• Scritto da ,
    I vincitori

    La Fase 1 della Overwatch League è giunta al termine e ha visto vincitori i London Spitfire, che ottengono così il primo titolo e un montepremi di 100.000$
    Le fasi dei playoff ha visto i team di Londra scontrarsi contro Houston Outlaws prima e New York Excelsior dopo.

    In tutte la mappe il team londinese ha dato il massimo, Junkertown e Numbani si confermano le mappe preferite da parte dei London Spitfire, dove hanno dominato incontrastati. Favoriti anche nella Colonia Lunare Horizon dove l'attaccato al primo punto è stato immediato. La mappa Oasi invece risulta una spina nel fianco per molti team e anche per i campioni, le prestazioni del team londinese su questa mappa sono state scarse per tutta la durata della Fase 1 della Overwatch League e nella finale non ha fatto eccezione. Criticità sono state evidenti anche su Dorado, il payload non è stato portato fino al secondo punto di controllo, causa una strenua difesa da parte dei NYE con la loro Tracer e Genji. Tuttavia in Overtime i London Spitfire riescono a tenere duro, dopo un combattimento davvero intenso, vincendo così il titolo.



    In poco più di 14 ore i London Spitfire hanno giocato ben 14 partite, di certo non un compito facile a livello di tensione e prestazioni. Si sta discutendo anche di eventuali modifiche al calendario delle partite per agevolare i team e non sovraccaricarli di tensione, per rendere più fluida la competizione.
    Lo stesso Nate Nanzer ha informato tramite il suo twitter che ci sarà un cambiamento nel palinsesto già nella Fase 2.



    Migliori e Peggiori

    NYE dominano attualmente la classifica, risultando il miglior team della competizione, con il giocatore flex Pine che guida il team in alcune giocate davvero eccellenti e che ha dimostrato in moltissime occasioni la sua abilità, in particolare con McCree e Widowmaker. Fa capolino al secondo posto in classifica gli Houston Outlaws, l'unica squadra senza giocatori coreani nel suo roster a piazzatasi tra primi posti. I texani sono partiti lentamente, dimostrato una crescita costante. Il lavoro di questi ragazzi li ha premiati infine con la seconda posizione. La comunicazione e la sintonia la fanno da padrona e riescono a sfruttare ogni situazione anche in momenti di evidente svantaggio e difficoltà, certo è che ci siano ancora limiti da colmare in alcune mappe controllo.

    Scendendo nella parte bassa della classifica troviamo i tre peggiori ovvero l'altro team texano dei Dallas Fuel. Qualcosa non ha funzionato in questo team, anche se tengono il passo alla posizione 10 con le loro 3 vittorie su 10 partite, le mappe con punti di controllo sembrano essere la loro forza, ma non sfruttano abbastanza da poter emergere in classifica. I Florida Mayhem vincono per simpatia, ma non per prestazioni, infatti perdono consistenza nel controllo dei punti e soffrono ancora in alcune mappe di scorta del carico. Forse l'acquisizione del nuovo giocatore Joonas ‘Zappis’ Alakurtti, potrebbe dare nuova linfa vitale al team della Florida.
    Profondo rosso, proprio come il colore della squadra, per i Shangai Dragons. Non ne va bene una e sembrano davvero un team poco affiatato. Anche se si vedono ottime giocate a livello singolo, per il resto non riescono a concretizzare la vittoria, perdono lucidità dopo un effimero vantaggio e gli avversari riescono sempre a dominarli. Il risultato 0-10 pesa sulle loro spalle e le polemiche non aiutano di certo i giocatori a vivere in questo clima di tensione. Il loro Team Manager è pronto a cambiare le carte in tavola, probabilmente con nuovi contratti e nuovi giocatori da inserire in corsa. Si parla di Geguri, la prima donna nella OWL, più altri due giocatori che dovrebbero aiutare a risollevare il team.

    Immagine


    Dopo una piccola pausa i team torneranno in campo agguerriti per la Fase 2 dal 22 Febbraio, vedremo quali cambiamenti verranno apportati alla OWL a livello organizzativo e quali novità ci presenteranno i vari team.
    Condividi articolo
Commenta la notizia