• Scritto da ,
    Volete comunicare con successo con un Goblin? Ebbene, imparate a fondo come pronunciare con carisma e sospensione queste due parole: oro e profitto. Niente tiene alta l'attenzione e la concentrazione di un Goblin come la prospettiva di guadagnare qualcosa dai propri lavori di ingegneria o da quelli di qualcun altro... e guai a cercare di verificare la provenienza della merce, poiché si potrebbe arrecar offesa! Nessuno può affermare con sicurezza di essersi fatto amica una di queste verdi creature e anche nei rapporti fra i membri di questa razza non è chiaro se esista davvero un sentimento così disinteressato.

    Origine dei Goblin

    Molte delle razze di Azeroth estendono le proprie radici nella nebbia dell'antichità e per quanto se ne sappia rimane sempre qualcosa di sconosciuto e recondito. Con i Goblin la situazione si fa ancora più spoglia: sappiamo solo che servivano Neltharion all'epoca della Guerra degli Antichi, rinchiusi nella grotta che gli faceva da nido. Alcuni indizi carpiti dai servitori degli Dei Antichi lasciano intendere che i Goblin fossero stati creati da questi esseri come schiavi e che quindi esistano da prima dell'arrivo dei Titani su Azeroth. Stiamo però parlando di pure congetture.

    Società

    Come già affermato all'inizio, i Goblin vivono la propria esistenza incentrandola sul guadagno. Le leggi sono molto permissive, lasciando libero sfogo a qualsiasi idea possa portare ad un introito. Troviamo quindi schiavitù, omicidi e vendite sottobanco tra i Goblin, pratiche vissute con genuina tranquillità e con il cinismo di chi deve guardare sempre al profitto. Dato che i Goblin non si fermano nemmeno davanti alla distruzione di intere aree naturali non sono ben visti da molte delle altre razze, quindi hanno preso l'abitudine di tenere nascoste le attività più losche.

    Esistono bottegai e ingegneri Goblin autonomi, ma quasi tutti rientrano sotto uno dei tre Cartelli principali: Spargifumo, i venditori neutrali di Azeroth; Acqualorda, che hanno sempre avuto simpatia per le richieste edilizie e militari dell'Orda, fino ad entrare a fare parte di questa alleanza; S.P.R. & Co., il Cartello a cui rivolgersi qualora si voglia vendere merce rubata o contraffatta.

    Religione e Magia

    Unica religione? Il denaro. Mi sembra che ormai sia chiaro questo concetto. Sì, esistono Goblin Sacerdoti e addirittura Sciamani, ma quasi tutti loro vivono tali pratiche come un'estensione di lavori da laboratorio, come l'Alchimia o l'Ingegneria. Farsi pagare per le benedizioni della Luce o per dare fuoco ai campi coltivati del contadino avversario? Nient'altro che un'ottima idea! L'unica pratica magica che assorbe e isola i membri della razza Goblin è quella Demoniaca, poiché nessuno immerge le mani nelle energie vili senza lordare irrimediabilmente la propria anima.

    Grandi "Eroi" dei Goblin

    Quando si parla di "eroi" fra i Goblin bisogna sforzarsi con grande impegno e fare propria la loro peculiare visione del mondo. Tuttavia, l'ingegno che ha portato alla costruzione di Orgrimmar e alla fitta rete di Zeppelin che collegano ogni capitale dell'Orda ha qualcosa di speciale. Certo, Sparachiodi era un ladro e un taglia gole prima di unirsi a Thrall, ma ormai il suo nome è stato ripulito di ogni ombra... ne siamo sicuri... all'incirca. Quando il passato degli Orchi è tornato a bussare con violenza alle porte di Azeorth, Thrall ha sentito di poter affidare ad un unico Goblin la costruzione dell'avamposto principale dell'Orda. Sparachiodi, per l'appunto, che oltre alle mura ha intessuto ben altri traffici di materiali e bestie rare da quel nuovo territorio ricco e poco sfruttato. Ma dire ciò sarebbe mancare di rispetto ad un grande e genuino eroe Goblin, quindi passiamo oltre.

    Stendiamo un tappeto rosso per colui che non solo è un genio incommensurabile del commercio, ma che ha guidato l'esodo dei Goblin dopo che il Cataclisma ha distrutto l'isola su cui abitavano. Imparate con rispetto il nome del Principe del Commercio Gallywix, perché per quanto ricchi e furbi vi riteniate siete solo sterco sullo stivale di questo gigante della finanza. Nei bar più squallidi di Acqualorda e Orgrimmar ci sono Goblin che ancora squittiscono divertiti ricordando come, prima del disastro, Gallywix stesse perdendo il proprio principato e che se non fosse stato per Alamorte ora varrebbe poco più di uno schiavo. Invece, dopo l'esplosione del Vulcano Kajaro e il conseguente esodo dei Goblin, Galliwyx ha aperto le casse, lasciando fluire una quantità di denaro così enorme e scintillante da garantire una nuova casa per sé e per tutto il suo Cartello. Ora la regione di Azshara è percorsa da strade, sorvolata da Zeppelin ed abbellita da un porto in cui il commercio è un signore pasciuto e felice. Il Principe Gallywix troneggia su quell'opera magnifica di resurrezione e saluta tutti agitando la tuba, certo che mai nessuno sarà più all'altezza del suo genio economico.

    Continua a seguirci per scoprire la storia della tua razza preferita!
    Condividi articolo
6 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 15 aprile 2015, 15:00 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5729

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Ottimo articolo come sempre. I Goblin in wow sono i finanzieri, speculatori per eccellenza senza ombra di dubbio. Sarebbe interessante sapere di più come è nata tale razza ma finchè la Blizzard non ci dedicherà un attimino di tempo rimarrà un mistero. 0
  • SERAPHIMON 16 aprile 2015, 20:06 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1566

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #2
    così come il Pozzo dell'Eternità è stato la chiave dell'evoluzione degli elfi della Notte, per i Goblin lo è stato un particolare minerale che ha accresciuto la loro intelligenza facendola diventare simile a quella degli Gnomi; tuttavia, come accade sempre con i potenziamenti magici, quando tale minerale è andato ad esaurirsi, i Goblin hanno sofferto una crisi di astinenza che ha provocato loro una particolare pazzia

    dopo alcuni ritrovamenti (ed anche alcune alternative a quel minerale), sono riusciti a riottenere una parte della lucidità perduta, ottenendo l'attuale equilibrio tra conoscenza e follia che si può riscontrare nei loro macchinari e nella passione per le esplosioni

    è possibile che loro siano stati creati mescolando quel minerale con elementi vulcanici o cmq di natura infiammabile e successivamente siano stati colpiti anche loro dalla Maledizione della Carne

    credo che sia doveroso dire che solitamente spetta a un Goblin l'assumersi l'incarico di mettersi i panni del GranPadre di Yule, del Coniglio delle Nobiluova e soprattutto di Stupid <3 alla festa dell'amore :D
    0
  • RemovedQuasar 18 aprile 2015, 18:39 RemovedQuasar
    Messaggi: 98

    Iscritto il: 26 agosto 2011, 07:12
    #3
    Domanda: nella Seconda Guerra quale Cartello si alleò con l'Orda? Uno in particolare o l'intera razza goblin? 0
  • SERAPHIMON 21 aprile 2015, 13:02 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1566

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #4
    RemovedQuasar ha scritto:Domanda: nella Seconda Guerra quale Cartello si alleò con l'Orda? Uno in particolare o l'intera razza goblin?

    @RemovedQuasar

    Il più probabile è l'Acqualorda
    0
  • Ago1702 26 aprile 2015, 19:06 Ago1702
    BattleTag: Ago1702
    Messaggi: 2

    Iscritto il: 19 gennaio 2015, 16:49
    #5
    Ottimo articolo come sempre. Secondo me, però, si poteva approfondire la storia parlando del momento in cui (grazie alla Kaja'mite) i goblin avevano superato, in intelligenza gli gnomi e del loro degrado una volta che essa si era esaurita. 1
  • SERAPHIMON 28 aprile 2015, 20:50 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1566

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #6
    Ago1702 ha scritto:Ottimo articolo come sempre. Secondo me, però, si poteva approfondire la storia parlando del momento in cui (grazie alla Kaja'mite) i goblin avevano superato, in intelligenza gli gnomi e del loro degrado una volta che essa si era esaurita.

    @Ago1702

    a ecco come si chiamava quel minerale, grazie

    Immagine
    1
  • Commenta la notizia