• Scritto da ,
    Добро пожаловать (Benvenuti)!

    A partire dall'8 Ottobre, tutte le licenze russe di World of Warcraft verranno convertite in licenze europee, permettendo in questo modo ai giocatori russi di giocare anche al di fuori dei loro server dedicati.

    Zhydaris ha scritto
    Nei prossimi mesi verranno eliminate le restrizioni regionali per i giocatori russi di World of Warcraft. Tutte le licenze russe di WoW saranno convertite in licenze europee di WoW l'8 ottobre, consentendo ai giocatori russi di unirsi a qualunque reame europeo e con qualunque lingua europea.

    I giocatori che usano il client di gioco in lingua russa e i nomi dei personaggi in russo continueranno a essere limitati ai reami russi.
    Condividi articolo
    Tag:
116 commenti   1 ... 345  
  • Greymane 13 settembre 2014, 04:45 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5922

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #75
    Ragazzi non scherzate con i trick della Blizz, vorrei ricordare che 20 dollari per un servizio in-game, per la Blizz sono 20 euro rofl (per lo meno fino a povo tempo fa) 0
  • ciccio44 13 settembre 2014, 09:47 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #76
    Greymane ha scritto:Ragazzi non scherzate con i trick della Blizz, vorrei ricordare che 20 dollari per un servizio in-game, per la Blizz sono 20 euro rofl (per lo meno fino a povo tempo fa)


    Se ti riferisci al discorso RU ecc si parlava solo di Euro! Ma c'erano diverse regolette nascoste da capire prima! E infatti.. XD
    0
  • Ferrus 14 settembre 2014, 16:47 Ferrus
    BattleTag: Ferrus Of the Horde
    Messaggi: 1

    Iscritto il: 14 settembre 2014, 16:20
    #77
    Ciao ragazzi sono Nuovo del Forum ma sono un vecchio giocatore (2006) , ho 31 anni e ho giocato molto più Orda che Ally.

    Sono tornato in agosto in game ,avevo lasciato a metà Cataclysm (visto che non gradisco Kung Fu panda) solo per Wod.
    Allora ho visto che La Blizz ha messo le mappe Cross realm (madonna che schifo!) e anche le gilde! Si Stava cosi bene in un realm solo!

    Ora mi confermate che pure i Russi verranno qua.... Oddio.

    Spero che si tengano i loro gruppi ecc come avete postato, già quando te li vedi in Massa in Bg ti rompono (almeno io ne ho vinto solo 1 contro i Russi giocando Ally.)

    Al momento sono sul vecchio Hakkar con L'orda, ma vedo che su Nemesis l'Ally non è messa male forse trasferisco i pg ally.
    0
  • Yardeh 14 settembre 2014, 17:14 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #78
    Alcuni server sono stati "mergiati" perchè sottopopolati e quindi per evitarne la chiusura. In questo caso, con l'apertura dei server italiani, Crushridge ed Hakkar sono praticamente decaduti. Con questo sistema hanno quindi unito vari server sottopopolati tramite un collegamento sharando, zone, gilde e AH. Questa è una situazione, diciamo, che ha evitato l'estizione di alcuni server europei. 0
  • Elmarco 14 settembre 2014, 19:24 Elmarco
    BattleTag: Elmarco#2695
    Messaggi: 1700

    Keyrà,schifohealer degli EX :|
    #79
    Ferrus ha scritto:Al momento sono sul vecchio Hakkar con L'orda, ma vedo che su Nemesis l'Ally non è messa male forse trasferisco i pg ally.


    Comprati degli occhiali..........l'ally su nemesis è sottopopolata,tipo è la metà dell'orda.
    Se devi far ally vai su pozzo :) Nemesis è regno orda oramai :\
    1
  • TartyMost Valuable Poster 15 settembre 2014, 18:08 Tarty
    BattleTag: Tatyanna#2538
    Messaggi: 4041

    Shaman Draenei - Runetotem
    Troll dell'Alleanza nonchè regina di cazzate
    #80
    Ferrus ha scritto:Allora ho visto che La Blizz ha messo le mappe Cross realm (madonna che schifo!) e anche le gilde! Si Stava cosi bene in un realm solo!


    O_o schifo?

    cioè tu dici che è meglio giocare in server vuoti o sbilanciati, dove l'economia è stagante e fatichi a trovare gente per organizzare qualcosa?

    Hai mai loggato su Hakkar prima del merge?
    0
  • ciccio44 15 settembre 2014, 18:54 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #81
    @Tarty è possibile che a soffrire i merge siano soprattutto i PvE men che oltre qualche gara di farming con altri non han mai fatto caso ad un server pieno o meno (non parlo di organizzare ecc).

    Chi è cresciuto in quelli PvP si ricorderà come anche farmare la cosa più banale ti ritrovavi sempre qualcuno che voleva camperarti a vita ecc rofl bei tempi! Adesso ti bannano pure per griefing se camperi ore qualcuno.. ma dove siamo finiti?! XD
    1
  • BulletHead 15 settembre 2014, 19:35 BulletHead
    Messaggi: 849

    BulletHead#2630
    #82
    @Tarty

    io giocavo su Hakkar e ti garantisco che non c'era questa situazione, con il cross realm ad esempio puoi scordarti di fare la gara di pesca a Booty Bay causa raid ordoso che campera come se non ci fosse un domani
    Tanto con il cross realm oltre a vedere alcune zone popolate non ha altri effetti l'economia del server sempre quella è e non cambierà fino alle modifiche di Draeonr (vedi asta unificata)
    0
  • TartyMost Valuable Poster 15 settembre 2014, 20:39 Tarty
    BattleTag: Tatyanna#2538
    Messaggi: 4041

    Shaman Draenei - Runetotem
    Troll dell'Alleanza nonchè regina di cazzate
    #83
    Io gioco pve e faccio molto caso al fatto di giocare in un server vuoto.. e grazie al cielo adesso la situazione è notevolmente migliorata. Per me è una gran cosa, non capisco perché la viviate così male. :)

    Se Blizzard non si fosse inventata* la tecnologia del cross realm e/o il merge virtuale dei server (connected realm), avrebbero dovuto fare quello che si fa normalmente in questi casi cioè il merger fisico dei server. E lì sarebbe stata una pioggia di cazzi... sia per loro che per gli utenti che con sto stratagemma si sono evitati.

    Io prima di spostarmi su runetotem ho sempre giocato su server pvp, Hakkar compreso dove ho ancora oggi i miei alt... e quei problemi ci sono sempre stati del resto è lo scotto di giocare sui server pvp... quindi devi mettere in conto di crepare a booty bay. E infatti io mi son spostata su un server pve. ^^;
    Negli ultimi anni però, per via del calo di utenza, forse la vita da un certo punto di vista era migliore, ma sotto altri aspetti era peggiorata. Con il merge si è tornati alla situazione di un tempo, anzi forse meglio perchè si cerca di bilanciare le popolazioni. Del resto sto genere si chiama: MASSIVE MULTYPLAYER con tutto quello che implica.

    @Bullet è dalla 5.4 che nei connected realm le AH sono unificate, anche se i server han mantenuto il loro nome, in realtà non sono più reami separati, ma sono un unico server. Quindi la cosa ha anche influenzato l'economia.
    In particolare Hakkar è connesso con ben 4 altri server, cioè per farne uno popolato decentemente han dovuto mettercene di mezzo altri 4... e la AH è unica fra i 5 server.
    Non so quindi a quale situazione tu ti riferisca, quella che ho visto io prima del merge, quando i giocatori italiani se ne andarono era abbastanza triste (lato orda).

    I server italiani vivono invece una situazione diversa, poichè non rientrano fra i connected realm ma avete - da poco - solo le cross-realm zone. La modifica alla AH cui ti riferisci è forse l'unificazione fra asta ally, orda e neutrale...
    1
  • Yardeh 15 settembre 2014, 23:03 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #84
    D'accordo con Tarty in toto. 1
  • BulletHead 16 settembre 2014, 07:26 BulletHead
    Messaggi: 849

    BulletHead#2630
    #85
    @Tarty
    per l AH unificata intendo quella orda/ally/neutrale che diventerà un'unica AH, so che nei merged le ah dei vari server sono unificate ma per fazione.
    Anche io gioco principalmente PvE ma il problema che riscontro non è tanto il fatto di avere giocatori in giro (quello mi fa piacere) ma il fatto che debba condividere un nodo con gente di altri server, gioco dal 2007 ma non mi sono mai trovato in una condizione di dover aspettare per poi vedermi stunnato e aspettare altri 30 min per un mob oppure girare in tondo in una zona a vuoto perché hanno già razziato i nodi, non dico che non andava fatto ma con un numero ridotto di server
    0
  • TartyMost Valuable Poster 16 settembre 2014, 11:00 Tarty
    BattleTag: Tatyanna#2538
    Messaggi: 4041

    Shaman Draenei - Runetotem
    Troll dell'Alleanza nonchè regina di cazzate
    #86
    Hanno riportato la situazione che c'era 10 anni fa, quando i server erano full.
    Non è che han unito server pieni, hanno unito fra loro server sbilanciati e/o vuoti per far si che ci fosse una popolazione maggiore.
    Certo che s egiocavi in un server pvp dove il 90% son ally e tu eri ally, per te era un pacchia, ma per l'orda era un incubo. Ora questo genere di situazione nn dovrebbe più esserci (per i connected).

    Non è che a me vada meglio, anche io subisco la concorrenza: pet, golden lotus. Tutta roba che si fatica più di prima a reperire. Però preferisco pagare questo scotto che loggare e ritrovarmi su un server semideserto.

    Inoltre con WoD in parte si argina il problema (non per i pet che sarà una menata almeno all'inizo), dato che ad esempio materie prime le puoi ottenere anche dal garrison...
    2
  • BulletHead 16 settembre 2014, 11:01 BulletHead
    Messaggi: 849

    BulletHead#2630
    #87
    si ma non toglie il problema della lag nei cambi zona o zone con lag fissa lato server proprio dovuto a questa cosa 0
  • R3wu0Redazione 16 settembre 2014, 11:10 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 845

    Passate in Orda. Noi abbiamo Picco del Tuono!!
    #88
    Più che lag quando passi da una zona ad un altra se trasporti un altro pg su una mount questo viene sbalzato per poi apparire di nuovo sulla mount 2 secondi dopo...non vi dico la paura quando vieni sbalzato in volo a tipo 100 y di altezza XD 0
  • BulletHead 16 settembre 2014, 11:18 BulletHead
    Messaggi: 849

    BulletHead#2630
    #89
    nono, io e altri amici riscontriamo nel passaggio da una regione ad un altr'a o solo da una zona ad un'altra 2 sec di scatti per poi vedere poppare gente di altri reami e se farmi riba in zone di confine diventa frustrante 0
  • TartyMost Valuable Poster 16 settembre 2014, 14:30 Tarty
    BattleTag: Tatyanna#2538
    Messaggi: 4041

    Shaman Draenei - Runetotem
    Troll dell'Alleanza nonchè regina di cazzate
    #90
    Sì questo problema c'è, perché appunto si tratta di un merge "virtuale", i server uniti sembrano seamless ma in realtà è come se passassimo da un server all'altro.

    Tecnicamente ignoro come funzioni: non so se è come se fossimo su layer diversi o proprio come se saltassimo continuamente da un server all'altro, come ad esempio capita in WoD quando entriamo e usciamo dal Garrison.

    Però trovo che come soluzione sia intelligente, nel senso che l'alternativa aveva parecchi contro. Fare il merge fisico dei server, a parte che è cmq una brutta pubblicità, implica che i giocatori di un server vengono fisicamene spostati, con quel che ne deriva: cambio nomi, cambio server, il problema dei secondi pg se combinati superavi i 10...
    1
  • Ainaglar 17 settembre 2014, 08:52 Ainaglar
    Messaggi: 530

    Iscritto il: 16 giugno 2014, 11:10
    #91
    Ben inteso: non sono un fan della localizzazione italiana. Assolutamente.
    Difatti dopo averci provato ripetutamente, ora gioco di nuovo con il client in inglese.
    Apprezzo il gesto di aprire due server dedicati alla community di gioco italiana, ma niente più.

    Dico una cretinata ma non posso farne a meno. (boh)

    Che senso ha mescolare nel calderone del CRZ reami con localizzazioni diverse dopo aver speso un sacco di tempo (e soldi) per scegliere di separarli? Ok a tutte le attenuanti tipo "se linki in chat l'altro giocatore vede il tooltip nella sua lingua"... frega poco... perché parlare in inglese mentre expi in un server italiano? O peggio, perché dover chiedere spiegazioni su quanto detto da loro in chat nella loro lingua madre a francesi, scandinavi, russi, portoghesi, spagnoli, tedeschi mentre expi in un server italiano? O ancora, perché doversi prendere insulti verso il proprio popolo o la propria nazione per aver chiesto ingenuamente in chat qualcosa nella propria lingua madre, giocando su un server italiano?

    Non sarebbe stato meglio ridurre ai minimi termini i server di una determinata localizzazione? Per esempio i russi avevano più di due server, non sarebbe stato meglio ridurli semplicemente al minimo? Una sorta di "Nemesis" e "Pozzo" russi? Idem dicasi per gli spagnoli, i francesi, i tedeschi... perché mandare in crz mescolando le localizzazioni quando si poteva mantenere il lavoro fin'ora svolto in questa semplice maniera?

    Cioè, comprendo l'esigenza di avere server popolati... tuttavia, anche se siamo in un MMO, ultimamente l'interazione "in giro" tra personaggi è stata ridotta all'osso... in sostanza ora come ora ti pesti i piedi e basta... popolare i server? forse gioiranno quelli PvP, ma in quelli PvE (dove al limite ti freghi le risorse e basta) non ne vedo proprio l'esigenza.

    Quanto ai russi, non ho mai avuto alcun contenzioso con la loro community... certo, è rinomato che siano piuttosto "sistematicamente organizzati" nel farming, magari in alcuni casi un pochino "bari"... in bg ho incontrato premade di russi e onestamente li ammiro: pur non essendo di media particolarmente forti individualmente si muovono in maniera corale facendo ciò che i gruppi eterogenei del resto delle localizzazioni fanno molto raramente, ovvero giocare di squadra.
    Poi in quanto a comportamenti.... beh, le mele marce ci sono ovunque...
    0
  • R3wu0Redazione 17 settembre 2014, 08:56 R3wu0
    BattleTag: Xly#21584
    Messaggi: 845

    Passate in Orda. Noi abbiamo Picco del Tuono!!
    #92
    Ainaglar ha scritto:Non sarebbe stato meglio ridurre ai minimi termini i server di una determinata localizzazione? Per esempio i russi avevano più di due server, non sarebbe stato meglio ridurli semplicemente al minimo? Una sorta di "Nemesis" e "Pozzo" russi? Idem dicasi per gli spagnoli, i francesi, i tedeschi... perché mandare in crz mescolando le localizzazioni quando si poteva mantenere il lavoro fin'ora svolto in questa semplice maniera?


    Il problema è puramente organizzativo, nel senso che dovresti creare delle sessioni di transfer dei pg, salvo poi doverle rifare al contrario quando i server si ripopoleranno ad inizio espansione
    0
  • ciccio44 17 settembre 2014, 08:59 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #93
    @Ainaglar Perché le altre localizzazioni con meno server sarebbero esplose di gente lol, forse adesso si potrebbe ma in ogni caso sono contrari ai merge e pure io.

    Poi non è che adesso avendo la localizzazione abbiamo disimparato a dire due cose in inglese (non abbiamo mai imparato!); localizzazione =/= ghettizzazione.

    Io sono totalmente favorevole ad avere un mondo "vivo", ma è anche vero che sono un fan del PvP, se vuoi discutere con qualche altro PvE (wo)man a favore del CRZ c'è @Tarty.
    0
  • TartyMost Valuable Poster 17 settembre 2014, 15:12 Tarty
    BattleTag: Tatyanna#2538
    Messaggi: 4041

    Shaman Draenei - Runetotem
    Troll dell'Alleanza nonchè regina di cazzate
    #94
    Ainaglar ha scritto:Che senso ha mescolare nel calderone del CRZ reami con localizzazioni diverse dopo aver speso un sacco di tempo (e soldi) per scegliere di separarli?

    O peggio, perché dover chiedere spiegazioni su quanto detto da loro in chat nella loro lingua madre a francesi, scandinavi, russi, portoghesi, spagnoli, tedeschi mentre expi in un server italiano? O ancora, perché doversi prendere insulti verso il proprio popolo o la propria nazione per aver chiesto ingenuamente in chat qualcosa nella propria lingua madre, giocando su un server italiano?

    Non sarebbe stato meglio ridurre ai minimi termini i server di una determinata localizzazione? Per esempio i russi avevano più di due server, non sarebbe stato meglio ridurli semplicemente al minimo? Una sorta di "Nemesis" e "Pozzo" russi? Idem dicasi per gli spagnoli, i francesi, i tedeschi... perché mandare in crz mescolando le localizzazioni quando si poteva mantenere il lavoro fin'ora svolto in questa semplice maniera?

    Cioè, comprendo l'esigenza di avere server popolati... tuttavia, anche se siamo in un MMO, ultimamente l'interazione "in giro" tra personaggi è stata ridotta all'osso... in sostanza ora come ora ti pesti i piedi e basta... popolare i server? forse gioiranno quelli PvP, ma in quelli PvE (dove al limite ti freghi le risorse e basta) non ne vedo proprio l'esigenza.


    Bha secondo me è solo il farci l'abitudine...

    Non è così strano avere sullo stesso reame gente che parla lingue diverse e ha client in lingue diverse. In molti mmo accade e anche in wow. Un giocatore italiano può tenersi il client italiano e giocare su server inglese...

    Inoltre le funzioni di Looking for raid/dungeon ecc son tutte cross realm, quindi l'interazione con gente di altre lingue capita anche senza CRZ.
    Senza contare che nessuno ti obbliga a parlare inglese sul tuo server e se qualcuno ti insulta perchè usi l'italiano, lo informi che sta "giocando su un server italiano"... e di abituarsi all'idea.

    Per me però la cazzata sta a monte: non ha senso creare server per comunità così piccole. Meglio lasciare tutti su server internazionali ma creare delle chat di default divise per lingua oltre a quella generale in inglese comune a tutti.

    Un conto è fornire il client in più lingue, un altro è creare dei ghetti perché poi accadono ste cose, cioè il numero di giocatori diminuisce e tu ti ritrovi come la bollicina di sodio della pubblicità dell'acqua minerale...

    Scusa ma quando i server erano full.. te lo ricordi che per entrare a volte toccava fare pure la coda? Allora non ci si pestava i piedi?
    La situazione non è diversa da allora, solo che vi siete abituati a stare da soli in 4 gatti sul vostro server.. però è la stessa situazione in cui stanno tutti i server da quando hanno fatto le CRZ e i merge.

    "Cross-realm zones were intended to make lower level zones feel less empty, but may also impact other more populated zones. With more populated areas, we’re aware of concerns over increased competition for resource nodes as well as quest and rare mob spawns. This is something that we’re in the process of evaluating. We’ve already taken some steps to address it by increasing the spawn rates of most rare spawns. If a zone becomes too populated, we’re capable of adjusting how many realms are able to connect to it. Just keep in mind that we do choose spawn times of creatures and profession nodes with a certain zone population in mind -- CRZ affords us the ability to better maintain those populations.
    0
  • Ainaglar 18 settembre 2014, 10:31 Ainaglar
    Messaggi: 530

    Iscritto il: 16 giugno 2014, 11:10
    #95
    Tarty ha scritto:Bha secondo me è solo il farci l'abitudine...

    Non è così strano avere sullo stesso reame gente che parla lingue diverse e ha client in lingue diverse. In molti mmo accade e anche in wow. Un giocatore italiano può tenersi il client italiano e giocare su server inglese...

    Verissimo, ma il punto che facevo non è sul "rimedio scelto" o l'adattabilità del giocatore bensì sulla logica e la conseguente coerenza della scelta della Blizzard.
    Se mi giustificano la scelta di localizzare (non "semplicemente" tradurre e adattare) un gioco in una lingua, mi cambiano i nomi delle cose talvolta inventandoli radicalmente perché poi mi offrono la possibilità di giocare nel gioco "italiano" (e non nella "versione italiana") con un server "italiano" dedicato, mi aspetto poi che loro stessi continuino su questa linea.

    Un po come se io, italiano ma purista della localizzazione originale inglese, vengo a giocare su uno dei due server ita e poi mi lamento perché le persone chiamano Stormwind-> Roccavento, il Damage Dealer me lo chiamano Assaltatore e Jaina me la chiamano "Dama Marefiero"... possono non piacermi, OK, ma se la Blizzard ha scelto che nella "versione italiana del client" siano quelli i termini, me ne devo fare una ragione. Se su Nemesis le persone mi dicono "fai dps su Malogrido", non posso inveirgli contro perché il nome italiano non mi piace e io gioco con il client in lingua originale...
    Invece, giocando in un server italiano, non sarei tenuto a dover conoscere il termine originale di una spell, di un NPC, di un boss...
    Sto facendo l'esempio "opposto" al caso trattato, l'altro lato della stessa medaglia.

    Poi tanta gente si adatta, conosce sia i termini in italiano che quelli in inglese... però il concetto sul quale mi sono soffermato è quello di giustificare in certe maniere determinate scelte (contestate) per poi applicare degli aggiustamenti che sdraiano la giustificazione precedentemente portata avanti.

    Tarty ha scritto:Inoltre le funzioni di Looking for raid/dungeon ecc son tutte cross realm, quindi l'interazione con gente di altre lingue capita anche senza CRZ.
    Senza contare che nessuno ti obbliga a parlare inglese sul tuo server e se qualcuno ti insulta perchè usi l'italiano, lo informi che sta "giocando su un server italiano"... e di abituarsi all'idea.

    Vero anche questo.
    Però in LFD/LFR io SCELGO di andarci, in CRZ no.
    Se vado a Londra, non posso lamentarmi e rimanere digiuno solo perché non c'è un ristorante che mi faccia delle lasagne come me le fa mammà... vado a Londra, so che certe cose non ci saranno (o saranno di una qualità improba) e che dovrò adattarmi... no?

    Informare che in CRZ giocano in un server italiano? Ricordo male se dico che in CRZ, quando ci finisci perché basso di popolazione nella specifica zona del tuo server, NON c'è un identificativo del server sul quale stai giocando?
    Mi spiego meglio, se io gioco a Tanaris nel server "Pizza e mandolino" e la popolazione risulta troppo bassa, vengo spedito in CRZ.
    Ad un certo punto, come per magia, mi spawna davanti il tedesco del reame "Pirra e Wurstel" che, tra un crauto e l'altro, stava giocando felice nel suo server, a popolazione bassa.
    Insieme a noi, in lontananza, finisce in CRZ anche un hunter francese che si chiama Sebastien, con il suo pet Belle....
    E qui scatta la barzelletta... ci sono un italiano, un tedesco e un francese a Tanaris in CRZ... ma la domanda è un altra: chi è nel server di chi? Se il francesce parla francese o il tedesco fa altrettanto nella sua lingua natale, sono biasimabili?
    La logica mi direbbe di parlare in inglese... ma ognuno dei tre ha la percezione di essere ancora nel suo di server...

    E allora ritorniamo all'origine della questione: perché localizzi e separi se poi smarmelli?

    Tarty ha scritto:Per me però la cazzata sta a monte: non ha senso creare server per comunità così piccole. Meglio lasciare tutti su server internazionali ma creare delle chat di default divise per lingua oltre a quella generale in inglese comune a tutti.

    Un conto è fornire il client in più lingue, un altro è creare dei ghetti perché poi accadono ste cose, cioè il numero di giocatori diminuisce e tu ti ritrovi come la bollicina di sodio della pubblicità dell'acqua minerale...

    Esattamente, qui mi trovi perfettamente d'accordo.
    Meglio reami internazionali con lingua ufficiale inglese e versioni tradotte in altre millemila lingue piuttosto che "server ghetto" con versioni "localizzate" del client che potenzialmente potrebbero tagliarti fuori da un dialogo "internazionale" con gli altri giocatori.
    Però così la sindrome da intasamento da CRZ (che in questo caso sarebbe intasamento da server pieno) non la si risolve...

    Tarty ha scritto:Scusa ma quando i server erano full.. te lo ricordi che per entrare a volte toccava fare pure la coda? Allora non ci si pestava i piedi?
    La situazione non è diversa da allora, solo che vi siete abituati a stare da soli in 4 gatti sul vostro server.. però è la stessa situazione in cui stanno tutti i server da quando hanno fatto le CRZ e i merge.

    "Tesoro, sto uscendo dall'ufficio, mi inizi a loggare così dopo cena si gioca?"
    "Voglio il divorzio"
    "Si grazie tesoro, ti amo anch'io"
    Scherzi a parte (anche perché pure lei giocava), mi ricordo le code? Si rofl
    Si, ci si pestava i piedi in ingresso ma la popolazione era più distribuita sul server di com'è ora.
    C'era chi era in città indaffarato con gli zaini e le aste, chi si spostava verso le zone di raid serali, chi si recava presso le entrate dei dungeon che si apprestava a fare con il suo gruppo, chi questava liberamente expando il proprio pg nella maniera "convenzionale", chi farmava materiali perché qualcosa con le professioni valeva ancora la pena farla...

    Attualmente abbiamo gli hub per le quest, le città principali con i portali, gli strumenti per l'accesso "teletrasportato" alle attività di gioco (Scenari, Dungeon, Raid, BG). O siamo tutti tutti tutti in città o tutti tutti tutti nella zona delle daily... le professioni danno la fuffa da fabbricare, il "viaggio" verso i raid ancora ancora si fa (dal normal in su rigorosamente in monta volante privata), ma in sostanza potrei permettermi di expare un pg rimanendo costantemente in città (cosa che sto facendo) perché magari le quest sono pallose o le ho già viste... tutto molto bello se non per il fatto che così è normale che il pianeta si spopoli.

    Soluzione? CRZ.

    In un reame PvP concordo... più gente da tormentare.
    In un reame PvE e per la versione PvE del reame PvP, concordo ma non gioisco.

    Le zone non sono enormi e, spesso, 4 o 5 persone sono abbastanza per saturare una determinata area di quest. Al di sopra di questa densità si inizia a fare coda o gruppare (nei reami più civili), a rubarsi le cose o sfasciare i gruppi ninjando i loot (in quelli tricolore), a cercare di prendere il controllo dell'area di gioco tagliandoti fuori se non appartieni alla fazione vincente (in quelli PvP). Per un casual, che magari non ha molto tempo da dedicare, tutte queste conseguenze sono un problema, per un hardcore al massimo un fastidio, ma nessuno dei due ne esce soddisfatto.
    Si possono anche aumentare i respawn dei mob, dando la sensazione di essere in Matrix quando cambiano qualcosa (deja vu), ma torno a ripetere, gioisco se in un reame PvP mi aumentano il numero di persone, mi scazzo quando accade nel reame PvE dove questa "esigenza di spingermi nel cervello il concetto che siamo in un MMO" trasforma le zone di gioco in Shibuya all'ora di punta, senza possibilità di sfoltire...

    Equilibrio... questo non l'hanno trovato ancora perché lo stanno cercando in funzionalità che non influiscono direttamente sul problema.
    Ridisegnando gran parte dei "flussi di gioco" ora presenti, mettendo mano alle questline dei giocatori in leveling, smarmellando sul territorio (timeless isle no more...) le zone di interesse per gli endgame, "costringendo" i giocatori ad uscire dalle città, probabilmente potrebbero rendere la sensazione di giocare in un MMO molto più che ammassando persone che probabilmente devono fare la stessa cosa in una zona poco popolata.
    0
  • Antani101 18 settembre 2014, 12:48 Antani101
    BattleTag: Antani#2475
    Messaggi: 1165

    Iscritto il: 17 luglio 2014, 12:03
    #96
    Ainaglar, che dire?

    92 minuti di applausi. (anche per la citazione da Boris)
    0
  • TartyMost Valuable Poster 18 settembre 2014, 13:21 Tarty
    BattleTag: Tatyanna#2538
    Messaggi: 4041

    Shaman Draenei - Runetotem
    Troll dell'Alleanza nonchè regina di cazzate
    #97
    Perdonami ma non capisco il tuo discorso.
    Che c’entra Blizzard sulla scelta che poi fa la gente di usare termini inglesi o italiani oppure sull’usare un client o l’altro o se un italiano si lamenta perché usate Roccastopesce invece che il termine inglese?

    Cioè tu affermi che visto che ti hanno localizzato il gioco e dato un server, allora non devono metterti in contatto con gli stranieri.
    Applicando questa logica dovrebbero eliminarvi da tutto, perché se ribaltiamo la frittata, io mi ritrovo nel LFR/dungeon/scenario, con gente cui spieghi una tattica in inglese, ma non capendolo, poi mi rovinano la serata.

    A) Dimentichi che sei in un mmorpg. E’ la base del genere il fatto di essere in un contesto multiplayer

    B) Saresti tenuto a sapere i termini in inglese se usi i tools per cercare party, perché sei in un contesto internazionale.

    I CRZ poi li avete scelti, c’è stato un sondaggio/ richiesta tramite la vostra community, no? (perdonami ma non ho seguito la cosa). Non ve li hanno imposti. Inoltre qual è il problema se ti ritrovi con un tedesco e un francese? Possono succedere due cose: vi ignorate, vi date una mano. Esattamente come quando si giocava sui server internazionali.

    Le localizzazioni si fanno per attirare utenza ma, quando la comunità si è ridotta di molto, Blizzard ha dovuto fare i conti con questo problema. Non puoi quindi mettere sullo stesso piano scelte fatte in anni diversi per motivi differenti.

    Secondo me poi ti ricordi male… stavamo a fare tutti le stesse cose nelle stesse zone. Camperare le piantine a felwood era un incubo! In TBC c’era la guerra per le piantine per le pozioni di mana… la coda per ammazzare gli ogre per le mount talbuk. E ai tempi stavo su Hakkar quindi venivo pure ammazzata mentre me en stavo lì ad aspettare :D

    I CRZ però entrano in funzione sui numeri… anche se Blizzard si inventasse un modo per “"costringere" i giocatori ad uscire dalle città”, ma sul server hai solo 100 persone… a che è servito? Avrai cmq un server vuoto.

    Infine, come ti ho linkato, il respwan di mob e nodi è stato tarato per server con popolazioni alte, quindi hai la stessa situazione di quando giocavi su un server full.
    Solo che è passato così tanto tempo da quando giocavate su un server full che vi siete scordati come fosse.

    Avrò dei pessimi gusti, ma preferisco sacramentare perchè non trovo roba che stare in una landa desolata ma piena di piantine da farmare (e ti assicuro che ora come ora campare la valkiria è un vero dito in culo)! Che poi lungi da me dire che siano perfetti come soluzione, magari poi aggiusteranno delle cose, anche perchè non scordiamoci che è un anno che stiamo girandoci i pollici... quidni a parte farmare/alzare alt non c'è altro da fare e vorranno anche vedere che impatto avrà wod su queste problematiche.

    ps: adoro boris, potrei citartelo a memoria :P
    0
  • Ainaglar 19 settembre 2014, 13:06 Ainaglar
    Messaggi: 530

    Iscritto il: 16 giugno 2014, 11:10
    #98
    Forse c'è un po di confusione, cercherò di essere sintetico ( rofl rofl ) e non ripetitivo nello spiegarmi.

    Ti premetto una cosa, tanto per evitare di farmi additare come quello che vuole l'impossibile: gioco da sempre con il client in lingua originale, ho provato con quello italiano, non mi è piaciuto e sono tornato a quello inglese. Problemi a riguardo? nessuno. Se parlo con un giocatore abituato alla localizzazione italiana, cerco di usare i termini di gioco a lui noti (per una questione di "rispetto" nei suoi confronti), in ambito "internazionale" mi limito a fare ciò che ho sempre fatto ovvero giocare utilizzando la lingua inglese.

    Quindi, per quanto mi riguarda, avrebbero potuto tranquillamente lasciare la comunità italiana sparsa nei 3-4 server internazionali dove giocava. Problemi di popolazione in questi server? Fai CRZ, fai migrazioni verso altri server internazionali... la norma insomma.

    Ma ci sono due MA.

    Il primo riguarda la decisione di creare dei server di gioco localizzati.
    Se sono su un server italiano, con client italiano, mi aspetto che nelle chat del suddetto server si parli in italiano. Francese? in quelli francesi... tedesco? in quelli tedeschi... russo? in quelli russi.
    Se in un server "inglese" si inizia a parlare in norvegese, svedese, portoghese o anche italiano, è scorretto nei confronti della community che popola il server stesso...
    C'è qualche esagerazione in questa aspettativa?
    Lo domando per il semplice fatto che il secondo quesito che si formula nella mia mente (bacata) è "Fosse esagerata un'aspettativa simile, che diavolo sono stati creati a fare dei server localizzati?"

    Tutti questi ambienti "sharano" alcune features di gioco: LFR, LFD, Scenario, BG.
    In queste zone condivise, non è possibile mantenere la localizzazione d'origine e quindi bisogna parlare inglese.
    Giusto? Si, con riserva...
    Per quanto assurdo come discorso la "riserva" consiste in quanto segue.
    Nelle scatole delle varie versioni linguistiche, non c'è un disclaimer (o forse non ci ho mai fatto caso) che dice che per giocare al gioco bisogna conoscere l'inglese, pertanto sarebbe logicamente scorretto dare per scontato che, per accedere a determinate funzioni di gioco bisogna padroneggiarlo.
    L'attenuante a tutto ciò è che, per poter affrontare un LFD o un LFR, posso benissimo documentarmi sulle dinamiche dal Dungeon Journal, correttamente adattato alla mia localizzazione di provenienza ma, come tutti sappiamo, questa è una "caXXXa pazzesca" (tanto per continuare con le citazioni), perché il Dungeon Journal per un neofita è quasi più dannoso di andare a cavolo...
    LFD&Co con partecipanti limitati alla singola localizzazione? Probabilmente ci sarebbero code eterne, quindi non applicabile anche se semanticamente corretto. Perché? Quando sono state create alcune funzionalità, probabilmente non si è pensato (o si è ritenuto irrilevante) prevedere questa tipologia di problematiche. Bello? Personalmente per me è una pecionata e, ripeto, non sono nemmeno uno che vive il problema in prima persona...

    Detto questo, c'è qualcosa di universalmente giusto o di universalmente sbagliato in tutto il discorso? No.
    Semplicemente la Blizzard si è trovata ad espandere in "malo modo" il client, calcolando altrettanto male le conseguenze dovute alle possibili variazioni di popolazione che ogni community localizzata avrebbe potuto subire durante i mesi/anni a seguire.

    Troppo critico? Probabilmente si, ma basta un piccolissimo ragionamento da analista per mettere a nudo alcune "debolezze" delle loro scelte a riguardo. Beninteso, poi si sopravvive eh... dormiamo tutti tranquilli la notte (spero).



    Il secondo MA, molto più breve e penso già ampiamente e comprensibilmente trattato nel mio post precedente, riguarda la soluzione che adottano quando i server diventano deserti: le crz.
    Risolvi il problema della "desertificazione del server" con le crz?
    Mah, è come cercare di girare una vite a brugola con un cacciavite a stella... forse, prima o poi, un paio di giri li dai, ti avvicini a quello che vorresti raggiungere, ma non è il metodo migliore... qualche idea a riguardo l'ho buttata li nel post precedente.

    Una cosa che non riesco proprio a capire è invece la voglia, quasi l'esigenza di rendersi conto di giocare in un MMO solo e soltanto se le zone pullulano di giocatori.
    Non cercate di vendermi il concetto che MMO = tante persone (e basta) perché è un pochino troppo "grezza" come definizione, può voler dire tutto e il contrario di tutto...
    Il concetto di giocare "di massa" è valido e correttamente interpretato solo quando si ha modo di avere un'interazione "proficua" (ai fini del gioco) con il resto dei giocatori. Un avversario che mi abbatte in una zona contesa è un esempio di "interazione proficua" tanto quanto può essere un mio compagno di fazione grazie al quale ho la possibilità di completare una missione.
    Attualmente l'interazione tra giocatori si è talmente ridotta che se un tempo era maleducazione non salutare in un gruppo LFD, ora se saluti (e magari sei il tank) ti vien detto di muovere le chiappe che si deve fare fast...

    "Aprire tutto" attivando le CRZ in zone dove il flusso di gioco non è influenzato (se non in negativo) dal numero di persone, significa semplicemente "creare traffico" e con questo perdite inutili di tempo. Il discorso in un server PvP è già diverso poiché il flusso di gioco PvE è influenzato (o almeno dovrebbe esserlo) anche dall'aspetto PvP quindi, la relazione più gente-> più divertimento rimane valida.

    Non capisco anche come un casual player PvE possa accettare di fare a schiaffi per questare/farmare in una determinata zona.
    Non lo comprendo perché non erano forse i casual player ad avere così poco tempo da dedicare al gioco da non poter immaginare di soffrire un'oretta di quest per un attunement ad un raid? Però a far la fila per questare o (peggio) per farmare si?
    Mi sembra un controsenso, tutto qui...

    E per concludere in bellezza... "qualità o morte" [cit.]? No, non serve, basterebbe una via di mezzo che non sia "a cazzo di cane" [cit.]
    0
  • BulletHead 19 settembre 2014, 21:21 BulletHead
    Messaggi: 849

    BulletHead#2630
    #99
    concordo con Ainaglar e aggiungo che essendo giocatore PvE (non solo su WoW) confermo che MMO/MMORPG = zone popolate non ha senso, secondo questo canone allora un fps online a squadre o, per rimanere in tema MMO, il primo Guild Wars allora non sarebbe dovuto essere un MMO secondo quei canoni visto che le zone fuori città erano tutte istanziate e visibili solo agli appartenenti al party/raid 0
  • Commenta la notizia   1 ... 345