• L'indiscussa protagonista di Mists of Pandaria è sicuramente l'Orda. Garrosh ha scatenato un'infinita sete di conquista e la sua leadership spietata ha quasi portato tutti sull'orlo della distruzione, portando alla luce i conflitti interni presenti tra le varie razze che hanno giurato fedeltà al capoguerra. Tutto questo ha avuto inizio al tempo del Cataclisma, quando Thrall decise di fare un passo indietro e di lasciare il destino del suo popolo nelle mani di Malogrido.

    Giuramento di Sangue, un nuovo fumetto edito da Panini Comics, è ambientato proprio nel periodo immediatamente successivo al Cataclisma, quando Garrosh ha appena deciso di creare una nuova armata formata dai guerrieri più forti provenienti da tutte le razze dell'Orda. Un gruppo in particolare è il protagonista della nostra storia e dovrà vedersela contro i Centauri. Le loro tribù si sono unite con l'obbiettivo di conquistare il dominio su Azeroth e spazzare via Orgrimmar.

    Il fumetto scorre veloce, 144 pagine a colori che si divorano facilmente. I disegni sono belli e la vicenda è coinvolgente. Scopriremo pagina dopo pagina quanto la fiducia reciproca possa essere l'unico vero elemento per poter conseguire una vittoria. I rancori del recente passato presenti tra i vari componenti del nostro gruppo di eroi ne rende possibile una caratterizzazione maggiore e nei fatti interessante. Anche se non siamo ai livelli della Maledizione dei Worgen, il risultato finale è godibile. Acquisto consigliato a chi non ama leggere troppo e preferisce una vicenda rapida, emozionante e ricca di combattimenti. Se la filosofia di Thrall è la vostra stella polare, non resterete delusi.

    Una pecca che mi ha lasciato un po' interdetto è la resa di Rada'Jin, il druido Troll presente nella vicenda. A differenza della localizzazione realizzata per il gioco e per altri romanzi usciti di recente (come in Vol'jin: gli Spettri dell'Orda) il Troll di questo fumetto non parla con il solito mix di termini napoletani. Il suo linguaggio è un italiano sgrammaticato poco soddisfacente. Tralasciando il fatto che si possa o meno gradire il rimando al napoletano nell'attuale localizzazione, c'è da sottolineare che la grammatica italiana era sempre stata preservata. Rada'Jin non è un personaggio di rilievo nell'avventura ed i suoi dialoghi li possiamo contare sulla dita di mezza mano, questa imperfezione non arriva quindi a inficiare la bontà complessiva del prodotto. Giuramento di Sangue vale il suo prezzo? Si, i fan dell'Orda e dei fumetti d'azione non ne rimarranno delusi, senza considerare che la trasposizione di Rada'Jin rende il prodotto ancora più unico. Probabilmente non vedremo mai più un troll esprimersi in questo modo. Lok'tar ogar!

    "Lok'tar ogar! Vittoria o morte... Queste sono le parole che mi legano all'orda. Poiché esse sono le verità più sacre e fondamentali di ogni suo guerriero. Di mia volontà, io dono la mia carne e il mio sangue al capoguerra. Sono uno strumento del suo volere. Sono un'arma ai suoi ordini. D'ora in avanti, fino alla fine dei giorni, io vivrò e morirò... PER L'ORDA!"
    Condividi articolo
6 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 13 gennaio 2014, 14:03 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5717

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Ottimo articolo.

    Lo avuto per Natale e confermo in toto la recensione fatta. Fumetto bello, veloce e pieno di combattimenti con una buona rappresentazione dei personaggi lo consiglio di leggerlo.
    0
  • Greymane 13 gennaio 2014, 14:29 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5922

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #2
    Gran bell'articolo,
    Avevo già intenzione di leggerlo da un po, ma non ho mai avuto la possibilità di passare in un qualunque fumetteria per riuscire a comprarlo / eventualmente ordinarlo.
    Speriamo bene che riesca a leggerlo il prima possibile.
    Gz ancora per l'articolo :good:
    0
  • Kryogenesi 14 gennaio 2014, 02:04 Kryogenesi
    BattleTag: EricDraven#2595
    Messaggi: 272

    Skill doesn't dropz
    #3
    Io l'ho preso qualche settimana fa ragazzi e vi assicuro che l'articolo è molto ben scritto e rende bene l'idea del fumetto.
    Detto questo il fumetto ve lo consiglio, oltre a colmare delle lacune riguardo la storia classica di wow (ad esempio io non avevo idea di che diavolo ci facessero i centauri da quelle parti) è anche ben scritto e accattivante e i personaggi meritano davvero. :good:
    0
  • SERAPHIMON 14 gennaio 2014, 16:12 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1555

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #4
    io purtroppo non sono ancora riuscito a trovarlo, spero di avere più fortuna il mese prossimo; se già prima lo desideravo ora và aggiunto alla mia lista ossessiva, la presenza dei centauri è un'ulteriore punto a favore, così c'è anche un riferimento a Warcraft III
    . . .
    spero con tutto il cuore che non mi sia sfuggito
    0
  • ciccio44 15 gennaio 2014, 14:04 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #5
    Beh se c'è altro che possa interessarti sul sito Panini te lo compri direttamente lì, l'unica volta che l'ho fatto il pacco era perfetto. 1
  • SERAPHIMON 23 marzo 2014, 20:12 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1555

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #6
    preso al Cartoomics di Milano (e pure scontato), finalmente sono riuscito a leggerlo e ne sono rimasto sbalordito!
    gli autori sono riusciti a mettere in questo fumetto lo spirito dell'Orda, inizialmente caotico e selvaggio per poi confluire ed affilarsi come un'onda prorompente, infatti i precedenti fumetti iniziavano con una narrazione che proseguiva in un costante crescente, questo invece inizia con impeto per poi esplodere in un'emozione inarrestabile e immensa!


    Lok'tar ogar!
    0
  • Commenta la notizia