• Secondo quanto riportato nell'ultima conferenza degli azionisti, Blizzard ha deciso di non pubblicare più in futuro il numero di giocatori attivi su World of Warcraft. La motivazione ufficiale è che esistono altre statistiche, per ora non precisate, che meglio rappresentano lo stato di salute del gioco.

    Da un certo punto di vista è vero che quel numero non indica molto e che i discorsi derivanti dalla sua analisi sono spesso campati per aria, però è curioso che invece di affiancare semplicemente altri dati si decida di eliminare completamente tale informazione. Resta da vedere se questa politica si applicherà solo quando i dati saranno negativi o proprio in senso assoluto, sarebbe alquanto strano non vedere celebrazioni nel caso in cui Legion dovesse far affluire molti nuovi giocatori.

    Fonte: Gamespot
    Condividi articolo
27 commenti 12  
  • Rekse 04 novembre 2015, 11:27 Rekse
    Messaggi: 3452

    Se qualcuno vuole aggiungermi al battle.net me lo dica perché rifiuto chi non conosco.
    #1
    La motivazione ufficiale è che esistono altre statistiche, per ora non precisate, che meglio rappresentano lo stato di salute del gioco.


    Tipo la statistica degli stocazzatori attivi? rofl rofl rofl rofl rofl
    6
  • Yardeh 04 novembre 2015, 11:30 Yardeh
    Messaggi: 8132

    -cometaxxx-
    #2
    Trovo che sia vergognosamente ridicolo.
    Ovviamente al lancio di Legion sbandiereranno al mondo intero che sono tornati a 9M/10M però eh...
    7
  • Rekse 04 novembre 2015, 11:32 Rekse
    Messaggi: 3452

    Se qualcuno vuole aggiungermi al battle.net me lo dica perché rifiuto chi non conosco.
    #3
    Yardeh ha scritto:Trovo che sia vergognosamente ridicolo.

    @Yardeh

    Si, ma francamente è anche lecito farlo eh, per carità. Solo che mi domando allora, a che scopo darne l'annuncio? Bastava non farlo più e basta. Mi pare proprio uguale al tirarsi una fucilata sui piedi.
    3
  • Exhumed 04 novembre 2015, 11:34 Exhumed
    BattleTag: Punisher666#2193
    Messaggi: 2715

    Hell On Earth
    #4
    Sento puzza di code di paglia... che alla Blizz si stiano spaventando? 6
  • Black 04 novembre 2015, 13:17 Black
    Messaggi: 297

    Keep Calm and Wipe
    #5
    Blizzard in generale credo sia impegnata a "distogliere" l'attenzione da WoW, come singolo gioco
    Perché quello che frutta, non è solo il singolo gioco ma il mondo che gira intorno al brand Warcraft
    Questa mossa a livello commerciale ci sta anche in ottica uscita del film, vi immaginate Blizzard che dichiara l'ennesimo calo di abbonati e intanto esce il film
    3
  • Grevier 04 novembre 2015, 13:29 Grevier
    Messaggi: 5245

    Bloodborne Platinum
    #6
    Il volto della paura. 0
  • Deinoforo 04 novembre 2015, 13:54 Deinoforo
    BattleTag: Deinoforo#2266
    Messaggi: 2073

    micio micio miao miao
    #7
    Exhumed ha scritto:he alla Blizz si stiano spaventando?

    @Exhumed

    Immagine
    4
  • Exhumed 04 novembre 2015, 14:00 Exhumed
    BattleTag: Punisher666#2193
    Messaggi: 2715

    Hell On Earth
    #8
    Deinoforo ha scritto:[
    Immagine

    @Deinoforo

    Ahahaha!, top! rofl rofl
    0
  • Wulgrim 04 novembre 2015, 14:15 Wulgrim
    Messaggi: 8319

    They were all dead. The final gunshot was an exclamation mark of everything that had led to this point. [Cit]
    #9
    Che forse i 5.5 milioni di utenti siano gonfiati un poco o come han scritto la coda di paglia cresce selvaggia?
    Perchè di punto in bianco vogliono nasconderlo? Paura di far vedere che nei periodi di magra la gente salva soldi da wow?

    ... Bha
    0
  • RuTeam di sviluppo web 04 novembre 2015, 14:33 Ru
    Messaggi: 4970

    Iscritto il: 06 marzo 2010, 10:03
    #10
    World of Warcraft ha smesso di incidere così tanto nei bilanci dell'azienda come anni fa. Quando abbiamo creato BattleCraft nel 2010 l'unico titolo che seguivamo era World of Warcraft, perché era l'unica cosa che c'era. Ora Blizzard può contare su tanto altro per cui i dati di WoW sono meno rilevanti rispetto al passato.

    Questa notizia è più per gli azionisti che finora hanno giudicato l'azienda su questo parametro, non per noi comuni mortali. Se ricordate l'annuncio dei 10 milioni di Warlords è avvenuta fuori da una conferenza per gli azionisti. Non mi aspetto avvenga diversamente per Legion in caso valga la pena. Non contraddirebbe ciò che stanno dicendo qui :)

    Blizzard sta dicendo agli azionisti "Smettetela di giudicarci per quanti sono i giocatori su WoW, giudicateci per tutto ciò che facciamo".
    9
  • ficcoficco 04 novembre 2015, 14:42 ficcoficco
    BattleTag: frezeen#2513
    Messaggi: 252

    Iscritto il: 10 luglio 2014, 12:01
    #11
    mossa furba. gli azionisti si spaventano se il numero dei giocatori di wow cala, anche se per assurdo le azioni blizzard salgono di valore per merito di nuovi modelli di business intrapresi con i nuovi titoli. mossa semplice per contrastare una eventuale paura psicologica infondata nel giudicare il valore di una societa' come la blizzard 0
  • Ulfedhnar 04 novembre 2015, 15:30 Ulfedhnar
    Messaggi: 78

    Iscritto il: 13 aprile 2010, 07:31
    #12
    Ru ha scritto:World of Warcraft ha smesso di incidere così tanto nei bilanci dell'azienda come anni fa. Quando abbiamo creato BattleCraft nel 2010 l'unico titolo che seguivamo era World of Warcraft, perché era l'unica cosa che c'era. Ora Blizzard può contare su tanto altro per cui i dati di WoW sono meno rilevanti rispetto al passato.


    @Ru Conti alla mano basati sui LORO DATI, gli abbonamenti nel 2014 hanno cubato circa il 25% dell'intera revenue di Activision Blizzard (se il numero di abbonamenti dichiarato è reale, sia ben inteso).
    Se il 25% della revenue di una società (senza contare espansioni e market anch'essi legati a WoW e dipendenti dal numero di abbonamenti: non credo che qualcuno senza abbonamento si compri una cavalcatura o un minipet) non è importante, beh allora... o_O

    A me sembra una mossa del marketing per evitare l'effetto valanga (non c'è più nessuno, vado anch'io).
    Non mi piace moltissimo e non riesco a leggerci nulla di buono.

    Scusa @Ru la tua affermazione è basata su dati ("...ha smesso di incidere così tanto nei bilanci dell'azienda...") o è semplicemente basata su tue sensazioni?
    2
  • Vethus 04 novembre 2015, 15:32 Vethus
    BattleTag: VBK5#2459
    Messaggi: 235

    Bau!
    #13
    Nooooooo, quelle su wow erano le uniche notizie di gossip che mi interessavano! Parlare del numero di giocatori in calo era un po' come parlare dei kili presi da qualche celebrità... 3
  • ficcoficco 04 novembre 2015, 15:56 ficcoficco
    BattleTag: frezeen#2513
    Messaggi: 252

    Iscritto il: 10 luglio 2014, 12:01
    #14
    basta leggerere bene i numeri, nel 2014 wow incideva per il 25% della revenue blizz, alla soglia del 2016 no. 0
  • MasterRedzCommunity Manager 04 novembre 2015, 15:56 MasterRedz
    BattleTag: MasterRedz#2155
    Messaggi: 4963

    "La tua anima sarà mia!"
    #15
    Ulfedhnar ha scritto:...

    @Ulfedhnar @Ru In realtà non ha detto che non è importante, ma che non lo è più come un tempo. Prima di SC2 e Diablo III le entrate di Blizzard erano per circa l'80% legate a WoW, ora non più. Le entrate di Blizzard continuano ad aumentare e superare le aspettative, nonostante il calo di WoW.

    Questo calo è stato in parte attutito dal Gettone, che dato il costo maggiore di un mese di abbonamento è comunque un win-win per Blizzard, nonostante i minori abbonamenti.
    Diablo III ha raggiunto 2 milioni di copie in China, senza contare tutte quelle che ha venduto in Occidente.
    Sc II è stato un'altro colpaccio, e i preordini di LotV si vocifera siano quasi doppi di quelli di HotS.
    HS ha aumentato del 77% la base giocante rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, di conseguenza un aumento consistente delle entrate.
    Heroes è comunque in crescita, anche se non è stato ancora rilasciato alcun dato preciso.
    Overwatch, anche se ancora privo di modello economico, è dato come hit pazzesca.

    Tutto questo e manca la parte di Activision, estremamente in salute.
    In questo quadro, si capisce come WoW non sia destinato all'irrilevanza, ma sicuramente non ha lo stesso peso degli anni scorsi. Quest'anno è forse il primo anno in cui si può dire quasi sicuramente che WoW non è più un indicatore della salute globale di Blizzard, men che meno per Activision-Blizzard.

    Ho trovato anche questo articolo stamattina, molto interessante:
    http://www.forbes.com/sites/insertcoin/ ... criptions/
    1
  • RuTeam di sviluppo web 04 novembre 2015, 16:01 Ru
    Messaggi: 4970

    Iscritto il: 06 marzo 2010, 10:03
    #16
    @MasterRedz Mi hai preceduto di qualche secondo e mi hai fatto cancellare la risposta. In ogni caso quello che volevo dire è esattamente che è "meno rilevante di un tempo" dove WoW era l'unico videogame e dal suo stato di salute e playerbase dipendeva il destino dell'azienda. Non hai assolutamente torto @Ulfedhnar a dire che è comunque importante, lo penso anche io, ma da questa e dalla scorsa conferenza per gli azionisti abbiamo visto come Blizzard ora abbia altre gambe su cui appoggiarsi. 1
  • Yardeh 04 novembre 2015, 16:32 Yardeh
    Messaggi: 8132

    -cometaxxx-
    #17
    Ma io non credo che chi critichi questa discesa (o scivolone a seconda dei punti di vista) pensi che la Blizzard stia fallendo. Sarebbe stupido dire una cosa del genere. 0
  • adclaw 04 novembre 2015, 16:50 adclaw
    BattleTag: Diabolico#1938
    Messaggi: 279

    L'arena fa schifo
    #18
    Che wow , dati alla mano, non sia + rilevante come prima è pacifico, ma ripeto per me si tende volutamente a sottostimare l'indotto di wow.
    Mi spiego meglio, quello che garantisce wow sono sostanzialmente 3 cose
    1)Un provento sicuro, stabile che permette all'azienda di investire in altri progetti senza correre il rischio che il fallimento anche parziale di uno di questi progetti comprometta la società;
    2)Un formidabile strumento di "promozione" per i loro progetti tramite le beta, le promozioni tra vari titoli, i richiami che vengono inseriti nei nuovi giochi per attrarre i giocatori di wow che vogliono "giocare" con uno dei loro personaggi preferiti;
    3)Un infrastruttura tecnologica, credete che tecnici, uffici, competenze, server vengano utilizzati solo per wow? Le infrastrutture vengono utilizzate per tutti i giochi acti/blizzard con componenti online in tal modo i costi fissi vengono ridotti all'osso e si possono offrire servizi e giochi free to play che non dovendo avere una struttura "ad hoc" garantiscono anche con prezzi "modici" alti profitti.

    L'articolo di forbes è impeccabile dal punto di vista tecnico, ma tende a vedere la blizzard come un azienda che attua una politica di diversificazione dei prodotti, volendo applicare un modello di sviluppo "industriale" ad un azienda di "intrattenimento".Il settore dell'intrattenimento non è un azienda di tipo normale dove basta introdurre un innovazione, per esempio un app che permetta di gestire, tv, telefoni, pc, frigo,cucine ecc ecc. per diversificare e garantirsi profitti per uno/due anni, ma appunto un azienda che si basa sulla capacità di "intrattenere e divertire".Se giochi come wow o cod smettono di divertire gli utenti, alla blizzard/acti possono diversificare quanto vogliono, ma tutta la struttura salta e fa un bel boom.
    Questo lo sanno bene sia alla activision/blizzard, sia gli investitori + attenti, per questo la mossa di non rendere + noti il numero di abbonamenti di wow, per come la si giri e rigiri, mi da veramente l'impressione di paura e debolezza.
    1
  • Orsopeloso 04 novembre 2015, 17:01 Orsopeloso
    BattleTag: Orsopeloso
    Messaggi: 33

    Iscritto il: 17 luglio 2014, 11:52
    #19
    E giusto per dire.. l'Activision si è appena comprata la King, quella di Candy Crush.. 0
  • Wulgrim 04 novembre 2015, 17:11 Wulgrim
    Messaggi: 8319

    They were all dead. The final gunshot was an exclamation mark of everything that had led to this point. [Cit]
    #20
    Orsopeloso ha scritto:E giusto per dire.. l'Activision si è appena comprata la King, quella di Candy Crush..

    @Orsopeloso infatti è stata pubblicata la notizia ieri

    - - - -

    Resta che (imho) non avendo più un prodotto dagli introiti stabili da tener sott'occhio, visto che son basati a quanti giocano, ma su una curva d'incassi legati su quanto vuol spendere il giocatore (hs, heroes e così sarà per candy crush, per overwatch non si sa ancora come pianificheranno) è un doppio azzardo, ancor di più visto che fino ad ora non hanno detto nulla sulle cifre di heroes
    0
  • Ulfedhnar 04 novembre 2015, 17:14 Ulfedhnar
    Messaggi: 78

    Iscritto il: 13 aprile 2010, 07:31
    #21
    Yardeh ha scritto:Ma io non credo che chi critichi questa discesa (o scivolone a seconda dei punti di vista) pensi che la Blizzard stia fallendo. Sarebbe stupido dire una cosa del genere.

    @Yardeh Non credo nemmeno io che la Blizzard stia fallendo. Penso però che stia investendo meno su WoW: sarà una mia sensazione, ma non credo che un terzo degli investimenti nel 2015 sia stato indirizzato verso il gioco.

    @MasterRedz & @Ru scusate se insisto. Nel 2014, se i dati che forniscono sono veritieri, abbiamo 1.360 milioni di dollari solo da abbonamenti ed espansione. Considerando il minimo sindacale sul market (ma proprio il minimo) significa che solo WoW nel 2014 ha fatto un terzo del fatturato dell'azienda.
    E' vero che stanno investendo anche su altro (la diversificazione è importante), è vero che quest'anno hanno toccato il minimo da anni come numero di abbonamenti, ma resta un caposaldo della revenue, su cui stanno limitando gli investimenti. Vedremo poi nel 2015 all'uscita dei dati finanziari.

    L'Asia in tutta la divisione Activision Blizzard (da dati Blizzard, linkati in un precedente post) non arriva al 10% della revenue. EU al 41% e US al 50%. Quindi permettetemi di dire che l'Asia è un mercato in espansione, ma certamente non il fulcro delle entrate.

    Cosa sottolineo nel post di @Ru ?
    Non è un dato difficile da tirar fuori che ha un costo che è preferibile tagliare.
    Quindi se non c'è una motivazione di costi, deve essere stato fatto con uno scopo di marketing: dare meno visibilità della salute del gioco. Non agli azionisti importanti (quelli vedono pure quanto si spende di carta igienica per i dipendenti) ma agli utenti. Io sono un utente "pagante" da anni e quindi sono abbastanza infastidito da questa comunicazione che fa scopa con tutte le altre nel corso di questi mesi.
    1
  • RuTeam di sviluppo web 04 novembre 2015, 17:26 Ru
    Messaggi: 4970

    Iscritto il: 06 marzo 2010, 10:03
    #22
    @Ulfedhnar Capisco quello che stai dicendo. Stando così le cose Hearthstone dovrebbe fatturare circa 1/3 di quanto fa WoW con 5.5 milioni di sub. È un dato significativo questo perché Hearthstone ha team di dimensioni inferiori e sicuramente anche costi infrastrutturali minori. Io voglio sperare davvero non sia stato un comunicato per la playerbase, perché strategicamente non lo capirei. Mi sembra sbagliato dire una cosa simile dopo aver comunicato un dato negativo. Può dare un messaggio ancora più negativo sull'azienda. Per questo la mia interpretazione è diversa. 2
  • BulletHead 04 novembre 2015, 17:34 BulletHead
    Messaggi: 851

    BulletHead#2630
    #23
    Personalmente penso che questa decisione sia stata presa per non fare gridare al lupo ai giocatori, a livello aziendale i dati li devono comunicare per forza ma come comunicazione al pubblico dico che fano bene a non comunicare più il dato sugli utenti attivi, anche perché serve solo a far creare discussioni ai giocatori sul presunto fallimento o meno del game, che porterebbero ad un passaparola troppo pericoloso (non c'è nulla di peggio che mala pubblicità proveniente dall'interno) mentre no comunicando più nulla al pubblico passato qualke tempo nessuno ci darà più peso 0
  • Ulfedhnar 04 novembre 2015, 17:46 Ulfedhnar
    Messaggi: 78

    Iscritto il: 13 aprile 2010, 07:31
    #24
    Ru ha scritto:Può dare un messaggio ancora più negativo sull'azienda. Per questo la mia interpretazione è diversa.

    @Ru Non avevo riflettuto su questo aspetto e francamente non mi sembra per nulla errato.

    Per quello che riguarda HS credo che i giochi di quel tipo paghino molto bene. Un mazzo di carte nuovo e una nuova ambientazione non hanno costi paragonabili a quelli di un'espansione di WoW.
    Ma anche gli altri giochi come HotS e OW sono gestibili con budget più bassi e permettono buone entrature di fatturato.
    0
  • Commenta la notizia 12