• Scritto da ,
    Il Maelstrom è un'immensa fenditura che si venne a creare dopo l'implosione del Pozzo dell'Eternità a causa dell'abuso che ne fecero i Kaldorei diecimila anni fa. Le energie scatenate furono tali che la terra fremette e si divise, dando vita a questa gigantesca spaccatura nel suolo di Azeroth.

    Durante la Terza Guerra, la flotta di Thrall in rotta verso le coste di Kalimdor dopo la fuga dal Forte Durnholde è vittima delle acque tumultuose del Maelstrom e viene costretta ad approdare su un'isola vicina. Quell'isola apparteneva alla tribù dei Lanciascura e proprio in quel momento nacque l'alleanza tra Vol'jin e Thrall, dato che quest'ultimo decise di aiutare i Troll a combattere contro i murloc e gli umani di Kul Tiras. Silente, ma pericoloso, per molti anni il Maelstrom è rimasto solo una cicatrice nel cuore di Azeroth a memento di un passato crudele e spietato. Zeppelin e navi scompaiono misteriosamente in esso e quasi tutti se ne tengono alla larga. Ritorna protagonista quando Alamorte, durante il Cataclisma, lo usa come "passaggio" per rientrare nel mondo fisico di Azeroth. Il dragone nero, dopo essere stato scacciato una prima volta dagli Aspetti, si era infatti rifugiato a Rocciafonda, il piano elementale della terra, dove aveva recuperato le energie necessarie per tornare ad attaccare i suoi vecchi fratelli.

    Immagine

    Il Maelstrom rappresentava la sua via d'uscita, era come una fenditura che collegava Rocciafonda al mondo reale. Ora alcuni i membri del Circolo della Terra come Nobundo, Muln Terra Furiosa e lo stesso Thrall, si ritrovano in questo luogo per mantenere in equilibrio il Pilastro del Mondo, frantumato dalla violenza di Alamorte ed impedire il collasso di tutta Azeroth. Il Maelstrom è anche il luogo in cui si svolge la battaglia finale che vede fronteggiarsi gli Aspetti e Thrall da un lato e dall'altro il dragone Nero, che alla fine viene annientato dai suoi avversari. Geograficamente parlando, il Maelstrom è situato tra Kalimdor e i Regni Orientali. Al centro di esso vi è un luogo chiamato "L'occhio", nascosto dai tumulti delle acque. Quando Brann Barbabronzea riuscì a visitarlo raccontò delle innumerevoli creature che aveva incontrato, affermando che ci fossero più forme di vita lì sotto che sulla terraferma. Era un luogo pieno di naga, elementali d'acqua, squali, idre e polipi, oltre agli imperi dei Makrura e dei Naga – i primi vivono nella città di Mak'aru, mentre i secondi in quella di Nazjatar. Il costante flusso generato dal Maelstrom sta inoltre erodendo e danneggiando progressivamente le isole vicine, a tal punto che si ritiene molto probabile che con il tempo arriverà a distruggerle completamente.
    Condividi articolo
9 commenti
  • Yardeh 18 febbraio 2015, 02:07 Yardeh
    Messaggi: 8142

    -cometaxxx-
    #1
    Ci sarà un modo per "riparare" prima o poi? 0
  • SERAPHIMON 18 febbraio 2015, 09:57 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1567

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #2
    Credevo che sotto al maelstrom ci fosse il palazzo di Azshara 0
  • MerielRedazione 18 febbraio 2015, 10:49 Meriel
    Messaggi: 558

    Anar'endal dracon
    #3
    La nuova capitale dei naga, Nazjatar, è stata costruita vicino alle rovine della città elfica di Suramar, che era sprofondata nel mare con l'implosione del Pozzo. Il palazzo di Azshara non dovrebbe essere molto distante. 5
  • Ljnx 18 febbraio 2015, 17:02 Ljnx
    BattleTag: Ljnx#2455
    Messaggi: 240

    Il nostro vincolo è indissolubile
    la nostra volontà incrollabile,
    chi oserà opporsi a noi?!

    -Grom Malogrido
    #4
    Grazie dell'articolo! Mi sono sempre chiesto che cosa fosse e da dove ebbe avuto origine ... :) 0
  • grallenMost Valuable Poster 19 febbraio 2015, 10:56 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5731

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #5
    Ottimo articolo.

    Quando Brann Barbabronzea riuscì a visitarlo raccontò delle innumerevoli creature che aveva incontrato, affermando che ci fossero più forme di vita lì sotto che sulla terraferma. Era un luogo pieno di naga, elementali d'acqua, squali, idre e polipi, oltre agli imperi dei Makrura e dei Naga – i primi vivono nella città di Mak'aru, mentre i secondi in quella di Nazjatar.


    Verrà il momento (l'espansione) dove dovremo visitare per bene le profondità marine. In Cataclysm si era iniziato bene con la zona di Vashj'ir ma poi conclusasi con la storia della spedizioneTrono delle Maree lasciando aperto la storia con un Neptulon rapito nel finale e del suo destino incerto.

    Spero vivamente prima o poi di vedere L'incursione The Abyssal Maw, l'istanza sottomarina
    0
  • Deinoforo 07 marzo 2015, 16:07 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2074

    micio micio miao miao
    #6
    grallen ha scritto:Spero vivamente prima o poi di vedere L'incursione The Abyssal Maw, l'istanza sottomarina


    io spero implementino queste zone, un'intero mondo sub-acqueo pieno di misteri...peccato che a molti vashjir non sia piaciuta :S

    http://goldenyak.com/images/fanart/roa_worldmap.png
    0
  • seraknis 17 marzo 2015, 14:09 seraknis
    BattleTag: Serak#21960
    Messaggi: 1423

    Iscritto il: 12 ottobre 2011, 12:45
    #7
    Deinoforo ha scritto:io spero implementino queste zone, un'intero mondo sub-acqueo pieno di misteri...peccato che a molti vashjir non sia piaciuta :S

    http://goldenyak.com/images/fanart/roa_worldmap.png

    @Deinoforo veramente quelle sono tutte terre emerse per come sono descritte ed in ogni caso difficile implementino quelle essendo lavoro di un fan...
    0
  • Deinoforo 17 marzo 2015, 18:18 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2074

    micio micio miao miao
    #8
    seraknis ha scritto: lavoro di un fan...


    Possono prender spunto per nuove idee comunque :)
    0
  • ghostdragon91 06 dicembre 2016, 17:31 ghostdragon91
    BattleTag: 231606
    Messaggi: 19

    Iscritto il: 11 maggio 2016, 12:46
    #9
    Yardeh ha scritto:Ci sarà un modo per "riparare" prima o poi?

    @Yardeh lo spero anche se credo di no
    0
  • Commenta la notizia