PROGRESS: EPEEN FTW - T19 - Emerald Nightmare
  1 ... 313233 ... 48  
  • Alla 14 ottobre 2016, 14:42 Alla
    Messaggi: 132

    Iscritto il: 03 dicembre 2010, 09:15
    #776
    Abbastanza d'accordo Nepe, ma ti invito a considerare una problematica tipica (ma non unica) italiana, ovvero l'estrema ed esasperata competitività nazionale (non per risultati ma per accanimento), che per lo più porta ad una frammentazione di una community già piccola, rendendo tutto un pò più complesso perchè il top del top a quel punto viene ulteriormente splittato e così via.

    Succede certamente altrove, ma credo sia oggettivamente innegabile che più le community sono piccole e contenute, più questo risulta essere un problema piuttosto che un boost alla competitività intesa come ricerca a del miglioramento.

    Non è una cosa peculirare di wow eh, succede un pò ovunque nel panorama ludico italiano, non nencessariamente del gaming.
    Se le 3 top ita di questo momento fossero una unica gilda di certo avremmo meno competitività a livello italiano, ma sicuramente più possibilità di competere a livello mondiale.

    Poi che sia utopico per milioni di motivi non lo discuto.
    1
  • Mordør90 14 ottobre 2016, 14:42 Mordør90
    BattleTag: Derpstorm#2232
    Messaggi: 239

    Iscritto il: 09 dicembre 2014, 16:36
    #777
    Secondo me è un problema generale di mentalità..sono convinto che in Italia ci siano ottimi players ma che sono frammentati in tante gilde (parlo obv solo di quelle che finisocno il content, no quelle social) e che, allo stesso tempo, hanno una mentalità non votata al progress.

    Io gioco da diverso tempo negli Hated: raidiamo 3 sere a settimana (il mercoledì non c'e praticamente nessuno online la sera asd) e in una di queste facciamo anche tutta la HC e tutta la normal, iniziamo alle 21.15 e finiamo massimo alle 00:30..considerando le normali perdite di tempo raideremo si e no 10 ore alla settimana nella mod myth e comunque siamo ad un onesto 3/7..questo per dire: è un problema di mentalità, il giocatore italiano non è, per natura, votato al progress duro e anche quando raida 6/7 non riesce ad ottenere risultati soddisfacenti.
    0
  • Ashkelon 14 ottobre 2016, 14:44 Ashkelon
    BattleTag: Ashkeløn#2540
    Messaggi: 3132

    gago schiavo
    #778
    nepe questo discorso faresti bene a farlo nel tuo ts dove diverse persone non joinano gli aNc perchè "quel tizio nel 2013 mi ha trollato su bc" oppure "quello è un bastardo (e magari manco lo conosce" "quelli sono mercenari" ecc.
    basti pensare al breve periodo di questecure nei QL
    2
  • Nepenthes 14 ottobre 2016, 14:45 Nepenthes
    Messaggi: 2264

    Iscritto il: 17 ottobre 2013, 14:22
    #779
    Lelyal ha scritto:Perché vedono le prestazioni alte della gilda e si aspettano un atteggiamento che invece poi (dalle storie che ho sentito) non trovano.

    @Lelyal

    Peccato che players capaci > all, ma la gente non lo capisce e continua a jumpare da una gilda ad un'altra o addirittura si stufa e cambia gioco quando sarebbe bastato avere pazienza.

    In Italia non serve "il progettone", sono cazzate. Si è visto che fine hanno fatto tutti i "progettoni" ita, con intenzioni ed atteggiamenti supercompetitivi.
    0
  • Alla 14 ottobre 2016, 14:50 Alla
    Messaggi: 132

    Iscritto il: 03 dicembre 2010, 09:15
    #780
    Che non sia votato per natura non ne sono sicurissimo.
    Ci sono parecchi ottimi player che vivono in realtà assolutamente anonime e completamente al di fuori di qualunque tipo di competitività che semplicemente non sanno cosa sia il progress o lo conoscono sulla base di come glielo raccontano gli altri, cioè come l'attività svolta da persone "senza una vita che preferiscono il gioco alla figa e bla bla.." Poi ci rimangono di merda quando si accorgono di aver buttato diecimila ore di raiding in più dei top per non finire nemmeno il content hc.

    Di certo dare maggiori possibilità a chi si avvicina a una certa mentalità porterebbe i suoi frutti. Oggi mi pare che tutto il discorso preveda una certa dose di elitarismo che mal volentieri viene condiviso...
    2
  • Michelis 14 ottobre 2016, 14:51 Michelis
    BattleTag: frollina#2108
    Messaggi: 128

    Iscritto il: 19 novembre 2013, 16:44
    #781
    Rulez ha scritto:@Michelis com'è che il mio warforged è solo 865?!

    @Rulez
    Preso da una discussione riguardo la differenza tra warforged e titanforged:
    "Warforged is the effectively the same as Titanforged. The only difference being that Warforged is for items +10ilvl or lower and Titanforged for +15 ilvl or higher. The cap on Titanforging in Legion is whatever the softcap on items is at the time. I think the cap will be 850ish until the first raid opens up at which point that cap rises to 895. It will continually rise as the expansion progresses. "
    quindi in parole povere titanforged> warforged, e visto che io scopo poco mi sono beccato un titanforged bis.
    2
  • Nepenthes 14 ottobre 2016, 14:52 Nepenthes
    Messaggi: 2264

    Iscritto il: 17 ottobre 2013, 14:22
    #782
    Puoi avere tutta la competitività e l'attegiiamento migliori di questo mondo, ma se hai metà raid a carretto non vai da nessuna parte.

    Players > all, il resto sono cazzate.
    0
  • Alla 14 ottobre 2016, 14:57 Alla
    Messaggi: 132

    Iscritto il: 03 dicembre 2010, 09:15
    #783
    Ma infatti è tutto li. Immagina che ci siano 100 giocatori con la giusta mentalità. Le 3 top gilde se ne contendono ciclicamente il 33%.
    Ma in quel 33% che spetta a ciascuno, quanti davvero ce ne sono dotati di mentalità e di skill?

    Sicuramente se si potesse scremare dal 100% aumenterebbe la probabilità di trovare chi risponde ai requisiti.
    2
  • erdu 14 ottobre 2016, 15:39 erdu
    BattleTag: erdugliano
    Messaggi: 74

    Iscritto il: 04 dicembre 2015, 15:27
    #784
    Scusate se mi intrometto in questo interessante discorso (sono serio)
    Alla fine di tutto questo la domanda è:
    Chi è che resta fuori dal raid quando si uniscono le 3 gilde?
    Forse il problema sta lì....
    L'ego gioca una parte fondamentale in questa interazione fra player.
    Accettereste di essere il numero 21 o 22 e rischiare di non raidare nel "first raid" si una super gilda Italia?
    Ed accettereste di finire nel "raid di serie B" in tale contesto?

    Se pensate in termini di gruppo la risposta è "sì"
    Se pensate in termini individualistici la risposta è "no"

    Detto da super casual player che però vede queste situazioni anche in altri ambiti, videoludici e non, come la normalità in Italia.
    :)
    5
  • Alla 14 ottobre 2016, 15:50 Alla
    Messaggi: 132

    Iscritto il: 03 dicembre 2010, 09:15
    #785
    Non funziona così. Anzitutto ogni gilda stabilisce un numero ideale di player che costituiscono il proprio roster.
    Se le gilda è una ovviamente il numero è automaticamente ridotto.

    Supponendo per estremo che 3 gilde si uniscano fondendo i loro roster, è chiaro che 100 giocatori competitivi e smaniosi di mettersi in mostra non possono convivere con questi numeri, quindi semplicemente il comparto officer di turno proverà le varie soluzioni, costruendo IL roster ufficiale sulla base di X valutazioni a seconda di quelli che sono gli obiettivi. Chiaro che se parliamo di progress fattori come attitudine, skill e tempo da dedicare sono fondamentali.

    Chi è fuori è fuori, ma guarda che questo per assurdo succede anche in realtà moooooolto meno votate al progress.
    Quando sei davanti ad una serie di dati oggettivi e sei valutato da gente competente non è che hai tante scuse.
    1
  • Tethir 14 ottobre 2016, 15:53 Tethir
    Messaggi: 211

    Iscritto il: 24 giugno 2011, 16:08
    #786
    Lelyal ha scritto:che però aveva evidentemente altri obiettivi fuori dal progress "serio".


    @Lelyal E di grazia, in Italia dove sarebbe sto progress serio? Esclusa forse la breve parentesi ilz (poi ci pensa nepe a fare il discorso 10/25), non mi pare di vederne...
    0
  • Nepenthes 14 ottobre 2016, 15:56 Nepenthes
    Messaggi: 2264

    Iscritto il: 17 ottobre 2013, 14:22
    #787
    erdu ha scritto:Scusate se mi intrometto in questo interessante discorso (sono serio)
    Alla fine di tutto questo la domanda è:
    Chi è che resta fuori dal raid quando si uniscono le 3 gilde?
    Forse il problema sta lì....
    L'ego gioca una parte fondamentale in questa interazione fra player.
    Accettereste di essere il numero 21 o 22 e rischiare di non raidare nel "first raid" si una super gilda Italia?
    Ed accettereste di finire nel "raid di serie B" in tale contesto?

    Se pensate in termini di gruppo la risposta è "sì"
    Se pensate in termini individualistici la risposta è "no"

    Detto da super casual player che però vede queste situazioni anche in altri ambiti, videoludici e non, come la normalità in Italia.
    :)

    @erdu

    Il fatto è che tutti pensiamo ad un "progettone", che dall'oggi al domani bencha tutti e seleziona solo i migliori che in automatico ci vanno: bhè non funziona così (almeno nel nostro panorama), troppi dramih e trameh.

    Una gilda come i QL, ogli ANC, o gli UE al tempo, o i vecchi Koh, o i vecchi Ex guild (devo continuare?) continuano a gildare players con gli anni ed inevitabilmente, andando avanti a gildare, il livello cresce; premesso che i vecchi non smettono e che, statisticamente parlando, prima o poi chi fa apply si rivela un player migliore di qualcuno che già hai che viene benchato. Tutte queste gilde, osservando su wowprogress i players che le hanno "attraversate", avevano/hanno il potenziale per fare qualcosa di meglio.

    Solo che se la gente lefta perchè gli prudono le mani o frozza "perchè il progress ita fa schifo e mi sono rotto"; e grazie al cazzo che ad ogni content siamo punto e a capo. Le gilde esplodono o restano nel limbo della top 1000 quando i players per qualcosa di meglio CI SONO eccome ma sono incapaci di avere costanza e poi si lamentano pure in giro del panorama ita, quando loro stessi ne hanno fatto parte e ne hanno determinato la sorte.
    0
  • Alla 14 ottobre 2016, 15:59 Alla
    Messaggi: 132

    Iscritto il: 03 dicembre 2010, 09:15
    #788
    Gli ILZ sono stati la dimostrazione che in Italia, ad oggi, stando così le cose, non ci sono numeri per risultati eclatanti.
    Non a caso il progress migliore mai realizzato da una compagine ita è stato raggiunto proprio tagliando la componente numerica.

    Nepe, prendere lo storico dei player passati come una gilda per dire che potrebbe fare meglio di quello che fa però è un pò estremo.
    Sarebbe come dire che se la Juve avesse a disposizione tutti i giocatori degli ultimi 20 anni vincerebbe easy la champions...vero probabilmente, ma impossibile per una questione semplicemente temporale. Non credo ci siano tantissime gilde in tutto il gioco ad avere un roster rimasto inalterato per lungo tempo, salvo forse qualche rarissima eccezione.

    La mia personale idea è che ora, anche nelle gilde top, esista una forbice di skill e attitudine troppo ampia tra il "migliore" e il "peggiore". Se davvero si vuole pusahre un risultato eccezionale credo che occorra per froza di cose unire il top di questo e il top di quello, visto che ridurre i numeri non si può più fare.
    2
  • Nepenthes 14 ottobre 2016, 16:06 Nepenthes
    Messaggi: 2264

    Iscritto il: 17 ottobre 2013, 14:22
    #789
    Alla ha scritto:Gli ILZ sono stati la dimostrazione che in Italia, ad oggi, stando così le cose, non ci sono numeri per risultati eclatanti.
    Non a caso il progress migliore mai realizzato da una compagine ita è stato raggiunto proprio tagliando la componente numerica.

    Nepe, prendere lo storico dei player passati come una gilda per dire che potrebbe fare meglio di quello che fa però è un pò estremo.
    Sarebbe come dire che se la Juve avesse a disposizione tutti i giocatori degli ultimi 20 anni vincerebbe easy la champions...vero probabilmente, ma impossibile per una questione semplicemente temporale. Non credo ci siano tantissime gilde in tutto il gioco ad avere un roster rimasto inalterato per lungo tempo, salvo forse qualche rarissima eccezione.

    @Alla

    Non puoi fare l'esempio degli ILZ, gli ILZ puntavano utopicamente alla word first, che è obbiettivamente irraggiungibile. Ma cazzo, due o tre gilde almeno in top100 ce le potremmo avere benissimo.
    0
  • Ashkelon 14 ottobre 2016, 16:09 Ashkelon
    BattleTag: Ashkeløn#2540
    Messaggi: 3132

    gago schiavo
    #790
    gli ILZ non potevano fare recruit :| 1
  • Rulez 14 ottobre 2016, 16:10 Rulez
    BattleTag: Migraine#21867
    Messaggi: 616

    Iscritto il: 18 dicembre duemilaefattigliaffarituoi, all'ora che ne avevo voglia.
    www.twitch.tv/Credici che streammo, ho TeleTu
    #791
    http://imgur.com/6k3CrBQ 5
  • Alla 14 ottobre 2016, 16:13 Alla
    Messaggi: 132

    Iscritto il: 03 dicembre 2010, 09:15
    #792
    Non analizzo la questione dal punto di vista del risultato in rapporto all'obiettivo che ci si era posti.
    Dico che abbiamo osservato a più riprese le nostre migliori gilde provare la scalata ad una classifica world migliore di quella mediamente raggiunta. Se l'unica volta che si è andati oltre un certo "muro" è quando si sono ridotti i numeri, ritengo che questo sia abbastanza indicativo.

    Poi certamente in virtù dell'obiettivo esiste una preparazione differente, ma non credo che proprio in termini di preprazione si potesse fare così tanto meglio da fare la differenza di 40-50 posizioni, anche perchè poi alcuni boss sono andati via lisci, altri no e non credo per colpa della preparazione.
    0
  • Ashkelon 14 ottobre 2016, 16:19 Ashkelon
    BattleTag: Ashkeløn#2540
    Messaggi: 3132

    gago schiavo
    #793
    be gli UE di tot fecero top50, che mediamente per il progress ita fu un grande risultato 0
  • Nepenthes 14 ottobre 2016, 16:25 Nepenthes
    Messaggi: 2264

    Iscritto il: 17 ottobre 2013, 14:22
    #794
    Ashkelon ha scritto:be gli UE di tot fecero top50, che mediamente per il progress ita fu un grande risultato

    @Ashkelon

    Conta che quell 51° posto degli UE, essendo suddiviso il progress in 10 e 25 era equivalente ad un 80-100 di ora; Infatti in quel tier noi QL eravamo 102° pur avendo un roster inferiore di gran lunga a quello che ci fece fare 129° da BH, ergo la nostra 102 di allora equivale ad una 200 e passa di adesso. Grandissimo risultato ugualmente, che non sarebbe rimasto isoltato se i players ita non avessero continuato a jumpare, winare e pretendere la pappa pronta ovunque.
    1
  • Questecure 14 ottobre 2016, 16:27 Questecure
    Messaggi: 851

    Iscritto il: 28 luglio 2010, 11:43
    #795
    Nepenthes ha scritto:Ma cazzo, due o tre gilde almeno in top100 ce le potremmo avere benissimo.

    @Nepenthes Ma assolutamente no. Ne potremmo avere una, unendo praticamente 4-5 roster delle migliori gilde in Italia al momento.
    Qualsiasi altra teoria sul progress è immediatamente confutata dai risultati ottenuti negli ultimi anni.

    Il problema principale è palesemente la skill media dei players, che unita all'attitude davvero oscena di pensarsi bravi a priori, impedisce qualsiasi tipo di miglioramento delle proprie capacità nel giocare la propria spec o, ad esempio, capire meglio le meccaniche di un boss.
    Il caso classico del player, il quale, dopo 200 try da un boss, continua a sbagliare cose che ad altri players risultano praticamente naturali dopo pochissimi try, credo sia proprio dovuto a questo: penso di essere bravissimo, se fallisco è colpa di altri -> non miglioro.
    La componente "skill", a volte, è meno incisiva della testardaggine di alcune persone nell'ammettere di sbagliare e, quindi, migliorare.

    Come per ogni cosa, sono pochissimi gli eletti che sono portati e talentuosi, ed il videogaming non fa eccezione. Se soltanto in Italia ci fosse l'umiltà nel capirlo ed avere le palle di accettare critiche, allora sì, forse potremmo ambire a più di una gilda in top 100.
    10
  • Nepenthes 14 ottobre 2016, 16:29 Nepenthes
    Messaggi: 2264

    Iscritto il: 17 ottobre 2013, 14:22
    #796
    Questecure ha scritto:Nepenthes Ma assolutamente no. Ne potremmo avere una, unendo praticamente 4-5 roster delle migliori gilde in Italia al momento.
    Qualsiasi altra teoria sul progress è immediatamente confutata dai risultati ottenuti negli ultimi anni.

    Il problema principale è palesemente la skill media dei players, che unita all'attitude davvero oscena di pensarsi bravi a priori, impedisce qualsiasi tipo di miglioramento delle proprie capacità nel giocare la propria spec o, ad esempio, capire meglio le meccaniche di un boss.
    Il caso classico del player, il quale, dopo 200 try da un boss, continua a sbagliare cose che ad altri players risultano praticamente naturali dopo pochissimi try, credo sia proprio dovuto a questo: penso di essere bravissimo, se fallisco è colpa di altri -> non miglioro.
    La componente "skill", a volte, è meno incisiva della testardaggine di alcune persone nell'ammettere di sbagliare e, quindi, migliorare.

    Come per ogni cosa, sono pochissimi gli eletti che sono portati e talentuosi, ed il videogaming non fa eccezione. Se soltanto in Italia ci fosse l'umiltà nel capirlo ed avere le palle di accettare critiche, allora sì, forse potremmo ambire a più di una gilda in top 100.

    @Questecure

    Non conti i players che hanno frozzato/smesso di fare progress perchè si sono rotti i coglioni di questo panorama (creato anche da loro stessi e da i loro atteggiamenti); contando quelli eccome se ce le potremmo avere 3 gilde in top100.

    E' il clima di tutti che deve maturare, tanto delle gilde quanto dei players.
    0
  • Questecure 14 ottobre 2016, 16:35 Questecure
    Messaggi: 851

    Iscritto il: 28 luglio 2010, 11:43
    #797
    Sì ma la stai mettendo sul piano che "qualsiasi persona che lefta la propria gilda, per andare in un'altra, è stronzo". Cosa assolutamente falsa, dato che non vengo pagato per giocare, nè stipendiato dalla gilda stessa, non vedo il problema di cambiare ambiente nel caso le cose non vadano per il verso giusto e che mi ero immaginato.
    Non c'è da credere o non credere in nessun progetto QL o progetto aNc, semplicemente una persona che in Italia ha voglia di raidare semi-seriamente, sceglie di farlo dove si trova meglio. E se per trovarsi meglio intendiamo avere un ranking world che è quasi sempre maggiore, non si può biasimarli se verranno o sono venuti negli aNc. Così come quelli che joinano QL per il social; sono scelte legittime.
    5
  • Alla 14 ottobre 2016, 16:37 Alla
    Messaggi: 132

    Iscritto il: 03 dicembre 2010, 09:15
    #798
    Bè ma scusa....l'approccio giusto per una race costa sacrificio.

    Se non mi diverto ma ipoteticamente un piazzamento world mi porta grandi onori e soddisfazioni, può avere senso...ma se non mi diverto e a nessuno -con l'eccezione di 10 persone su un fansite- frega cazzi di quello che abbiamo ottenuto bò, non è che biasimo chi semplicemente si dedica ad altro, soprattutto se dietro ci sono parecchi sacrifici.

    Non è che wow abbia tutto sto seguito in termini di pubblico...
    1
  • Skyshatter 14 ottobre 2016, 16:38 Skyshatter
    Messaggi: 86

    Iscritto il: 08 novembre 2013, 17:56
    #799
    Nepenthes ha scritto:Il left di Lorgok non è un dramma, al livello ita gli ANC hanno attualmente un roster imbattibile anche senza Lorgok, fatevene una ragione.

    Io piuttosto sono triste a pensare che se solo una parte delle persone che negli anni ha leftato i QL per andare UE o ANC, avesse avuto un po' più di pazienza ed avesse creduto nel progetto come ho sempre fatto io (che non mi pare di essere l'ultimo degli scemi in questa community), a quest'ora avremmo consolidato di gran lunga il roster più forte d'Italia ormai da parecchi anni (e la stessa identica cosa penso valga per i players che hanno perso gli stessi UE ed ANC, seppur in misura minore dei nostri).

    Ogni volta che sento dire la frase "è impossibile fare una gilda più competitiva di quelle attuali in Italia perchè manca la gente" mi si accappona la pelle, la gente c'è ma non sa avere la pazienza e la costanza necessari. E non mi dite "eh la gente lefta perchè non pushate e non avete una mentalità competitiva", perchè ci sono gilde che con 20 persone davvero capaci giocando 4/7 senza split run sono top 50; andatelo a dire a loro che non hanno una mentalità competitiva.

    Adesso flammatemi o siate con me, ma se siete con me iniziate a credere davvero nella vostra gilda, qualunque essa sia e datele tutto ciò che avete da oggi in poi (questo implica il fatto di non leftarla al primo problema/pushing di un'altra gilda).

    @Nepenthes

    Nepe, il problema del tuo ragionamento è che non esistono solo gli aNc o i QL e io che sono stato officer dei Last Try, The Last Try e dei TFB potrei scrivere le stesse cose. A suo tempo siamo stati una delle gilde che ha maggiormente foraggiato le gilde sopra di noi e nonostante quello, abbiamo finito i content, perchè a nostra volta andavamo a pushare sotto.
    Io ho sempre giocato prima per la gilda che per il progress, ma non dico che sia la cosa migliore o la cosa sbagliata, quello che mi ha sempre dato fastidio sono stati i left notturni.

    Il left di Lorkog non lo vedo un dramma, oltretutto lo aveva già paventato, quindi non ne vedo tutta questa tragedia. Spero per gli aNc che all'interno del rooster contasse 1/20 e che le kill siano merito di 20 persone, perchè allora si che potrebbe diventare un problema, ma aldilà di tutto, penso che avendone le possibilità, abbiano fatto bene a cogliere l'occasione di prenderlo in gilda, giocarci assieme e sfruttarne la bravura e l'esperienza avuta in gilde di alto livello.
    1
  • Nepenthes 14 ottobre 2016, 16:38 Nepenthes
    Messaggi: 2264

    Iscritto il: 17 ottobre 2013, 14:22
    #800
    Questecure ha scritto:Sì ma la stai mettendo sul piano che "qualsiasi persona che lefta la propria gilda, per andare in un'altra, è stronzo". Cosa assolutamente falsa, dato che non vengo pagato per giocare, nè stipendiato dalla gilda stessa, non vedo il problema di cambiare ambiente nel caso le cose non vadano per il verso giusto e che mi ero immaginato.
    Non c'è da credere o non credere in nessun progetto QL o progetto aNc, semplicemente una persona che in Italia ha voglia di raidare semi-seriamente, sceglie di farlo dove si trova meglio. E se per trovarsi meglio intendiamo avere un ranking world che è quasi sempre maggiore, non si può biasimarli se verranno o sono venuti negli aNc. Così come quelli che joinano QL per il social; sono scelte legittime.

    @Questecure

    Non ho mai detto "qualsiasi", infatti ne basterebbe "meno della metà".
    Se cambi 10 gilde e finisci per frozzare (che è un classico nel panorama ita da anni), poi non ti lamentare che non ce ne è una decente e il panorma ita fa schifo, perchè è anche colpa tua che non ti sta bene niente.

    Basterebbe avere un po' di pazienza ed i risultati arriverebbero al 99% in molte realtà, tutto quì.
    1
  • Questa discussione è chiusa, non è possibile intervenire.
  1 ... 313233 ... 48