• Si è concluso il torneo tenutosi in Cina del World Electronic Sport Games, ed infine sono arrivati i risultati di vinti e vincitori di questa edizione 2017. I 32 partecipanti al torneo di StarCraft II, nella città di Haikou, hanno lottato per un montepremi complessivo di ben 400.000$, dove solo il vincitore ne portava a casa 200.000$ mentre il resto del "bottino" sarà suddiviso dal il secondo classificato fino al 16° classificato, in maniera frazionata.

    Quarti di Finale: gioie e dolori


    Dopo l'entusiasmo dell'approdo ai quarti da parte dell'unico giocatore italiano in gara, Riccardo "Reynor" Romiti del team Exeed Esport, l'abbinamento non è stato tra i più fortunati per il nostro italiano in gara. Infatti Reynor ha beccato il giocatore più quotato alla vittoria e quello più in forma, secondo molti pronostici, stiamo parlando del giocatore Terran Cho "Maru" Seong Ju.

    Sin dal primo match Maru ha giocato ponendo costante pressione nei confronti di Reynor, il Terran ha mutato nei vari match le sue tattiche e composizioni senza usare solo componente esclusivamente Mech o Bio. Nel primo match Reynor ha cercato di aumentare il suo vantaggio sviluppando l'economia, tralasciando l'aggressività; il Terran ne ha approfittato con raid e incursioni con Navette Mediche e Marine al fine di minare l'economia Zerg italiana.
    Le tattiche di Maru hanno messo pressione mandando in confusione Reynor, che nonostante tutto in moltissime occasioni ha mostrato una difesa davvero egregia resistendo a più attacchi, purtroppo ha poi subito la schiacciante pressione dell'avversario. Nel secondo match Maru ha cambiato strategia con una composizione Mech spiazzando nuovamente il nostro italiano che con le sole Idralische, Zergling, Regine e qualche Baneling, non ha potuto contrastare Carri d'assedio, Hellbat e Thor.
    Nell'ultima partita Maru, ormai sul 2-0 ha deciso di optare per un bunker rush, con il supporto di una Caserma vicinissima alla seconda base Zerg, anche se le difese hanno retto alla pressione Terran, ciò ha rallentato notevolmente lo sviluppo economico, portando Reynor a perdere subito la terza espansione e dichiarare la sconfitta dopo soli 8 minuti e 30 secondi.

    Il nostro italiano poteva fare di più? Dalle sue stesse parole espresse sui social avrebbe potuto giocare meglio, ma oggettivamente Maru si è mostrato un giocatore davvero superiore e lucido in tutta la partita e non solo anche nell'intera fase del torneo. La sconfitta, ad onor del vero, non toglie nulla al risultato straordinario portato a casa dal nostro ragazzo in una competizione, come quella delle WESG, che ha visto partecipare grandi nomi della scena di StarCraft II e che ha visto finalmente un italiano tra i primi 8 migliori giocatori al mondo. L'Italia ha potuto dire la sua in questo torneo, grazie non solo a Reynor, ma anche ai giocatori sotto la bandiera italiana del team QLASH, anche se hanno brillato di meno, una dimostrazione di come l'esport in questo nostro paese sta pian piano prendendo piede con discreti risultati, ed un notevole consenso tra appassionati e giocatori.

    Nell'analisi ai quarti di finale un altro prestigioso nome salta e non approda alla fase successiva, infatti dopo il successo ottenuto all'IEM di Pyonchang Sasha "Scarlett" Hostyn non ha saputo replicarsi, perdendo sorprendentemente ai quarti contro lo Zerg coreano Park "Dark" Ryung Woo, (già incontrato da Reynor nella seconda fase a gironi [N.d.R.]). Delle "brutte" partite da parte della giocatrice canadese, nel primo match infatti la sua tattica di scegliere per delle Mutalische non ha ottenuto i risultati sperati, mentre Dark ha sorpreso l'avversaria con un rush di Blatte e Laceratori trasportati da un inaspettato Nydus al ridosso della seconda base della canadese, spiazzandola. Nel secondo match Dark stupisce nuovamente tutti con un Speedling Rush, degno dei classici 9 Pool Speed rush dei vecchi tempi. Anche qui Scarlett ha capito troppo tardi le intenzioni dell'avversario, ritrovandosi in base subito i piccoli zergling che hanno disfatto la base portando la vittoria al minuto 3.20. L'ultimo match è stato il più equilibrato sotto il punto di vista di vista tattico, anche se qui si è notata tutta la bravura di Dark ad aumentare in modo esponenziale la sua economia, in modo da sovrastare l'avversario. Sicuramente il 2-0 pesava psicologicamente nella testa di Scarlett e sopratutto l'ultimo rush, infine ha gettato la spugna.


    Il match completo tra Maru e Reynor


    Semifinali e Finali: l'urlo della Corea che terrorizza l'occidente


    Nelle semifinali l'unico giocatore occidentale, e in questo caso europeo, è stato il finlandese Joona "Serral" Sotala. Certo la fortuna per la sua fase a gironi e l'abbinamento ai quarti è stata più clemente rispetto a ciò che hanno dovuto affrontare Reynor e Scarlett. Ciò non toglie che il finlandese, anch'esso Zerg, ha dovuto scontrarsi contro l'inarrestabile Maru. Anche in questi match il Terran ha dimostrato grande conoscenza tattica e ha saputo capitalizzare ogni vantaggio, ogni spiraglio ed ogni occasione di gioco. La micro e la macro del Terran coreano hanno indubbiamente avuto la meglio, la scelta quasi sempre curiosa da parte di questo giocatore è stata l'utilizzo di Fantasmi con persistenti Lanci Nucleari, supportati da Raven ed incursioni di Marine per distrarre l'avversario. L'aggressività che dovevano mostrare i giocatori Zerg è stata presa in prestito da Maru che ne ha fatto un marchio di fabbrica, prima con incursioni di Mietitori, poi con Marine e Navette Mediche e successivamente bombardamenti nucleari alle basi e alle truppe più avanzate degli avversari.

    Serral tuttavia non ha mollato il colpo dopo la sconfitta, portando a casa un'importante 3-1 contro il coreano Kim "Classic" Doh Woo nella sfida della finale per il 3°/4° posto, evitando un podio tutto coreano.

    C'era da aspettarselo, i coreani tornano "prepotenti" e più forti che mai nella finalissima di queste WEGS. La finale vede il Terran Maru contro lo Zerg Dark ed è subito showtime! In palio ci sono 200.000$ e i giocatori lo sanno bene, nessuno dei due molla il colpo ed entusiasmano il pubblico con partite degne di una grande finale di un Best of 7 durato poco più di due ore di gioco. I fronti si sono ribaltati più e più volte dove in tutti i match entrambi i coreani hanno giocato in maniera aggressiva non tralasciando però lo sviluppo della propria economia, cercando il vantaggio decisivo. La conquista di una base in più ha sempre fatto la differenza. Tutti i match, ad eccezione del terzo e del sesto, sono stati combattuti da una Tech e composizioni avanzate, lo Zerg ha quasi sempre optato per Ultralische e Corruttori supportati da Zergling e Baneling, oppure da Ospiti dello Sciame con supporto di Patriarchi e Corruttori, mentre il Terran è stato eclettico nelle sue composizioni in tutte le partite. Ha più volte alternato la scelta Bio con supporto di Fantasmi a quella prettamente Mech, tutte le partite sono state piuttosto equilibrate da entrambi i fronti portando il risultato sul 3-3 quando mancava l'ultimo decisivo match.

    Nell'ultima partita Maru ha voluto sorprendere e chiuderla con un nuovo bunker rush a discapito dello Zerg, come quello già visto contro Reynor, in questo caso Dark ha perso la seconda base cercando di difendersi con i suoi Impalatori, Regine e Zergling. Capendo ormai di essere in svantaggio economico, lo Zerg si è lanciato al contrattacco cercando con un colpo di coda di sorprendere anche lui il Terran portando Blatte e Impalatori nella base nemica che dovevano ancorarsi e cercare una testa di ponte sul biostrato, rilasciato da un sorvegliante, per una rapida controffensiva e rallentare il Terran. Maru ha subito capito le intenzioni dell'avversario e si è difeso egregiamente con Marine ed SCV, la partita è finita in pochi minuti, ormai non c'era più nulla da fare ed è finita 4-3 per il Terran, che ha portato a casa la vittoria, diventando così il campione WESG 2017

    Il podio parla chiaro i due coreani, nei primi due posti, ritornano a prendersi la gloria e il montepremi, solo Serral evita il cappotto coreano con il suo terzo posto. Reynor invece si classifica al 5° posto subito sopra a nomi come Neeb, Elazer e la già citata Scarlett, insomma non proprio gli ultimi arrivati.

    Tutte le partite e la finalissima, possono riguardare sul canale ufficiale youtube di WESG, dove sono presenti anche tutti gli altri match e finali di StarCraft II e non solo. Mentre sul sito WESG potete spulciare tutta la galleria di foto, news e curiosità su questo importante evento eSportivo.

    Immagine
    Maru è il vincitore del WESG 2017
    Condividi articolo
Commenta la notizia