PROGRESS: EPEEN FTW - T16 RELOADED
  1 ... 678 ... 43  
  • Gnàppy 20 ottobre 2013, 22:51 Gnàppy
    Messaggi: 1152

    gnappy#2181
    #151
    e li gioca anche il fatto che non c'è una bega da fare, qua l'estate chiedere ad una persona di stare in camera a fare progress quando fuori ci sono 40 gradi e il gentil sesso gira mezzo nudo, quelli ti sputano in un occhio XD 0
  • Ashkelon 20 ottobre 2013, 22:53 Ashkelon
    BattleTag: Ashkeløn#2540
    Messaggi: 3114

    gago schiavo
    #152
    mah i paragon la gente da gildare la avevano, non ne avevano di livello per fare le world first 0
  • Greymane 20 ottobre 2013, 22:54 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5917

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #153
    Lelyal ha scritto:Quando dico alla gente in real che gioco al pc per gran parte delle mie giornate devo sorbirmi 10 minuti di prese per il culo.


    Appunto e ció si collega al mio discorso: in italia il video-ludismo non è riconosciuto molto purtroppo, anche a me ogni tanto capita di pigliarli gli sfottó, ma ormai i miei amici lo sanno bene, del resto non dovrei dare peoblemi:

    Loggo il pomeriggio, la sera esca, torno per mezzanotte e all'1 loggo ts fino a orario da destinarsi, e al matrino si lavora, mi bastano poche ore di sonno a me tranne in casi particolari.

    E nessuno mi rompe, dedico il tempo a loro come lo dedico al game, l'hanno capito e lo accettano senza problemi...ma forse sono io che ho amici abbastanza "aperti".
    0
  • Gnàppy 20 ottobre 2013, 22:56 Gnàppy
    Messaggi: 1152

    gnappy#2181
    #154
    Più che gli amici sono i familiari, mio fratello è uno di quei player che potrebbe rendere ma nonostante abbia 20 anni i miei genitori al pc la sera non lo faranno avvicinare finché non prende quel cacchio di diploma 0
  • Greymane 20 ottobre 2013, 22:57 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5917

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #155
    Aralcarim ha scritto:E' così in tutto il mondo eh. Infatti i paragon son andati da 10 non avendo abbastanza finlandesi da gildare


    Certo ma non puoi negare che in altri stati e nazioni la community videoludica sia più estesa, e vista con un occhio migliore di quì in Italia...purtroppo quì siamo pieni di stereotipi riguardo ció.
    Peró parlando di Paragon non cercano per le World First?

    @Gnàppy per il fatto del diploma trovo il problema sia ben piû esteso, la libertá è molto piú bassa della maggiorparte degli studenti universitari, i quali, tranne pochi casi, non hanno l'obbligo di frequenza quindi si gestiscono meglio il loro tempo.
    Ció non preclude ovviamente il progress ad altre tipologie di studenti, ma ció fino ad un certo limite che in genere è l'orario.
    0
  • Ashkelon 20 ottobre 2013, 22:59 Ashkelon
    BattleTag: Ashkeløn#2540
    Messaggi: 3114

    gago schiavo
    #156
    a 20 anni senza diploma è come diventerà nasty 0
  • Gnàppy 20 ottobre 2013, 23:02 Gnàppy
    Messaggi: 1152

    gnappy#2181
    #157
    Ashkelon ha scritto:a 20 anni senza diploma è come diventerà nasty


    Che poi non prenderà mai perché l'ìdioma invece di studiare il pomeriggio raida e la sera si studia i boss in try e questo è il terzo anno che rifà la quinta XD

    @grey nel mio esempio più che il diploma volevo dimostrare che spesso sono i genitori anche che mettono i bastoni fra le ruote anche se magari hai 20 anni, casi come lorgok dove addirittura sua madre andava a prenderlo a scuola prima i giorni di progress ne trovi uno su 10k qua in Italia

    Anche il discorso paragon, li al nord hanno la mentalità diversa, per esempio li non pensano a fare 3 settimane di fila di vacanza e questo li avvantaggia perchè magari facendo si le stesse ferie ma piú brevi se le mettono apposta per fare progress. Io vedo mio padre che se ad Agosto non si fa le sue tre setimane di fila potrebbe sgozzare bambi a morsi
    0
  • Yardeh 20 ottobre 2013, 23:03 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #158
    Gnàppy ha scritto:Più che gli amici sono i familiari, mio fratello è uno di quei player che potrebbe rendere ma nonostante abbia 20 anni i miei genitori al pc la sera non lo faranno avvicinare finché non prende quel cacchio di diploma


    E dopo fino a che non avrà la laurea, ed ancora dopo sino a che non avrà un lavoro e infine sino a quando non avrà ottenuto la pensione. XD

    Direi che è un classico.
    Se giochi al pc viene etichettato a prescindere come un nerd.
    Pensate che vivo in un paesino dove solo da qualche anno hanno scoperto faccialibro, il che è tutto dire. Ah li si però che ci nerdano! Ma è come se "vivessero", non so se capite.
    0
  • Greymane 20 ottobre 2013, 23:10 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5917

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #159
    @Gnàppy sisi capisco benissimo :)
    e magari avere i genitori che ti pigliano a scuola prima per il progress :Q sto giá sbavando solo al pensiero
    0
  • Aralcarim 20 ottobre 2013, 23:56 Aralcarim
    Messaggi: 4078

    Nihil credendum nisi prius intellectum.
    #160
    Greymane ha scritto:Certo ma non puoi negare che in altri stati e nazioni la community videoludica sia più estesa, e vista con un occhio migliore di quì in Italia...purtroppo quì siamo pieni di stereotipi riguardo ció.
    Lo nego tranquillamente. Ovunque il videogiocatore non è visto di buon occhio. Pensate che uscendo dall'Italia vi ritrovate in luoghi paradisiaci in cui puoi dire che passi 8 ore a giocare ai videogiochi (a gratis in questo caso) e non essere preso in giro?
    Ma anche nella cultura sud-coreana dove il videogiocatore di successo è stipendiato meglio di una buona percentuale della popolazione italiana il ragazzo in questione è visto come una disgrazia dai parte dei genitori perché culturalmente ha rotto l'iter scuola-università-lavoro. Ovviamente senza contare varie ed eventuali leggi che limitano l'utilizzo del pc. Ma, si sa, l'Asia è una zona particolare culturalmente.

    Comunque, un bacino d'utenza più grosso come può esserci in francia o germania non significa che è una cosa accettata socialmente. Significa semplicemente che c'è più gente che gioca (ed è più facile trovare ricambi, sempre in questo caso)
    0
  • Zecky 21 ottobre 2013, 00:05 Zecky
    BattleTag: Zecky#2674
    Messaggi: 515

    Iscritto il: 22 aprile 2012, 21:42
    #161
    Sarà, ma secondo la mia esperienza personale passo tantissime ore in-game, lo vedete tranquillamente chi mi ha in real-id..ma dalla compagnia di amici non sono visto per niente male:P

    Tutto sta nel porre il fattore "gaming" a chi non lo concepisce o non lo considera nel modo corretto credo.
    0
  • Thorelen 21 ottobre 2013, 00:37 Thorelen
    BattleTag: Thorelen#2945
    Messaggi: 8

    Pala Holy Massive Dynamic Nemesis EU
    #162
    Non mi pare di aver letto anche il fattore donna che può mettere lo zampino fra le ruote. Fattore da non sottovalutare. Riguardo al fatto delle tante ore di raid e di quello che pensa la gente, per come sono fatto io me ne sbatto altamente di quello che dicono. Col fatto che per ora non lavoro potrei tranquillamente tenere ritmi parecchio alti. Non so per quanto :D :D Non sarebbe male raidare 10/12 ore al giorno.
    Un saluto a tutti ;)
    0
  • Greymane 21 ottobre 2013, 00:57 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5917

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #163
    Non ho mai detto di trovarmi in un paradiso del gaming, semplicemente trovo che la percentuale di stereotipi a tal proposito sia piú alta che in altre nazioni, forse non di tanto, ma direi piú alta 0
  • Kryogenesi 21 ottobre 2013, 01:16 Kryogenesi
    BattleTag: EricDraven#2595
    Messaggi: 272

    Skill doesn't dropz
    #164
    Greymane ha scritto:Non ho mai detto di trovarmi in un paradiso del gaming, semplicemente trovo che la percentuale di stereotipi a tal proposito sia piú alta che in altre nazioni, forse non di tanto, ma direi piú alta

    E' verissimo è inutile fare del falso buonismo,in Italia certe cose vanno a far parte della normalità sempre più tardi rispetto alle usanze "classiche" e vi sfido a dire che il gaming (sia hardcore che casual,io sento gente che viene insultata anche solo per loggare un qualsiasi gioco) non sia una di quelle.
    0
  • morfy 21 ottobre 2013, 01:22 morfy
    BattleTag: morf#2496
    Messaggi: 344

    ildruido
    #165
    Se avessimo avuto il roster adeguato con gente adeguata, garrosh sarebbe morto questa settimana.

    Si tratta di raidare di più ma in un periodo più breve di tempo, e a conti fatti il nostro raid-time di progress complessivo è quasi sicuramente inferiore al 100% delle gilde italiane.
    Il nonsense è che molti non sono disposti a fare i nostri orari di raid durante il progress pur potendo ma sono disposti a finire il content 3 o 4 mesi dopo di noi giocando solo la sera.

    Aralcarim ha scritto:Chiedere X ore al giorno "per la gloria" non ispira proprio tutti, indipendentemente dal fatto che ce l'hanno il tempo per farlo


    Chiediamo x ore al giorno per finire il content mesi prima degli altri, che dovrebbe essere un incentivo per chi non vuole stare mesi e mesi in progress.
    Evidentemente non lo è per quasi nessun player semi decente in italia.
    Ne abbiamo già preso atto di sta cosa e per il futuro non credo che rispenderemo le stesse energie che abbiamo spero per questa espansione che a livello psicoogico è stata massacrante almeno per me.

    Qua non ci sono i TOP PLAYER ITA ZOMG, anzi siamo tutt' altro che l'elite dei giocatori di wow italiani. Ovviamente brilliamo da qualche parte ma facciamo pena in altro. Sono sempre stato dell' idea che un gruppo da 10 ue o ql o misto avrebbe potuto fare almeno quanto noi se non di meglio. Il fatto è proprio questo, che siccome siamo stati gli unici in italia a fare una cosa del genere e a raggiungere un rank così alto, siamo visti da alcuni come mostri sacri irrangiungibili da altri come gente che raida troppo e "noway non voglio stressarmi così tanto rimango qui e mi faccio i cazzi miei zomg voi siete matti xDDD".
    0
  • Rekse 21 ottobre 2013, 02:08 Rekse
    Messaggi: 3443

    Se qualcuno vuole aggiungermi al battle.net me lo dica perché rifiuto chi non conosco.
    #166
    Lelyal ha scritto:Quando dico alla gente in real che gioco al pc per gran parte delle mie giornate devo sorbirmi 10 minuti di prese per il culo.


    Francamente, fregatene. Contano qualcosa le opinioni della gente?

    Io se potessi ci giocherei pure di pomeriggio, ma lavoro e non si può. Ecco uno dei motivi che mi impedisce di mirare ad una gilda tipo la vostra (non che ce la farei comunque eh).
    Non sono d'accordo sul discorso qua sopra sulle "divinità".
    0
  • Elmarco 21 ottobre 2013, 02:50 Elmarco
    BattleTag: Elmarco#2695
    Messaggi: 1698

    Keyrà,schifohealer degli EX :|
    #167
    Rekse ha scritto:Non sono d'accordo sul discorso qua sopra sulle "divinità".

    Beh in realtà si,anche questo conticchia...ma,a differenza della carenza di tempo,questo affligge una minoranza mi sa.
    Pure io credevo di non esser degno di "gildone hm",infatti fino a cata non ne vidi nessuna perchè ero in gilde ..hem...chiamiamole casual (anche se alcune avevano potenziale ma esplose prima degli hm) e,anche se non trovavo difficoltà nei boss in try,vedevo quelli che stavano facendo hm un gradino sopra,anzi..una spanna.
    Con l'esplosione dell'ennesima gilda a fine wotlk provai a far apply in una gildona importante e venni rifiutato perchè,ovviamente,non avevo esperienza e quindi il mio sogno di gloria si era spento,riportandomi con i piedi più a terra.
    In cata son riuscito ad entrare in una gilda discretamente importante(sopratutto in passato) tramite amico-dell'amico-dell'amico+raccomandazioni e temevo di far figure pessime con gli altri. A fine primo raid ero sempre tra le prime posizioni assieme al mio cl. Bam,mito sfatato. "sono umani!"

    Ok,la gilda in questione non era ai livelli di unknow/lion,ma ho comunque potuto assistere a un'escalation di gilde -importanti- migliore di quel che pensassi e son arrivato in gilde che fino a un annetto fa temevo fossero troppo oltre; tutt'ora il mio amico/cl gioca in un'ottima gilda ita e ha eccellenti risultati,quindi probabilmente potrei andare oltre a dove sono ora...ma ho provato a giocare 5/7,quando ero negli exordium,però dopo un mesetto diventa pesante dover esserci quasi tutte le sere,magari dopo aver passato una giornata peso in negozio e quindi aver poca voglia di raidare e la prospettiva che mi si era aperta col boom della gilda non mi piaceva proprio per la quantità di presenze richiesta(+il dannato transfert a pagamento di tipo 8 pg),quindi ho preferito uno stile di gioco più soft raidando 2-3 sere a settimana..che a volte mi stanno anche strette.


    Riassunto dello spoiler: Io ero uno di quelli che li credeva delle divinità,ho scoperto invece di esser un player discreto(non sono no stronzo che muore sulle pozze e riesce a tenere una healing rain fissa a terra) ma non punto a top guild perchè avere alte presenze mi viene stretto.

    E inoltre...mmm...il casino del "raidiamo meno del 90% degli altri definiti casual" è la concentrazione delle ore di raid: penso che i più non riescano ne a gestire ne ad apprezzare il raidare "tutto il giorno" per 14-20 giorni di fila,mentre farsi il triplo delle ore(o molto di più) sparse in mesi sia più rilassante e ti tiene occupato meglio (vedi nel mio caso che loggo solo per raidare..non avessi da raidare per 3/4 di patch giocherei a wow proprio 0)
    0
  • Metalline 21 ottobre 2013, 08:21 Metalline
    BattleTag: metalline#2691
    Messaggi: 2748

    Top40ita inside
    #168
    Per me i problemi sono vari e li elenco:

    1. ILZ. Troppo nuova come gilda. Ok ha due tier alle spalle ma è alla prima exp, è normale sia arrivata corta di roster in Tot e qui.

    2. Orari. Sono orari da studente universitario. Forse forse un disoccupato potrebbe farli ma non una persona che lavora. Detto questo qualcuno pushato dagli ILZ a suo tempo (TOT) mi ha detto che erano disposti ad accettare un raid time inferiore.

    3. Mentalità di alcuni top player. Ci sono un sacco di player che quittano a metà o 3/4 di content. O che se non quittano è solo per rispetto degli altri raider. Questi sono tutti player interessanti perchè hanno un cervello che va al doppio della velocità di altri player. Sono ottimi giocatori ma si stancano velocemente e quindi invece di rimanere in top o medie che clearano pre patch ma settimane o mesi dopo dovrebbero andare nella top, burnare tutto e subito e frozzare. Al 90% sono universitari.

    Inutile dire che alcune cose dette, come quella di Flamethunder, sono assolutamente condivisibili, come anche sul fatto che in Scandinavia c'è poco da fare (sfatiamo un mito però, lassù sesso ne fanno eccome, con la differenza che sono le ragazze ad abbozzarti).

    Sta a voi decidere come giocare, se burnare o essere relaxed. Cmq di gente che ha il raid time e la skill per gli ILZ tra i miei friend (in ID si intende) ne ho ben più di 5....
    0
  • Gnàppy 21 ottobre 2013, 08:45 Gnàppy
    Messaggi: 1152

    gnappy#2181
    #169
    Il fatto che sia una gilda nuova conta niente, se vuoi fare rank alti non stai a guardare quello.

    Il vantaggio dei paesi del nord europa è che gestiscono periodi do ferie gia in modo diverso dal nostro classico "devo per forza stare in vacanza ad Agosto"
    0
  • Alerie 21 ottobre 2013, 08:58 Alerie
    BattleTag: alerie#2721
    Messaggi: 281

    Iscritto il: 07 maggio 2011, 18:14
    #170
    Lelyal ha scritto:Quando dico alla gente in real che gioco al pc per gran parte delle mie giornate devo sorbirmi 10 minuti di prese per il culo.


    vai in korea li nn ti pigliano per il culo XD
    0
  • Mepho 21 ottobre 2013, 09:00 Mepho
    Messaggi: 92

    Iscritto il: 02 agosto 2010, 17:39
    #171
    Per me il grosso problema degli ILZ e il tempo richiesto.

    E un "impegno" che uno studente/universitario riuscirebbe a mantenere.

    Non guardiamo method/paragon ecc perché come detto da molti hanno una mentalità diversa verso il game in generale.

    Probabilmente se avessero orari diversi non avrebbero fatto quello che sono riusciti a fare fino adesso, o forse si, ma probabilmente , e anche qui non è detto, non sarebbero così corti di player.

    E anche "mentalmente" e un impegno che ti distrugge abbastanza velocemente, ovvero arrivi a quittare il game molto prima, rispetto ad altri player che magari giocano più "soft"
    0
  • Zecky 21 ottobre 2013, 09:28 Zecky
    BattleTag: Zecky#2674
    Messaggi: 515

    Iscritto il: 22 aprile 2012, 21:42
    #172
    Mah.. Dipende molto da ognuno secondo me. Per quanto riguarda la mia esperienza.. Io davanti al LK hm dovetti quietare perché suono il telefono e mi dissero.. Sig. Zecca.. Se le offrissimo 600 euro al mese giocherebbe da noi in serie B? (Volley) passai dal giocare tutto il giorno a passare tutta la settimana in palestra sia pomeriggio che sera per vari allenamenti partite sedute personalizzate ecc ecc. Poi per vari motivi ho smesso con l inizio di pandaria per contingenze fisiche e burocratiche.. Tutta sta premessa per dire che ora tolgo tempo alla RL life nello stesso modo che facevo prima con il volley solo che gli ambiti sono diversi, la realtà e che prima gli amici non mi blastavano mentre ora rompono il cazzo. Quindi la mentalità di base e sbagliata in Italia sotto questo punto di vista..

    Per quanto riguarda il fatto che giocare hardcore porti a quit più repentini non è vero.. Tantissimi che giocano in top guild lo fanno da espansioni ormai, e questo e un dato di fatto. Dipende tutto dallo spirito con cui lo si fa e da persona a persona. Chi cerca sempre la competizione come mezzo di sprono per se stesso giocherà in top guild e cercherà di farcela anche in termini di orari.. Chi invece di base non è competitivo seriamente ecc. Non lo farà. Questo tipo di giochi a mio avviso sono come uno sport, c'è chi è più portato e chi meno, chi arriva a certe cose e chi no quindi c'è ho lo concepisce e chi no :)
    0
  • Metalline 21 ottobre 2013, 09:32 Metalline
    BattleTag: metalline#2691
    Messaggi: 2748

    Top40ita inside
    #173
    Secondo me se burni e frozzi difficilmente quitti.

    Chiaramente è personale ma tanti studenti universitari preferirebbero burnare quando ci sono lezioni (non diciamoci cagate, nessun uomo studia durante i mesi di lezione ma tutti quando mancano due mesi all'esame e le lezioni sono finite) ed essere scialli sugli esami.

    Io a Parma facevo:

    settembre-dicembre --> giro in centro Parma, pheega e Astrolabio quando era aperto (con saltuarie tocche al Gatto Azzurro rofl )
    gennaio-febbraio --> sigarette, bestemmie, imprecazioni del tipo "non ce la farò mai!!!", caffè, guaranà, tisane per la tachicardia ed esami
    0
  • morfy 21 ottobre 2013, 09:54 morfy
    BattleTag: morf#2496
    Messaggi: 344

    ildruido
    #174
    Elmarco ha scritto:E inoltre...mmm...il casino del "raidiamo meno del 90% degli altri definiti casual" è la concentrazione delle ore di raid: penso che i più non riescano ne a gestire ne ad apprezzare il raidare "tutto il giorno" per 14-20 giorni di fila,mentre farsi il triplo delle ore(o molto di più) sparse in mesi sia più rilassante e ti tiene occupato meglio (vedi nel mio caso che loggo solo per raidare..non avessi da raidare per 3/4 di patch giocherei a wow proprio 0)

    Non lo sai fin che non lo provi. Abbimo fatto leishen il 30 aprile, ci sono gilde in italia che in pieno luglio erano ancora lì.
    Io tutto questo non lo trovo rilassante.

    E anche "mentalmente" e un impegno che ti distrugge abbastanza velocemente, ovvero arrivi a quittare il game molto prima, rispetto ad altri player che magari giocano più "soft"

    Ti assicuro che è esattamente l'opposto.
    Chi ha quittato da noi è stato per i peggio motivi del cazzo, tranne che "mi sono stufato di raidare".
    0
  • Yardeh 21 ottobre 2013, 10:25 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #175
    Rekse ha scritto:
    Francamente, fregatene. Contano qualcosa le opinioni della gente?

    Io se potessi ci giocherei pure di pomeriggio, ma lavoro e non si può. Ecco uno dei motivi che mi impedisce di mirare ad una gilda tipo la vostra (non che ce la farei comunque eh).
    Non sono d'accordo sul discorso qua sopra sulle "divinità".


    In Italia sei continuamente giudicato, in ogni contesto. È la prassi.


    Il discorso di grey non fa una piega, ma penso che in certi punti si sia confuso asd.
    Penso intendesse dire che in italia il gaming è taboo. A differenze delle altre nazioni, quì se giochi è come se tu fossi la pecora nera.
    Un pò come uno che guarda anime o legge manga, STESSA cosa. (anche se adesso decisamente molto meno di prima)
    0
  • Questa discussione è chiusa, non è possibile intervenire.
  1 ... 678 ... 43