• Scritto da ,
    Una rivelazione davvero scioccante quella di TotalBiscuit che sul suo twitter ha dichiarato che Overwatch ha rischiato di avere un sacco di contenuti a pagamento e diventare un Pay to Win.
    Ecco le sue parole:

    "Non rivelerò chi mi abbia detto questo a Blizzard, ma poco prima della sua uscita erano seriamente preoccupati che anche gli eroi potessero essere a pagamento. Hanno dovuto lottare contro gli addetti alle vendite per inserire solo gli oggetti cosmetici nei forzieri".

    Questa dichiarazione trova eco nelle prime indiscrezioni che circolavano prima dell'uscita del gioco nel 2016, in cui alcuni fantomatici utenti "vicini" a Blizzard sostenevano che Overwatch sarebbe stato un gioco sì Free to play, ma con contenuti a pagamento. Chissà quanto avremmo speso in eroi, modelli e chissà quant'altro, ma considerando l'incredibile successo che ha avuto questo titolo in termini di vendite e giocatori attivi, possiamo dormire sonni tranquilli.

    Condividi articolo
22 commenti
  • BigBoss 13 gennaio 2018, 12:09 BigBoss
    Messaggi: 2487

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #1
    Per Sterling gli sviluppatori dovrebbero mettersi in ginocchio col cappello in mano, ormai lo conosciamo. 0
  • Jogrin 13 gennaio 2018, 13:23 Jogrin
    BattleTag: Thodak#2397
    Messaggi: 136

    Iscritto il: 04 maggio 2016, 13:19
    #2
    "Chissà quanto avremmo speso in eroi, modelli e chissà quant'altro"
    Zero :D si giocava altro.
    0
  • Vancold 13 gennaio 2018, 13:41 Vancold
    Messaggi: 958

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #3
    In realtà se avesse avuto contenuti come eroi a pagamento, ma sbloccabili pure con il credito in game, non sarebbe stato diverso da molti altri MOBA, né mi avrebbe urtato in alcun modo (sempre se fosse stato f2p). 1
  • Grevier 13 gennaio 2018, 15:19 Grevier
    Messaggi: 6840

    https://www.twitch.tv/grevier_
    #4
    Poco male, ormai sono abituato ai modelli P2W, ci sarebbe stata la possibilità di comprarli con l'oro ed avrei comprato meno skins.

    Sono cose che ad andare avanti con gli anni ci si bisognerà abituare, il trucco è non essere materialisti ma essenzialisti.
    0
  • Brainstudio 13 gennaio 2018, 16:08 Brainstudio
    BattleTag: BRAINSTUDIO#2228
    Messaggi: 253

    Iscritto il: 20 maggio 2016, 10:56
    #5
    Bah era un modello di gioco perfetto per il f2p ognuno pagava quel che voleva e avevi il triplo dei player 1
  • Grevier 13 gennaio 2018, 16:20 Grevier
    Messaggi: 6840

    https://www.twitch.tv/grevier_
    #6
    No i F2P non sono mai meglio dei B2P, preferisco pagare 40€ e sapere di avere tutto a disposizione in qualche modo che dover pagare 1000€ a lungo termine.
    Per la playerbase chi un gioco lo vuole veramente i soldi li trova, il resto son tutti turisti inutili.

    F2P è un modello di gioco cancerogeno.
    2
  • Vancold 13 gennaio 2018, 17:38 Vancold
    Messaggi: 958

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #7
    B2P con le microtransazioni è cancerogeno.

    E le aggiunte cosmetiche sotto valuta fan piacere in molte tipologie di giochi e si sposano unicamente col modello F2P.
    5
  • BigBoss 13 gennaio 2018, 18:26 BigBoss
    Messaggi: 2487

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #8
    Si sposano con qualsiasi gioco che non si aggiorna tramite dlc o espansioni, i soldi per lo sviluppo non crescono sugli alberi, soprattutto ora che overwatch è stato più volte scontato a 20 sacchi. 0
  • Wulgrim 13 gennaio 2018, 18:28 Wulgrim
    Messaggi: 8965

    They were all dead. The final gunshot was an exclamation mark of everything that had led to this point. [Cit]
    #9
    @Grevier c'è sempre f2p e "f2p"

    Uno stile LoL / heroes non mi pare cancerogeno, vuoi skin? Allora paghi, mostri supporto per il gioco

    Poi ci sono i vari "f2p" dove se non sborsi sei un mezzo zoppo, sordo e con un occhio strabico

    Che poi... Pagare 40€ di gioco e poi avere le microtransazioni dentro... Direi che quello è cancerogeno (vedi titoli come shadow of mordor dove non sono solo oggetti estetici)
    6
  • Vancold 13 gennaio 2018, 18:45 Vancold
    Messaggi: 958

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #10
    @Wulgrim
    This.
    0
  • Greymane 13 gennaio 2018, 20:08 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 7702

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #11
    Dipende cosa c'è dietro alle microtransazioni, finchè le cose sono solo estetiche ed in qualche modo prendibili anche senza dover per forza pagare valuta reale lo accetto, ma un B2P che mette dietro alle microtransazioni oggetti che vanno effettivamente ad influire sulla performance e che non è possibile ottenerle con qualsiasi tipo di valuta in-game, quello si, imho è cancerogeno, dal mio punto di vista. 0
  • BigBoss 14 gennaio 2018, 10:42 BigBoss
    Messaggi: 2487

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #12
    Non potete paragonare i costi di sviluppo di un moba con quelli di un fps AAA fatto come si comanda, non sono nemmeno lontanamente avvicinabili. Il giusto paragone sarebbe con CS GO o Rainbow Six Siege (questo tiene pure i season pass), i quali, guardacaso hanno lo stesso sistema da svariati anni e sono comunque estremamente popolari e amati. Non vorrei che sta storia di pagare le persone per il lavoro che fanno diventi come la volpe e l'uva, eh. Ci metterei dentro anche Pubg, che vabbé, non è proprio fatto come si comanda, ma quantomeno non sei invogliato a comprare degli estetici veramente orribili per giocare. 0
  • Greymane 14 gennaio 2018, 17:57 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 7702

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #13
    @BigBoss

    Personalmente trovo che sia possibile però comparare gli svariati tipi di micro-transazioni che abbiamo visto in tutti questi anni, non per forza comparare i costi di produzione.

    Onestamente non so come funzionano i DLC di Raimbow Six, molto probabilmente contengono insieme a nuove mappe, anche nuove armi (siamo sinceri, le nuove armi insieme alle mappe sono il vero pezzo forte dei DLC degli FPS), e certo, le armi potrebbero andare ad influire sulle performance, ma di certo non sono quelle che ti fanno vincere 9/10 se prima ne vincevi 2/10 visto l'aspetto estremamente tattico di Raimbow Six e team-dependant in confronto a moltissimi fps attuali.
    Ecco, i DLC forse sono l'unico aspetto delle micro-transazioni che potrebbero andare ad influire leggermente le performance di un giocatore (comprabili solo a valuta reale si intende) che posso anche accettare nei giochi B2P, non mi piace come meccanismo, perchè spesso fungono come sequel di una storyline come possiamo vedere in CoD Zombies, ma posso accettarli anche in giochi B2P perchè sostanzialmente, quando li compri, li hai...non devi sperare nell'arma OP o in una determinata mappa, il contenuto lo sai: quello hai a disposizione, e quello ottieni.

    Un conto diverso è un sistema come quello di Metin 2, gioco discusso moltissimo per mille ragioni svariate, questo gioco ha (o aveva, non so neanche se esiste ancora) un sistema di micro-transazioni che va terribilmente a modificare le performance del giocatore, dandoti la possibilitá di comprare items completente broken e svariati potenziamenti.

    Poi certo, si può discutere sul fatto che fosse un F2P e non un B2P, però quel gioco li era veramente il covo delle balene, visto che ha (o aveva) un sistema in cui potenziando un oggetto c'è la possibilità che ti si rompa durante il processo. Quindi sostanzialmente potevi sganciarci 50€ per poi ritrovarti in mano niente.

    Diciamo che forse Metin 2 è un caso terribilmente esagerato e non confrontabile con quelli attuali, però se vogliamo discutere di quali possano essere i peggiori meccanismi di micro-transazione, penso sia giusto citare tutti quelli che possiamo aver visto.
    0
  • BigBoss 14 gennaio 2018, 18:16 BigBoss
    Messaggi: 2487

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #14
    @Greymane Le due cose sono correlate, ci sono dei costi che devi andare ad ammortizzare rapidamente se non vuoi fallire, nessuno investe alla cieca. Giochi con costi di produzione bassi possono uscire come f2p, giochi più complessi non possono. R6 ha la "scatola" per iniziare a giocare con una serie di "operatori", potendo scegliere poi se comprare season pass o singoli "operatori" le mappe sono accessibili a tutti, mentre le skin sono acquistabili alcune con crediti di gioco o soldi, altre solo tramite valuta premium. Le transazioni sono identiche a quelle di un moba, ma il costo iniziale di un gioco come R6 preclude il farlo uscire gratuitamente, perché mica ci puoi infilare il motore grafico di dieci anni fa e abbozzare una sola mappa come un gioco in isometrica. 0
  • Wulgrim 15 gennaio 2018, 08:12 Wulgrim
    Messaggi: 8965

    They were all dead. The final gunshot was an exclamation mark of everything that had led to this point. [Cit]
    #15
    In rainbow six siege il season pass ti da 2 settimane in anticipo l'eroe (non lo devi nemmeno comprare)
    Se non ti fai il season pass hai da comprare l'eroe quando esce con la valuta in game (o con soldi reali); unica grande differenza è che i punti che fai in game per chi ha il season pass sono un 20% in più
    0
  • Brainstudio 17 gennaio 2018, 14:24 Brainstudio
    BattleTag: BRAINSTUDIO#2228
    Messaggi: 253

    Iscritto il: 20 maggio 2016, 10:56
    #16
    BigBoss ha scritto:Non potete paragonare i costi di sviluppo di un moba con quelli di un fps AAA fatto come si comanda, non sono nemmeno lontanamente avvicinabili. Il giusto paragone sarebbe con CS GO o Rainbow Six Siege (questo tiene pure i season pass), i quali, guardacaso hanno lo stesso sistema da svariati anni e sono comunque estremamente popolari e amati. Non vorrei che sta storia di pagare le persone per il lavoro che fanno diventi come la volpe e l'uva, eh. Ci metterei dentro anche Pubg, che vabbé, non è proprio fatto come si comanda, ma quantomeno non sei invogliato a comprare degli estetici veramente orribili per giocare.

    @BigBoss

    Dai non prendiamoci in giro tiriamolo fuori Paladins che è bello uguale (con le sue per fortuna differenze) ha già circa 10 eroi in piu (oggi) e una svaccata di modalità è GRATIS e offre tutto sbloccabile in game, pure l'estetica (molto esosa in game) quindi si può fare il gioco tripla A anche f2p i soldi saltano fuori se il gioco è bello.
    Se vuoi che ti pago tutto subito, mi sta bene, assolutamente a favore ma non mi devi più chiedere soldi per cavolate come vestiti o armi o personaggi.
    Se mi raddoppi le arene magari ti passo il dlc.

    La dimostrazione che f2p fatti con passione e fatti bene esiste e la stessa blizzard li fa.
    i soldi per gli sviluppatori saltano fuori alla grande.
    4
  • BigBoss 17 gennaio 2018, 16:50 BigBoss
    Messaggi: 2487

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #17
    @Brainstudio contento che ti piaccia paladins ma la qualità è nettamente inferiore ad Overwatch in ogni comparto, soprattutto i più costosi, come la multimedialità del progetto. Se poi deve essere necessariamente un attacco ideologico ad un modello di sviluppo a preiscindere è un altro paio di maniche, ma non possiamo bendarci gli occhi e passare oltre come niente fosse. 1
  • Brainstudio 17 gennaio 2018, 22:56 Brainstudio
    BattleTag: BRAINSTUDIO#2228
    Messaggi: 253

    Iscritto il: 20 maggio 2016, 10:56
    #18
    BigBoss ha scritto:Brainstudio contento che ti piaccia paladins ma la qualità è nettamente inferiore ad Overwatch in ogni comparto, soprattutto i più costosi, come la multimedialità del progetto. Se poi deve essere necessariamente un attacco ideologico ad un modello di sviluppo a preiscindere è un altro paio di maniche, ma non possiamo bendarci gli occhi e passare oltre come niente fosse.

    @BigBoss no no assolutamente (c tengo a parlare seriamente dei videogiochi e della loro evoluzione) credevo a mio Modesto parere di confrontare due titoli e lo credo ancora allo stesso identico livello qualitativo proprio perché sono simili ma con un proprio carattere. Ma come Poe ha dimostrato su Diablo anche Paladins ha dimostrato su Overwatch e fortnite su pubg per dire un'altro fuori dalla Blizzard che I free to play fatti da dio con passione ci sono e possono avere la stessa qualità di quelli a pagamento che invece sembrano non accontentarsi più nemmeno di quel pagamento. Di questi esempi può piacerti una delle due ma anche quella che non ti piace è innegabilmente di qualità uguale.
    4
  • BigBoss 18 gennaio 2018, 10:46 BigBoss
    Messaggi: 2487

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #19
    Da un punto di vista squisitamente tecnico non é assolutamente vero, così come per quanto riguarda riconoscimenti di terzi e del pubblico. Mi permetto anche di aggiungere anche da un punto di vista artistico e di game play, ma quello é già più dipendente dai gusti e meno Oggettivabile. Un proprio motore grafico costa, writer interni, animatori, artisti costano, siamo proprio su un un altro piano dal punto di vista della qualità del prodotto a 360 gradi e a nessuno piace fare investimenti rischiosi. Paragonarlo con hots che é una costola di sc2 e già parte dei costi é stata ammortizzata o con hs il cui team di inizio e le spese iniziali sono state molto più contenute non ha senso. 1
  • Brainstudio 19 gennaio 2018, 16:03 Brainstudio
    BattleTag: BRAINSTUDIO#2228
    Messaggi: 253

    Iscritto il: 20 maggio 2016, 10:56
    #21
    BigBoss ha scritto:Da un punto di vista squisitamente tecnico non é assolutamente vero, così come per quanto riguarda riconoscimenti di terzi e del pubblico. Mi permetto anche di aggiungere anche da un punto di vista artistico e di game play, ma quello é già più dipendente dai gusti e meno Oggettivabile. Un proprio motore grafico costa, writer interni, animatori, artisti costano, siamo proprio su un un altro piano dal punto di vista della qualità del prodotto a 360 gradi e a nessuno piace fare investimenti rischiosi. Paragonarlo con hots che é una costola di sc2 e già parte dei costi é stata ammortizzata o con hs il cui team di inizio e le spese iniziali sono state molto più contenute non ha senso.

    @BigBoss

    Ok ho capito non c'è possibilità di farti vedere il mio punto di vista, finchè non apriamo gli occhi e continuiamo a difendere sempre e comunque a spada tratta continueranno ad fregarci, è per questo modo di ragionare che hanno iniziano ad approfittarsi di noi mi spiace.

    Se un personaggio di diablo (esempio) costa quello che costa è perchè ci sono i gamer paladini che dicono che sono ore e ore di sviluppo bla bla, di artwork bla bla e di test bla bla..già mentre invece chi telo da gratis lo avrà sviluppato nel tempo libero...non lo avrà pensato..non lo avrà disegnato..avrà tirato 2 righe in paint..
    2
  • BigBoss 19 gennaio 2018, 18:55 BigBoss
    Messaggi: 2487

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #22
    Ho capito che in Italia c'è questa cosa che chi paga i giochi è un coglione e che tutto ti deve essere dato gratis, ma io vengo pagato per il mio lavoro e mi incazzerei se qualcuno lo volesse gratis. "Finché non capirai questa cosa ci fregheranno sempre". Poi ognuno coi suoi soldi è libero di farci quello che vuole, personalmente non ho mai shoppato su overwatch perché non ne ho mai sentito il bisogno, ma ho già versato il mio obolo. 1
  • Commenta la notizia