• Scritto da ,
    Secondo quanto riportato nel sito buch-findr tedesco e nell'Amazon francese, verso la fine di quest'anno dovrebbe uscire un nuovo libro dedicato a Warcraft, Le Guerre dei Troll.
    Questo nuovo romanzo di 384 pagine, pubblicato (almeno nella versione tedesca) da Panini, sarà scritto da Paul Kemp, con data d'uscita provvisoria fissata al 13 Novembre 2017.

    Le Guerre dei Troll sono uno degli avvenimenti meno conosciuti (e raccontati) di Warcraft eppure la loro importanza è indiscutibile, in quanto sono state determinanti per la formazione dei regni degli Umani e degli Alti Elfi, nonchè per gli avvenimenti futuri.

    Immagine

    "Im Anschluss an den legendären Krieg der Ahnen wurde eine Gruppe von Magiern der Nachtelfen von ihrem Volk verbannt. Auf der Suche nach neuem Lebensraum landeten sie an der Küste von Lordaeron. Zu dieser Zeit waren die Menschen noch ein loser Verbund aus schwachen Stämmen, während die Trolle eine regelrechte Hochkultur etabliert hatten. Die Ankunft der fremden Zauberer und deren Bündnis mit den Menschen legte den Grundstein zu einem der folgenreichsten Konflikte Azeroths, die unter dem Namen Trollkriege in die Geschichte eingingen."

    "Dopo la leggendaria Guerra degli Antichi, un gruppo di maghi elfi della notte è stato esiliato dal suo popolo. Alla ricerca di nuove habitat sono sbarcati sulle coste di Lordaeron. A quel tempo, la gente era una libera associazione di piccoli regni, mentre i troll avevano stabilito una vera e propria civiltà. L'arrivo di maghi stranieri e la loro alleanza con il popolo gettato le basi per uno dei conflitti più importante di Azeroth che è passato alla storia con il nome di Guerre dei Troll."

    Personalmente, non vedo l'ora che sia annunciato ufficialmente!

    Fonte: buch-finder, amazon.fr
    Condividi articolo
13 commenti
  • grallenRedazione 08 maggio 2017, 17:35 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 6519

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    @MasterRedz

    Personalmente, non vedo l'ora che sia annunciato ufficialmente!


    A chi lo dici :) :) .

    Per quanto nel libro wow:storia sia descritta in sintesi tale guerra, avere un libro che la racconta proprio con i vari dettagli è di sicuro meglio :good: . Ci spero vivamente
    2
  • NunDio 08 maggio 2017, 18:00 NunDio
    BattleTag: NunDio#2349
    Messaggi: 343

    So che dice iscritto da marzo 2016 ma in realtà sono attivo dalla fine di aprile 2017 :)
    #2
    A quel tempo, la gente era una libera associazione di piccoli alberi...

    rofl rofl rofl rofl rofl rofl rofl rofl rofl rofl
    Notizia magnifica!!! Approfondimenti in romanzi sono sempre ben accetti, anche se prima o poi me ne aspetto uno che riguardi da vicino i costrutti dei titani e la loro epopea, quello si che sarebbe il meglio del meglio assoluto <3
    3
  • TartyMost Valuable Poster 08 maggio 2017, 18:02 Tarty
    BattleTag: Tatyanna#2538
    Messaggi: 4514

    Shaman Draenei - Runetotem
    Troll dell'Alleanza nonchè regina di cazzate
    #3
    la gente era una libera associazione di piccoli alberi (boh)

    dei bonsai insomma.
    5
  • Reyfalkenayn 08 maggio 2017, 18:25 Reyfalkenayn
    BattleTag: QueHegan#2642
    Messaggi: 58

    Iscritto il: 17 giugno 2014, 04:09
    #4
    Segnalo l'importanza massima di una simile notizia!

    La Guerra dei Troll, avvenuta 2800 anni ca. prima dell'apertura del Portale Oscuro, è un momento di cui sappiamo pochissimo, e nonostante ciò possiamo affermare al di là di ogni ragionevolezza che si tratta di uno snodo cruciale di tutta la storia di Azeroth.

    Questo perché la Guerra dei Troll produsse surrettiziamente uno degli effetti che rappresentano la cesura fra l'evo intermedio e quello propriamente Moderno: la diffusione della magia alle razze mortali. L'insufficienza della civiltà thalassiana nei confronti di quella Amani ebbe il risvolto di far invocare agli elfi l'aiuto degli umani, che pure erano in conflitto semi-permanente con i troll silvani.

    La condizione che gli umani posero per acconsentire a questa alleanza fu quella di poter usufruire di un'istruzione in merito alle arti arcane. Gli elfi, loro malgrado, accettarono. Gli effetti di tale scelta furono enormi: la fondazione di Dalaran, a suggello dell'alleanza tra maghi umani e maghi elfi. Dalla fondazione della magocrazia di Dalaran emerse poi il collegio archetipico di custodi e protettori che poi sarebbe stato conosciuto come Concilio di Tirisfal.

    Sarebbe molto bello se in questo libro sapessimo qualcosa di più di come si viveva a Strom ai tempi di Thoradin, di chi egli era biograficamente, come si chiamarono i suoi discendenti e come il trono di Strom (poi Stromgarde) passò alla Casata dei Trollbane (Cacciatroll). Sarebbe inoltre molto interessante ricevere informazioni in merito all'ermetico Muro di Thoradin e magari, ma temo di no, in merito ai semi del malcontento dell'aristocrazia terriera arathorian che poi la spinse a migrare verso Nord, fondando Lordaeron.
    3
  • NunDio 08 maggio 2017, 20:53 NunDio
    BattleTag: NunDio#2349
    Messaggi: 343

    So che dice iscritto da marzo 2016 ma in realtà sono attivo dalla fine di aprile 2017 :)
    #5
    @Reyfalkenayn non so se lo hai, ma alcune di queste cose vengono spiegate nelle cronache, ad esempio che la migrazione dei nobili da stromgarde avvenne per la povertà delle terre in cui venne eretta la fortezza (per fini difensivi ma inutili in tempi di pace) e che tra gli ostinati che rimasero vi erano proprio i cacciatroll/trollbane, che acquisirono quindi la fortezza. Ma magari intendi che debbano approfondire di piu in tal senso :) sicuramente io libro darà molte informazioni rilevanti durante l'età arcaica dell'umanità! 2
  • Deinoforo 08 maggio 2017, 20:56 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2245

    micio micio miao miao
    #6
    nuovo libro nuova gioia! <3 <3 <3 1
  • Reyfalkenayn 08 maggio 2017, 21:09 Reyfalkenayn
    BattleTag: QueHegan#2642
    Messaggi: 58

    Iscritto il: 17 giugno 2014, 04:09
    #7
    NunDio ha scritto:Reyfalkenayn non so se lo hai, ma alcune di queste cose vengono spiegate nelle cronache

    @NunDio Certo, ma come dici tu sarebbe interessare proprio rintracciare questi processi narrativamente impostati, invece che apprenderli indirettamente come dati di fatto. Le sfumature sul perché ciò ci sia verificato e sulla concezione che gli Arathi avevano dello spazio geografico attorno a loro sarebbe da capire. Proprio perché in Lordaeron molti ritengono che si sia compiuto un vero e proprio rinascimento, di tipo culturale ma a quanto pare spirituale, come riportano alcune fonti. La cosa di gran lunga più importante, in merito a quest'ultimo elemento, è capire quando avviene il passaggio dall'uranico culto solare (che molto probabilmente apparteneva alle antiche tribù degli Arathi) alla religione più eticamente codificata della Luce Sacra.
    0
  • SERAPHIMON 08 maggio 2017, 21:31 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1782

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 22:43
    #8
    O_o <3 :O :good: O_o <3 :O :good: 0
  • MasterRedzCommunity Manager 08 maggio 2017, 22:21 MasterRedz
    BattleTag: MasterRedz#2155
    Messaggi: 6395

    "La tua anima sarà mia!"
    #9
    Reyfalkenayn ha scritto:La cosa di gran lunga più importante, in merito a quest'ultimo elemento, è capire quando avviene il passaggio dall'uranico culto solare (che molto probabilmente apparteneva alle antiche tribù degli Arathi) alla religione più eticamente codificata della Luce Sacra.

    @Reyfalkenayn C'è scritto in Chronicle, come nota durante l'ascesa degli Umani pag. 142. Prima veneravano la Mano d'Argento (retaggio di Tyr), spiriti naturali e altre divinità "pagane". Poi, attraverso visioni ricevute (dai Naaru) una setta di sacerdoti ha cominciato a predicare e praticare la Luce. E poi diffusa attraverso pellegrinaggi.
    Credo che il passaggio da sole a Luce non ci sia mai stato, semplicemente la Luce è diventata la religione principale e il resto superstizione, tranne la Mano d'Argento, che poi è diventata simbolo dei Paladini e quindi inglobata.
    Inoltre mi concentrerei anche sul fatto che alla fine, esistano tre dottrine (Luce, Ombra e Disciplina) che sono molto più che normali funzioni di gameplay.
    2
  • NunDio 09 maggio 2017, 00:15 NunDio
    BattleTag: NunDio#2349
    Messaggi: 343

    So che dice iscritto da marzo 2016 ma in realtà sono attivo dalla fine di aprile 2017 :)
    #10
    @MasterRedz quoto in tutto :good: a questo punto è interessante scoprire come il culto di tyr (titanico e quindi arcano) si sia fuso così bene con la luce 1
  • Reyfalkenayn 09 maggio 2017, 00:23 Reyfalkenayn
    BattleTag: QueHegan#2642
    Messaggi: 58

    Iscritto il: 17 giugno 2014, 04:09
    #11
    Le tre dottrine sacerdotali sono un bellissimo argomento che meritano un grande discorso a parte. Io avevo tanto ricercato le origini di un culto solare a causa di numerosi indizi che avevo poi utilizzato ai fini di scrivere (anche per quello sì XD) un piccolo elaborato. Speravo che la cesura in Chronicles non fosse così definitiva, dal momento che rintracciavo il substrato del culto solare quasi ovunque. Il tabard della Lega di Arathor, una sorta di Stonehenge con un sole albeggiante sullo sfondo, mi suggerì la cosa. Anche altre informazioni, come la complessa simbologia (forse di origine alto-elfica) presente sul pavimento della Sala del Trono di Lordaeron city, che ritrae fasi e probabilmente movimenti di corpi celesti. In quel simbolo ricompare una versione stilizzata del disegno che poi è presente anche sull'altare nella Cattedrale della Luce e più comunemente nei bastoni più pregiati dei sacerdoti e sulle tombe. Sto parlando della sfera circondata da due semicerchi non collidenti, non so se l'avete presente. 1
  • MasterRedzCommunity Manager 09 maggio 2017, 11:39 MasterRedz
    BattleTag: MasterRedz#2155
    Messaggi: 6395

    "La tua anima sarà mia!"
    #12
    NunDio ha scritto:MasterRedz quoto in tutto :good: a questo punto è interessante scoprire come il culto di tyr (titanico e quindi arcano) si sia fuso così bene con la luce

    @NunDio Probabilmente perchè i Titani hanno utilizzato tutto per creare i mondi e i propri costrutti, compresa la Luce. Se ci pensi, ogni Titano è sì un essere dell'Ordine, ma ognuno di loro ha poteri che vanno oltre l'arcano.
    Inoltre la Mano di Tyr non è della Luce in sè, ma rappresenta coraggio e determinazione, qualità che si completano perfettamente con quelle della Luce.
    1
  • NunDio 09 maggio 2017, 14:04 NunDio
    BattleTag: NunDio#2349
    Messaggi: 343

    So che dice iscritto da marzo 2016 ma in realtà sono attivo dalla fine di aprile 2017 :)
    #13
    MasterRedz ha scritto:NunDio Probabilmente perchè i Titani hanno utilizzato tutto per creare i mondi e i propri costrutti, compresa la Luce. Se ci pensi, ogni Titano è sì un essere dell'Ordine, ma ognuno di loro ha poteri che vanno oltre l'arcano.
    Inoltre la Mano di Tyr non è della Luce in sè, ma rappresenta coraggio e determinazione, qualità che si completano perfettamente con quelle della Luce.

    @MasterRedz Giusto così, la Mano è più un simbolo e un insieme di ideali piuttosto che un collegamento con i Titani (almeno per gli inconsapevoli umani) e si, se l'intero universo ha origine da Luce e Ombra i Titani per forza di cose sono un prodotto dell'interazione tra queste due...entità? concetti? vabbé spero di essermi spiegato e aver capito :D
    0
  • Commenta la notizia