Maggio 2007 Patch 2.0.1. L'arrivo del The Black Temple
  • grallenMost Valuable Poster 03 maggio 2015, 08:37 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5722

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Signori e Signore ben 8 anni fa, nel Maggio 2007, fu rilasciata la patch 2.0.1. che introdusse l'incursione Il Tempio Nero (The Black Temple) che ci portò ad uccidere uno dei personaggi storici di Warcraft: Illidan Grantempesta (Illidan Stormrage).

    Immagine

    Qui sotto il video di presentazione della patch



    Erano tutte rose e fiori quella volta? Cosa ricordate con maggior piacere e cosa non vi piacque della patch? Per voi fu giusto sacrificare così presto un tale personaggio?
    0
  • Elmarco 03 maggio 2015, 10:57 Elmarco
    BattleTag: Elmarco#2695
    Messaggi: 1700

    Keyrà,schifohealer degli EX :|
    #2
    Illidan è sempre stato penso il mio personaggio preferito di warcraft...uno scalino sopra ad arthas. Quel suo tristo passato che si portava dietro...non ho mai visto illidan come un vero e proprio cattivo,ma più come un eroe incompreso. Aveva sete di potere ma ha pure dato aiuti fondamentali al "nostro popolo" (o magari erano solo puntati alla sua amata).
    Da quella volta ho sempre sperato in un suo ritorno,in un mess della blizzy dove dicevano "ops,era solo svenuto ed è stato tenuto in catene fino ad ora..."

    Riguardo alla patch..uhm,dovrebbe esser stata la patch in cui ho abbandonato il lokko (che mi accompagnava dalla 1.4,per poi tornare con la 3.0 <3 ) per cominciare a curare (ero finito in una piccola gilda a cui servivano duramente healer). Ricordo d'esser entrato a karazhan full blu col mio shammyno ed esser uscito quasi full viola...anche se la tipologia d'equip andava dal cloth al mail.
    Poi vabbèh,andammo in una gilda più avanti di progress,dove stavano iniziando a tryare MH/BT e dove i primi 3 healer eravamo noi 3 della gildina + c'erano molti che non riuscivano a kitarsi Supremus....quindi BRRRR.
    0
  • Aralcarim 03 maggio 2015, 12:35 Aralcarim
    Messaggi: 4078

    Nihil credendum nisi prius intellectum.
    #3
    grallen ha scritto:che ci portò ad uccidere uno dei personaggi storici di Warcraft: Illidan Grantempesta (Illidan Stormrage).

    e molti dicono senza motivo, giusto per uccidere qualcuno, visto che non dava fastidio ad assolutamente nessuno rofl
    1
  • grallenMost Valuable Poster 03 maggio 2015, 13:06 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5722

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #4
    @Elmarco

    non ho mai visto Illidan come un vero e proprio cattivo,ma più come un eroe incompreso. Aveva sete di potere ma ha pure dato aiuti fondamentali al "nostro popolo" (o magari erano solo puntati alla sua amata).


    Io lo definirei un anti eroe. Non era veramente malvagio come i villain succeduti dopo ma piuttosto un personaggio che voleva quel tipo di potere per poi contrastare la stessa Legione Infuocata.

    Come sappiamo dalla storia di Kanrethad Illidan si stava preparando a combattere contro la Legione Infuocata e per farlo si serviva dei demoni che strappava dal loro controllo.

    @Aralcarim

    e molti dicono senza motivo, giusto per uccidere qualcuno, visto che non dava fastidio ad assolutamente nessuno rofl


    In parte giustificata come definizione direi. Girando per le Terre Esterne non troviamo una massiccia se non quasi nulla presenza di Illidan nè quest'ultimo aveva intenzione di invadere Azeroth o qualsiasi altra cosa da Villain. L'unica cosa che ha fatto Illidan per farci arrabbiare ed andarlo uccidere è stato dichiarare guerra a Shattrat senza apparente motivo oltretutto. In sostanza Illidan avrebbe potuto quasi divenire un alleato dato che faceva da "tappo" e aveva trovato il modo si sfruttare lui stesso i demoni contro la stessa Legione.

    Da quella volta ho sempre sperato in un suo ritorno,in un mess della blizzy dove dicevano "ops,era solo svenuto ed è stato tenuto in catene fino ad ora..."


    Ipotesi sfumata dato che più volte hanno detto che Illidan è morto e basta. Stranamente è forse uno dei pochi personaggi che non è stato riportato in vita nè come non morto nè come forma spirito.
    1
  • Elmarco 03 maggio 2015, 13:16 Elmarco
    BattleTag: Elmarco#2695
    Messaggi: 1700

    Keyrà,schifohealer degli EX :|
    #5
    grallen ha scritto:Ipotesi sfumata dato che più volte hanno detto che Illidan è morto e basta. Stranamente è forse uno dei pochi personaggi che non è stato riportato in vita nè come non morto nè come forma spirito.

    @grallen Chissà chissà.... sono ...8 anni che ci spero e continuerò.
    Ora come non mai questa speranza potrebbe avverarsi: abbiamo un wrathion che lavora nell'ombra per contrastare una possibile invasione della legione,abbiamo un maghetto strano che gioca con poteri oscuri e abbiamo gul'dan. Nella 6.2 vedremo una resurrezione di un demone,magari i nostri eroi potrebbero agire in modo da ressare il buon vecchio Illy <3
    0
  • grallenMost Valuable Poster 04 maggio 2015, 09:08 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5722

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #6
    @Elmarco

    @grallen Chissà chissà.... sono ...8 anni che ci spero e continuerò.
    Ora come non mai questa speranza potrebbe avverarsi: abbiamo un wrathion che lavora nell'ombra per contrastare una possibile invasione della legione,abbiamo un maghetto strano che gioca con poteri oscuri e abbiamo gul'dan. Nella 6.2 vedremo una resurrezione di un demone,magari i nostri eroi potrebbero agire in modo da ressare il buon vecchio Illy <3


    La speranza è sempre l'ultima a morire, quello è vero :) .

    Irathion accumula potere ed artefatti ma non credo che gli importi nulla di Illidan. Un maghetto strano intendi Khadgar? Se si direi che lui è l'unico che ha veramente capito fin dall'inizio quale fosse il vero pericolo e si sta dimostrando un gran personaggio. Gul'Dan non gli importa nulla tranne quello di accumulare potere e usare la Legione per i suoi scopi.

    Nessuno di nostri personaggi gli verrà mai in mente di riportare in vita Illidan dato che in questi casi bisogna usare l'energia del Vuoto per farlo. Credo che Illidan rimarrà nella sua tomba o al massimo lo potremmo rivedere in un altra linea temporale cosa poi già successa in una istanza.
    0
  • Ainaglar 04 maggio 2015, 14:41 Ainaglar
    Messaggi: 530

    Iscritto il: 16 giugno 2014, 11:10
    #7
    @grallen Perché mi fai questo? Ne ero quasi uscito... ero pulito da mesi, avevo il mio bel gettone e tu.... essere crudele! (sorry) (sorry)
    Come direbbe il grande Alberto Sordi "maccarone, tu m'hai provocato e io me te magno!"


    Rose e fiori? No, assolutamente.
    Genericamente parlando il gioco era ancora piuttosto "chiuso" a coloro che potevano permettersi di spendere delle belle fette di tempo ad organizzare e gestire gruppi di persone decentemente numerosi (25) oppure avere la pazienza di sottostare a richieste di gilde che proponevano content di alto livello ma al prezzo di "contratti di lavoro". Poi c'era sempre chi cercava di fare "supermercato" mettendo nei casini sia chi organizzava che chi provava a dare un contributo al gruppo di gioco in maniera seria.

    Le meccaniche dei boss PvE erano ancora relativamente "semplici" (rapportate a quelle delle successive espansioni) ed incentrati principalmente sulla gestione delle risorse del proprio personaggio per tutta la durata del fight e proprio per questo tra le professioni, Alchemy regnava ancora sovrana per utilità.

    In PvP poi ci fu "l'Arenagate" con i boost selvaggi dei team e la famosa riduzione dei CC dalla loro durata PvE a 10-12 secondi (non ricordo bene), fatto sta che i rogue ti aprivano ancora come una cozza, i lock ti facevano correre come un forsennato e i dudu resto erano immortali...

    Più in generale, Illidan e BC erano usciti dal cilindro senza una vera ed adeguata introduzione che, almeno per quello che aveva lasciato intendere la 1.11 (Shadow of the Necropolis), sembrava fosse propensa ad un'espansione diretta al confronto con un altro grande villain della storia (Arthas).

    Il Pally aveva ancora due tipi di blessing, quelle da 5 min e quelle da 30 con reagente e l'hunter si portava dietro le munizioni o l'avevano già tolte? :D


    Ma come non ricordarla senza provare un minimo di nostalgia? (sorry)
    Alcuni dei seguenti sono ricordi che hanno visto la 2.1.0 come proseguimento di aspetti già presenti in game ma che di li a presto (patch o espansioni) avrebbero subito modifiche... non me ne vogliate, sono passati 8 anni ed è difficile essere precisi rofl


    Illidan, dopo aver lanciato il guanto di sfida mesi prima ("You are not prepared") era finalmente arrivato ma non era lì per tutti... solo chi fosse stato realmente pronto l'avrebbe potuto incontrare e sfidare. Ci voleva una gilda all'altezza (ma sopratutto ci voleva una gilda!!), ci voleva l'attunement per poter entrare dentro il suo Black Temple (anche qui non so se ricordo male) che prevedeva di aver concluso The Eye e Serpentshrine Cavern.
    L'emozione di affrontarlo in un fight estremamente lungo così come quella di poter mostrare il set di leggendarie (Twin blades of Azzinoth), ma anche solo di vederle indossate da qualcuno in quel di Shattrath, era sicuramente qualcosa di veramente speciale, cosa che purtroppo negli ultimi anni è andata sensibilmente scemando.
    C'erano gilde che BT lo vedevano in cartolina (molte, quantomeno nel suo primo periodo), altre che ci mettevano piede senza la velleità di chiuderlo (abbastanza) e una o due in grado di piallarlo con regolarità ogni settimana. Nonostante questo c'era la consapevolezza che il boss era raggiungibile o meno in base all'impegno che ci si voleva mettere, falsa è la concezione attuale che quel gioco fosse veramente appannaggio di pochi.
    E ancora, per tutti, ancora un solo livello di difficoltà: i raid e le instance le ripetevi, ma non per completare il gioco (quello potevi dire di averlo fatto effettivamente la prima volta che lo finivi), semplicemente perché, giocando di squadra, dovevi contribuire a mettere anche i meno performanti nella condizione di finirlo (gioco e trama).
    Questo concetto ancora oggi è ovviamente valido, ma non con la stessa accezione: oggi si termina il gioco dopo 4 livelli di difficoltà, si completa la trama dopo uno solo e per la maggior parte dei giocatori, il "primo colpo" viene sparato in Raid Finder.
    E i trash mob, per capirci quelli che se sbagli e li pulli tutti l'AoE non ti salva... il boss era a completamento di un vero e proprio percorso, dove un minimo di raziocinio non era essenziale ma aiutava.
    A parte tutto, con il senno dei poi, sono d'accordo con chi dice che si siano giocati troppo presto Illidan come content...

    E il PvP?
    Per quanto poco equilibrato (ma quando mai lo è realmente stato?) nei server dedicati poteva "vantarsi" di creare situazioni di world PvP (rare in confronto a Vanilla), lasciando alla gente la libertà di gankare, essere gankati e scatenare risse e ritorsioni in luoghi remoti senza alcun interesse strategico. Utilità pratica? Nessuna... ma quanto era bello?
    Purtroppo con l'avvento dei daily hub obbligatori (2.4.0) questo aspetto divenne sempre meno popolare in quanto era/è oggettivamente fastidioso, seppur in un server PvP, trovarsi nell'impossibilità di espletare delle daily importanti a livello PvE con gruppi di ganker che rastrellano costantemente un'area di questo genere sicuri di far facile bottino (mob di TBC >> mob sparsi delle seguenti espansioni...)

    Ci scordiamo del leveling?
    Da molti considerato come aspetto noioso del gioco, all'uscita di questa patch era ancora una bella avventura che richiedeva la giusta dose di pazienza e perseveranza per poter essere portata fino in fondo, ancor più se si trattava di personaggi secondari. A dire il vero in generale TBC era un tantinello piatta sotto questo punto di vista, le quest erano spesso scialbe e ripetitive, ma ancora le smaccate differenze tra le specializzazioni anche della medesima classe potevano caratterizzare questa porzione di esperienza di gioco.
    I talenti, per esempio, giocavano un ruolo ancora importante... è vero che le best performance si ottenevano con una build e quasi soltanto una, ma l'impressione di mettere un passo dietro l'altro livellando aggiungendo quel punticino sulla build (magari totalmente ininfluente ai fini della resa del proprio PG) era totalmente differente dalla versione semplificata (seppur equivalente ai fini pratici) che è stata introdotta successivamente... l'illusione di avere tra le mani una propria creatura era aumentata anche dal fatto che le build potevano essere ibride lasciando così spazio alla fantasia dei più malati, creando esseri dalla dubbia utilità (per esempio, lo shockadin).


    Insomma c'era di buono e c'era di brutto... in definitiva bei tempi anche se pure all'epoca c'era chi aveva da ridire pesantemente pronosticando un'imminente fine di WoW causa l'uscita imminente di un WoW Killer (chi era? Age of Conan? Warhammer Online?)... :D
    3
  • mazzu 05 maggio 2015, 08:21 mazzu
    BattleTag: mazzulone#2730
    Messaggi: 64

    Mors tua e afammocc
    #8
    @Ainaglar Il WoW killer doveva essere GW, poi Rift.
    E si, l'hunter usava ancora le frecce. ne sono sicuro perché l'arco leggendario di KJ aveva come bonus che non servivano più frecce
    0
  • Yardeh 05 maggio 2015, 09:55 Yardeh
    Messaggi: 8128

    -cometaxxx-
    #9
    Io di quel periodo ricordo che stavo ancora scaricando speranzoso le patch di WoW con la mia potentissima 56k. Tipo 1 mese e mezzo per finire il download che se non erro, terminai proprio a fine maggio ^^ .
    Quindi, non posso proprio parlare della patch in sè :P .
    0