• Ieri sera Blizzard ha pubblicato un nuovo estratto da Before the Storm, il romanzo di World of Warcraft, scritto da Christie Golden, che farà da ponte fra le vicende di Legion e quelle della prossima espansione, Battle for Azeroth. Il nuovo libro uscirà il 12 Giugno in lingua originale, mentre al momento non si hanno notizie di una pubblicazione in italiano.

    Se non volete spoiler sulla lettura del romanzo, non proseguite oltre in questo articolo!

    In Before the Storm, Anduin sta cercando di creare una tregua duratura fra Orda e Alleanza per scongiurare l'inizio di una nuova guerra, soprattutto dopo la scoperta dell'Azerite e del suo potenziale bellico. Uno dei suoi tentativi è riappacificare Umani e Reietti tramite un incontro fra membri delle famiglie divise dal Flagello del Re dei Lich. Sylvanas sarà convinta dalla lettera del nuovo Re?

    Traduzione
    Regina Sylvanas Ventolesto, Dama Oscura dei Reietti e Capoguerra dell'Orda, Re Anduin Wrynn le porge i suoi saluti.

    Scrivo questa missiva per una proposta che non ha nulla a che fare con eserciti, territori o risorse, ma che credo possa essere mutualmente benefica per Orda e Alleanza.

    Arrivo subito al punto della questione. Quando ti rivolgesti all'Alleanza in cerca di una casa per il tuo popolo, venni scacciata. Eravamo ancora preda dell'orrore che Arthas aveva scatenato a Lordaeron e non potevamo comprendere che i Reietti erano diversi dal Flagello.

    Ho parlato recentemente con un Reietto che in vita fu molto rispettato e che, nonostante tutto quello che ha dovuto subire, ancora segue le vie della Luce. Il suo nome è Alonsus Faol ed un tempo fu Arcivescovo di Lordaeron. Ha accettato di fare da tramite nell'interesse sia dei vivi che dei non-morti.

    Questa lettera è per le famiglie. Famiglie che furono divise non da Orda e Alleanza ma da Arthas, che fece piovere disperazione e distruzione su tutti noil. Compagni, figli, genitori - molti furono separati, prima dalla morte e poi dalla paura e dalla rabbia. Forse, se riusciremo a lavorare insieme, chi fu separato potranno finalmente ritrovarsi.

    Non siamo al momento in guerra. Ma non sono così ingenuo da non vedere le ostilità pronte a riprendere forza. Negli ultimi tempi, abbiamo - una manifestazione del dolore che la stessa Azeroth sta soffrendo. Insieme, potremmo indirizzare i nostri sforzi nello studiare questa sostanza e trovare un modo per salvare il pianeta. Ma al momento concentriamoci su un gesto di unità molto più modesto ma di eguale importanza, come primo passo verso un futuro che beneficerà sia Orda che Alleanza.

    Propongo un giorno di tregua. In questo giorno, quelle famiglie che sono state divise dalla guerra e dalla morte avranno una possibilità di incontrare i loro cari perduti. La partecipazione sarà strettamente volontaria. Tutti i partecipanti dell'Alleanza, un piccolo numero, saranno attentamente perquisiti e a nessuno che riterrò un pericolo per i Reietti sarà permesso continuare. A te chiedo lo stesso.

    Un luogo adatto per questo incontro sono gli Altopiani d'Arathi, dove farò riunire il gruppo dell'Alleanza nell'antica fortezza di Stromgarde. Inoltre, il Muro di Thoradin è vicino ad un avamposto dell'Orda. Lì, in campo aperto, con sufficiente protezione come d'accordo fra noi, queste famiglie spezzate si reincontreranno, dall'alba al tramonto. Con il tuo consenso, l'Arcivescovo Faol e altri sacerdoti aiuteranno e forniranno conforto in caso di bisogno.

    Se mai dovesse essere arrecato danno al mio popolo, stai certa che non esiterò a rispondere in maniera appropriata. Se qualsiasi dei miei ferirà un Reietto, sono certo che tu farai lo stesso.

    Come sacerdote, come Re di Roccavento e figlio di Varian Wrynn, garantisco libero e sicuro passaggio ai Reietti che decideranno di partecipare a questo incontro. Se questa tregua avrà successo, si potrà riproporre in futuro.

    Non confondere questa come un'offerta di pace. È solamente una proposta per offrire un giorno di compassione verso coloro che furono distrutti da una forza ostile esterna ad Orda e Alleanza.

    Entrambi abbiamo perso le nostre famiglie, Capoguerra. Non costringiamo altri a subire lo stesso destino.

    Scritta di mio pugno, Re Anduin Llane Wrynn

    Immagine
    Condividi articolo
13 commenti
  • IlDon 01 giugno 2018, 09:32 IlDon
    BattleTag: IlDon#2503
    Messaggi: 734

    Do You Like to PLay with Fire?
    #1
    E sappiamo tutti come va a finire. Sylavans fa un macello. Si presenta a quell'evento uccidendo i suoi stessi forsaken presenti e gli umani. Fra cui parrebbe Calia Menethil.

    La cosa interessante di questa lettera, dal mio punto di vista, è la profondità e la maturità con cui Anduin si approccia alla cosa. Sa benissimo che non si arriverà alla pace ma si preoccupa per chi ha perso i proprio cari, ammettendo che non è colpa dei forsaken per come sono andate le cose nel lordaeron. Anduin si sta dimostrando un ottimo leader a mio avviso, mi piace questo suo percorso di crescita che lo ha portato dall'essere un "hippie" ingenuo ad un adulto più disilluso ma con ancora ben chiari i suoi ideali.

    Alla fine, fortunatamente, Anduin si sta rivelando un ottimo personaggio a differenza di Sylvanas che stranamente la stanno facendo passare per un Garrosh 2.0. E di questo in un certo seno me ne dispiaccio.
    1
  • seraknis 01 giugno 2018, 10:36 seraknis
    BattleTag: Serak#21960
    Messaggi: 1926

    Afking Mythic raids for <Blasphemy> Well of Eternity - Horde
    #2
    In realtà di questa cosa non sappiamo nulla, dire che Sylvanas combinerà un casino in questa situazione è pura speculazione.

    Vedremo nel libro che succederà.

    Possibilissimo che tutto vada a puttane per colpa di una terza parte ancora.
    3
  • Rhail 01 giugno 2018, 11:31 Rhail
    Messaggi: 54

    Iscritto il: 18 aprile 2018, 13:13
    #3
    Non è vero che la scritta di suo pugno !, l'ha fatta al computer usando il Times New Roman rofl 3
  • MasterRedzCommunity Manager 01 giugno 2018, 11:34 MasterRedz
    BattleTag: MasterRedz#2155
    Messaggi: 7982

    "La tua anima sarà mia!"
    #4
    @Rhail Times New Stormwind, prego. 10
  • IlDon 01 giugno 2018, 11:34 IlDon
    BattleTag: IlDon#2503
    Messaggi: 734

    Do You Like to PLay with Fire?
    #5
    @seraknis
    In verità qualcosa sappiamo anche se non nei particolari.
    Sappiamo che Faol organizza cmq quell'evento di nascosto.
    Sappiamo che insieme a Faol gira sempre Calia e sappiamo che Calia viene uccisa da Sylvanas e resuscitata come undead dagli stessi Faol, Anduin e con la benedizione di S'arraa (o come diamine si chiama il naaru dell'enclave dei priest).
    Sappiamo che "off-game" nel periodo prima di BfA a UC si crea una sottospecie di governo provvisorio in mancanza di Sylvanas, troppo impegnata a fare da warchief a orgrimmar. Questi forsaken non son proprio d'accordo con la linea intrapresa da Sylvi. Basta fare due più due per ora, sembra molta chiara la cosa. Sylvi non vuole che ci sia un riavvicinamento fra undead e umani, perderebbe una ulteriore parte di quel popolo che al momento non può riprodursi, in quanto undead e forse giusto 1 o 2 valkyrie rimaste.

    Insomma l'argomento è molto vasto e potremmo specularci per giorni sulle cose che sappiamo già. L'unica cosa che mi fa sorridere è la speranza di molti fan di Sylvi che siano sempre "terze parti" responsabili per i suoi misfatti :)
    Scherzi a parte, staremo a vedere che piega prenderà la storia si Sylvanas perchè, come detto precedentemente, al momento sembra solo una Garrosh 2.0
    0
  • Greymane 01 giugno 2018, 15:17 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 7670

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #6
    IlDon ha scritto:
    E sappiamo tutti come va a finire. Sylavans fa un macello. Si presenta a quell'evento uccidendo i suoi stessi forsaken presenti e gli umani. Fra cui parrebbe Calia Menethil.

    @IlDon

    In realtà sembra che Sylvanas mantenga la sua promessa di non fare del male a nessuno che faccia parte dell'Alleanza.

    Ok Calia viene uccisa, ma lei non fa, ufficialmente, parte dell'Alleanza, a questo punto è una figura ancora neutrale
    0
  • IlDon 01 giugno 2018, 15:36 IlDon
    BattleTag: IlDon#2503
    Messaggi: 734

    Do You Like to PLay with Fire?
    #7
    @Greymane
    Sì. In tutti i casi quello che mi dispiace è che la stiano facendo diventare una cattiva sotto ogni aspetto.
    0
  • ciccio44 01 giugno 2018, 15:52 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2812

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #8
    Fossero tutti buoni e amici credo sarebbe già sparito da molto Warcraft rofl 2
  • orloph 01 giugno 2018, 16:17 orloph
    BattleTag: Orloph#1794
    Messaggi: 11

    Iscritto il: 24 agosto 2011, 15:10
    #9
    Vereesa mi sa che non voglia più saperne di Sylvanas dai tempi del processo a Garrosh, Alleria ancora sa niente della sorella? 0
  • harlequin 01 giugno 2018, 19:08 harlequin
    Messaggi: 3

    Iscritto il: 14 maggio 2016, 12:34
    #10
    IlDon ha scritto:[spoiler] E di questo in un certo seno me ne dispiaccio.

    @IlDon
    eh già, speriamo non le faccianmo fare una brutta fine
    1
  • exca 02 giugno 2018, 18:43 exca
    Messaggi: 1175

    Hearest thou my voice, still?
    #11
    Big spoiler preso da reddit per gli eventi di Stromgarde

    She regards the letter from Anduin as a hopeless attempt, but later comes around. She's scared, she thinks the cease-fire is a mistake. That it will only lead to pain for her people. They cannot be human, and the idea of dangling the temptation of a reunion with their loved ones will only make them more sad that they are Forsaken. Really cares about her own.

    They eventually have the meeting and everything goes splendid. But a few of her people on the field want to defect to the alliance. Calia Menethil thought this to be the best moment to reveal herself (she had a hood). Which to be fair: she didn't have a choice. A forsaken came up to her (she was recognised by him to be the Calia) and told her that "it's time". She had no clue what was going on, until she realized that they were defecting (they were walking towards Stormgarde) and she had a choice: support them, reveal who she was and get them to safety or disavow them and let them die.

    Syl saw her people defecting towards Stromgarde, so she sounded her horns (That meant that all should return to their side of the field). The ones defecting didn't turn back. She then realised Calia was on the battlefield and lost her shit, so she started shooting the Forsaken who were defecting (also the ones who weren't defecting mind you), because she thought she was an usurper. Not the humans, because that would incite a war, Anduin runs onto the field trying to save the Forsaken being shot, but couldn't (very heartbreaking moments btw. read it for yourself). Finally runs to Calia, but Syl was too fast and shot her dead (defending her claim on Lordaeron). (I'll skip the emotional ramifications) Both decide that she belonged to no-one, because Lordaeron was no more and she wasn't a member of the Alliance officially, just to prevent a war from erupting.

    In Anduin's eyes "Syl is well and truly lost" We don't get to see the aftermath of the thing through Syl's eyes tho..


    https://www.reddit.com/r/wow/comments/8 ... a/dzyf4ib/


    oof
    0
  • Greymane 02 giugno 2018, 19:40 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 7670

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #12
    @exca

    Non è sostanzialmente una sintesi delle pagine che erano state già mostrate?
    1
  • exca 02 giugno 2018, 20:22 exca
    Messaggi: 1175

    Hearest thou my voice, still?
    #13
    @Greymane
    Quali pagine?
    Queste?
    http://www.wowhead.com/news=275306/befo ... r-spoilers

    edit:
    trovate immagino siano queste, no?
    http://www.wowhead.com/news=284452/befo ... w-spoilers
    Comunque il libro e' stato rilasciato in anticipo e diverse persone l'hanno gia' letto.
    0
  • Commenta la notizia