• L'alpha di Battle for Azeroth procede a gonfie vele, tanto che questo venerdì 13 Aprile partirà il primo test delle Incursioni. Questo stress-test sarà incentrato su Uldir, la struttura titanica che servirà come prima Incursione della nuova espansione.

    Per il momento, sarà necessario testare la stabilità dei server nello scontro con un boss: Zek'vohj, Alfiere di N'zoth.

    Bradanvar ha scritto

    Questo venerdì 13 aprile apriremo il primo test delle incursioni di Battle for Azeroth! Lo scopo principale di questo test è individuare eventuali problemi di stabilità che influenzerebbero il normale test delle incursioni. Per la durata del test, ci concentreremo sulle prestazioni del server su un singolo boss. Questa sarà anche un'opportunità per vedere in anteprima l'incursione di Uldir e darci un feedback sul boss e la zona stessa. Questo test è importante per assicurare la stabilità di questa build di gioco in vista del test dell'incursione completa, al quale inviteremo altri giocatori.

    Venerdì 13 aprile
    Zek'vohj, Alfiere di N'zoth - Uldir Eroica 22:00 CEST

    D: Come faccio a raggiungere la zona dell'incursione?

    R: A Boralus, Zuldazar o Dalaran, parla con il Signore del Nexus Donjon Rade III per teletrasportarti nella zona d'incursione durante gli orari d'apertura del test (l'opzione per teletrasportarsi in una zona non è attiva quando questa non è aperta al test).

    D: Che personaggio dovrei usare per provare l'incursione?

    R: Quello che preferisci. Porteremo a 120 il livello effettivo dei personaggi che partecipano al test dell'incursione, e il livello degli oggetti del loro equipaggiamento sarà appropriato alla difficoltà dello scontro di prova.

    D: Quanto durerà il test?

    R: Lo scopo principale del test è reperire le informazioni necessarie per equilibrare gli scontri, valutare le meccaniche e trovare errori. Quando saremo soddisfatti delle informazioni relative a un certo boss, chiuderemo il test di quello scontro. Solitamente questo richiede da 45 minuti alle 2 ore, ma non è sempre così.

    Condividi articolo
Commenta la notizia