• Se sappiamo poco sugli Antichi Dei, sappiamo ancora meno sui loro grandi avversari e creatori del nostro pianeta, i Titani. Nessun essere vivente su Azeroth ha mai incontrato o anche solo visto un vero Titano, neppure gli Aspetti degli Stormi dei Draghi che hanno ricevuto i loro poteri dai costrutti guardiani lasciati dai giganti scintillanti.

    All'alba dei tempi, in un universo caotico, nacque una razza di esseri semidivini dai poteri quasi illimitati, chiamata dagli abitanti di Azeroth con molti nomi: i Viaggiatori, gli Usurpatori, i Superiori, i Titani. I Titani appaiono come giganti umanoidi dalla pelle di metallo, imponenti, robusti e sono governati da un gruppo che raccoglie i più potenti e virtuosi della loro specie, il Pantheon, comandato a sua volta da Aman'Thul, il Grande Padre. Si dice che siano divisi in due gruppi o caste: gli Aesir dalla pelle di platino ed estremamente portati alla magia ed i Vanir dalla pelle bronzea e dalla forza smisurata. Il Pantheon e più in generale i Titani stessi si prefissarono di portare l'ordine nell'universo e viaggiando nel Grande Buio visitarono migliaia di diverse galassie per plasmare innumerevoli mondi secondo la loro visione creatrice.

    Nel corso della loro missione, i Titani si ritrovarono ad affrontare spesso terribili demoni che provenivano dalla Distorsione Fatua, un'area divisa dal mondo materiale e fonte di ogni odio e corruzione. I demoni si facevano sempre più audaci e pericolosi mettendo così a rischio l'ordine e la purezza dei mondi toccati dalla presenza titanica, corrompendoli e consumandoli per saziare il loro perverso appetito d'odio. Il Pantheon rimase molto turbato dagli invasori demoniaci, i Titani non riuscivano a concepire il male in qualunque sua forma e i demoni ne incarnavano perfettamente l'essenza. Aman'thul e gli altri decisero dunque di elevare Sargeras, il loro più potente guerriero, a Campione e condottiero da inviare contro le armate demoniache.

    Immagine

    Purtroppo Sargeras stesso venne corrotto dai demoni che incessantemente combatteva e distruggeva, arrivando a domandarsi se i Titani fossero nel giusto nella loro visione d'ordine. Il Titano concluse che il caos era la vera natura dell'universo e che il Pantheon era folle nel tentare di cambiare questo fondamentale.
    Il Campione di Bronzo subì una grande trasformazione, diventando un'immagine distorta e corrotta della sua grandezza. La sua pelle scintillante si fuse lasciando uscire fiamme di odio e rabbia dalle numerose cicatrici che percorrevano il suo corpo. Sargeras liberò tutti i demoni che lui stesso aveva imprigionato, compresi i Nathzerim, che si affrettarono ad unirsi alla sua crociata contro i suoi precedenti amici e fratelli. La Legione Infuocata era nata ed obbediva ciecamente agli ordini del Titano Oscuro.

    Nonostante il tradimento di Sargeras, i Titani proseguirono con la loro missione e si imbatterono in un pianeta con enorme potenziale. Questo luogo, in seguito conosciuto con il nome di Azeroth, era però dominato da una corruzione e da un male profondo. I Titani iniziarono a plasmarlo, ma vennero subito contrastati da entità elementali furiose e malevole agli ordini di quel male che fino a quel momento avevano solo percepito e che ora si era manifestato: gli Antichi Dei.

    La guerra con gli elementali e con le creature degli Antichi Dei (Senzavolto, Qiraj e Mantid) infuriò per secoli con un'intensità senza pari, concludendosi con la prigionia e la morte di molti degli Antichi Dei e la vittoria dei Titani. Gli elementali, senza più il potere e la volontà dei loro padroni, furono banditi nel Piano Elementale mentre le razze insettoidi si nascosero nel sottosuolo, a leccarsi le ferite, aspettando pazientemente il ritorno dei loro padroni. Gli Antichi Dei erano però molto legati all'esistenza stessa del pianeta e distruggere il pianeta per tentare di eliminare definitivamente queste malvagie entità era contro la morale del Pantheon. Per questo motivo i colossi di metallo decisero di imprigionarli per contenerne la corruzione il più a lungo possibile. Rinchiusero Yogg-Saron a Ulduar e custodirono il cuore malvagio di Y'shaarj nel sottosuolo di quella che sarebbe diventata Pandaria. Inoltre decisero di lasciare un sistema di sicurezza che si sarebbe attivato nel caso in cui gli Antichi Dei avessero ripreso il potere su Azeroth: una terribile matrice di decostruzione, custodita a Uldum, che avrebbe annientato il pianeta lasciandolo vuoto e inospitale fino a una prossima visita dei viaggiatori celesti.

    Immagine

    I Titani erano finalmente liberi di portare la loro visione in questo mondo, creando numerose razze dalla pietra e dal metallo per aiutarli nel loro compito come ad esempio i Terrigeni e i Mogu. Grazie a loro, il Pantheon creò valli, montagne ed un grande continente chiamato in seguito Kalimdor, “la terra della luce delle stelle”, ponendo al suo centro un pozzo di enorme energia magica, il Pozzo dell'Eternità, per aiutare la terra e le razze autoctone a prosperare in modo indipendente. La partenza verso il prossimo mondo era ormai vicina, ma memori del male che ancora restava strenuamente aggrappato al nucleo stesso del pianeta, i Titani lasciarono degli Osservatori a vigilare e delle immense città ricolme di conoscenze e pericolosi segreti. Infine lasciarono Azeroth per non tornare mai più.

    Attualmente non sappiamo che fine abbiano fatto i Titani, se stiano ancora viaggiando per il cosmo seguendo il loro sogno di un universo ordinato, se siano caduti sotto l'incessante assedio posto dalla Legione o forse di qualche male ancora più perverso. Il fallimento delle precauzioni dei Titani per contenere il male degli Antichi Dei ci ha posti davanti ad enormi sfide che abbiamo incredibilmente superato e in seguito alla sconfitta di Alamorte ci siamo anche guadagnati l'oneroso compito di nuovi guardiani di Azeroth. Ora il nostro destino è nelle nostre stesse mani.
    Condividi articolo
76 commenti   1234
  • SERAPHIMON 09 novembre 2013, 21:10 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1562

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #75
    ciccio44 ha scritto:Gaara il commento dovrebbe esser pertinente lol...

    OT potrebbero far finire WoW facendo distruggere il "nostro" mondo dai Titani dopo epiche battaglie (raids :P) o per esempio far finire un'esp da perdenti, è quello che manca ai titoli blizzy imho =( fateci risultare perdenti almeno una volta, al max con un'espansione si risolve tutto; invece siam sempre i buoni che vincono sempre... boooooring



    anch'io son sicuro che Sargeras sarà il boss finale di tutto WoW, ma l'apocalisse non sarà così, n sarà in seguito ad eventi catastrofici e guerre micidiali: sarà un solo istante nel più assoluto silenzio senza alcun annuncio e tutto semplicemente sparirà, perchè sarà quando i genitori dei Titani staccheranno i server! XD
    0
  • MasterRedzCommunity Manager 20 novembre 2013, 19:54 MasterRedz
    BattleTag: MasterRedz#2155
    Messaggi: 4979

    "La tua anima sarà mia!"
    #76
    Updated. 0
  • Commenta la notizia   1234