• Scritto da ,
    Non si può parlare degli Gnomi senza parlare di tecnologia. Le aeronavi, i nuovi vascelli a vapore che solcano quotidianamente i tumultuosi mari di Azeroth così come il treno sotterraneo che congiunge Forgiardente e Roccavento sono creazioni degli Gnomi. Lo Gnomo più alto può vantare quasi un metro di altezza, svettando di almeno venti centimetri rispetto alla media della sua razza! I loro capelli hanno le più disparate acconciature e brillano di colori sgargianti... forse non del tutto naturali o desiderati.

    Origine degli Gnomi

    Per parlare delle origini di questa eccentrica razza bisogna prima comprendere un concetto essenziale: gli Gnomi sono letteralmente ossessionati dalla ricerca di nuove tecnologie e ciò li porta a costruire i più strampalati aggeggi meccanici mai concepiti per qualsiasi utilizzo! Sebbene molte invenzioni vengano poi disassemblate e riposte in un angolo, il processo creativo che ha dato loro forma ha portato anche nuova linfa all'inventiva dello Gnomo costruttore.

    Fu così che entrarono in contatto con i Nani, il giorno in cui una galleria nei pressi di Forgiardente saltò per aria. Possiamo dire che in quel momento gli Gnomi si palesarono su Azeroth, qualche anno prima della Seconda Guerra. In realtà vi erano alcuni membri di questa razza già noti prima dell'incontro con i Nani, come il mago Erbag, presente il giorno in cui magna Aegwynn venne eletta Guardiana. Queste ingegnose creature, sempre concentrate ad inventare qualcosa di nuovo, non furono mai in grado di fornire molti dettagli sulle loro origini. Ciò che sappiamo lo dobbiamo agli studi di Brann Barbabronzea e alla testimonianza del Mastro Meccanico Mecazod. In origine vi erano i meccagnomi, esseri meccanici creati dai Titani a cui fu affidata la manutenzione dei costrutti titanici e l'invenzione di nuovi sistemi per migliorare Azeroth stessa. Anche questi esseri, come i terrigeni, furono afflitti dalla Maledizione della Carne scagliata dagli Dei Antichi. Ci fu solo uno di essi che rimase immune, Mecazod, che fu ritrovato nella Tundra Boreale durante la campagna di Nordania e rimesso in funzione. Egli afferma di possedere l'antidoto a tale maledizione e l'ha offerta ai propri compagni mutati, che hanno rifiutato con forza.

    Società

    I Nani entrarono in contatto con gli Gnomi quando avevano a malapena scoperto la polvere da sparo, riconoscendo che essi avevano un livello tecnologico fuori misura. Gli scambi iniziati quel giorno arricchirono entrambe le società, tanto che i Nani permisero agli Gnomi di costruire la loro capitale nei pressi di Forgiardente. Gli sforzi congiunti delle due razze diedero i natali a Gnomeregan. Da quel giorno gli Gnomi vissero di commercio e delle loro invenzioni, aiutando l'Alleanza durante la Seconda Guerra con macchinari che rivaleggiavano con i costrutti dei Goblin. A seguito della caduta di Gnomeregan, gli Gnomi si sono sparpagliati principalmente tra Roccavento e Forgiardente.

    Religione e Magia

    Gli Gnomi sono pienamente immersi nelle consuete religioni e credenze dell'Alleanza, annoverando accoliti della Luce e Maghi fra i propri ranghi. Tutto ciò che ha a che fare con l'Ingegneria e le scienze alchemiche è pane quotidiano tra gli Gnomi. Ritenere, tuttavia, che la loro dedizione alla tecnologia e il gracile aspetto li allontani da professioni mercenarie più fisiche è un errore. Guerrieri, ladri e più recentemente monaci gnomi riempiono e fortificano le file dell'Alleanza. Sempre con intelligenza, ovviamente.

    Grandi Eroi degli Gnomi

    Il Gran Meccanista Gelbin Meccatork è attualmente il leader degli Gnomi. Sarebbe erroneo definirlo "presidente" o "Re", perché probabilmente il suo ruolo di Gran Meccanista potrebbe essere assimilabile più a quello rivestito dagli sciamani tra gli Orchi. Distintosi per saggezza e potenza fra i propri simili, sovrintendeva alla gestione di Gnomeregan quando venne ingannato dal Mekgeniere Sicco Termospin. Era in corso la Terza Guerra su Azeroth e il supporto degli Gnomi all'Alleanza era minimo e discontinuo, ma nessuno degli altri leader ne conosceva la ragione. In quel periodo, Gnomeregan era invasa dai Trogg, esseri deformi e aggressivi emersi dalle profondità della terra. Termospin convinse Meccatork che l'unico modo per liberarsi di quelle orrende creature era inondare l'intera città di radiazioni, assicurandogli che gli Gnomi non sarebbero stati contaminati. Termospin aveva mentito, invidioso della carica di Gran Meccanista di Gelbin, e così molti più Gnomi che trogg perirono quel giorno, rendendo Gnomeregan inabitabile. Da allora, Meccatork vive con il rammarico d'aver quasi sterminato la sua intera razza e ha giurato che Gnomeregan sarebbe stata riconquistata. Gli Gnomi avrebbero di nuovo avuto una patria!


    Continua a seguirci per scoprire la storia della tua razza preferita!
    Condividi articolo
9 commenti
  • MerielRedazione 11 marzo 2015, 12:41 Meriel
    Messaggi: 558

    Anar'endal dracon
    #1
    Stupenda trattazione, come sempre del resto!
    Un applauso all'autore
    2
  • SERAPHIMON 11 marzo 2015, 17:04 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1560

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #2
    Un racconto molto ben articolato, preciso, chiaro, giustamente strutturato ed anche esteticamente gradevole . . . gira come un ottimo orologio e il Gran Meccanista ne sarebbe fiero! 3
  • grallenMost Valuable Poster 11 marzo 2015, 17:09 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5719

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #3
    Meriel ha scritto:Stupenda trattazione, come sempre del resto!
    Un applauso all'autore

    @Meriel

    Non posso che quotare. Trovo i Gnomi molti simpatici ed eccentrici :good:
    1
  • ciccio44 11 marzo 2015, 20:21 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #4
    Non mi ero mai interessato alla storia degli gnomi, e ho fatto male!

    Ottimo articolo come sempre.
    0
  • sciabalalla 12 marzo 2015, 11:16 sciabalalla
    BattleTag: sciabalalla#2637
    Messaggi: 180

    Iscritto il: 18 luglio 2014, 18:55
    #5
    oh ecco la storia degli ingegneri di azeroth ( considero i gobelin più come scienziati pazzi o fabbricatori di bombe xd) sinceramente ( della storia di Meccatork sapevo molto poco ) mi sembra strano come un macchinista intelligente come Gelbin Meccatork non sappia se un determinato tipo di radiazioni sia nocivo o meno ; è la prima volta che mi vengono dubbi su una storia di warcraft ; ma cmq è possibile che essendo un meccanico per di più possa essere meno esperto su altri campi come ad esempio le radiazioni 0
  • SERAPHIMON 12 marzo 2015, 14:18 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1560

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #6
    sciabalalla ha scritto:oh ecco la storia degli ingegneri di azeroth ( considero i gobelin più come scienziati pazzi o fabbricatori di bombe xd) sinceramente ( della storia di Meccatork sapevo molto poco ) mi sembra strano come un macchinista intelligente come Gelbin Meccatork non sappia se un determinato tipo di radiazioni sia nocivo o meno ; è la prima volta che mi vengono dubbi su una storia di warcraft ; ma cmq è possibile che essendo un meccanico per di più possa essere meno esperto su altri campi come ad esempio le radiazioni

    @sciabalalla

    Purtroppo quando ci si fida degli altri, si dubita di sé stessi

    Gli gnomi sono ingegneri ed i Goblin gli artificieri
    0
  • IlDon 12 marzo 2015, 15:31 IlDon
    BattleTag: IlDon#2503
    Messaggi: 619

    Do You Like to PLay with Fire?
    #7
    Bellissimo articolo come sempre :D

    Da allora, Meccatork vive con il rammarico d'aver quasi sterminato la sua intera razza e ha giurato che Gnomeregan sarebbe stata riconquistata. Gli Gnomi avrebbero di nuovo avuto una patria!


    Ehm... sono ancora senza patria dato che la mamma Blizzi ha ben pensato fosse più interessante parlare nuovamente di orchi e troll che finire quella breve storia che erano gli gnomi. Sarebbe stato bello avere finalmente una patria (e stessa cosa si dica anche per i worgen) #tristezzaapalate
    1
  • MatronaClo 17 marzo 2015, 10:36 MatronaClo
    Messaggi: 158

    Iscritto il: 09 giugno 2010, 11:46
    #8
    Ehm... sono ancora senza patria dato che la mamma Blizzi ha ben pensato fosse più interessante parlare nuovamente di orchi e troll che finire quella breve storia che erano gli gnomi. Sarebbe stato bello avere finalmente una patria (e stessa cosa si dica anche per i worgen) #tristezzaapalate[/quote]
    @IlDon
    vero, al lancio di cata avevo sperato veramente nella riconquista di gnomeregan, invece abbiamo visto la caduta di gilneas :/
    0
  • Kafis 14 luglio 2016, 09:12 Kafis
    BattleTag: Artist
    Messaggi: 1

    I'm freelance Illustrator and Concept Artist.
    www.kafisart.com
    k.s.zielinska[at]gmail.com
    #9
    Hello guys!

    I really appreciate the fact that you like my illustration with Gnome but if you use any art of someone else in the article please at least CREDIT THE ARTIST! We give our hearts to what we're doing - same as you here by creating this website. It's really important to us. :) You want to have beautiful illustrations on website to be more popular and fan-friendly, you take it for free without asking - PLEASE AT LEAST CREDIT THE ARTIST. It's not ok if you take advantages of us. I always put clear signature with my name on illustrations, here you just cut it. If you don't know the artist, put the image into image google search - you'll find him for sure.

    Cheers and have a nice day! :)

    Katarzyna 'Kafis' Zielinska
    www.kafisart.com
    k.s.zielinska [at] gmail.com
    1
  • Commenta la notizia