• "Gul'dan, che cosa ci hai fatto?!" -Durotan

    Con Manonera a capo dell'Orda, Durotan fu incaricato di trovare e distruggere Telmor, la città dei Draenei. L'orco in precedenza — e in un contesto completamente diverso — era riuscito a scorgere il capitano della guardia draenei mentre tirava un pezzo di vetro verde in un angolo nascosto della foresta. Quel cristallo non era altro che un frammento di Ata'mal, che creava uno spazio illusorio utilizzato, in questo caso, per camuffare Telmor e proteggere la città dagli attacchi. Anche se Durotan rifiutò in più di un'occasione, alla fine dovette cedere e obbedire per non mettere in pericolo il proprio clan.

    L'Orda infranse l'illusione trascendentale creata dal frammento di Ata'mal e inghiottì Telmor sotto una marea di sangue e dolore. Nessun abitante del villaggio fu risparmiato, uomini, donne o bambini, vennero massacrati tutti. Anche Restalaan cadde nell'attacco per mano dello stesso Durotan, che era offuscato da un turbinio di sentimenti contrastanti. Dopo la battaglia Gul'dan, ormai accecato dal potere e dalle vittorie, decise di concentrare gli orchi nella zona del Trono di Kil'jaeden, una montagna che si trova nella Penisola del Fuoco Infernale, per offrire all'orda l'arma con cui radere al suolo la capitale draenei di Shattrath. Ovviamente si trattava del Sangue di Mannoroth, che avrebbe segnato una svolta nella storia degli orchi. Lo assunsero tutti, con l’eccezione di Orgrim Martelfato e Durotan, che proibì anche al suo clan di berlo. Sulla strada per raggiungere il Trono, Ner'zhul lo aveva avvertito di non farlo a fronte di alcune terribili conseguenze.

    Gul’dan si infuriò estremamente di fronte all’atto di insubordinazione compiuto da Durotan, ma non bastò questo semplice gesto a fermarlo. Durante la marcia verso Shattrath, gli occhi degli orchi che avevano bevuto il sangue di demone diventarono sempre più rossi. La capitale draenei non poteva fronteggiare la brutalità di un'orda corrotta dalla forza demoniaca. Gli assediati tentarono di resistere, ma inutilmente. La città venne sommersa dal sangue e dalle grida. Dopo la caduta di Shattrath e la quasi completa estinzione dei Draenei su Draenor, Kil'jaeden scomparve. Iniziarono le prime lotte intestine nell’Orda e i clan cominciarono a separarsi a causa della frizione esistente tra loro: la mancanza della guerra era divenuta insopportabile. A porre fine allo stallo fu Medivh, il famoso mago umano che, controllato da Sargeras, contattò Gul'dan per affidargli una missione: creare il Portale Oscuro per collegare i mondi di Draenor e Azeroth. Il piano fu subito messo in moto e si diede immediatamente inizio alla costruzione della grande porta che avrebbe permesso all'Orda di arrivare su Azeroth. Quando gli orchi attraversarono il portale, Durotan li seguì opponendosi al cammino che l’Orda stava seguendo. Per questo motivo Gul'dan esiliò nel nuovo mondo sia lui che tutto il clan dei Lupi Bianchi.

    Immagine

    Dopo essere stato esiliato, Durotan condusse il suo popolo nella valle nascosta di Alterac, dove si stabilirono e passarono inosservati per tutta la durata della Prima Guerra. In quel periodo Drek'thar decise di ritornare alle proprie radici sciamaniche e di ripudiare la stregoneria, dopo aver visto l'effetto devastante che aveva avuto sul suo popolo. Nel frattempo nacque il primogenito del leader dei Lupi Bianchi, l'orco che sarà conosciuto in futuro come Thrall. La nascita del figlio condusse Durotan ad un’attenta riflessione sulla situazione attuale e futura del suo clan. Decise di partire per raggiungere un preciso accampamento orchesco, con lo scopo di fermare Gul'dan. La sua meta era né più né meno l’accampamento di Orgrim Martelfato, che nel vedere il suo amico e la sua compagna dei Lupi Bianchi, li ricevette con tutta fretta. Una volta all'interno della tenda di Orgrim, Durotan cominciò a spiegare tutto quello che aveva scoperto su Gul’dan che, tra le altre cose, aveva fondato il Concilio delle Ombre con cui gestiva una terribile forza demoniaca. Martelfato sentì tutto quello che il suo amico aveva da dirgli e alla fine promise di rimanere al suo fianco contro Gul'dan.

    Immagine

    Per proteggere la vita di Durotan, Draka e del loro bambino, Orgrim li inviò in un luogo sicuro con una scorta appropriata. Ciò che il Capoguerra non poteva sapere è che due membri della stessa scorta erano spie di Gul’dan. In cammino verso quel rifugio, nel profondo della foresta, chiamarono in aiuto altri assassini e attaccarono Durotan e Draka. Il capoclan e la sua compagna riuscirono a uccidere due nemici, ma erano troppi. Draka cadde per prima, seguita da Durotan, che morì dissanguato per le ferite riportate mentre guardava il figlio piangere avvolto nella bandiera dei Lupi Bianchi. L' ultimo pensiero di questo grande leader fu un ringraziamento agli antenati, perché non avrebbe visto il bambino venire divorato dalle creature della foresta. Da nessuna parte viene confermata l’identità degli assassini di Durotan e Draka. Nel gioco poi annullato “Warcraft Adventures" sarebbero stati i figli di Manonera, Rend e Maim ad uccidere la coppia. Neanche nel libro “Il Signore dei Clan”, il celebre romanzo dell’autrice Christie Golden, viene rivelata l'identità degli assassini.

    Immagine

    Tu non vorrai credermi, Durotan, figlio di Garad. Ma ti prego... per gli antenati, ti imploro di credere a questo: tuo figlio vivrà!
    - Thrall
    Condividi articolo
10 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 02 luglio 2014, 10:00 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5730

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Grande capoclan Durotan uno dei pochi orchi con un po' di testa in zucca e uno dei pochi onorevoli orchi capace anche di compassione e tenerezza non per questo era un grandissimo guerriero. 1
  • Nala 02 luglio 2014, 11:24 Nala
    BattleTag: Nalarian#2335
    Messaggi: 562

    Iscritto il: 08 novembre 2013, 17:50
    #2
    Gran bella storia, ho appena finito di leggere "L'Ascesa dell'Orda" e mi è piaciuta molto :good: .
    Ma quando Durotan viene ucciso nell'imboscata (dato che sono avvenimenti successi dopo il romanzo), che fine fa Thrall? Rimane nella foresta avvolto dalla bandiera e verrà trovato da un gruppo di umani?
    0
  • MerielRedazione 02 luglio 2014, 18:11 Meriel
    Messaggi: 558

    Anar'endal dracon
    #3
    Nala ha scritto:Gran bella storia, ho appena finito di leggere "L'Ascesa dell'Orda" e mi è piaciuta molto :good: .
    Ma quando Durotan viene ucciso nell'imboscata (dato che sono avvenimenti successi dopo il romanzo), che fine fa Thrall? Rimane nella foresta avvolto dalla bandiera e verrà trovato da un gruppo di umani?


    Esatto... ecco il link alla prima parte della storia di Thrall, scritta da Relance:

    worldofwarcraft/storia/heroes-of-warcraft-thrall-il-condottiero-della-rinascita-1790
    0
  • SERAPHIMON 02 luglio 2014, 19:36 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1566

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #4
    un articolo magnifico come sempre, estremamente inteso di emozioni che rappresentano al meglio l'essenza di Warcraft! 0
  • SERAPHIMON 02 luglio 2014, 19:38 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1566

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #5
    grallen ha scritto:Grande capoclan Durotan uno dei pochi orchi con un po' di testa in zucca e uno dei pochi onorevoli orchi capace anche di compassione e tenerezza non per questo era un grandissimo guerriero.


    che sono un tipo pignolo ormai credo che lo sappiate tutti, ma ora ho l'occasione per farvi capire QUANTO sono pignolo :D : credo che tu volevi dire "un po' di SALE in zucca" rofl
    0
  • SERAPHIMON 02 luglio 2014, 19:40 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1566

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #6
    Nala ha scritto:Gran bella storia, ho appena finito di leggere "L'Ascesa dell'Orda" e mi è piaciuta molto :good: .
    Ma quando Durotan viene ucciso nell'imboscata (dato che sono avvenimenti successi dopo il romanzo), che fine fa Thrall? Rimane nella foresta avvolto dalla bandiera e verrà trovato da un gruppo di umani?


    l'ho già pubblicato altrove, ma ogni occasione per rimostrare questo capolavoro mai nato và colta al volo:

    [youtube]I49wuNcTDpY&list=FLHn_l5aUQeLTJpyCprqSSng&index=31[/youtube]
    1
  • Ljnx 03 luglio 2014, 01:14 Ljnx
    BattleTag: Ljnx#2455
    Messaggi: 240

    Il nostro vincolo è indissolubile
    la nostra volontà incrollabile,
    chi oserà opporsi a noi?!

    -Grom Malogrido
    #7
    "L'orco era riuscito a scorgere il capitano della guardia draenei mentre tirava un pezzo di vetro verde in un angolo nascosto della foresta."

    L'orco in questione non è che era riuscito a scorgere l'ingresso di Telmor,ma era stato fatto entrare di proposito (insieme al ,anch'egli ,giovanissimo Orgrim) all'interno ,per dargli ospitalità durante la notte ..poichè Telmor si trovava nel cuore della regione degli ogre e quindi era pericoloso viaggiare di notte per due,all'epoca,giovani orchi. :)
    2
  • Nala 03 luglio 2014, 08:27 Nala
    BattleTag: Nalarian#2335
    Messaggi: 562

    Iscritto il: 08 novembre 2013, 17:50
    #8
    Ah ok l'avevo gia visto ma non avevo collegato!
    Grazie anche a te Meriel, l'avevo gia letto ma la prima parte me la sarò gia dimenticata :$ .
    0
  • MerielRedazione 03 luglio 2014, 17:27 Meriel
    Messaggi: 558

    Anar'endal dracon
    #9
    Ljnx ha scritto:"L'orco era riuscito a scorgere il capitano della guardia draenei mentre tirava un pezzo di vetro verde in un angolo nascosto della foresta."

    L'orco in questione non è che era riuscito a scorgere l'ingresso di Telmor,ma era stato fatto entrare di proposito (insieme al ,anch'egli ,giovanissimo Orgrim) all'interno ,per dargli ospitalità durante la notte ..poichè Telmor si trovava nel cuore della regione degli ogre e quindi era pericoloso viaggiare di notte per due,all'epoca,giovani orchi. :)


    L'episodio che stai citando è stato inserito nella prima parte del racconto quando, come giustamente dici, Orgrim e Durotan erano molto giovani. In quel momento il nostro condottiero non aveva motivo di usare questa informazione contro i draenei. Invece, in questa seconda parte della storia, è stato fatto solo un riferimento a quanto accaduto in precedenza per non appesantire la narrazione... ora la situazione è cambiata e Durotan si trova suo malgrado a dover attaccare chi l'aveva aiutato in passato.

    A scanso di equivoci, ci inseriamo un "in precedenza — e in un contesto completamente diverso".
    1
  • Ljnx 04 luglio 2014, 00:20 Ljnx
    BattleTag: Ljnx#2455
    Messaggi: 240

    Il nostro vincolo è indissolubile
    la nostra volontà incrollabile,
    chi oserà opporsi a noi?!

    -Grom Malogrido
    #10
    Meriel ha scritto:L'episodio che stai citando è stato inserito nella prima parte del racconto quando, come giustamente dici, Orgrim e Durotan erano molto giovani. In quel momento il nostro condottiero non aveva motivo di usare questa informazione contro i draenei. Invece, in questa seconda parte della storia, è stato fatto solo un riferimento a quanto accaduto in precedenza per non appesantire la narrazione... ora la situazione è cambiata e Durotan si trova suo malgrado a dover attaccare chi l'aveva aiutato in passato.

    A scanso di equivoci, ci inseriamo un "in precedenza — e in un contesto completamente diverso".



    Ahhhh! Pardon,avevo fatto un po di confusione.. comunque grazie per l'articolo! :)
    0
  • Commenta la notizia