• Scritto da ,
    Una delle zone più interessanti e inedite di Draenor è senza dubbio la casa degli Arakkoa, le Guglie di Arakk. Scopriamo la gloria (e la caduta) di questa maestosa razza nel nuovo approfondimento pubblicato da Blizzard.

    Nethaera ha scritto
    In questa nuova anteprima di Warlords of Draenor daremo un'occhiata alle Guglie di Arakk. Qui, i regali Arakkoa complottano sui loro alti picchi, ben lontani dalla portata dei brutali Orchi Manomozza e dei sottostanti esiliati senza ali.

    Situate nella parte più meridionale di Draenor, le Guglie di Arakk sono costituite da pinnacoli svettanti e dirupi scoscesi. Ma come per quasi tutta Draenor, la bellezza di questo luogo cela qualcosa di sinistro. Il progettista di gioco Don Adams e il progettista di missioni associato Johnny Cash ci raccontano qualcosa di più.

    D. Cosa attende i giocatori tra le Guglie di Arakk?
    Don Adams: Prima di tutto, amiamo gli Arakkoa e sappiamo che i giocatori saranno molto contenti di rivederli. Le Guglie di Arakk sono il loro territorio, il luogo dove tuffarsi nella loro cultura per esplorarla in modo più completo. Abbiamo già detto qualcosa a proposito degli Arakkoa volanti alla BlizzCon, ma i giocatori saranno sorpresi di trovare qui anche i "vecchi" Arakkoa di The Burning Crusade (ma con modelli rinnovati). Ritenevamo che fosse importante mostrare entrambi gli aspetti degli Arakkoa, e la loro dualità ci ha dato spunti interessanti che abbiamo sviluppato in tutta la zona.

    Immagine


    In The Burning Crusade, gli Arakkoa di Skettis erano diventati tutti malvagi, ma in Warlords of Draenor li troviamo a uno stadio precedente, al bivio. Sono esiliati, odiati e vessati dagli Arakkoa volanti, che mettono a fuoco i loro villaggi grazie a un enorme arma a raggi situata sulla cima di Vetta dei Cieli. A peggiorare le cose ci sono gli Orchi Manomozza, che hanno iniziato a espandersi in questa regione, uccidendo chiunque si trovi sul loro cammino. Gli Arakkoa esiliati sono circondati da nemici e non hanno nessuno su cui poter contare. Finché non arrivate voi...

    Avventurandovi in questa zona aiuterete questo misterioso gruppo di Arakkoa maledetti nella loro resistenza. Apprenderete la natura della maledizione che grava su di loro e quella delle divinità della loro terra, oltre a scoprire la minaccia rappresentata dai Proseliti di Rukhmar, la casta dominante degli Arakkoa di Vetta dei Cieli. La vostra avventura qui culminerà in due eventi: quello della lotta degli esiliati contro gli Arakkoa volanti e quello della fortezza dei Manomozza, il Forte di Manotagliente.

    D. Come descrivereste l'ambientazione della zona?
    Don Adams: Si accede alla zona attraverso un passo montano costituito da alcuni degli elementi più aspri del paesaggio; grossi macigni restano sospesi su enormi viticci spinosi che escono dai fianchi della montagna. Procedendo lungo la strada, i profughi Arakkoa fuggono da Skettis in un esodo di massa. Infine, si raggiunge un punto panoramico entusiasmante, dal quale si può ammirare Vetta dei Cieli che torreggia alta sopra la foresta che si stende fino all'orizzonte.

    Vetta dei Cieli e le sue spire satellite sono una presenza imponente in tutta la zona: alzando lo sguardo possono essere viste da praticamente ogni luogo, monito costante della minaccia incombente.

    Immagine


    In generale, l'atmosfera della zona è oscura e tetra, con rari sprazzi di luce sparsi in giro. I giocatori aiuteranno questi Arakkoa maledetti, estremamente ambigui e sinistri ma con del potenziale, e avranno la possibilità di creare un legame con loro, e magari perdonarli per quel "Kaliri Mostruoso" a Terokkar.

    D. Quali sono i vostri luoghi preferiti di questa zona?
    Don Adams: Vi potete fare un'idea dell'atmosfera delle Guglie di Arakk leggendo il post di Artcraft che spiega lo sviluppo del design e del suo aspetto estetico. Le regioni boscose sono oscure e misteriose, mentre le soleggiate pianure costiere sono coperte di fiori selvatici dai colori brillanti. La zona è ricca di contrasti visivi, ma ciò nonostante, persiste una sensazione di unicità.

    Uno dei miei luoghi preferiti è Skettis, con i suoi stretti vicoli che evocano il ricordo di bazar brulicanti, il terreno selvaggio e divelto, le mura distrutte. Volevamo far vedere come una valanga avesse colpito la città, ed è possibile seguirne il percorso, scoprendo altre rovine nelle pozze sottostanti. Skettis introduce perfettamente questa zona, offrendo una visuale diretta su Vetta dei Cieli dai decrepiti bassifondi popolati da esiliati e abusivi.

    Mi sono innamorato della Rupe Ululante, che è una zona dove completare obiettivi bonus a nord-est di questa regione. L'area è costellata di canyon, caverne e ponti naturali, con un'impostazione verticale e diversi spazi per dinamiche di gioco altrettanto differenti. L'atmosfera è quella di un luogo nascosto, e visto che non mandiamo lì i giocatori per delle missioni, dovrete scoprirlo ed esplorarlo autonomamente.

    One last area I’d like to call out is Veil Akraz, one of the outcast villages blasted by the Skyreach beam weapon. It’s such a great display of the destructive power in the hands—talons?—of the Adherents of Rukhmar. You really get the sense that this was an idyllic little outcast village, and now it’s an inferno with a scar of glassed earth running through the center.

    D. Quali avamposti potranno costruire i giocatori nelle Guglie di Arakk e che impatto avranno sulla Guarnigione?
    Johnny Cash: Le forze dell'Alleanza si sono stabilite all'Approdo del Sud, sulla costa occidentale delle Guglie di Arakk. L'Orda ha eretto Calascure, non troppo distante nell'entroterra. Gli eroi di entrambe le fazioni scopriranno ben presto che i propri avamposti avranno il loro bel da fare per sopravvivere.

    Immagine


    Durante le missioni nelle Guglie di Arakk vi verrà offerta la possibilità di costruire una Locanda per ospitare più soldati e rifornimenti o un Emporio per avviare commerci con gli indigeni. A seconda della scelta, dovrete affrontare una serie di missioni uniche.

    Inoltre, sempre in base alla scelta fatta, riceverete una potente abilità da usare nelle Guglie di Arakk. La Locanda vi permette di teletrasportarvi presso l'avamposto con un tempo di recupero molto breve, oltre a fornire esperienza bonus dovuta al riposo. L'Emporio vi permette di avviare una Corsa di Contrabbando e acquistare merci rare e preziose introvabili altrove, assai utili durante gli scontri con i Proseliti di Rukhmar e i Manomozza.

    A sud del vostro avamposto, Rivett Scoppiamolle ha avviato con la Spedizione su Draenor degli Spargifumo un'attività di scavi piuttosto azzardata. Qualcosa è andato storto e sarete voi gli unici a poterlo aiutare. Dopo aver salvato Rivett e il suo staff, riceverete i progetti per costruire un Centro di Riciclaggio nella vostra Guarnigione. Il Centro di Riciclaggio fornisce una quotidiana scelta di materiale riciclato. A volte otterrete ciarpame rivendibile ai mercanti, ma c'è sempre la possibilità che il vostro personale addetto al riciclaggio trovi qualcosa di molto più appetibile.

    Questa zona ha qualcosa di interessante per tutti e ci sono moltissime altre sorprese che attendono gli eroi che vi si avventurano.
    Condividi articolo
2 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 08 agosto 2014, 10:09 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5727

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Zona che trovo interessante e sono curioso di leggere e vedere la storia degli Arakkoa 0
  • Ainaglar 08 agosto 2014, 11:01 Ainaglar
    Messaggi: 530

    Iscritto il: 16 giugno 2014, 11:10
    #2
    "Prima di tutto, amiamo gli Arakkoa e sappiamo che i giocatori saranno molto contenti di rivederli"

    O_o a me in TBC venne l'aviaria...

    Certo tutto il resto rimane interessante, in particolare il fatto che avremo a che fare con una razza "al bivio"... sono curioso di vedere la storia come si evolverà. Intriganti sono anche le features delle quali parla a fine articolo. Vediamo, vediamo....
    0
  • Commenta la notizia