• Scritto da ,
    Negli ultimi anni Blizzard ha adottato una tecnologia denominata "sharding": se troppi giocatori si trovavano nella stessa zona essi venivano separati in versioni diverse di essa, e ciò migliorava sensibilmente le prestazioni dei server.

    Purtroppo questa funzionalità ha seriamente limitato l'esperienza di gioco nei reami GdR, capitava che anche chi fosse gruppato non vedesse gli altri giocatori presenti all'evento.



    Dopo numerosi post sul forum ufficiale per spiegare il proprio disagio, Blizzard ha deciso di venire incontro alle richieste degli appassionati di gioco di ruolo e ha sospeso lo sharding sui Reami GdR, con la sola eccezione delle zone di Legion.

    Bradanvar ha scritto

    Nel corso degli ultimi due anni abbiamo usato occasionalmente una tecnologia chiamata "sharding" nelle zone non istanziate del gioco. Questo ci ha permesso di dividere i giocatori presenti nelle zone a più alta densità di traffico in "frammenti" di quelle particolari zone. Il beneficio per le prestazioni dei server è stato immenso, ed è proprio grazie a questo che il lancio di Legion è andato così bene. Perciò, in generale, siamo molto contenti di questo sistema.

    L'unica eccezione sono i reami GdR, dove gli eventi della community sono molto più comuni. Su questi server riteniamo che la perdita generale di qualità nelle performance di gioco sia accettabile per supportare tali eventi. Se i giocatori sui reami GdR decidono di organizzare un evento e di radunarsi da qualche parte dove alta latenza rovina la loro esperienza di gioco, è una scelta loro e vogliamo dare la maggior libertà possibile.

    Recentemente abbiamo applicato un hotfix che disattiva lo sharding nella maggior parte delle zone esterne sui reami GdR: Kalimdor, Regni Orientali, Nordania, Pandaria, Terre Esterne, Draenor e tutte le relative sotto-zone. Era nostra intenzione farlo da tempo, ma in seguito ad alcune segnalazioni su un evento della community a Nordania, abbiamo scoperto alcuni problemi secondari che impedivano il funzionamento corretto di questa tecnologia.

    Naturalmente, ci sono ancora dei limiti: non vogliamo che giocare su un reame GdR voglia dire non poter usufruire dei contenuti del gioco a causa di problemi legati alla latenza o prestazioni video. Per questo, in tutte le zone di Legion (incluse le Isole Disperse, la versione di Dalaran delle Isole Disperse e presto anche Argus) lo sharding sarà ancora attivo, come sui reami che non sono GdR. Allo stesso modo, quando il gioco indirizza i giocatori verso una zona specifica non appartenente a Legion (come nel caso di eventi stagionali o contenuti delle nuove patch), potremmo temporaneamente riattivare lo sharding in quella zona, finché la situazione non si stabilizza.

    In generale, il nostro obiettivo è non utilizzare lo sharding per i reami GdR, eccezion fatta per le zone dell'espansione corrente, o quando si rende temporaneamente necessario per supportare il gioco. Questo è attualmente il caso per tutti i reami GdR e GdR-PvP in tutto il mondo. Si tratta di un'aggiunta alla regola preesistente che i reami GdR non debbano riempire le zone usando il sistema multi-reame (anche se è comunque possibile entrare in un reame GdR usando il sistema multi-reame quando si è in gruppo con un giocatore proveniente da un reame GdR).

    Condividi articolo
1 commento
  • NZOTH 10 agosto 2017, 19:42 NZOTH
    BattleTag: Crocodile431 #2660
    Messaggi: 736

    Comuni mortali è arrivato lo stregone durotains il flagello di ferro lo sterminatore di re.
    #1
    E fu così che i server esplosero 0
  • Commenta la notizia