• Scritto da ,

    «Per troppo tempo mi sono fatto dominare dalla paura... Paura di aver preso le decisioni sbagliate... Paura che la nostra nazione perdesse la sua identità... Paura che se aveste appreso tutta la verità mi avreste rifiutato come vostro sovrano.
    Bene, non cederò mai più alla paura»

    - Genn Mantogrigio

    Il giovane Genn crebbe nell'ammirazione del padre Archibald, che solo con le proprie forze aveva trasformato Gilneas da regno periferico a potenza industriale, superata solo dalla vecchia Gnomeregan.

    Per tutta la vita Genn si è impegnato ad accrescere la gloria del regno costruito dal padre seguendo i suoi insegnamenti di autosufficienza e progresso. Queste caratteristiche hanno permesso ai gilneani di superare indenni la Terza Guerra, ma non quello che giunse in seguito.

    Genn governava già da tempo quando Anduin Lothar giunse coi profughi di Roccavento a chiedere aiuto. Nonostante provasse simpatia per il regno più a sud era riluttante ad aiutare: non credeva che questi bruti venuti da un altro mondo fossero un reale pericolo per la sua gente.

    Non la pensava allo stesso modo Ser Darius Crowley, vassallo di Selva Pinargento, che insistette per mandare il grosso dell'esercito a sostenere la neonata Alleanza di Lordaeron. Genn si oppose fermamente, affermando che nessun figlio di Gilneas sarebbe stato mandato a combattere le guerre degli altri.

    Su consiglio del nobile Ser Vincent Godfrey mandò solo una forza di rappresentanza, convinto che anche con così poco avrebbe dimostrato che Gilneas faceva la differenza.

    Dopo la faticosa vittoria degli umani, Mantogrigio si adirò per la decisione di internare gli orchi invece che sterminarli, e anche per la costruzione del Forte di Guardiafatua, considerato dal re solo un modo per tassare il suo regno. Dopo pochi mesi di trattative, Mantogrigio si spazientì e proclamò di fronte al re Terenas Menethil II la ritirata di Gilneas dall'Alleanza.

    Il regno si isolò costruendo il colossale Muro di Mantogrigio che bloccò l'accesso via terra, ma una macchinazione di Ser Godfrey lasciò tagliate fuori le terre che appartenevano a Ser Crowley. Crowley fu così disilluso da questa decisione del re che decise autonomamente di mandare delle truppe di supporto a Jaina Marefiero durante la Terza Guerra.

    Giunse il Flagello. Nonostante le continue insistenze del figlio Liam, Mantogrigio aveva ignorato le disperate richieste di aiuto provenienti da Lordaeron, sicuro che il muro e il suo esercito sarebbero stati sufficienti a respingere anche questa invasione.
    I non morti giunsero ai confini del regno, sembravano inarrestabili e il re si rivolse al mago di corte Arugal. Usando i segreti contenuti nel Libro di Ur, l'arcimago liberò i worgen dalla prigionia in cui erano stati confinati diecimila anni prima da Malfurion Grantempesta, e li scatenò contro i morti viventi.

    Il piano ebbe successo e il Flagello fu respinto, ma i worgen sfuggirono al controllo di Arugal e cominciarono a diffondersi su tutto il continente. Genn decise di tenere segreta al suo popolo l'esistenza dei mannari, e ad ogni luna piena organizzava delle battute di caccia nel territorio di Bosconero per sterminare tutte le bestie del regno.

    Durante una di queste spedizioni Genn fu morso da uno dei lupi mannari. Terrorizzato da quello che i suoi vassalli avrebbero potuto fargli, Genn nascose le sue ferite e non disse a nessuno di essere stato infettato.
    Grazie alla sua incrollabile forza di volontà e all'aiuto segreto di Belrysa Brezzastella e Krennan Aranas, il re riuscì a mantenere la maledizione sotto controllo.

    Negli anni che vanno dalla fine della Terza Guerra al Cataclisma, Darius Crowley insorse contro la politica isolazionistica del re, dichiarandolo tiranno. La guerra civile che ne seguì è conosciuta come la Ribellione di Porta Nord.
    Genn vinse a fatica, anche grazie all'astuzia di Ser Godfrey, e Crowley venne imprigionato.

    Il ritorno di Alamorte provocò violenti terremoti su tutto il pianeta e il muro eretto a difesa di Gilneas cedette. Sylvanas Ventolesto approfittò della situazione e organizzò una forza di invasione per conquistare il regno. Simultaneamente i worgen uscirono da Bosconero e iniziarono ad invadere le città, infettando i cittadini con la loro maledizione.

    Gilneas rimase stretto tra due fuochi e senza nessun alleato rimasto. In quella situazione disperata, Mantogrigio concedette l'amnistia a Crowley e insieme a suo figlio Liam organizzò la difesa del regno. Solo Godfrey, venuto a conoscenza della maledizione del re, rifiutò di obbedire e si suicidò. Durante la battaglia finale per il controllo della capitale, Sylvanas scagliò una freccia avvelenata verso Genn, ma Liam si mise in mezzo per poi morire tra le braccia del padre.

    Genn Mantogrigio, il re che aveva dedicato tutta la sua vita alla prosperità di Gilneas, fu costretto a fuggire da un regno in pezzi. Anzi, senza l'aiuto degli Elfi della Notte nessuno sarebbe sopravvissuto alla furia di Sylvanas. Suo figlio, che tanto lo aveva esortato a chiedere aiuto all'Alleanza, era morto. E Genn comprese amaramente quanto fosse stato sciocco credere che si potesse fare tutto da soli.

    Dopo essersi rifugiato a Darnassus, Mantogrigio si stabilì a Roccavento come nuovo membro dell'Alleanza. Viaggiò anche fino a Pandaria, dove supervisionò le operazioni militari dell'Operazione Baluardo e assistette al processo di Garrosh.

    Il re non ha dimenticato le sorti del suo popolo e progetta il suo ritorno, pregustando in contemporanea il momento in cui potrà uccidere Sylvanas e vendicare suo figlio.

    Immagine


    Per saperne di più

    Condividi articolo
68 commenti   123  
  • FeriandRedazione 15 maggio 2016, 09:35 Feriand
    Messaggi: 6028

    Per il mio battletag mandami un mp :)
    #25
    @BigBoss Sylvanas centra poco in questo discorso in realtà. Se ad aver fatto l'invasione fossero stati gli orchi o gli elfi Genn avrebbe comunque voluto riprendersi il regno.

    La frase stupida è solo "Genn sbaglia a volerlo fare".
    0
  • BigBoss 15 maggio 2016, 09:41 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #26
    Cambia poco, dopo il modo in cui c'è stata presentata: senza una ragione per voler vivere se non "non morire" e incapace di tener testa alle minacce interne, non biasimerei nessuno per voler farla fuori. Le val'kyr sono pericolosissime, lei è affetta da distubi di personalità del cluster esplosivo, quello che ha fatto Genn è semplicemente la giusta scusa per fare una cosa che probabilmente, chiunque sano di mente là fuori avrebbe fatto: mettere fine a una minaccia per tutti i viventi. Per ora. Vediamo gli autori quanto la faranno sbandare durante Legion, d'altronde anche Jaina sta subendo notevoli modifiche nel corso degli anni. 0
  • Medivh 15 maggio 2016, 10:19 Medivh
    BattleTag: Medivh#2166
    Messaggi: 1942

    Iscritto il: 14 agosto 2010, 17:54
    #27
    Genn è come gli austriaci.....MURO! rofl 0
  • Vargrand 16 maggio 2016, 13:13 Vargrand
    BattleTag: Kaiser#2929
    Messaggi: 420

    Iscritto il: 21 settembre 2015, 10:30
    #28
    Feriand ha scritto:Vargrand dunque adesso dobbiamo dire a Genn, e anche a tutti i gilneiani, che devono smetterla di lamentarsi di essere dei profughi e di aver perso terra, famiglia e umanità perché "ormai è passato del tempo"?
    Ti ricordo che Mantogrigio è lo stesso che, piuttosto che pagare le tasse di mantenimento degli orchi, ha preferito costruire una muraglia. Non vorrà mai la soluzione più logica.

    @Feriand Ovviamente no.

    C'è anche da dire che se la sono cercata. Questo intendevo.
    E, se Genn rispetta il volere del suo Re, non farà nulla. Si roderà solo dentro.
    Quindi, devono fare gli smessi ora di subito. Magari se avesse fatto poco il gradasso sarebbe ancora vivo suo figlio.

    Ma poi sylvanas è pericolosa come un dittatore nordcoreano zombificato dall'ebola con una testata atomica da svariati megatoni sotto al top, chiunque la tema o voglia combatterla ha tutti i motivi del mondo per non essere considerato pazzo o sconsiderato.


    @BIgBoss Però quel dittatore zombie nordcoreano è stato utile a Northrend eh?

    In Legion (spoiler)
    Diventa Capoguerra perché conviene a tutti



    ...Ma quando poi l'utilità finisce ammazziamola, eh?

    Un po' come gli Americani in Afghanistan negli anni 80: prima sono eroi e quindi vanno armati e finanziati, adesso che sono inutili dato che il conflitto con i sovietici è finito AAAAH MAZZUOLIAMOLI TUTTI.

    Adesso parlando seriamente, l'ipocrisia serpeggia tra tutti i viventi. Mmh si daje comunque rispettiamola eh vabbuò combatte contro i nostri nemici e va bene...poi basta però eh.
    0
  • FeriandRedazione 16 maggio 2016, 13:23 Feriand
    Messaggi: 6028

    Per il mio battletag mandami un mp :)
    #29
    @Vargrand stai applicando logiche di morale umana ad un mondo fantasy, è sbagliato.

    Se qui da noi bene o male sono due concetti filosofici relativi su warcraft non è così: bene e male sono forze reali e tangibili, e buoni e cattivi sono quasi sempre distinguibili.

    Non sappiamo quali siano i fini che Blizzard ha in mente per Genn e Sylvanas, ma mettersi a fare i partigiani per un personaggio inventato lo vedo poco ragionevole.
    1
  • Vargrand 16 maggio 2016, 13:26 Vargrand
    BattleTag: Kaiser#2929
    Messaggi: 420

    Iscritto il: 21 settembre 2015, 10:30
    #30
    Feriand ha scritto:Vargrand stai applicando logiche di morale umana ad un mondo fantasy, è sbagliato.

    Se qui da noi bene o male sono due concetti filosofici relativi su warcraft non è così: bene e male sono forze reali e tangibili, e buoni e cattivi sono quasi sempre distinguibili.

    Non sappiamo quali siano i fini che Blizzard ha in mente per Genn e Sylvanas, ma mettersi a fare i partigiani per un personaggio inventato lo vedo poco ragionevole.

    @Feriand Però è sempre giusto dire "Sylvanas è sempre e solo cattiva"? Nei fantasy buoni e cattivi sono distinguibili si, ma c'è il grigio in mezzo. Ti posso citare la saga dello Strigo di Sapkowski, o semplicemente e molto più facilmente Dungeons & Dragons.
    Mograine rimane un mostro? Gli orchi da sterminare lo stesso, dato che sono invasori?
    Non esiste bianco e nero. A meno che in certe opere venga esplicitamente descritto: mi viene in mente Taron e la pentola magica o i cartoni della Disney.
    Anche perché potrei rifarti lo stesso discorso: stai facendo il bella ciao con Genn.
    0
  • FeriandRedazione 16 maggio 2016, 13:31 Feriand
    Messaggi: 6028

    Per il mio battletag mandami un mp :)
    #31
    @Vargrand quando mai ho detto "Genn ha ragione"? :D

    Nei miei interventi precedenti ho solo scritto che è stupido dire "Genn sbaglia a volersi riprendere il regno" perché è qualcosa che va contro il suo personaggio e se vogliamo parlare in ambito "metanarrativo" perché il conflitto Gilneas-Reietti è solo uno dei tanti che sono il motore della storia di WARcraft.
    Ce n'è bisogno per far andare avanti un gioco incentrato su due fazioni.
    0
  • Vargrand 16 maggio 2016, 13:33 Vargrand
    BattleTag: Kaiser#2929
    Messaggi: 420

    Iscritto il: 21 settembre 2015, 10:30
    #32
    @Feriand Allora qui hai ragione. Ma si parlava anche della moralità delle due fazioni: per questo sono intervenuto. 0
  • FeriandRedazione 16 maggio 2016, 13:36 Feriand
    Messaggi: 6028

    Per il mio battletag mandami un mp :)
    #33
    E qui mi ripeto che parlare di moralità, almeno secondo i nostri canoni, secondo me ha poco senso.

    C'è da dire che Blizzard è stata molto brava a creare questi personaggi che attirano sia simpatie che antipatie, in modo da far nascere discussioni a a volte molto accese :P
    0
  • Vargrand 16 maggio 2016, 13:37 Vargrand
    BattleTag: Kaiser#2929
    Messaggi: 420

    Iscritto il: 21 settembre 2015, 10:30
    #34
    Certamente, ed è bello trovare persone con cui discutere animatamente. 0
  • BigBoss 16 maggio 2016, 14:12 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #35
    Hai centrato in pieno, Sylvanas è rimasta in vita per così tanto tempo, nonostante avesse varimathras accanto e si comportasse alla stregua di Arthas solo perché c'erano dei nemici peggiori da affrontare, ma la gran parte delle due fazioni ne avrebbe fatto volentieri a meno. Purtroppo è difficile mantenere uno stato di diritto quando sei un fottuto terremotato a casa tua, ma finora non c'è poi così tanta differenza tra un nemico random e lei, se non che anche a lei conveniva far parte dell'orda, ovviamente. Lieto di essere smentito quando ricostruiranno la sua sanità mentale, ma per il momento è solo una cagna impazzita tanatofobica e che tratta i suoi stessi sottoposti come burattini. Ha sacrificato gente che credeva in lei solo per suicidarsi e smattare, ha fatto il lavaggio del cervello random a gente, è colpevole di attentati terroristici e ha minacciato i suoi stessi alleati. Con sua sorella si è comportata come una adolescente in preda ad un feticismo emo/gotico: sì dai ammazziamo un orco insieme, poi ci sgrilletiamo e quando le hanno fatto notare che magari era un filino esagerato e stava andando oltre ogni limite di decenza, visto che c'era un tribunale apposta per quello, è andata via come un'isterica. Un'isterica che ha un'atomica sotto al top. Seriamente, cosa puo' esserci di più pericoloso? Cattiva o buona che sia, importa poco, se poi si incendia quando le ammazzi il gattino e dà fuoco a un continente. Non è fatta per essere capofazione e lo sta diventando solo per il suo fandom, non di certo per le sue qualità di leader o di diplomatico. 1
  • Vargrand 16 maggio 2016, 14:22 Vargrand
    BattleTag: Kaiser#2929
    Messaggi: 420

    Iscritto il: 21 settembre 2015, 10:30
    #36
    Potrei anche darti ragione rofl il problema è che hai descritto praticamente metà dei personaggi di World of Warcraft! 0
  • Greymane 16 maggio 2016, 14:25 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5931

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #37
    Neanche Garrosh era fatto per essere un capo-fazione, per lo meno non per una fazione multi-etnica come l'Orda.
    Riguardo al tribunale, i Celestial Augurs non avrebbero comunque fatto niente, come possiamo leggere nel romanzo War Crimes. Sempre nello stesso romanzo, a me l'impressione che mi ha dato Sylvanas non è tanto la cattivona a cui tutti devono stare all'occhio, ma semplicemente che si sente sola come un cane.
    Riguardo la pericolositá, è ovvio che è pericolosa, anche Genn lo è, anche Jaina lo è diventata dopo i fatti di Theramore.
    Al momento però, non conviene a nessuno affrontare battaglie su più fronti, specie se uno di essi è quello della Burning Legion.
    0
  • Vargrand 16 maggio 2016, 14:27 Vargrand
    BattleTag: Kaiser#2929
    Messaggi: 420

    Iscritto il: 21 settembre 2015, 10:30
    #38
    Ma io credo che l'Orda sia fatta di sbandati e basta. Rispetto all'Alleanza c'è una sorta di malcomune tra tutti. Poche persone tengono in piedi il tutto, Baine e Thrall su tutti.
    Jaina ci ha visto pene durante Pandaria, Varian avrebbe potuto smantellare l'Orda facilmente.
    1
  • ciccio44 16 maggio 2016, 14:35 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #39
    Vargrand ha scritto:Jaina ci ha visto pene durante Pandaria, Varian avrebbe potuto smantellare l'Orda facilmente.

    @Vargrand Immagine
    1
  • Gualty7 16 maggio 2016, 14:37 Gualty7
    BattleTag: gualty2#2742
    Messaggi: 34

    Iscritto il: 16 novembre 2015, 22:47
    #40
    No no a parer mio Genn a fatto fin troppo poco, sta rimandando la vendetta fin troppo.
    Io adoro i Worgen che per me sono in assoluto la razza più bella del gioco, quindi parlo sicuramente per partito preso, però se consideri i fatti come puoi dire che Genn dovrebbe "lascia correre"...???

    Allora, come già detto, considera che stai parlando di uno che ha fatto erigere un muro nei suoi confini per staccarsi da tutto, quindi già quì potrei dubitare sulla sua voglia di "lasciar correre";
    Poi non dimenticare che la persona che ha dato il via a tutto non'è stato Genn, ma Sylvanas stessa, attaccando il regno di Gilneas (ufficialmente lei avrebbe seguito un'ordine di Garrosh, ma sappiamo tutti che "quest'ordine" è solo un pretesto,l'attacco di Gilneas era nei suoi piani già da mò).
    Successivamente mettiamoci anche l'uccisione del figlio, che indubbiamente è morto in azione durante una guerra, però questa guerra, come appena detto, è stata voluta da Sylvanas, non da Genn, e ciò a parer mio reca ancora più rabbia.

    Quindi per concludere troppo facile ora dire a Gilneas "ma si è passato tanto tempo facciamola finita e amici come prima, quel che è successo è successo"; questo lo accetterei da una razza che sa di essere inferiore e, per evitare la rovina, scende a compromessi, ma da una razza come i worgen, che indubbiamente sono inferiori di numero rispetto ai Reietti, ma in quanto a forza 1 lupo ne vale 10 di scheletri decomposti (basta una zampata dei nostri per far staccare tutti gli arti al povero Reietto come se fosse un LEGO :P :P ) non ci sta.

    Quindi nada, la guerra finirà solamente quando Sylvanas si ritroverà morta e sepolta per la seconda volta (anche se non mi è ancora ben chiaro se possa affettivamente morire o no (boh) )

    rofl rofl rofl rofl rofl rofl
    1
  • Greymane 16 maggio 2016, 14:37 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5931

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #41
    @Vargrand

    Il malcomune c'è anche tra l'alleanza, i Dark Iron e i Bronzebeard si sono alleati più per convenienza che per altro, i Night Elf non vedono molto bene gli Umani, pensano che facciano poco per preservarli e tra gli stessi Night Elf ci sono occhiatacce tra i Druidi e le Sacerdotesse di Elune.
    Gli unici che mi sento di salvare sono i Draenei che boh, fino ad ora non hanno fatto chissà che, se ne stanno ad Exodar a farsi i loro, sono quasi sconosciuti diciamo.

    E comunque si, Varian non ci avrebbe messo molto a fine MoP a smantellare l'Orda.
    0
  • Greymane 16 maggio 2016, 14:40 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5931

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #42
    @Gualty7

    Se Sylvanas morirá ancora, non sará la seconda volta ma la quarta, per essere precisi.
    1
  • Gualty7 16 maggio 2016, 14:47 Gualty7
    BattleTag: gualty2#2742
    Messaggi: 34

    Iscritto il: 16 novembre 2015, 22:47
    #43
    Greymane ha scritto:
    Se Sylvanas morirá ancora, non sará la seconda volta ma la quarta, per essere precisi.

    @Greymane

    Ah ecco, come non detto :D :D
    0
  • Vargrand 16 maggio 2016, 14:47 Vargrand
    BattleTag: Kaiser#2929
    Messaggi: 420

    Iscritto il: 21 settembre 2015, 10:30
    #44
    @Greybane Sicuro, ma questi attriti sono sicuramente meno accentuati che tra i membri dell'Orda.

    @Gualty7 Come padre e uomo fa bene a serbare rancore e a volerla morta. Come leader no, questo intendevo.
    1
  • Gualty7 16 maggio 2016, 14:56 Gualty7
    BattleTag: gualty2#2742
    Messaggi: 34

    Iscritto il: 16 novembre 2015, 22:47
    #45
    Vargrand ha scritto:Come padre e uomo fa bene a serbare rancore e a volerla morta. Come leader no, questo intendevo.

    @Vargrand

    Beh anche li secondo me molto dipende da che tipo di popolo sei il Leader, perchè se sei il punto di riferimento di un popolo mite e razionale (come i Draenei) allora il tuo ragionamento quadra, ma se invece sei a capo di persone dove l'onore viene prima di tutto (esempio Orchi), con quella politica rischi di perdere l'appoggio delle masse e di consuguenza il Trono.
    0
  • BigBoss 16 maggio 2016, 15:24 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #46
    @Vargrand effettivamente è un mezzo manicomio là in mezzo, ma al momento ritengo un po' povero lo storytelling su sylvanas, possono sicuramente fare di meglio per integrarla un minimo e darle uno scopo oltre il ciclo ovarico di una non morta rofl 0
  • Vargrand 16 maggio 2016, 15:25 Vargrand
    BattleTag: Kaiser#2929
    Messaggi: 420

    Iscritto il: 21 settembre 2015, 10:30
    #47
    BigBoss ha scritto:Vargrand effettivamente è un mezzo manicomio là in mezzo, ma al momento ritengo un po' povero lo storytelling su sylvanas, possono sicuramente fare di meglio per integrarla un minimo e darle uno scopo oltre il ciclo ovarico di una non morta rofl

    @BigBoss Infatti Legion si preannuncia cruciale per lei. Spero solo non le venga fatto del male.
    0
  • Rekse 16 maggio 2016, 15:34 Rekse
    Messaggi: 3461

    Se qualcuno vuole aggiungermi al battle.net me lo dica perché rifiuto chi non conosco.
    #48
    Ma perchè un capo-fazione dev'essere necessariamente diplomatico o disposto ad ascoltare? Francamente trovo più intrigante che se ascolti, lo faccia per i suoi motivi, per il proprio tornaconto, per la propria subdola convenienza.
    Mica stiamo parlando di un presidente eletto in democrazia. Stiamo parlando di un mondo dove, grossomodo, vale la regola del più forte oppure la discendenza.
    Io onestamente non troverei nulla di strano se un capo di una razza e/o fazione decidesse di attaccarne arbitrariamente un altro motivando la cosa più o meno così: "c'è bisogno di un motivo per attaccare X?".

    Io atteccherei i worgen perchè sono inguardabili, tanto per dirne una rofl
    2
  • SERAPHIMON 16 maggio 2016, 15:37 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1562

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #49
    Gualty7 ha scritto:con quella politica rischi di perdere l'appoggio delle masse e di consuguenza il Trono.


    @Gualty7

    qualcuno ha visto la nuova stagione del Trono di Spade, vero!? ;)
    0
  • Commenta la notizia   123