETTO!!! PER LA DAMA OSCURA!!!"
    3
  • SERAPHIMON 30 maggio 2015, 21:22 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1564

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #19
    in effetti, la religione dei Reietti è stato uno dei miei dubbi maggiori che mi tormentavano (come quella degli Elfi del Sangue prima che scoprissi il nuovo Pozzo Solare); non poteva essere la Luce Sacra perchè deleteria per la negromanzia e non poteva neanche essere il Culto dei Dannati, perchè quello appartiene al Flagello del Re dei Lich; non conoscevo l'Ombra Dimenticata, "un sentito ringraziamento" per questo dettaglio.

    Che rimanga tra noi: nella storia ogni razza ha la sua religione, ma nel gioco il ruolo di Sacerdote deve essere uguale per tutti, quindi è normale questa incongruenza tra il game e la trama (basti pensare agli Elfi della Notte: loro venerano Elune e la loro luce è argentea nei romanzi, ma nel gioco non mi sembra sia così)

    Relance ha scritto:Vlad78 decidi tu se è un problema mentale o un pregio... ma io ricordo quasi tutto a memoria. Ho grossissimi problemi con i nomi, quelli li confondo tantissimo. Vivo assai di più dicendo " Quell'NPC lì che ha conosciuto coso durante la guerra... ehm... dai, quella lì." e in questo senso le classiche WoWpedia e annessi e connessi aiutano da morire. xD Ho dipinto la cosa in modo più grottesco di quanto non sia, ma... rende l'idea.

    Gli avvenimenti mi sono chiari, alcuni nomi van ripassati. Ho così tante informazioni perché faccio qualcosa che non tutti fanno: mi fermo a leggere ogni singola quest che incontro. Alcune più a fondo, altre più velocemente... ma tutte.
    Tra l'altro, in questo modo, i concetti si fissano da soli, perché vivi letteralmente un mondo che respira ed evolve e non un semplice MMO con quest a grappoli.

    Poi è naturale... libri, fumetti, curiosità sui social o su riviste specializzate... tutto fa brodo...

    In sostanza... *si alza in piedi* Ciao, io sono Relance e sono dipendente dalle LORE da quando avevo 12 anni.

    @Relance

    io sono come tè, ricorderei perfettamente i fatti ed avrei notevoli difficoltà coi nomi. quando finalmente potrò diventare un vero giocatore di WoW a tutti gli effetti ed in italiano, sò già che dovrò leggere ogni singola Quest (in inglese ci ho provato, ma perderei troppo tempo; almeno sono riuscito a capire alcuni libri che avevo trovato nelle varie zone). se potessi mi creerei un PG per ogni razza e con classe e mestieri sempre diversi in modo da conoscere ogni dettaglio (un mio sogno impossibile come ho già scritto nella discussione sul server vanilla)

    Vlad78 ha scritto:il buono e paziente SERAPHIMON

    @Vlad78
    a quanto pare ho fatto colpo! <3 :D

    RemovedQuasar ha scritto:Persino Garrosh era inorridito dall'utilizzare quelle streghe per creare nuovi non morti, definiva la cosa, giustamente, contro natura. E ciò va decisamente contro le tradizioni sciamaniche degli Orchi, Troll e Tauren.

    @RemovedQuasar

    ... e poi schiavizza gli spiriti, bombarda le città, assassina i suoi luogotenenti, schiaccia chiunque non la pensi come lui, deruba artefatti che non gli appartengono e li distorce per il suo uso, manipola tutto e tutti, ecc.
    ho il vago sospetto che disprezzava le Val'kyr solo perchè non erano sue proprietà

    Reyfalkenayn ha scritto:Non ci sono prove che Sylvanas covasse vendetta PRIMA dell'indebolimento del potere del Trono Ghiacciato dovuto alla crepa

    @Reyfalkenayn
    le prove sono nel libro ARTHAS, L'Ascesa del Re dei Lich
    2
  • Greymane 30 maggio 2015, 23:28 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5936

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #20
    @SERAPHIMON la tua frase su Garrosh e le Valkyr mi ha fatto rotolare dal ridere rofl 1
  • Reyfalkenayn 31 maggio 2015, 00:20 Reyfalkenayn
    BattleTag: QueHegan#2642
    Messaggi: 32

    Iscritto il: 17 giugno 2014, 03:09
    #21
    Se la Blizzard fa cantare una canzone a Sylvanas in cui chiama il suo popolo in modo sbagliato, non è una fonte canonica, è un'incongruenza che la Blizzard dovrebbe subito correggere con un retcon. Ma naturalmente la Blizzard è troppo "indaffarata" per occuparsi di queste facezie. Sono prioritarie le fonti cronologicamente precedenti rispetto a quelle nuove, a meno che non aggiungano particolari prima volutamente omessi, e questo non è il caso. E' un errore che la Blizzard fa spesso e al quale non pone alcun rimedio, forse perché le persone che ci lavorano dentro non hanno alcun rispetto o per i propri predecessori o, come ritengo, per se stessi.

    Inutile parlare di Sylvanas da viva, è naturale che Sylvanas da viva odiasse Arthas. Ma non ci sono prove, testi, o quest che suggeriscono che durante la soggiogazione del Re dei Lich su Sylvanas questa provasse qualunque sentimento specifico. Non ci trovo niente di strano, poi, se, appena ricevuto il libero arbitrio, ella abbia subito sviluppato un odio feroce per Arthas, anzi, è un'ovvietà che ho omesso perché scontata.

    Riguardo a quell'orrendo libro, Arthas, l'Ascesa del Re dei Lich, e non orribile per l'argomento che tratta (quello è bellissimo) ma per le infinite manchevolezze di chi lo ha scritto visto che si inventa di sana pianta cose assurde e incongruenti con il Lore canonico. Quindi qualunque cosa proviene da quel libro, eccezion fatta per la vicenda di Invincibile, è da prendere con le pinze.
    2
  • RemovedQuasar 31 maggio 2015, 01:30 RemovedQuasar
    Messaggi: 98

    Iscritto il: 26 agosto 2011, 07:12
    #22
    A me il libro non sapeva malaccio ma l'ho letto tempo fa e non mi ricordo molto bene i dettagli. Quali sono i fatti "incongruenti"?

    ps: io voglio sapere che fine ha fatto la sorella di Arthas rofl rofl

    pps: quel Ranger Umano (ora Reietto) me lo ricordo, era l'obiettivo di una missione se non ricordo bene.
    0
  • SERAPHIMON 31 maggio 2015, 11:17 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1564

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #23
    RemovedQuasar ha scritto:A me il libro non sapeva malaccio ma l'ho letto tempo fa e non mi ricordo molto bene i dettagli. Quali sono i fatti "incongruenti"?

    ps: io voglio sapere che fine ha fatto la sorella di Arthas rofl rofl

    pps: quel Ranger Umano (ora Reietto) me lo ricordo, era l'obiettivo di una missione se non ricordo bene.

    @RemovedQuasar

    in effetti nel romanzo ci sono molti dettagli diversi rispetto al videogame, Es: all'inizio di WARCRAFT III The Frozen Throne, Sylvanas aveva già riottenuto il suo corpo diventando il Ranger Oscuro e l'odio nei confronti di Arthas è emerso quando ha riottenuto la propria volontà; nel romanzo invece lei ha sempre mantenuto la propria identità anche se era schiavizzata e quindi il suo odio c'è sempre stato, inoltre era riuscita a ritrovare il suo corpo poco dopo l'indebolimento del Re dei Lich e poco prima di attentare alla vita di Arthas

    tuttavia mi era sembrato molto più coerente rispetto ad altri romanzi in cui si vociferava la cattura e tortura di Sylvanas e i vari esperimenti che l'hanno resa la Regina delle Banshee come viene scritto in SUNWELL TRILOGY o altri libri, ma simili differenze penso che siano inevitabili quando si tenta di convertire un videogame in un romanzo
    4
  • alasteel 01 giugno 2015, 10:54 alasteel
    BattleTag: arcimago#2711
    Messaggi: 338

    You Only Live Once
    #24
    partendo dal presupposto che le storie dei libri e quelle in game vengono scritte da punti di vista differenti. leggendo in giro i libri che trovi in game, facendo le quest da tutt'e due le parti (fazioni) se ne deduce che:
    - orda e alleanza hanno due storie diverse per lo stesso evento (leggete il libro sulla prima guerra tra umani e orchi a stormwind e poi fate lo stesso in orda (mi sembra sia a thunder bluff o ogrimmar) noterete delle incongrueze, lo stesso succede con i libri che trovi a dalaran relativi alla distruzione della città da parte di Arthas (Kael viene raccontato in due modi differenti) ecc..
    - le stesse quest sono differenti tra le fazione nelle zone condivise (ammetto che da Wotlk in poi zone come arathi e swamp of sorrow non le faccio più perchè ho trovato un giro di q più veloce e con il finder livelli alla velocità della luce (senza contare i loom e la pozza) le quest e il modo di affrontarle cambia radicalmente.
    - finendo la quest leggendaria di Shadowmourne e parlando con Sylvanas (per la ricompensa), lei stessa ti dice che il suo odio per arthas non è mai scemato (cosa non possibile se non avesse mantenuto la sua personalità). diverso è il discorso di Thassarian che al contrario della Dark Queen ha dovuto essere privato della personalità per evitare, al ritorno a Lordareon, di poter "creare problemi" prima che Arthas si rivelasse.
    - Shammy in ally: i nani furono tra le prime razze ad imparare lo sciamanesimo per poi "perderlo" nell'evoluzione della razza da "primitiva" a "civilizzata". Questo lo si può trovare nelle quest a uldaman e nel Northrend relative ai titani (ce ne sono anche in altri posti ma ora non ricord) e nella saga della guerra degli antichi dove viene descritto un nano sciamano (ma ora non mi viene in mente in quale libro e a che pagina, in quanto quella serie la posseggo ma momentaneamente è in prestito ad un amico). con l'arrivo degli eredar (draenei) su Azeroth, che a loro volta avevano imparato lo sciamanesimo dagli orchi su draenor, in alcuni nani è stata ridestata la voglia di tornare anche a quel retaggio.
    - Per quanto riguarda i paladini in orda: l'ordine dei cavalieri del sangue è sempre esistito tra i Quel'dorei solo che non si chiamava così. Quando diventarono Sin'dorei in seguito alla caduta di Silverymoon, i paladini di quel popolo decidettero di (rinominare il loro ordine così) abbandonare l'ordine "vecchio" dei paladini (quello precedente al silver hand), abbandonando l'alleanza e richiudendosi in un lungo periodo di isolazione dal mondo finchè non decidettero di confluire nell'orda di Go'el (Thrall).
    Successivamente i tauren (la razza orda più affina ai poteri "sacri") iniziò ad inviare giovani "mucchini" (passatemi il termine ;) ) a studiare presso l'ordine dei sacerdoti di silverymoon e l'ordine dei cavalieri del sangue (che nel frattempo si erano riappacificati alla silver hand).



    In definitiva: da Vanilla a Draenor di "tempo" anche nel nostro beneamato gioco ne è passato, basti pensare ad Anduin (6 anni in Vanilla 18/19 ora mi sembra) e alla sua evoluzione, e il passare del tempo ha portato MOLTI cambiamenti (a livello di lore) che rendono ancora oggi WoW uno dei più bei giochi di tutti i tempi.

    P.S.: @ Relance, non sei solo in questa "crociata votata al sapere"! Continua così!!! :good: :good: :good:
    6
  • Commenta la notizia 12