• Scritto da ,
    «Gli Xel'Naga crearono sia i protoss che gli zerg, Comandante. Furono gli Dei del loro tempo.» — Dottor Emil Narud

    Gli Xel’Naga sono una razza estremamente avanzata, descritta come “la più potente specie che l’universo abbia mai conosciuto”. I protoss li venerarono come divinità fino al termine della guerra civile. Ancora oggi alcuni di loro continuano a considerarli tali. Gli Xel'Naga venivano chiamati "Ihan-rii", “Grandi Maestri”, “Creatori” e “Guardiani”. Erano ritenuti dai protoss esseri pacifici e benevoli, profondamente devoti allo studio e alla diffusione dell’evoluzione senziente nell’universo.

    Non si sa molto sulla storia di questa razza, ma è noto che non sono originari della Via Lattea. Gli Xel’Naga hanno visitato e governato decine di milioni di pianeti, su cui hanno diffuso la conoscenza e coltivato la vita. Molti si sono chiesti il perché del loro arrivo ma soltanto in pochi hanno saputo trovare una risposta. Per quanto gli Xel’Naga siano estremamente longevi, quasi immortali se paragonati ai protoss, la loro vita prima o poi arriverà alla fine. Sono esseri “puri nell’essenza” e “puri nella forma”. Gli Xel’Naga in verità non muoiono, almeno non nel senso stretto del termine, ma al termine della loro esistenza si riuniscono al Vuoto per dare inizio a nuove iterazioni. Giunsero in questa galassia perché erano alla ricerca di coloro che avrebbero portato avanti il ciclo.

    Immagine

    Alla base del loro arrivo nella Via Lattea sembra esserci proprio la ricerca di nuove specie in possesso di particolari caratteristiche: la “purezza nell’essenza” e la “purezza nella forma”. Queste forme di vita, una volta trovate, sarebbero state identificate da una delle due peculiarità e avrebbero cominciato ad attrarsi l’una con l’altra. Per un lunghissimo periodo di tempo gli individui avrebbero lentamente cominciato ad incontrarsi e a fondersi andando a creare la successiva generazione di Xel’Naga. Questi cicli vitali, se così vogliamo chiamarli, si sono manifestati moltissime volte nel corso degli eoni, tanto che “il tempo stesso fu affetto da essi”.

    Con il passare dei secoli, divennero quasi ossessionati da questa ricerca. Lavorarono duramente per ottenere la forma di vita perfetta nel tentativo di creare quella che sarebbe stata definita la specie con la “purezza nella forma”. Sfruttando i Cristalli Khaydarin, gli Xel'Naga controllarono e pilotarono l’evoluzione delle migliaia di specie che avevano preso sotto la loro ala. Mantennero una dettagliata storia genetica di ognuna di esse. Esperimento dopo esperimento, crearono molteplici deviazioni e mutazioni ma le razze coltivate delusero quasi subito le loro grandi aspettative.

    Durante il loro vagabondare alla ricerca dell’essere potenzialmente perfetto incontrarono un divoratore di civiltà. Questa entità del Vuoto venne chiamata la Voce nell’Oscurità e fu responsabile di molti degli eventi più catastrofici e violenti dell’intera Galassia. Gli Xel’Naga, che avevano a cuore ogni forma di vita, non riuscirono a uccidere questo essere. Sfruttando i cristalli Argus e lo stesso potere del Vuoto, decisero di imprigionarlo nelle profondità del pianeta KL-2. Era un mondo disabitato che orbitava attorno ad una stella morta e per questo fu erroneamente considerato un luogo sicuro.

    Molte migliaia di anni dopo la creazione della prigione, un team di ricerca della Fondazione Moebius arrivò sul pianeta e trovò un’antichissima struttura circondata da innumerevoli cristalli Argus che sembrava essere stata costruita dai protoss. Uno dei ricercatori, la Dottoressa Morrigan, possedeva dei flebili poteri psionici ed imparò ad amplificarle per sondare la struttura. Non essendo in grado di comprendere cosa avesse di fronte, si convinse di essere la chiave di quella serratura cristallina e nel tentativo di aprirla, la danneggiò. L’essere imprigionato al suo interno cominciò a liberarsi e in poco tempo distrusse la sua prigione. Uccise metà del team di ricerca e possedette il resto facendoli diventare suoi schiavi. Ebbe così inizio la vendetta di questa entità del Vuoto che da quel momento si intromise nei piani degli Xel’Naga cercando di mandarli in frantumi.
    Condividi articolo
8 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 09 settembre 2014, 07:33 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5724

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Gran bell'articolo su le entità più misteriose del mondo di starcraft: Xel'naga.

    Da quanto ho capito essi erano (o sono non saprei dire) esseri puri nell’essenza” e “puri nella forma” ma dovevano essere sterili e forse per questo che cercavano "disperatamente" di creare le razze che fusi sarebbero state le nuove generazioni di Xel'naga.

    In questo contesto gli ibridi creati artificialmente con la tecnologia umana, unione zerg e protosso, dovrebbero rappresentare la nuova generazione degli Xel'naga ma sicuramente gli manca qualcosa (sicuramente il libero arbitrio dato che sono sotto il controllo di Amon).

    L'entità del Vuoto rappresenta una bella incognita (anche qui presentata nei fumetti e non nel gioco) d'altronde si è liberata ma non si sa nulla di cosa stia facendo e se addirittura i Xel'naga non sono riusciti a ucciderla ma solo sigillarla non oso immaginare cosa potrebbe fare all'universo.

    Che Amon sia in realtà un Xel'naga soggiogato dalla Voce nell’Oscurità ?
    0
  • Xenophobia 09 settembre 2014, 07:49 Xenophobia
    BattleTag: Xeno@21949
    Messaggi: 191

    Iscritto il: 11 novembre 2011, 14:35
    #2
    Bellissimo articolo. Non conosco affatto la storia dei Protoss, forse perché all'infuori della campagna non mi sono mai informato appieno. Sarebbe molto bello vedere cosa accadrà nella seconda espansione, magari potremmo vedere che fine ha fatto l'entità del vuoto. 0
  • PigoWallace 09 settembre 2014, 09:50 PigoWallace
    BattleTag: Pigowallace#2109
    Messaggi: 261

    Iscritto il: 14 agosto 2011, 13:56
    #3
    In un certo senso sono sterili, ma allo stesso tempo non lo sono. Non si riproducono "direttamente", ma vanno alla ricerca di due specie che rispondano ai requisiti di purezza. Quando le due razze saranno "pronte" prenderanno il nome di "Xel'Naga" avviando un nuovo ciclo.

    A questo punto al domanda è: "Chi fu il primo Xel'Naga e come nacque?"
    È probabile che sia stato il frutto di un lunghissimo ed immenso processo di evoluzione che portò una determinata razza a trascendere la realtà e a diventare un tutt'uno con il Vuoto.
    Ad ora non si sa nulla di certo sulle loro origini, solo speculazioni.


    Per quanto riguarda Amon, lui non è collegato a "la Voce nell'Oscurità".

    Amon sostanzialmene ha "mania di grandezza" e crede fermamente che i suoi fratelli (gli Xel'Naga) stiano sbagliando. Gli ibridi da lui creati seguono fondamentalmente il progetto originale di "successione" e cioè l'unione di protoss e zerg che si era pianificata inizialmente.
    Una delle differenze con gli Xel'Naga veri e propri, è che questo esseri NON hanno il libero arbitrio e sono meri schiavi di Amon. Quest'ultimo li vuole usare per distruggere protoss, zerg e Xel'naga diventando così padrone di tutto e di tutti.
    1
  • Pabloescobar 09 settembre 2014, 12:07 Pabloescobar
    BattleTag: johnlocke#2601
    Messaggi: 16

    Ti voglio bene mamma(blizzard)
    ^_^
    #4
    Che fissa!!!
    finalmente sto cominciando a capirci qualcosa.
    0
  • SERAPHIMON 10 settembre 2014, 18:35 SERAPHIMON
    BattleTag: SERAPHIMON#2969
    Messaggi: 1561

    Iscritto il: 25 ottobre 2013, 21:43
    #5
    un'ottimo articolo, decisamente importante

    questo mi fà venire in mente un'abilità di una unita Protoss in Starcraft: due coppie potevano fondersi per diventare una nuova unità decisamente più potente, dall'aspetto sembrava un umanoide avvolto in un'aura nebbiosa azzurra
    0
  • grallenMost Valuable Poster 10 settembre 2014, 20:46 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5724

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #6
    SERAPHIMON ha scritto:un'ottimo articolo, decisamente importante

    questo mi fà venire in mente un'abilità di una unita Protoss in Starcraft: due coppie potevano fondersi per diventare una nuova unità decisamente più potente, dall'aspetto sembrava un umanoide avvolto in un'aura nebbiosa azzurra


    Quello è Arconte

    Immagine

    Immagine
    1
  • PigoWallace 14 settembre 2014, 09:51 PigoWallace
    BattleTag: Pigowallace#2109
    Messaggi: 261

    Iscritto il: 14 agosto 2011, 13:56
    #7
    SERAPHIMON ha scritto:un'ottimo articolo, decisamente importante

    questo mi fà venire in mente un'abilità di una unita Protoss in Starcraft: due coppie potevano fondersi per diventare una nuova unità decisamente più potente, dall'aspetto sembrava un umanoide avvolto in un'aura nebbiosa azzurra


    Come ha già detto grallen, quello è l'Arconte. Quella è una fusione di un altro tipo e consiste nell'unire due esseri in uno nuovo e più potente dei singoli.

    Per i protoss questo comporta la perdita dell'individualità e spesso sono restii a sacrificare dei preziosi Templari per un guadagno a breve termine.

    Sta di fatto che il primo Arconte nacque in modo inaspettato e inizialmente tale pratica fu legalmente punita dalla Khala. Quest'ultima è la religione principale del protoss Khalai e si basa sulla filosofia del mantenimento de legame psionico tra tutti gli aderenti.
    Gli arconti furono inizialmente considerati come un eresia in quanto, probabilmente, si spezzava il legame psionico tra gli individui e tale perdità era un fatto inaccettabile.
    Questo perché, ma di questo non sono sicuro al 100%, gli Arconti, una volta formati, non erano in grado di stabilire una connessione psionica con gli altri individui e restavano, per questo motivo, "isolati" dal resto dei protoss.
    1
  • MasterRedzCommunity Manager 14 settembre 2014, 11:38 MasterRedz
    BattleTag: MasterRedz#2155
    Messaggi: 4963

    "La tua anima sarà mia!"
    #8
    SERAPHIMON ha scritto:un'ottimo articolo, decisamente importante

    questo mi fà venire in mente un'abilità di una unita Protoss in Starcraft: due coppie potevano fondersi per diventare una nuova unità decisamente più potente, dall'aspetto sembrava un umanoide avvolto in un'aura nebbiosa azzurra


    Mi permetto di aggiungere alla risposta di Pigo che ora la creazione di Arconti è considerata "legale", anche se usata solo quando strettamente necessario. Questo perchè la riunificazione del popolo Protoss ha permesso di superare il dogmatismo del Khala, quindi della comunione psichica a tutti i costi, e di accettare l'individualità della mente dell'Arconte, che invece si adatta perfettamente ai dettami dei seguaci di Shakuras.
    2
  • Commenta la notizia