WoW Chronicle Volume 3: Nuove informazioni sugli Antichi Dei
  • grallenRedazione 29 marzo 2018, 11:23 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 6976

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    E' da poco uscito World of Warcraft Chronicle Volume III, che rivede la storia da warcraft 3 fino a fine dell'espansione Cataclysm. All'interno del nuovo volume abbiamo molte notizie, conferme e revisioni, su come gli Antichi Dei abbiano plasmato guerre su Azeroth e divisioni tra la due fazioni principali del gioco (Alleanza e Orda).

    I piani degli Antichi Dei


    All'inizio del volume, impariamo che gli Antichi Dei hanno creato lo Stormo dell'Infinito e corrotto il Sogno di Smeraldo. Anche se queste informazioni non sono nuove vengono finalmente chiarite e rese canoniche nel volume. Gli Dei Antichi si sono resi responsabili di molte minacce minori in WoW classic (Vanilla), come i Quilboar, Coboldi e Centauri. Gli Antichi Dei hanno sempre cercato di creare caos ovunque, nonché di incitare il conflitto tra le varie fazioni.

    Ciò che viene scritto su Cho'Gall conferma il fatto che gli Antichi Dei cercano da tempo di alimentare la guerra tra le due fazioni

    He also needed to keep the Old God safe from the Alliance and the Horde. By defeating C’Thun, the two factions had proved that they were unstoppable when they put aside their differences and united.

    Cho’gall would not allow them to do so again.


    Insomma unite le due fazioni sono inarrestabili, tanto da sconfiggere un Antico Dio, ma divise e in guerra diventano vulnerabili. Quindi la guerra che si scatenerà nell'espansione Battle of Azeroth farà parte sicuramente dei piani degli Antichi Dei

    Cho’gall


    La figura dell'Ogre Bicefalo Cho'Gall, nel volume, è centrale. Cancellato il personaggio di Med'an, la storia su Cho'Gall risulta essere ancora più interessante.

    Prima degli avvenimenti di wow classic egli ricerca un modo per risvegliare gli Antichi Dei, ma i suoi piani vengono ostacolati dall'assassina Garona che uccide molti dei suoi seguaci. Dopo aver attirato e intrappolato Garona, Cho'gall si concentra ancora una volta sulla sua missione, riuscendo ad entrare dentro Ahn'Qiraj e rompe le catene di C'Thun attraverso un potente rituale. C'Thun libberato risveglierà silithid dormienti e scatenerà la guerra su Azeroth. Tutti eventi che porteranno all'apertura delle porte di Ahn'Qiraj e il raid di 40 giocatori.

    Successivamente Cho'gall parte per Nordania durante gli eventi dell'espansione TBC. Allenta i legami di Yogg-Saron, fornendo all'Antico Dio maggior potere. Poi intensifica il conflitto tra l'Alleanza e l'Orda, comandando a Garona di attaccare Varian in un vertice di pace. Questa parte è simile alla storia del fumetto con Med'an, ma senza di lui, Garona si è impegna a lavorare con Jaina e Aegwynn per saperne di più sul Martello del Crepuscolo.


    N’Zoth


    Sapevamo già che N'Zoth era colui che aveva corrotto Alamorte e aveva un ruolo attivo negli avvenimenti di Cataclysm e nel volume ne abbiamo tutte le conferme. N'Zoth ha avuto la "fortuna" che la sua prigione è rimasta lontana dai mortali ed ha avuto tutto il tempo di andare avanti con i suoi piani.

    Shrouded in an ocean of fevered dreams, among the bones of nameless horrors, N'Zoth remained untouched by the blade of mortals. The Old God was certain that Azeroth's champions would eventually seek it out and try to overwhelm it as they had done to C'Thun and Yogg-Sarion.

    N'Zoth was not afraid, but it did sense that a window of opportunity was fast closing.


    N'Zoth ha riversato il suo potere nell'ex aspetto della Terra mutandolo e facendolo divenire pazzo.

    N'Zoth fed its own dark energy into Deathwing's heart, infusing the black Dragon Aspect with a power unlike any that he had ever known. This influx of strength made his form more unstable, and the magma that flowed through his veins threatened to erupt from his body and consume his entirely.


    Ha richiamato poi i Signori Elementali, ma mentre Ragnaros e Al'Akir hanno accettato la chiamata, Neptulon e Therazane si sono ribellati. Liberando Alamorte da Rocciafonda ha provocato lo squarcio dimensionale che ha permesso ai Signori Elementali di liberarsi dalla loro prigionia.

    Alamorte voleva annientare gli altri stormi dei draghi per dominare Azeroth ma N'Zoth aveva nei suoi progetti di liberarsi dell'ex aspetto della terra una volta terminato il suo compito.

    Far attaccare Roccavento da parte di Alamorte è servito per instillare paura nella popolazione per farli unire al Martello del Crepuscolo. Tra questi fanatici c'era anche l'arcivescovo Benedictus. Gli Dei Antichi giocarono con la sua curiosità con il potere dell'ombra e la Luce non lo salvò dalla corruzione, invadendo i suoi sogni con visioni dell'Ora del Crepuscolo e della libertàche essa prometteva. Alla fine era convinto che la Luce fosse un potere tirannico e che volevesse soggiogare i mortali e tutte le varie forme di vita e che il Vuoto fosse lo stato naturale dell'universo. Rimanendo a capo della chiesa, fu in grado di convertire molti sacerdoti delusi al Martello del Crepuscolo.

    La fine di Cataclysm avviene come nel gioco, raccontato nella incusione dell'Anima del Drago.


    La regina Azshara e i naga


    Abbiamo la conferma, nel volume, che la regina Azshara e i naga sono i servi di N'Zoth. Li scatenò contro il traditore Neptulon per ottenere il dominio dei mari nella saga di Vashj'ir.

    Ben più interessante è che nel volume ci viene chiarito che i naga incontrarono Illidan Grantempesta e lo aiutarono per attuare il piano degli Antichi Dei. Gli Antichi Dei volevano che Illidan uccidesse e distruggesse il Re dei Lich. Se ciò fosse successo su Azeroth si sarebbe scatenata una guerra senza precedenti tra non morti, le nazioni del mondo e la Legione Infuocata. Con un tale tumulto Cho'Gall e gli Antichi Dei avrebbero potuto lavorare senza che nessuno interferisse nei loro piani.

    Che ne pensate di tali rivisitazioni? Che succederà in futuro a Battle ofr Azeroth?

    Fonte wowhead
    0