• Starcraft è sempre stato sin dalle origini un gioco amato ed odiato al tempo stesso per la notevole difficoltà intrinseca delle sua modalità multigiocatore. Se da un lato la campagna è godibile da qualsiasi tipo di giocatore, il multiplayer è il regno della competizione. Costanza, impegno e nervi saldi sono indispensabili se si vuole sopravvivere.

    Per superare altri avversari umani è necessario prevederne le mosse basandosi su poche informazioni, essere in grado di portare a termine attacchi mentre si potenzia la propria base e controllare attraverso numerosi pulsanti unità e strutture. L'impatto per i nuovi giocatori è ostico, quasi spietato. Non è insolito che questo possa spingere alcuni ad abbandonare la modalità classificata multiplayer dopo le prime sconfitte per dedicarsi agli arcade, ai team game oppure a guardare semplicemente i giocatori professionisti. Con Legacy of the Void le cose potrebbero cambiare.

    Immagine
    La piramide del successo

    Già dando uno sguardo alle nuove unità dell'espansione dedicata ai Protoss, vediamo che quasi tutte necessitano di una grande capacità di micro. Hanno particolari abilità da attivare e quindi solo chi nella foga del combattimento riesce ad utilizzarle in maniera precisa ne avrà un reale vantaggio. Il gioco si prospetta molto complicato non solo per chi si avvicina al mondo degli strategici per la prima volta, ma anche per chi ha già esperienza. Le partite saranno veloci, piene di azione e con tanti scontri sparsi per tutta la mappa a causa dei cambi all'economia del gioco che renderanno sconvenienti atteggiamenti più attendisti.

    L'obiettivo degli sviluppatori è diffondere ancora di più Starcraft II come eSport. Occorrono quindi unità, stili e giocate in grado di mostrare quanto effettivamente un professionista sia bravo, promuovendo allo stesso tempo la spettacolarità delle partite per gli spettatori da casa. Come detto alla Blizzcon 2014, riconosceremo un giocatore professionista di Starcraft II semplicemente vedendo come gioca.

    Spettacolarità, è questa la parola chiave, e la modalità Arconte può essere la via più veloce per una manciata di minuti di gloria. Questa nuova caratteristica permette a due giocatori di condividere truppe e strutture, sicuramente una delle novità più attese dell'espansione. Siamo di fronte ad una modalità competitiva oppure a un semplice contentino per chi non è abbastanza bravo per competere ad alti livelli?

    Al momento non è chiaro se ci sarà una ladder dedicata esclusivamente alla modalità Arconte, rimane il fatto che ha tutte le carte in regola per poter essere presa in considerazione come modalità competitiva. Ai puristi dell'1v1 il fatto di condividere unità e strutture può far storcere il naso ma i giochi più in voga al momento in ambito eSport sono proprio quelli di squadra. Invece di un banale 2v2, in cui possiamo vedere 4 giocatori che compiono ognuno i propri errori, nella modalità Arconte avremo di fronte due giocatori che lavorano in perfetta sinergia. Non si parla solo di dividersi i compiti tra attacco o difesa, ma vedere partite in cui ci saranno attacchi multipli su più fronti, giocate impensabili da realizzare con un solo paio di mani, errori e distrazioni corretti repentinamente dal proprio compagno di squadra. La dose di azione potrebbe raddoppiare rispetto alla più classica modalità 1v1 e probabilmente anche i commentatori all'inizio faranno fatica a seguire tutti gli scontri e le giocate.

    Immagine

    Da non sottovalutare che per i neofiti la modalità Arconte rappresenta un tipo di allenamento molto proficuo. Un giocatore esperto potrà aiutare il principiante intervenendo direttamente nel gioco invece che limitarsi ad un'azione più indiretta, come l'analisi dei replay o il suggerimento di nuove build. Se Blizzard non è intervenuta direttamente per rendere la curva di apprendimento del gioco meno ripida inizialmente, ha fornito sicuramente un mezzo eccezionale per aiutare a superare i possibili traumi che un giocatore alle prime armi può incontrare.

    Le premesse sono buone e sinceramente non vediamo l'ora di provare la modalità Arconte nell'imminente Closed Beta di Legacy of the Void. Voi cosa ne pensate?
    Condividi articolo
16 commenti
  • calcymon 27 marzo 2015, 09:06 calcymon
    BattleTag: Calcymon#2683
    Messaggi: 1385

    Iscritto il: 16 settembre 2011, 09:31
    #1
    speriamo <3
    presto in streaming sicuro arriverà qualcosa di grasso
    0
  • grallenMost Valuable Poster 27 marzo 2015, 09:58 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5714

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #2
    Sono contento dell'introduzione di tale modalità e penso che avrà successo. In squadra si possono sopperire a mancanze dell'altro giocatore e molti che stanno ora alla larga dalla ladder potrebbero essere interessati a provare. 0
  • ShrikeTeam di sviluppo web 27 marzo 2015, 10:02 Shrike
    Messaggi: 274

    Iscritto il: 04 marzo 2015, 11:49
    #3
    Per chi non è pro e gioca con amici mi sembra una modalità molto sfiziosa :good: 0
  • MagnusRedazione 27 marzo 2015, 10:11 Magnus
    Messaggi: 767

    http://www.twitch.tv/Magnus_TV
    #4
    Io provai la macro-micro non ufficiale e devo dire che non è semplice gestire solo o base o esercito quando sei abituato a fare tutto per conto tuo: ci sarà da imparare anche qui :) 0
  • Micidial 27 marzo 2015, 11:51 Micidial
    BattleTag: ICEM#2494
    Messaggi: 188

    Iscritto il: 21 gennaio 2015, 16:33
    #5
    si tratta di una modalità molto interessante ! sicuramente darà il massimo in pro, ma potrebbe essere divertente anche tra amici (due scarsi contro uno forte).. un pò come quando giocavo a SC in lan con un mio amico contro l'IA (e perdevamo !!!) 0
  • Dracaryis 27 marzo 2015, 14:16 Dracaryis
    Messaggi: 141

    Iscritto il: 16 luglio 2014, 18:45
    #6
    Starcraft come esport avrà sempre un'utenza molto, troppo limitata, soprattutto finchè è così ricco di differenze tra le varie ladder.
    Mi spiace la blizzard voglia rendere questo gioco un gioco d'elite e non più aperto al pubblico.
    Spero che questa modalità serva a qualcosa, ma non ci ripongo molta fiducia.
    In italia SC2 è nato, cresciuto, ed ormai da un bel po' è in declino proprio per l'enorme difficoltà che un novizio ha in questo gioco, trovandosi un enorme muro che scoraggia gran parte dei giocatori.
    1
  • Derek 27 marzo 2015, 22:27 Derek
    Messaggi: 3

    Iscritto il: 07 maggio 2010, 10:44
    #7
    Articolo fuorviante.

    Blizzard sta facendo proprio l'opposto. Sta facendo di tutto per rendere il gioco più casual e appetibile ai novizi. Era infatti nei piani una riduzione notevole della velocità di gioco...poi riconsiderata (almeno per il momento).

    La modalità "arconte" ha proprio lo scopo di avvicinare l'utenza più casual rendendo il gioco "più facile"... ma è ovvio che questa modalità NON ha assolutamente nulla a che fare con l'aspetto competitivo del gioco (figuriamoci a livello di esport e progaming). Impensabile poter raggiungere un livello competitivo con questa modalità (in starcrcraft 1 testa è meglio che 2).

    Per chi dice che il gioco è difficile e scoraggia i giocatori: il multiplayer è composto da giocatori di tutti i tipi (dai più deboli ai progamers). Ci sono le leghe per un motivo...tutti si possono divertire a qualsiasi livello.

    SC2 è in declino perchè è un RTS e ci troviamo nel 2015...i gusti dei giocatori sono cambiati...in peggio a mio parere.
    .
    Saluti a tutti
    0
  • Weltall 28 marzo 2015, 08:37 Weltall
    BattleTag: Weltall#2361
    Messaggi: 615

    Bersaglio preferito degli Haters di SC2 dal 2014
    #8
    Derek ha scritto:Articolo fuorviante.

    Blizzard sta facendo proprio l'opposto. Sta facendo di tutto per rendere il gioco più casual e appetibile ai novizi. Era infatti nei piani una riduzione notevole della velocità di gioco...poi riconsiderata (almeno per il momento).

    La modalità "arconte" ha proprio lo scopo di avvicinare l'utenza più casual rendendo il gioco "più facile"... ma è ovvio che questa modalità NON ha assolutamente nulla a che fare con l'aspetto competitivo del gioco (figuriamoci a livello di esport e progaming). Impensabile poter raggiungere un livello competitivo con questa modalità (in starcrcraft 1 testa è meglio che 2).

    Per chi dice che il gioco è difficile e scoraggia i giocatori: il multiplayer è composto da giocatori di tutti i tipi (dai più deboli ai progamers). Ci sono le leghe per un motivo...tutti si possono divertire a qualsiasi livello.

    SC2 è in declino perchè è un RTS e ci troviamo nel 2015...i gusti dei giocatori sono cambiati...in peggio a mio parere.
    .
    Saluti a tutti

    @Derek Ciao derek! Ci sono alcune inesattezze.

    Blizzard non ha mai considerato l'idea di ridurre la "velocità di gioco" come dici te, ma era in programma una riduzione della velocità di attacco delle unità del 40% con un aumento medio del danno delle unità. In questo modo gli scontri hanno durata uguale: il dps delle unità non cambia, ma tuttavia chi ha maggiore capacità di controllo (micro) delle unità, riesce ad utilizzare al meglio le abilità o a gestire il fuoco nemico. Si tratta di un cambiamento che come vedi, non ha nulla a che vedere con i casual player, ma volto a favorire chi mette più micro negli scontri.

    Per quanto riguarda la tua affermazione sul multiplayer è relativamente vera; se da un lato ci sono diverse leghe per i diversi livelli di abilità, è anche vero che le persone che ci giocano dentro, anche i bronzi, sono persone che hanno già superato lo scoglio di difficoltà iniziale, e hanno la volontà di prendere batoste per migliorare. Nell'articolo e nei commenti di sopra, ci si riferisce invece al fatto che i player vengono scoraggiati dalle prime partite, anche contro l'IA del computer, dall'enorme difficoltà del gioco: il primo impatto chiede ai giocatori di impegnarsi sin da subito a trovare errori, correggerli, informarsi su strategie efficienti...e non tutti sono disposti a farlo.

    Poi se credi che l'epoca degli RTS sia finita, quello è un parere tuo personale.

    Più interessante è il giudizio che dai su "1 testa è migliore di 2", sopratutto vista la moda del momento in cui in genere si preferiscono 5 teste (MOBA, FPS). Due giocatori di alto livello che giocano alla modalità Arconte hanno un potenziale doppio rispetto un normale 1v1, al Blizzcon i match sono stati spettacolari. Sarebbe interessante sapere perché pensi che uno è meglio di due, nell'articolo ho citato proprio il fatto che ai puristi potrebbe non piacere :)
    0
  • Derek 28 marzo 2015, 09:35 Derek
    Messaggi: 3

    Iscritto il: 07 maggio 2010, 10:44
    #9
    Ho sbagliato a scrivere "velocità di gioco". "Velocità di attacco" è più corretto, ma il risultato NON cambia. Ridurre la "velocità di attacco" con lo scopo di "ridurre la velocità dei combattimenti" e dare così più tempo al giocatore per micrare.
    Risultato: rendere SC2 più noob-friendly.

    Gli scontri non avrebbero avuto uguale durata come hai affermato.
    Questa la motivazione della Blizzard per non aver voluto implementare tale funzione:

    Experimenting with slowing down the pacing of combat in SC2

    This is a topic we got a lot of community feedback on, so we did some heavy exploration in this area. The biggest thing we tried here was reducing the attack speed of each unit in the game by 40% and altering some damage values to compensate. Even though a change like this would seemingly have a huge implication on balance, we realized the gain wasn’t as big as we expected. Games feel different from before, but the main question has to be “Is this a positive change that makes games better?” We’re just not sure of this yet. For example, we’re seeing that slower engagements seem to reduce the skill component in combat. Additionally, games feel more dragged out than before. But we’ve only had limited testing at this point, so we’ll continue to explore this area in more detail before making a final call.


    Comunque io non ho mai parlato di "fine dell'epoca degli RTS". Semplicemente non attirano più come negli anni '90. È un dato di fatto....non un "parere personale".

    Sulla modalità arconte (tra l'altro già presente sul primo starcraft): non confondiamo i moba/fps (5v5) con gli rts (1v1). Nei moba/fps ognuno comanda il proprio personaggio, non lo si condivide.
    Prova ad immaginare un FPS dove 2 persone condividono lo stesso personaggio: 1 che lo muove e lo fa saltare...l'altro che spara e ricarica.
    Pensi che una cosa del genere sarebbe più efficace di un solo giocatore che comanda un solo personaggio? Io ne dubito fortemente....

    Ciao :)
    0
  • grallenMost Valuable Poster 28 marzo 2015, 09:44 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5714

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #10
    Alterazione della velocità di gioco perché corrisponda al tempo reale

    Se usate l'orologio di gioco, noterete che nella beta di Legacy of the Void scorre più lentamente. Abbiamo cambiato lo scandire del tempo perché corrisponda a quello di un orologio tradizionale. Proviamo questo cambiamento sotto richiesta della comunità, ma anche perché riteniamo che la mancanza di un orario reale possa disorientare. Questa novità potrebbe creare un paio di problemi, dei quali vogliamo parlarvi qui.
    Adattare la velocità di gioco a quella del tempo reale significa che tutti i valori di gioco relativi al tempo devono cambiare. Per esempio, se un'abilità ha un tempo di recupero di 5 secondi, vogliamo che essi siano secondi reali.
    Ciò significa che tutti i valori di velocità d'attacco, movimento, tempi di recupero, ricerca, potenziamento e costruzione dell'unità andranno memorizzati nuovamente. Questo vale in particolare per i giocatori più accaniti, anche se sembra siano stati proprio loro a richiedere a gran voce il cambiamento. Crediamo che i giocatori occasionali facciano comunque meno caso al tempo.
    Avendo implementato molti cambiamenti in StarCraft II nel corso degli anni, sappiamo che alcuni cambiamenti potenzialmente positivi sulla carta risultano poi svantaggiosi in gioco. Vorremmo che tutti faceste attenzione a questo cambiamento, cercando di capire se sia effettivamente una miglioria per StarCraft II, o se sia meglio mantenere il vecchio sistema di temporizzazione.
    Non vogliamo inserirlo come opzione.
    Niente causa più confusione che avere due temporizzazioni diverse in un gioco. Non solo durante le normali partite, ma anche durante i tornei, perché StarCraft II è un eSport. Se in diversi eventi venissero usate diverse temporizzazioni (intenzionalmente o per sbaglio), gli spettatori rimarrebbero estremamente confusi.
    Nel tentativo di rendere Legacy of the Void il miglior gioco possibile, sappiamo che la misurazione del tempo non dev'essere un'opzione: ci aspettiamo molti feedback da parte vostra per decidere quale sistema usare in futuro.
    0
  • Weltall 28 marzo 2015, 10:38 Weltall
    BattleTag: Weltall#2361
    Messaggi: 615

    Bersaglio preferito degli Haters di SC2 dal 2014
    #11
    Derek ha scritto:Ho sbagliato a scrivere "velocità di gioco". "Velocità di attacco" è più corretto, ma il risultato NON cambia. Ridurre la "velocità di attacco" con lo scopo di "ridurre la velocità dei combattimenti" e dare così più tempo al giocatore per micrare.
    Risultato: rendere SC2 più noob-friendly.

    Experimenting with slowing down the pacing of combat in SC2

    This is a topic we got a lot of community feedback on, so we did some heavy exploration in this area. The biggest thing we tried here was reducing the attack speed of each unit in the game by 40% and altering some damage values to compensate. Even though a change like this would seemingly have a huge implication on balance, we realized the gain wasn’t as big as we expected. Games feel different from before, but the main question has to be “Is this a positive change that makes games better?” We’re just not sure of this yet. For example, we’re seeing that slower engagements seem to reduce the skill component in combat. Additionally, games feel more dragged out than before. But we’ve only had limited testing at this point, so we’ll continue to explore this area in more detail before making a final call.

    Gli scontri non avrebbero avuto uguale durata come hai affermato.
    Questa la motivazione della Blizzard per non aver voluto implementare tale funzione:

    Comunque io non ho mai parlato di "fine dell'epoca degli RTS". Semplicemente non attirano più come negli anni '90. È un dato di fatto....non un "parere personale".

    Sulla modalità arconte (tra l'altro già presente sul primo starcraft): non confondiamo i moba/fps (5v5) con gli rts (1v1). Nei moba/fps ognuno comanda il proprio personaggio, non lo si condivide.
    Prova ad immaginare un FPS dove 2 persone condividono lo stesso personaggio: 1 che lo muove e lo fa saltare...l'altro che spara e ricarica.
    Pensi che una cosa del genere sarebbe più efficace di un solo giocatore che comanda un solo personaggio? Io ne dubito fortemente....

    Ciao :)

    @Derek Quello che riporti è il motivo per la quale il cambiamento non è andato in porto. Blizzard voleva modificare gli scontri in modo da premiare chi fosse stato più bravo a micrare, il risultato invece è stato quello che hai riportato tu: ovvero una situazione troppo noob-friendly, nella quale anche chi avesse poca skill poteva trarne un vantaggio, annullando quindi la differenza tra un giocatore professionista ed un casual gamer. La manovra è stata invertita proprio perché andava a favore dei casual gamer, come hai riportato tu stesso. Tutta l'espansione ha come obiettivo quello di premiare solo i giocatori più "bravi", puoi evincerlo tranquillamente dalle interviste fatte fin'ora agli sviluppatori.

    La modalità presente attualmente in gioco che nomini te, è micro/macro, dove un giocatore controlla solo le unità mentre un'altro controlla solo gli edifici e la produzione: è ben diverso dalla modalità arconte, in cui è tutto condiviso (poi non so se esiste un altro arcade più simile alla modalità arconte). Questo significa che gli sforzi in macro possono raddoppiare, così come raddoppiano gli scontri possibili sulla mappa: se un giocatore singolo può controllare 2 attacchi con un po di multitasking, due giocatori ne possono controllare 4 o 5. Non è molto adatto fare un paragone nei termini che hai espresso tu, perché nei moba e negli fps c'è, appunto, una sola "cosa" da controllare ovvero il proprio personaggio, mentre negli RTS ci sono decina di edifici, e ancora più unità. Nel genere MOBA e FPS non c'è spazio per ulteriori giocatori che controllano la stessa cosa, il paragone che ho fatto è inerente al gioco di squadra :) Come vanno di moda tanti giochi di squadra a livello competitivo, la modalità arconte, presentandosi come team game, ed avendo una dose maggiore di "spettacolarità" rispetto gli 1v1, ha tutte le carte in regola per poter diventare una modalità competitiva. Questo è il messaggio dell'articolo in sintesi, ma è ovviamente un opinione dell'autore, che ha invitato ad esprimere il proprio parere alla community :)
    0
  • CashCommunity Manager 28 marzo 2015, 11:27 Cash
    BattleTag: CASH#2628
    Messaggi: 1459

    Le previsioni per oggi dicono: tempeste di bombe, con nubi sparse a forma di fungo
    #12
    La modalità arconte se ben sviluppata potrà aprire nuovi scenari per la scena di starcraft II sul piano competitivo. Sono fiducioso 0
  • Derek 28 marzo 2015, 11:39 Derek
    Messaggi: 3

    Iscritto il: 07 maggio 2010, 10:44
    #13
    Bè...ad ognuno la propria opinione.

    Rimango dell'idea che Blizzard abbia tutta l'intenzione di facilitare e rendere il gioco più appetibile per i novizi.

    Sono inoltre convinto che la modalità arconte sia rivolta in particolare ai neofiti e non troverà alcun spazio sul piano competitivo e di esports.

    Andate in pace, non voglio avviare un'inutile "internet fight".
    Un saluto a tutti <3
    0
  • MagnusRedazione 28 marzo 2015, 14:01 Magnus
    Messaggi: 767

    http://www.twitch.tv/Magnus_TV
    #14
    In realtà diventerà sempre più di nicchia... 1
  • Micidial 28 marzo 2015, 17:11 Micidial
    BattleTag: ICEM#2494
    Messaggi: 188

    Iscritto il: 21 gennaio 2015, 16:33
    #15
    Magnus ha scritto:In realtà diventerà sempre più di nicchia...

    @Magnus la penso come te, ma non credo che sia necessariamente un "male".. premesso che tutti i giochi Blizzard son fatti così bene che vanno bene per casual e pro, che la campagna SC da sola vale il prezzo, che gli arcade e editor di mappe sono features incredibili, che il matchmaking è equilibrato, ecc... un titolo hardcore, di quelli da amare/odiare targato blizzard ci vuole (e c'è, aggiungo, per fortuna)
    0
  • MagnusRedazione 28 marzo 2015, 17:52 Magnus
    Messaggi: 767

    http://www.twitch.tv/Magnus_TV
    #16
    No ma infatti con la mia affermazione non volevo dire che è un male, era solo una constatazione :)
    Però visto che hai tirato fuori l'argomento in realtà un po' mi dispiace che non sia accessibile a molti; se fosse un po' più semplice avrei anche altri amici che conosco in real disposti a giocarci :|
    0
  • Commenta la notizia