• Scritto da ,
    Dopo quasi 12 anni di World of Warcraft, molti giocatori hanno abbandonato il gioco definitivamente o per periodi più o meno lunghi. Ma ci sono alcuni giocatori che non hanno mai smesso e che hanno vissuto l'intero ciclo di vita di uno dei più giocati MMORPG del mondo.
    Un MMO che a quasi 12 anni dal suo lancio ufficiale continua ad attirare milioni di giocatori, alcuni dei quali non conoscono quasi nulla della sua storia intesa come evoluzione del gioco e non come Storia dell'Universo.
    Quella che in molti definiscono nostalgia, in realtà è passione e amore per un gioco con il quale si è cresciuti. "Il Warcraft di ieri" vuole essere questo: il racconto dell'evoluzione di un gioco.


    In tanti anni di gioco, gli aneddoti e le storie accumulate sono tanti, ma alcuni sono più singolari di altri. E di certo la storia più singolare di tutte è quella che iniziò il 13 Settembre 2005. L'Incidente del Corrupted Blood.

    Questo incidente scatenò all'interno del mondo di gioco una vera e propria epidemia.
    Il 13 Settembre 2005, Blizzard rilasciò la patch 1.7.0 che introduceva il raid di Zul'Gurub con il suo boss finale: Hakkar.
    Questo boss, durante il combattimento, applicava ai giocatori un debuff chiamato appunto Corrupted Blood, il quale diminuiva la vita dei giocatori e veniva anche applicato ai giocatori vicini. L'epidemia fu dovuta ad un problema nella programmazione, in quanto tale debuff si applicava anche sui famigli dei Cacciatori e sui servitori demoniaci dello Stregone, che una volta usciti dal raid continuavano ad avere il debuff.
    Fu proprio a causa di questi che tale debuff si propagò per tutto il mondo di gioco.
    Il Corrupted Blood passò di famiglio in famiglio e da un giocatore all'altro fino a diventare una vera e propria epidemia che durò un'intera settimana.
    Il debuff era ovviamente pensato per infliggere danni a un giocatore di massimo livello con un equipaggiamento adeguato, quindi una volta diffuso all'esterno della zona del raid il suo effetto fu disastroso, poiché i giocatori di basso livello venivano uccisi all'istante. Inoltre arrivò ad infettare anche i Personaggi non Giocanti (PNG o NPC) che, affetti dal debuff, ma immuni al danno, funzionavano come serbatoio e centro di propagazione della malattia, rendendo di fatto le città capitali del gioco invivibili.

    Immagine
    Per l'intera durata del problema il gameplay del gioco venne stravolto e i giocatori adottarono varie forme di risposta, simili a quelle della vita reale. Chi, come i Sacerdoti, aveva possibilità di curare, mise a disposizione degli altri giocatori le proprie abilità. Altri ancora, incapaci di curare, si misero ad avvertire gli altri giocatori consigliando loro di evitare le zone più popolate; altri ancora cercarono in ogni maniera di spargere la malattia.

    Molti giocatori abbandonarono le zone più popolate cercando rifugio nelle zone meno frequentate. Blizzard stessa organizzò una quarantena volontaria per evitare l'ulteriore contagio; alla fine fu necessaria l'applicazione di una patch e il reset dei server per ovviare al problema.

    L'evento ebbe un grande impatto sulla comunità giocante e sugli stessi sviluppatori, in quanto era inaspettato e certamente non voluto. Questo incidente venne descritto come il primo caso di epidemia virtuale in un gioco multigiocatore. All'epoca, Jeffrey Kaplam affermò che l'epidemia aveva dato spunto agli sviluppatori per eventuali eventi futuri. Infatti, nel 2008, durante la settimana prima del lancio della seconda espansione di World of Warcaft "Wrath of the Lich King", ci fu un'evento simile: la "grande epidemia zombie del 2008" (Great Zombie Plague of '08). In questo caso l'evento e il contagio erano voluti.

    L'incidente del Corrupted Blood fu studiato da epidemiologi, in quanto ben rappresentava i possibili esiti e sviluppi di una epidemia, oltre a fornire moltissimi dati sulle reazioni da parte della popolazione a tali eventi. Il caso fu inoltre usato dal Center of Terrorism and Intelligence Studies, in quanto tale incidente poteva fornire un nuovo modo per studiare la formazione e le operazioni di cellule terroristiche. Il gioco infatti coinvolge persone vere e non solo modelli matematici gestiti interamente dal computer, rendendo quindi la simulazione molto più attendibile. Uno dei giocatori che durante l'epidemia cercavano in tutti i modi di spargere il debuff, chiamati "terroristi di World of Warcraft", spiegò come tali giocatori divennero in breve tempo abilissimi nel procurare il massimo del danno a quante più persone possibili.

    Questo evento non voluto fu tra i più eclatanti, divertenti e allo stesso inquietanti mai avvenuti all'intero di World of Warcraft, e i giocatori che hanno vissuto quella settimana lo ricorderanno per sempre.
    Condividi articolo
17 commenti
  • Yardeh 30 settembre 2016, 10:06 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #1
    Ah, posso solo immaginare la frustrazione nel non poter fare niente. Un'intera settimana poi...
    Cmq a me l'evento del 2008 piacque un botto, anzi ad oggi per me rimane il top evento, divertentissimo (un pò meno per i gold).
    1
  • grallenMost Valuable Poster 30 settembre 2016, 10:08 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5714

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #2
    Grande articolo e rubrica mi piace proprio come idea :good: :good: .

    Purtroppo in quel periodo non potevo ancora giocare a wow e mi persi questo strano evento. Un errore che ha potuto però far imparare qualcosa dal vivo e capire meglio i ragionamenti umani.
    0
  • grallenMost Valuable Poster 30 settembre 2016, 10:09 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5714

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #3
    Yardeh ha scritto:Ah, posso solo immaginare la frustrazione nel non poter fare niente. Un'intera settimana poi...
    Cmq a me l'evento del 2008 piacque un botto, anzi ad oggi per me rimane il top evento, divertentissimo (un pò meno per i gold).

    @Yardeh

    Divertente si vero. Il problema fu che le capitali non erano frequentabili e che alla lunga stancava.
    0
  • Yardeh 30 settembre 2016, 10:20 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #4
    grallen ha scritto:Un errore che ha potuto però far imparare qualcosa dal vivo e capire meglio i ragionamenti umani.

    @grallen bah io onestamente su ste coso sono altamente diffidente, cioè parliamo sempre di un ambito videoludico dove le situazioni sono estremizzatissime. È come se da un giorno all'altro cominciassero a studiare ed analizzare i comportamenti in GTA.
    0
  • BigBoss 30 settembre 2016, 10:50 BigBoss
    Messaggi: 1672

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #5
    In realtà il gaming è utilizzato di sovente come spunto per modelli matematici e simulazioni di svariati tipi: Wow per questo evento e l'auction house, molti gestionali in cui si fa evolvere un patogeno per le epidemie, se non altro perché aiutano l'OMS a sensibilizzare la gente sui temi trattati.

    Faccio un esempio banale, che però rende l'idea di come la WHO agisca in casi simili:
    Un patogeno altamente letale per il suo ospite in natura ha vita breve. Il tuo scopo non è uccidere il tuo ospite, sei un parassita, se lui crepa muori pure tu. Tuttavia, puo' capitare che l'infezione che metti in atto nell'ospite naturale sia particolarmente blanda, magari anche cronica (i png che sono immuni o i pet), ma che saltando di specie diventi molto aggressivo (i pg).
    Cosa fa l'OMS in questi casi? Fai prevenzione primaria con i dispositivi di protezione personale e l'informazione, prevenzione secondaria con lo screening, terziaria con la quarantena ecc, ma soprattutto abbatti l'ospite naturale infetto, così elimini il bacino.

    Ecco dove gli animalisti (hunter) decreteranno la fine del genere umano pretendendo di salvare i loro animali domestici (pet) rofl .
    0
  • R3wu0Redazione 30 settembre 2016, 11:17 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 845

    Passate in Orda. Noi abbiamo Picco del Tuono!!
    #6
    Yardeh ha scritto:Ah, posso solo immaginare la frustrazione nel non poter fare niente. Un'intera settimana poi...

    @Yardeh in realtà per chi lo visse fu una settimana veramente divertente, pur rimanendo frustrante, era una cosa completamente nuova per tutti e diede vita a moltissime attività diverse dal solito proprio per l'impossibilità di effettuare le normali attività di gioco.
    C'è comunque da dire che fu un evento memorabile per come lo affrontarono coloro che decisero di giocare in ogni caso, provate a immaginare un evento simile in questi giorni, quando già solo se la manutenzione dura tre ore invece che una partono i flame sui forum.

    Yardeh ha scritto:bah io onestamente su ste coso sono altamente diffidente, cioè parliamo sempre di un ambito videoludico dove le situazioni sono estremizzatissime

    @Yardeh ti assicuro che in caso di epidemie e catastrofi naturali le risposte adattive che la popolazione mette in campo sono sempre diverse da quelle che puoi preventivare a mente lucida, quando si tratta di sopravvivenza l'essere umano è come un qualunque altro animale superata una certa soglia, esempi ne hai nella vita vera. Per chi conosce l'evento nel 1972 un aereo si schiantò sulle Ande e i sopravvissuti si diedero al cannibalismo pur di non morire di stenti. Quello è il tipico esempio di adattamento e istinto che a mente lucida non prenderesti mai in considerazione, ma un'epidemia, un disastro naturale non sono situazioni standard e le risposte dell'uomo cambiano. Il ragionamento lucido diventa una piccola parte del comportamento umano.
    0
  • kyntaro 30 settembre 2016, 11:51 kyntaro
    BattleTag: kyntaro#2755
    Messaggi: 2305

    Non si smette di giocare quando si diventa vecchi...
    si diventa vecchi quando si smette di giocare!
    #7
    Eheh...un assaggio di sandbox all'interno del parco-giochi! :) 0
  • Demoncron 30 settembre 2016, 12:09 Demoncron
    BattleTag: Demoncron#2668
    Messaggi: 42

    Iscritto il: 25 ottobre 2010, 20:08
    #8
    Io c'ero! Una settimana epica! 1
  • Yardeh 30 settembre 2016, 12:28 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #9
    R3wu0 ha scritto:Yardeh ti assicuro che in caso di epidemie e catastrofi naturali le risposte adattive che la popolazione mette in campo sono sempre diverse da quelle che puoi preventivare a mente lucida, quando si tratta di sopravvivenza l'essere umano è come un qualunque altro animale superata una certa soglia, esempi ne hai nella vita vera. Per chi conosce l'evento nel 1972 un aereo si schiantò sulle Ande e i sopravvissuti si diedero al cannibalismo pur di non morire di stenti. Quello è il tipico esempio di adattamento e istinto che a mente lucida non prenderesti mai in considerazione, ma un'epidemia, un disastro naturale non sono situazioni standard e le risposte dell'uomo cambiano. Il ragionamento lucido diventa una piccola parte del comportamento umano.

    @R3wu0 si ok, ma ripeto, come si fa prendere in considerazion ciò che uno fa in ambito videoludico dove per ciò che fai non ci sarà mai una vera conseguenza. Mi riferisco proprio a queste cose dell'epidemie...
    È stato preso come caso di studio anche l'evento del 2008, ma ancora oggi mi domando per quale ragione dovrebbero essere prese in considerazione come i giocatori la prendono o reagiscono. :S Boh mi sa così banale e superficiale. È chiaro che in un ambito virtuale, si dia il peggio di sè a prescindere, anche come valvola di sfogo, ma che non replicheresti mai nella vita reale. Non lo so, probabilmente sono io che non colgo il punto. Nel senso, studiano la psicologia della mente umana all'interno di certe situazioni (che ripeto, in ambito videoludico mi sa di banale e superficiale) oppure solo il fenomeno in sè, come progredisce etc. In questo caso un debuff che si spredda come la peste.
    0
  • Exhumed 30 settembre 2016, 12:56 Exhumed
    BattleTag: Punisher666#2193
    Messaggi: 2709

    Hell On Earth
    #10
    Woooow, non sapevo nulla di questa faccenda.. io ho inziato a giocare a WoW dopo pochi mesi che era uscita TBC e quindi dopo che si era manifestato questo evento.
    Bellissimo articolo, grazie per tutte le info dettagliate :)
    0
  • Jamsus 30 settembre 2016, 13:16 Jamsus
    Messaggi: 475

    Iscritto il: 29 aprile 2011, 19:25
    #11
    Favoloso... 0
  • R3wu0Redazione 30 settembre 2016, 15:10 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 845

    Passate in Orda. Noi abbiamo Picco del Tuono!!
    #12
    @Yardeh no è stato preso come caso di studio perché di norma per studiare lo sviluppo e le conseguenze di un epidemia si utilizzano solo modelli matematici che non tengono conto della varietà delle possibili reazioni dell'uomo. Avere una situazione come quella creata dal Corrupted Blood ti permette di avere un modello semi-realistico di cosa succedere in caso di epidemia nel mondo reale perché le reazioni e i comportamenti messi in atto durante quella settimana sono molto più simili a quelli della vita reale rispetto a quelli che può simulare il computer.
    La simulazione al Computer è utile e da un sacco di informazioni ma come dicevo non tiene conto (o se lo fa, lo fa in minima parte) della variabile umana che in questi casi è la più grande. Una simulazione che tenesse conto di tutte le possibili sfaccettature della psiche umana sarebbe così complessa che servirebbero anni anche solo per creare l'algoritmo, figuriamoci a fare i calcoli e a interpretare i risultati.
    Purtroppo (o perfortuna) l'essere umano è così complesso che non si può (per ora) creare un sistema matematico capace di prevedere tutte le sue reazioni nelle diverse situazioni; se fosse possibile avremmo qualcosa di simile alla Psicostoria inventata da Asimov nei suoi racconti.
    0
  • Grevier 30 settembre 2016, 18:38 Grevier
    Messaggi: 5243

    Bloodborne Platinum
    #13
    Non so se effettivamente la cosa l'ho vissuta o meno, 12 anni fa è tanta storia...
    mi ricordo però che farmavo a sud delle Badlands i sassolini da vendere mentre livellavo attorno al 40 :D

    Vai vai, sono prontissimo ad intraprendere questa storia Vanillosa ;)

    Più che altro, vedendone l'immagine, chi si ricorda che appena entrati ad Ironforge/Orgrimmar si crashava perchè i PC non reggevano?
    Io dovevo guardare il pavimento nel muovermi ed un mio amico mi chiedeva di loggare il suo account perchè dal portatile non poteva entrare/uscire rofl

    Oh mi raccomando, scrivere altra roba eh... Grand Marshals, Tarren Mill e Southshore, la Destiny! i farm di Scarlet Monastery, quello che vi pare :)

    PS: Jeff Kaplan lo stesso di Overwatch immagino, c'è da tanto tempo...
    ( con la N, non con la M)
    2
  • R3wu0Redazione 30 settembre 2016, 18:51 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 845

    Passate in Orda. Noi abbiamo Picco del Tuono!!
    #14
    @Grevier tranquillo che il prossimo è già in cantiere e sarà molto nostalgico...per il terzo invece c'è una chicca XD
    Di cose da raccontare ce ne sono a vagonate...se poi qualcuno vuole suggerire argomenti, nessuno ve lo vieta
    0
  • Grevier 30 settembre 2016, 18:52 Grevier
    Messaggi: 5243

    Bloodborne Platinum
    #15
    La mia sfida personale è vedere se conosco tutto quello di cui andremo a parlare.
    Questo mi suona una campanella, ma non posso confermare di averlo vissuto, anche perchè ripeto, come entravo ad Ironforge crashavo e guardavo il pavimento :D

    Vanilla purtroppo ho potuto raidare solo Majordomo, avendo l'onore di spammare sul decursive e buffare 40 persone ogni 5 minuti per wippare clamorosamente!
    (ancora oggi quando si vede un arma brutta tra i miei amici si usa il mio detto "Quest'arma è molto An'Qiraj")
    1
  • Greymane 30 settembre 2016, 19:55 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5922

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #16
    Io iniziai in TBC ma queste storie le conosco essendo abbastanza famose e conoscendo gente che giocò durante Vanilla. Come anche l'evento di Ahn'Qiraj, che in molti lo vorrebbero ma che in realtá fu un vero e prpprio disastro perchè i server non reggevano il numero di persone in quella zona, o i 4 Horsemen, che il vero content alla fine era: "vai a rubare i tank alle altre gilde promettendogli il T3", dal momento che richiedeva 8 tank warrior full t3 per non missare il taunt rofl 2
  • Jamsus 01 ottobre 2016, 07:46 Jamsus
    Messaggi: 475

    Iscritto il: 29 aprile 2011, 19:25
    #17
    Uno dei ricordi migliori che ho di Vanilla è... stare seduto sul letto di un amico insieme ad altri 3-4 mentre lo guardavamo giocare perché era l'unico con l'ADSL :D 0
  • Commenta la notizia