• «Loro non vivono, loro non muoiono, sono oltre il ciclo eterno» -- Araldo Volazj

    Prima che la grande civiltà degli Elfi della Notte coprisse le terre di Kalimdor, prima che l’impero dei troll combattesse contro gli Aqir, prima dell’arrivo dei Titani, essi dettavano legge su Azeroth. La loro presenza può essere percepita attraverso il cosmo e anche su mondi alieni. Implacabili, corruttori, potenti, creatori di squilibrio e dolore che anche nella sconfitta non possono essere veramente sconfitti. Esistono in molte forme ed in molti mondi e ovunque essi si trovino, disordine, follia e distruzione sono al loro fianco. Sono la manifestazione definitiva della primordiale forza caotica che sta alla base della sana e statica realtà. Sono gli Antichi Dei. Nessuno sa da dove provengano, ma è stato appurato che queste creature esistano anche su altri mondi oltre Azeroth.

    Ad Arcatraz, un qiraji autoproclamatosi profeta parlò degli Antichi Dei come di un fenomeno che abbracciava tutto l’universo, mentre nelle Terre Esterne si è assistito al tentativo di evocare un Antico Dio. Sono creature aliene e bizzarre, ma anche estremamente bellicose nel loro desiderio di supremazia sui loro simili. Migliaia di anni fa, il Signore della Guerra Zon’ozz ed il suo esercito avviò una guerra interminabile contro le forze di C’Thun e Yogg-Saron e questa separazione offrì al Pantheon la possibilità di trionfare sugli Antichi Dei, seppur di poco. Prima di questa spaccatura gli Antichi Dei regnavano su un tentativo di civiltà chiamata “L'Impero Nero” e la maggior parte dei loro sottoposti li veneravano profondamente. Quello che sappiamo su di loro, lo conosciamo grazie ai loro seguaci e tirapiedi. Gli Antichi Dei tendono a delirare e a portare gli altri alla follia, mentre preferiscono esprimersi in un linguaggio criptico e pseudo-profetico quando incontrano menti abbastanza forti da resistere alla loro presenza per un qualsiasi lasso di tempo.

    Immagine

    La tendenza a deformare, distorcere e far impazzire tutte le cose viventi che passano abbastanza tempo vicino ad essi è un tratto comune a tutti gli Antichi Dei. C’Thun lo fece direttamente nel caso dei silitidi, che prima divennero gli aqir ed infine i qiraji. Yogg-Saron spese il suo tempo nella creazione dei senzavolto e nella corruzione di tutti i guardiani posti a protezione della sua prigione. N’Zoth non si rivelò mai e passò i suoi giorni a corrompere gli esseri viventi per renderli suoi schiavi e poi sfruttarli fino alla morte. Queste creature erano talmente potenti da riuscire a controllare le più potenti entità elementali, i Signori degli Elementi, e piegarli al loro volere. Gli Antichi Dei sono insondabili per le menti mortali. Sembrano deliziare il caos, l'anarchia e la guerra elementale, mettendo i potenti signori elementali l’uno contro l'altro. Tutto appare come una semplice forma di divertimento.

    La Legione Infuocata sotto Sargeras seguiva un'ideologia contorta secondo cui l'intera esistenza sarebbe un errore e tutte le cose debbano tornare al nulla entropico; al contrario, gli Antichi Dei non hanno etica, sono senza morale e operano attraverso una cruda amoralità. Si potrebbe affermare che trascendano la ragione e cerchino solo un’infinita e immotivata distruzione, fine a se stessa. Sotto il dominio degli Antichi Dei, nessuna società o civiltà potrebbe mai sorgere e sperare di sopravvivere. Anche i loro ex servitori, i Signori Elementali, non auspicano il loro ritorno e li servono malvolentieri. Sembra piuttosto che siano costretti a farlo attraverso magie potenti come il Cifrario della Dannazione. Il fatto che fossero odiati e temuti persino da Ragnaros, la dice lunga sulla loro pericolosità.

    Gli Antichi Dei sono le uniche entità note che abbiano avuto un faccia a faccia con i Titani e, anche se non vinsero, non sono neppure stati sconfitti. È vero che il Pantheon era sufficientemente potente da imprigionarli nelle profondità di Azeroth e riordinare il caos che questi esseri avevano portato tra gli elementi, ma è altrettanto noto che C’Thun combatté contro un Titano fino ad un punto di stallo dove entrambe le parti si dichiararono sconfitte. Il nome di quel Titano è andato perso nel tempo e non conosciamo il suo destino o se sopravvisse allo scontro (sempre che un Titano possa morire), ma come ben sappiamo C'Thun ha continuato a perpetuare i suoi piani anche dalle profondità della sua prigione. Al loro primo arrivo su Azeroth, i Titani trovarono un modo corrotto dagli Antichi Dei in preda al caos e alla follia.

    In poco tempo si resero conto che eliminare questi esseri orripilanti implicava anche la distruzione del pianeta. Tutto quello che furono in grado di fare fu imprigionarli e distruggere ciò che avevano creato. C’thun si finse morto, sfruttando a suo favore lo scontro con il Titano, e venne imprigionato. Esso risiedeva nella corrotta città di Ahn’Qiraj, un tempo città satellite del complesso di Uldum. Non sappiamo se questo complesso fu costruito attorno a C’Thun dai Titani per tenerlo sotto controllo o se i qiraji spostarono l’Antico Dio in un secondo momento. Tenendo presente le dimensioni di questo essere sembra però impossibile che possa essere stato spostato. Yogg-Saron fu similmente imprigionato nelle profondità di Ulduar, nel distante nord del proto-continente di Kalimdor prima che venisse spezzato in più parti. Da questo luogo di prigionia diffuse la sua influenza corruttrice dal Fiordo Ululante fino al ghiacciaio della Corona di Ghiaccio sotto forma di Saronite. In un certo senso anche le mura della Cittadella del Re dei Lich sono fatte dello stesso Yogg-Saron.

    Immagine

    Durante gli eventi del Cataclisma vennero fuori due nomi: Soggoth e N’Zoth. Se siete stati a Rivafosca ed avete visto un'enorme spada conficcata nel teschio di quello che sembra un mostro marino, avete visto Soggoth, un araldo e guerriero degli Antichi Dei. Sconfitto dopo una battaglia che costò la vita a decine di giganti di pietra, servitori dei Titani, Soggoth rimase sepolto finché il Cataclisma non disturbò la sua prigionia e il Culto del Crepuscolo non cominciò a lavorare per risvegliarlo dal suo torpore. Soggoth non fu veramente ucciso, ma fu posto in una sorta di stasi tramite la spada conficcata nel suo cranio. Il suo corpo non fu distrutto ed in un certo senso è ancora in vita.

    Quando a N’Zoth, i Titani non furono in grado di fermarlo o trovarlo. Pensarono che fosse morto o imprigionato e non lo cercarono più. Questa loro mancanza costò cara ad Azeroth: N’Zoth fu il responsabile della corruzione del più potente degli Aspetti Draconici, Neltharion. Quest’ultimo cadde nella più totale follia e portò distruzione su ciò che avrebbe dovuto proteggere. Molti si chiedono cosa spinse i Titani a non cercare N'Zoth, a ritenerlo innocuo, e si chiedono anche se i Titani trovarono tutti gli Antichi Dei su Azeroth. Nessuno sa veramente quanti Antichi Dei erano presenti in origine, né tanto meno dove si trovino tutte le eventuali prigioni. Soprattutto nessuno sa se qualche Antico Dio sia sfuggito ai Titani come fece N'Zoth.

    Immagine

    L’unico Antico Dio ad essere stato ucciso dai Titani fu Y'Shaarj. Il suo corpo fu distrutto e per non rischiare di distruggere il pianeta i Titani decisero di preservare il suo cuore sigillandolo nelle profondità della terra. Prima di morire Y’Shaarj maledisse la terra e con il suo ultimo sospiro infestò Pandaria con gli Sha, che erano le “ombre di se stesso”. Di questo Antico Dio si dissero molte cose e tra le definizioni più diffuse spicca questa: «consumò la speranza per generare disperazione... inalò il coraggio per respirare paura».
    Condividi articolo
7 commenti
  • ciccio44 18 giugno 2014, 11:19 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2339

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #1
    Ottimo articolo! (come sempre)

    Beh delirano e distruggono tutto ma alcuni di loro sono stati abbastanza furbi da stare "nascosti" con l'arrivo dei Titani aspettando tornassero ai loro affari nell'universo.

    C'è ancora molto da scoprire (forse neanche Metzen si è ancora inventato la base su di essi rofl).
    0
  • Yardeh 18 giugno 2014, 12:54 Yardeh
    Messaggi: 8141

    -cometaxxx-
    #2
    E qui, odio profondo per la Blizzy nel tenerci tutti sulle spine. Vivrò mai abbastanza per sapere di più di questi Old Gods? :D .
    Ottimo articolo riassuntivo, cose comunque che già si sapevano. ;)
    0
  • grallenMost Valuable Poster 18 giugno 2014, 15:32 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5730

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #3
    Ottimo articolo sugli esseri tra i più potenti di Azeroth dei quali si sa poco o nulla su di loro.

    Faranno apparire prima o poi anche N'zoth così da finalmente picchiarlo per bene? :D
    0
  • SERAPHIMON 18 giugno 2014, 18:39 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1566

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #4
    un'articolo magnifico, ci voleva proprio un riassunto sugli Antichi Dei in modo da riordinare e chiarire tutte le informazioni; mi chiedo che faccia avrebbe fatto Deathwing se avesse incontrato la voce nella sua testa! :D 0
  • ciccio44 18 giugno 2014, 19:11 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2339

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #5
    cometaxxx ha scritto:E qui, odio profondo per la Blizzy nel tenerci tutti sulle spine. Vivrò mai abbastanza per sapere di più di questi Old Gods? :D .
    Ottimo articolo riassuntivo, cose comunque che già si sapevano. ;)


    Se sei più giovane o coetaneo di Metzen in teoria si!
    1
  • Kònàn 18 giugno 2014, 19:45 Kònàn
    BattleTag: Konan#2249
    Messaggi: 400

    Nitimur in vetitum semper, cupimusque negata.
    #6
    E il bello è che, dato che non sappiamo praticamente nulla sugli Dei Antichi, quando affronteranno l'argomento potranno inventarsi le boiate più clamorose - e ce le berremo anche! 0
  • CashCommunity Manager 10 marzo 2016, 10:22 Cash
    BattleTag: CASH#2628
    Messaggi: 1468

    Le previsioni per oggi dicono: tempeste di bombe, con nubi sparse a forma di fungo
    #7
    E se questi antichi Dei fossero in realtà Xel'Naga? 4
  • Commenta la notizia