Il gioco è fermo e la community non esiste
  • rynne 07 maggio 2018, 21:57 rynne
    BattleTag: ran
    Messaggi: 2

    Iscritto il: 07 maggio 2018, 21:49
    #1
    Sono un giocatore che ha deciso dopo molto di tornare...ho trovato un gioco lasciato a sè stesso, una community estinta, nessuna miglioria o aggiornamento degno di nota, le tattiche sono più o meno ferme, mi dispiace doverlo vedere così, come un vecchio lasciato a casa quando si va in vacanza...ma non fornisce stimoli, cosa ne pensate? Come si può rinnovare il game? Esiste ancora la possibilità di far giocare nuove persone senza che leftino? Personalmente ho fatto provare il gioco a un paio di amici, ma non hanno apprezzato... 0
  • CashCommunity Manager 08 maggio 2018, 10:11 Cash
    BattleTag: CASH#2628
    Messaggi: 2777

    Le previsioni per oggi dicono: tempeste di bombe, con nubi sparse a forma di fungo
    #2
    @rynne D'accordo in parte e ti spiego il mio punto vista. Il discordo del gioco in sé che è morto non esiste. StarCraft II ha ancora numerosi tornei di livello medio-basso, ma anche competizioni di rilevanza mondiale come quelli coreani, IEM, BlizzCon, WCS ecc.
    È un gioco che per quanto riguarda il comparto multiplayer riceve numerose modifiche e continui aggiornamenti di bilanciamento e la comunità internazionale ci gioca ancora.
    Sulle tattiche o meglio dire sul bilanciamento non è per niente vero che è tutto fermo, anzi. Le numerose patch che sono state rilasciate negli ultimi mesi, e le continue modifiche che fanno a unità in gioco sono davvero rilevanti e hanno un impatto sul gioco competitivo. Le tattiche negli ultimi mesi stanno cambiando, un esempio è la Bio Terran più volte si modifica con nuove aggiunte, anche il classico TvT che prima era solo Mech vs Mech e guerra di Carri, ora risulta ogni volta più dinamico con aggiunte tattiche interessanti e sempre nuove, dipende ovviamente da ogni giocatore, ma i tornei e le competizioni danno sempre nuovi spunti.
    Indubbiamente in un certo lasso di tempo va per la maggiore quella determinata tattica, ma la stessa cosa capita in Overwatch; sicuramente in StarCraft II le cose capitano più lentamente, ma è indubbio che il bilanciamento e le tattiche di adesso 8 Maggio sono differenti da quelle di qualche mese fa.
    Gli aggiornamenti valgono anche per i Comandanti e le missioni cooperative oltre che per la modalità Arcade che risulta sempre essere coinvolgente con soluzioni nuove di gioco.

    StarCraft II è diventato f2p per accrescere il suo pubblico, ma onestamente dopo la campagna che puoi giocare fino allo sfinimento, non ti resta che il comparto multiplayer che è il fulcro e l'essenza di StarCraft a mio modesto parere e qui partono le dolenti note. Ammetto che giocare in multiplayer a livelli alti di prestazione e ottenere delle soddisfazioni in gioco non è affatto facile, questo non è un Fortnite o un Heartstone o un Heroes, è un RTS dove serve dedizione e allenamento se vuoi arrivare almeno a Lega Diamante o Master, c'è da impegnarsi. Personalmente ho giocato tantissimi anni StarCraft II e ho raggiunto la consapevolezza che oltre la lega Diamante 3/4 non riesco a salire, indubbiamente ha segnato un mio limite come giocatore assiduo di StarCraft II a livello "competitvo"/lega.
    Sinceramente ho sempre giocato a StarCraft II in maniera competitiva e questo che cerco in tutti i giochi e ammetto che con l'introduzione di Overwatch, Heroes ed Heartstone hanno influito sull'impatto, mio personale, in ore di gioco da dedicare a StarCraft II, facendomi appassionare anche agli altri titoli sopracitati.
    Tuttavia la modalità Arcade e quella dei Comandanti riesce, senza troppe pressioni, a tenermi incollato allo schermo e a divertirmi, con amici o anche in solitaria.

    La questione comunità è ambigua e dipende moltissimo dalla nostra prospettiva.
    Non si può paragonare la comunità italiana di StarCraft II con quella di altri paesi, già in Germania e Francia a noi vicinissime geograficamente ci superano in termini di comunità, tralascio ovviamente colossi come Corea del Sud, Americhe o Russia inutile fare un paragone. Oggettivamente la comunità del nostro paese è esigua, ma ad onor del vero ci sono tantissime realtà di team eSport che continuano a proporsi in tornei piccoli o grandi che siano, con giocatori che danno il loro meglio. Riccardo "Reynor" Romiti è un esempio di eccellenza italiana che negli ultimi anni è cresciuto tantissimo e negli ultimi tornei ha davvero dato sfoggio di una bravura da campione, ma ci sono anche giocatori e clan "locali" che fanno del loro meglio con buoni risultati a livello di spettacolo in gioco e di impegno.
    Anche a livello puramente redazionale di cui mi occupo è vero che le notizie di StarCraft II sono esigue, ma è anche vero che ormai il ciclo di narrativa del gioco si è esaurito ed è tenuto in vita solo da comparti come fumetti o racconti per ora. Tutte le notizie riguardano per lo più tornei o patch di bilanciamento o di bugfix.
    L'unica cosa che davvero mi dispiace e mi trovo in totale disaccordo con l'azienda e il team di sviluppo è la scelta di non proseguire allo sviluppo nell'ultimo anno con mini campagne, come lo è stato per Nova. Avrei voluto giocare una mini campagna su Zagara o una nuova regina Zerg, o magari un Tal'darim ribelle o anche come Ibrido servitore di Amon e comandare nuove unità protoss-zerg, insomma qui effettivamente si c'è un po' di amarezza da parte mia nei confronti del gioco.

    Dipende da quale prospettiva si guarda il gioco, a mio parere StarCraft è e resta un gioco che da il suo massimo a livello competitivo e per raggiungere un gradimento di soddisfazione personale bisogna buttarci ore di gioco e sudore. Non è un gioco casual, e ora come ora un nuovo giocatore non ha voglia di cimentarsi in una cosa complessa come StarCraft, con i suoi timing da imparare a memoria, tattiche, ottenere una eccellente micro e macro; la massa di giocatori vuole un gioco immediato, facile e che gratifichi subito.
    Personalmente ho trovato in passato più gratificante vedere il mio rank passare da oro a platino su StarCraft II, piuttosto che fare 50 kill su un qualsiasi sparatutto di ultima generazione o essere MVP in altri giochi.
    6
  • Zarxiel93 19 maggio 2018, 11:31 Zarxiel93
    Messaggi: 20

    Iscritto il: 26 marzo 2017, 23:01
    #3
    ma la cosa è a dir poco ridicola, sono oltre 7 mesi che Blizzard non sta rilasciando nulla per SC2. Sul forum inglese poi ci sono i fanboyini che appena gli dici che Blizzard ha lasciato SC2 a marcire si incazzano e ti attaccano, sostenendo che in questi 7 mesi hanno rilasciato un sacco di robe ecc... e che mi sarei lamentato anche quando avrebbero rilasciato un comandante nuovo. Se esce un comandante nuovo non mi lamento, al massimo mi lamento se dopo altri 6 mesi non fanno nulla, MA NON APPENA ESCE. 0