• Scritto da ,
    Visti i molti aggiornamenti a cui è sottoposto World of Warcraft, i processi per ottimizzarne l'esecuzione e la continua aggiunta di contenuto, Blizzard ha annunciato che a partire dal 1 Luglio 2018 la versione a 32 bit del client di gioco non verrà più supportata.

    Questo permetterà di concentrarsi sulla sola versione a 64 bit, che avendo una gestione della memoria migliore permetterà di poter ottimizzare il gioco in maniera più efficace.

    Blizzard Entertainment ha scritto

    Quando World of Warcraft: Battle for Azeroth™ sarà disponibile, non supporteremo più il client di gioco di World of Warcraft per i sistemi operativi a 32-bit. La grande maggioranza dei giocatori di World of Warcraft utilizza già la versione a 64-bit del gioco, e questo cambiamento ci consentirà di concentrarci su di essa per renderla più stabile ed efficiente possibile.

    Se stai usando un sistema operativo a 32-bit, dovrai aggiornarlo alla versione a 64-bit. Nella maggior parte dei casi (come da Windows 7 a Windows 10) puoi farlo gratuitamente, ma dovrai reinstallare alcune applicazioni. Controlla con il fornitore come aggiornare il tuo sistema operativo alla versione a 64-bit e quali applicazioni ne saranno influenzate.

    Perché terminiamo il supporto a 32-bit

    Le limitazioni di memoria dei sistemi operativi a 32-bit possono influire sulla giocabilità e la stabilità di molti dei giochi moderni, mentre i sistemi operativi a 64-bit sono già uno standard da diversi anni. Come per le passate espansioni, con Battle for Azeroth implementeremo molti aggiornamenti tecnici per migliorare ulteriormente l'esperienza di gioco, ed è arrivato il momento giusto per questo cambiamento.

    Ti consigliamo di aggiornare il tuo sistema operativo alla versione a 64-bit prima dell'1 luglio 2018, per assicurarti che l'esperienza di gioco di World of Warcraft non venga influenzata negativamente.

    Condividi articolo
Commenta la notizia