• Scritto da ,
    "Dì soltanto che il Re dei Lich è morto e che Bolvar Domadraghi è morto con lui."

    Bolvar Domadraghi era un soldato molto noto e apprezzato tra la sua gente che ricoprì la carica di reggente provvisorio di Roccavento in assenza di Varian Wrynn, il legittimo re. Al suo ritorno divenne Comandante delle Forze dell'Alleanza e andò in missione nel gelido nord per porre fine alla vita di Arthas.

    Immagine

    Bolvar Domadraghi viveva nel regno di Roccavento, ispirando valore al resto dei soldati dell'Alleanza e fiducia tra le diverse razze che la formavano. Con il tempo prese sempre più confidenza con la sua gente che vide in lui un leader nato, sia per la destrezza nel combattimento che nell'arguzia politica. Proprio per le sue doti divenne presto uno dei principali comandanti dell'Alleanza. Quando il suo amico e re di Roccavento Varian Wrynn scomparve, si impose l'obbligo di proteggere il regno umano. A causa della giovane età dell'erede al trono Anduin, dovette farsi carico di tutto. Bolvar fu quasi sul punto di cadere sotto l'influenza di Dama Katrana Prestor, nientemeno che Onyxia in forma umana, ma resistette con fermezza.

    Il tempo passava e non c’era ancora nessuna notizia del re. Anche se molti lo avevano dato per morto, Bolvar era uno dei pochi a continuare a credere che Varian fosse ancora in vita. Tuttavia, invece di impegnare gli eserciti umani alla ricerca del re, li mantenne vicino al regno. Il reggente era stato indotto a credere che il prossimo obiettivo dei nemici di Roccavento sarebbe stato proprio Anduin. Nel frattempo grazie all'aiuto di Broll Orsomanto e Valeera Sanguinar, Varian aveva recuperato la memoria ricordando chi fosse e chi lo avesse rapito.

    Immagine

    Il re tornò a Roccavento per riprendersi il suo posto sul trono, ma Dama Katrana aveva altri piani. Rapì Anduin e lo portò nella sua tana a Kalimdor. Per cercarla si riunirono molti eroi dell'Alleanza, ma Bolvar non andò con loro per evitare che si verificassero dei problemi a Roccavento mentre gli altri erano via. Dopo la sconfitta di Onyxia e il salvataggio del principe, Bolvar lasciò il suo ruolo di reggente e divenne il comandante delle Forze dell'Alleanza dirette a Nordania. Di lì a poco, partì con un grande esercito per porre fine alla vita di Arthas e punirlo per tutte le atrocità da lui commesse, non ultimo il suo attacco su Roccavento.

    Grazie al gran numero di truppe impiegate, arrivò ad appostarsi davanti al Cancello dell'Ira. Fu stipulato anche un patto con l'Orda per unire le forze delle due fazioni contro il Re dei Lich. Quando la guerra sembrava ormai vinta e Dranosh Faucisaure insieme a Bolvar erano proprio di fronte al Re dei Lich, il Grande Apotecario Putress fece la sua comparsa per diffondere sulla zona un gas velenoso che uccise tutti i presenti.


    Mentre a Nordania si combatteva, a Sepulcra ci fu un colpo di stato ai danni di Sylvanas guidato da
    Varimathras e da Putress che aveva deciso di sferrare un colpo fatale per l'Alleanza e l'Orda.


    Bolvar fu l'ultimo a cadere. Poco prima di morire vide intervenire lo stormo rosso proveniente dal vicino Tempio della Lega dei Draghi che purificò il luogo con il fuoco per evitare che la Piaga si diffondesse nel resto dell'area. Per il Comandante delle Forze dell'Alleanza era troppo tardi. L’attacco di Putress aveva generato una forte tensione tra le fazioni. Si accusarono l’un l’altra per la disgrazia e la perdita di due grandi guerrieri come Dranosh e Bolvar.

    La lotta contro il Re dei Lich continuò comunque, fino a quando gli eserciti di Orda ed Alleanza riuscirono finalmente ad entrare nella Cittadella della Corona di Ghiaccio. Lì venne scoperta un'atroce verità. Dranosh era stato riportato in vita come non morto agli ordini del Re dei Lich e Bolvar provava ancora ad opporre resistenza. Quando Arthas morì, Terenas disse a Tirion Fordring che doveva sempre esserci un Re dei Lich, la Piaga sarebbe stata ancora più pericolosa senza un leader. Bolvar decise di sacrificarsi e di diventare il nuovo Re dei Lich, suggellando così il suo destino di carceriere dei dannati. Con il suo sacrificio, Bolvar impedì che Azeroth cadesse sotto una minaccia ben più grave di quella affrontata fino a quel momento.

    Condividi articolo
19 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 01 agosto 2014, 10:05 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5725

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Bolvar Domadraghi, come per Uther e Tirion, ha il mio massimo rispetto come eroe e persona.

    Ha messo sempre gli altri al primo posto e si è occupato di tutto e la sua morte ha lasciato un gran vuoto a Roccavento.

    Il sacrificio finale di divenire il nuovo re dei lich e sigillare la piaga, forse, in maniera definitiva lo rende quasi unico nel suo genere.

    Ricordiamoci che solo Tirion sa della fine di Bolvar e del suo sacrificio e quindi per ora nessuno può per ora risvegliare il flagello.
    2
  • Grevier 01 agosto 2014, 10:05 Grevier
    Messaggi: 5247

    Bloodborne Platinum
    #2
    Carta di Heartstone dai dai :good: 4
  • RelanceRedazione 01 agosto 2014, 11:29 Relance
    BattleTag: Relance#2653
    Messaggi: 2155

    Sulla mia lapide ci sarà scritto " NON C'è NIENTE DA QUESTA PARTE, PIVELLI!" e " Scusi se non mi alzo."
    #3
    grallen ha scritto:Il sacrificio finale di divenire il nuovo re dei lich e sigillare la piaga, forse, in maniera definitiva lo rende quasi unico nel suo genere.


    Io sono lì a contare i secondi che separano Ner'zul dal fagocitare la sua coscienza, purtroppo :(
    1
  • Draneth 01 agosto 2014, 12:17 Draneth
    BattleTag: Coroggar#2676
    Messaggi: 605

    Draneth, Warrior tank ilvl 561 - Pozzo Dell' Eternità
    #4
    Relance ha scritto:
    Io sono lì a contare i secondi che separano Ner'zul dal fagocitare la sua coscienza, purtroppo :(
    Ma Ner'Zul è stato già "ucciso" da Arthas... Non penso possa più nulla, se ancora esiste...

    Più che altro perché ci deve sempre essere un Lich King? Sebbene si possano fare teorie una vera risposta non c'è...
    0
  • Andissiel 01 agosto 2014, 12:32 Andissiel
    BattleTag: Andissiel#2458
    Messaggi: 727

    Forse, lungo il cammino, troverai quello che cerchi
    #5
    Draneth ha scritto:Più che altro perché ci deve sempre essere un Lich King? Sebbene si possano fare teorie una vera risposta non c'è...


    Ma se non ricordo male deve esserci un Lich King, perchè i non morti rimanenti ( " all'incoronazione " di Bolvar ) erano sufficenti a distruggere Azeroth o comunque a piegarla in due se non avessero qualcuno che li tiene a bada, perchè senza di esso presumo possano prendere autocoscienza e fare quello che gli pare e piace ( come era successo in Warcraft 3 con Sylvanas ).

    Bolvar, subentrando come Lich King ed essendo buono e quindi interessato a preservare Azeroth, può usare i suoi nuovi poteri da Lich King per tenerli a bada.


    E qui però mi viene una domanda che c'entra poco con l'articolo, ma che mi sono sempre chiesto:
    Sylvanas esce dalla schiavitù mentale del Lich King, quando Illidan attacca Icecrown indebolendo Ner'zul. Poi come sappiamo, Arthas va a Northrend e lo ferma, divenendo lui stesso il Lich King.
    Ma come mai, quando Arthas si " risveglia ", Sylvanas non torna sotto il suo controllo mentale?
    Oppure, Darion Mograine, come ha fatto a liberarsi dal controllo mentale quando ha scoperto di essere stato tradito?
    2
  • Wulgrim 01 agosto 2014, 13:46 Wulgrim
    Messaggi: 8319

    They were all dead. The final gunshot was an exclamation mark of everything that had led to this point. [Cit]
    #6
    @Andissiel se non dico eresie ( Master intervieni se erro) quando era ancora una banshee senza il suo corpo aveva complottato coi signori del terrore, tra cui Varimathras per detronizzarlo

    Era fiacco e debole Arthas e poi fuggì in direzione di Nordania, visto che prima risiedeva in Lordaeron come re sullo stesso trono del padre, in direzione della rocca appunto per recuperare l'elmo.
    Non distante dalla rocca affronta Illidan, ferendolo gravemente al petto, e poi risale la rocca recuperando l'elmo e diventando il Lich King.
    Da li poi nella sua mente uccide Ner'Zul prendendo pieno controllo dei suoi poteri

    Per questo penso sia, ormai, slegata ad Arthas se non per il legame d'odio tra i due o gli sarebbe impossibile combattere o solo avvicinarsi alla Sala dei Riflessi

    Per Tirion non saprei dirti
    1
  • RelanceRedazione 01 agosto 2014, 14:09 Relance
    BattleTag: Relance#2653
    Messaggi: 2155

    Sulla mia lapide ci sarà scritto " NON C'è NIENTE DA QUESTA PARTE, PIVELLI!" e " Scusi se non mi alzo."
    #7
    Wulgrim ha scritto:Da li poi nella sua mente uccide Ner'Zul prendendo pieno controllo dei suoi poteri


    Su questa cosa io sarei molto cauto. È effettivamente vero che in " Arthas - Rise of the Lich King" egli uccida Ner'zul, ma come vediamo nel video della sua sconfitta, egli pare... destarsi, sollevarsi dalla nebbia dell'orrore di tutti quegli anni.

    Il Lich King, Ner'zul, risiedeva nell'elmo, ma anche nella spada (con cui lo corruppe inizialmente) e pare proprio aver mantenuto un certo controllo sul principe anche dopo. È per questo che temo per Bolvar e per tutta Azeroth. :(
    3
  • Wulgrim 01 agosto 2014, 14:25 Wulgrim
    Messaggi: 8319

    They were all dead. The final gunshot was an exclamation mark of everything that had led to this point. [Cit]
    #8
    Relance ha scritto:Su questa cosa io sarei molto cauto. È effettivamente vero che in " Arthas - Rise of the Lich King" egli uccida Ner'zul, ma come vediamo nel video della sua sconfitta, egli pare... destarsi, sollevarsi dalla nebbia dell'orrore di tutti quegli anni.

    Il Lich King, Ner'zul, risiedeva nell'elmo, ma anche nella spada (con cui lo corruppe inizialmente) e pare proprio aver mantenuto un certo controllo sul principe anche dopo. È per questo che temo per Bolvar e per tutta Azeroth. :(


    Alla fin fine Arthas aveva ucciso anche il bambino che era la sua compassione, Bolvar invece ce l'ha ancora.
    Certo ha subito atroci torture ma a rispetto Arthas il suo animo è stato saldo invece che crollare per la ricerca del potere
    1
  • Deinoforo 01 agosto 2014, 15:36 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2073

    micio micio miao miao
    #9
    Wulgrim ha scritto:Alla fin fine Arthas aveva ucciso anche il bambino che era la sua compassione, Bolvar invece ce l'ha ancora.
    Certo ha subito atroci torture ma a rispetto Arthas il suo animo è stato saldo invece che crollare per la ricerca del potere


    Arthas ha cercato la salvezza non il potere, il lich king come ner'zhul e arthas sono morti ma la loro volonta perdura in minima parte dentro l'elmo, non a caso la volce di bolvar si modifica dopo averlo indossato proprio come arthas decenni prima.
    Non fate molto riferimento ai libri in termine di lore, avendoli letti sò che tempo luoghi persone sono sfasati purtroppo dal lore di warcraft-wow :S

    esempio: garrosh sembra più giovane di trhall su wow, nel libro garrosh nasce anni prima di trhall o.0
    2
  • Wulgrim 01 agosto 2014, 16:07 Wulgrim
    Messaggi: 8319

    They were all dead. The final gunshot was an exclamation mark of everything that had led to this point. [Cit]
    #10
    Deinoforo ha scritto:Arthas ha cercato la salvezza non il potere


    Bhè la stessa voglia di salvare il suo regno ha condannato innocenti e non a Stratholme, il ragazzo batteva già un po i ciocchi quindi sta azione non lo fa un santo...

    E poi li il declino appena prende frostmurne "Accetterò ogni maledizione per salvare la mia gente"
    Tanto da tornare poi a casina da papino e impalarlo
    0
  • sciabalalla 01 agosto 2014, 17:44 sciabalalla
    BattleTag: sciabalalla#2637
    Messaggi: 180

    Iscritto il: 18 luglio 2014, 18:55
    #11
    A Stratholme arthas a mio parere fa la cosa più giusta ossia dare la pace eterna alla gente che ormai è infettata dalla piaga di kel; perché "non" vivere come servo del flagello mi sembra molto peggio che morire infatti sono stato sempre contrario alla decisone di uther di abbandonare il ragazzo .
    Secondo me il suo declino mentale inizia quando approda a northrend perché come sappiamo da Malganis era tutto in programma che arthas epurasse stratholme per poi farlo diventare un dk a servizio del lich king. e quando approda nel freddo nord inizia a sentire il richiamo di frostmurne (anche se in W3 non è così perché lui viene a conoscenza della spada solo grazie a muradin).
    Lui impugna forstmurne solo per vendicare il suo regno che è stato infettato dalla piaga uccidendo ,quello che secondo arthas era l' ideatore del piano, Malganis perché solo frostmurne poteva uccidere Malganis.
    Per me arthas sarà sempre un eroe preso di mira da niente poco di meno che il lich king per farlo diventare " il suo nuovo corpo"
    3
  • Stige 01 agosto 2014, 20:00 Stige
    Messaggi: 325

    Iscritto il: 10 novembre 2013, 14:59
    #12
    Sono d'accordo, ho sempre appoggiato ciò che è stato fatto da Arthas a stratholme, ed è stato sciocco da parte di Uther e appresso Jaina abbandonarlo. 0
  • Kònàn 01 agosto 2014, 20:27 Kònàn
    BattleTag: Konan#2249
    Messaggi: 400

    Nitimur in vetitum semper, cupimusque negata.
    #13
    Tanto prima o poi ci becchiamo un'altra espansione a Northrend, magari devastata dal Cataclisma, e Bolvar sarà il boss finale. Aspettate e vedrete. 0
  • Draneth 01 agosto 2014, 20:29 Draneth
    BattleTag: Coroggar#2676
    Messaggi: 605

    Draneth, Warrior tank ilvl 561 - Pozzo Dell' Eternità
    #14
    E con il lich Kel'Garrosh che urla "Orgrimmar was merely a setback!" come boss finale del primo raid assieme ad Hogger e Ragnaros... Mi piace... 2
  • Zuldazar 02 agosto 2014, 08:24 Zuldazar
    Messaggi: 30

    Iscritto il: 15 aprile 2010, 12:59
    #15
    Draneth ha scritto:.

    Più che altro perché ci deve sempre essere un Lich King? Sebbene si possano fare teorie una vera risposta non c'è...


    è l'armatura l'elemento che crea il del rei dei lich.
    0
  • SERAPHIMON 02 agosto 2014, 11:03 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1562

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #16
    senza un Re dei Lich, tutti i non morti del flagello si sarebbero sparpagliati per Azeroth senza alcuna logica, in preda al caos come migliaia di mine vaganti;

    in teoria l'anima di Ner'zhul dovrebbe essere stata risucchiata da Frostmourne/Gelidanima insieme all'ultimo frammento di quella di Arthas e poi, in seguito alla rottura della spada, dovrebbe essere trapassata come tutte le altre vittime

    per quanto riguarda la corruzione di Arthas, la sua prima colpa è stata amare il suo regno più dei suoi abitanti, inoltre era diventato decisamente più avventato e impulsivo dopo la morte di Invincibile, non pensava alle conseguenze: mai dire "a qualunque costo" prima di conoscere il prezzo ed i risultati lo confermano, prima di compiere il massacro di Stratholme doveva almeno prendere in considerazione altre idee come la quarantena ed uccidendo Malghanis per vendetta, anzichè per giustizia, ha superato il punto di non ritorno.

    Tutto ciò Bolvar non l'ha fatto, inoltre il Gelo dell'elmo ed il fuoco dei draghi si compensano a vicenda: il ghiaccio del Re Dei Lich ha spento le fiamme sul suo corpo, ma il calore è rimasto all'interno della sua anima

    cmq Tirion non è il solo a sapere del destino di Bolvar, Jaina ne è a conoscenza e Sylvanas lo ha visto, figuriamoci poi se gli Ex-Aspetti non lo sanno!
    1
  • Deinoforo 02 agosto 2014, 17:03 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2073

    micio micio miao miao
    #17
    resta da dire che arthas re dei lich è uno dei villains migliore dell'universo di azherot, sia come carisma, stille ecc ecc ^^ 3
  • kyntaro 03 agosto 2014, 09:17 kyntaro
    BattleTag: kyntaro#2755
    Messaggi: 2307

    Non si smette di giocare quando si diventa vecchi...
    si diventa vecchi quando si smette di giocare!
    #18
    Considerando la potenza dell' Elmo...non mi stupirei di qualche futuro colpo di coda! ;) 0
  • Reyfalkenayn 05 agosto 2014, 16:36 Reyfalkenayn
    BattleTag: QueHegan#2642
    Messaggi: 32

    Iscritto il: 17 giugno 2014, 03:09
    #19
    grallen ha scritto:Bolvar Domadraghi, come per Uther e Tirion, ha il mio massimo rispetto come eroe e persona.

    Ha messo sempre gli altri al primo posto e si è occupato di tutto e la sua morte ha lasciato un gran vuoto a Roccavento.

    Il sacrificio finale di divenire il nuovo re dei lich e sigillare la piaga, forse, in maniera definitiva lo rende quasi unico nel suo genere.

    Ricordiamoci che solo Tirion sa della fine di Bolvar e del suo sacrificio e quindi per ora nessuno può per ora risvegliare il flagello.


    Non è mica vero. Anche Sylvanas sa che è il Re dei Lich, cito testuali parole della Banshee Queen "è stato sostituito! L'hanno Sostituito!". Non a caso dopo le Val'Kyr si rivolgono a lei per cercare un padrone sa servire. Anche Sylvanas sa la triste realtà dietro il Trono Ghiacciato, così come ha recuperato i frammenti di Frostmuorne. La Banshee Queen sta arrivando...
    2
  • Commenta la notizia