• Scritto da ,
    L'undici luglio si è tenuto il primo dei tre reddit AMA programmati dal team di Heroes of the Storm. Gli argomenti di questa prima sessione sono stati Arte e Animazione, dove non sono mancate alcune domande ormai "iconiche" della community del gioco. Ecco i punti più interessanti:

    • Il team di sviluppo cerca di sovrapporre i rework e il rilascio di nuovi modelli per gli Eroi, ma ovviamente la priorità va ai primi;
    • Le schermate iniziali animate sono state accantonate per le risorse e il tempo che necessitavano, ora impiegate per altre priorità;
    • Gli aggiornamenti ai modelli di Arthas e Alachiara sono ancora previsti, ma attraversano le competenze di diversi team, con altre priorità;
    • Creare un modello leggendario spesso impegna le stesse risorse artistiche della creazione di un nuovo Eroe;
    • Gli Eroi sono più "tozzi" ed esagerati in alcune loro caratteristiche rispetto alle loro controparti originali a causa della telecamera di gioco, ma questa tendenza si è un po' invertita dall'avvento di Heroes 2.0;
    • I Vichinghi sperduti avranno dei nuovi modelli in futuro, ma sono in fondo alla lista di priorità;
    • I modelli definitivi saranno nuovamente aggiunti in futuro, ma al momento senza un piano vero e proprio;
    • Creare modelli per Ragnaros, specialmente con colori diversi da quelli attuali, richiede un sacco di tempo e risorse per il team artistico;
    • In futuro arriveranno altre variazioni e tipi di stendardi;
    • Mancano ancora molti spray all'appello, specialmente per l'universo di Diablo, e il team sta cercando di implementarli di patch in patch;
    • Il ritratto di Alexstrasza nella barra degli Eroi in modalità osservatore sarà presto aggiustato;
    • In futuro, i ritratti potrebbero essere legati alle dotazioni (l'insieme di oggetti estetici personalizzabili ad inizio partita);

    Hanno partecipato al Q&A: Ted Park (Lead Character Artist), Careena Kingdom (Lead Animator), Billy Shih (Principal Technical Artist), Lana Bachynski (Animator) e Kaeo Milker (Production Director).

    Fonte: reddit
  • In un villaggio vichingo abitavano tre gioviali eroi, molto noti tra i loro concittadini. Erik, Baleog e Olaf, questi i loro nomi, discendevano da una buona famiglia di guerrieri ed erano i migliori del loro lignaggio.

    Genio della tattica e autoproclamato leader del gruppo, Erik era un vichingo conosciuto soprattutto per la sua intelligenza e arguzia, oltre che per la sua velocità. Al contrario, Baleog era noto per il suo enorme ego, che gli imponeva di essere sempre al centro dell'attenzione. Il suo carattere veniva tollerato perché si trattava comunque di uno dei migliori vichinghi in circolazione, implacabile nella lotta da mischia e un temibile nemico per qualsiasi avversario.

    Suo fratello Olaf, era molto più affabile, sempre in cerca di buon cibo o di una bella dormita. Quando arrivava il momento della lotta, il robusto vichingo era sempre il primo ad entrare in battaglia ponendosi davanti ai suoi fratelli. La sua imponente presenza lo rendeva indispensabile per il gruppo.

    Una notte, durante il festival autunnale del raccolto, dove si svolgevano diverse gare per misurare il valore e la degna maestria di un vichingo, un collezionista intergalattico chiamato Tomator fece la sua comparsa nei cieli che sovrastano il villaggio. Giunto sul posto grazie a un vortice aperto nello spazio temporale, l’alieno stava cercando degli esemplari da aggiungere alla collezione del suo zoo privato. Olaf, Erik e Baleog, che al termine dei festeggiamenti si stavano dirigendo verso le loro capanne vantandosi delle prodezze appena compiute, non percepirono minimamente il misterioso oggetto fluttuante nel cielo.

    Dopo un paio di calcoli effettuati dal computer della nave di Tomator, il sistema di intelligenza artificiale aveva selezionato questi vichinghi come esemplari da catturare. Una volta presi prigionieri Olaf, Erik e Baleog direttamente dalle loro case, Tomator portò fuori orbita la nave. Quando i Vichinghi si ritrovarono rinchiusi al suo interno, iniziarono a discutere tra loro per cercare di capire come erano arrivati lì.

    «Uh, ragazzi? Ho un brutto presentimento...», disse Erik, richiamando l'attenzione dei suoi fratelli.
    Poco dopo aggiunse: «Dobbiamo raggiungere insieme l'uscita per fuggire».
    «Che cosa ci facciamo qui?», chiese Baleog.
    «Non lo so», rispose Olaf.
    «Ragazzi state zitti e seguitemi», li interruppe Erik mentre osservava un portale aperto davanti a loro.


    Dopo aver attraversato il portale, si ritrovarono in un altro luogo con un aspetto diverso da quello della nave o del loro villaggio, con specie sconosciute e altri nemici. Utilizzando gli strani vortici che permettevano di trasportarsi attraverso lo spazio e il tempo, i vichinghi tentarono la fuga dalla nave aliena per ritrovarsi sulla Terra in epoca preistorica.

    Combatterono con dinosauri e uomini delle caverne e riuscirono a raggiungere un altro portale che li spedì prima nell'antico Egitto, poi in una moderna fattoria e ancora in una specie di mondo delle meraviglie, dove le leggi della fisica sembravano alterate. Facendosi strada attraverso questi luoghi bizzarri, Erik, Baleog e Olaf si ritrovarono ancora una volta sulla nave aliena, dove c'era ad attenderli l'imperatore intergalattico Tomator.

    «Grrr, voi tre mi avete provocato un costante mal di testa da quando vi ho portato a bordo!», sbottò Tomator.
    «Questo significa che possiamo andare a casa?», chiese Olaf.
    «Uhm, va bene», rispose in un primo momento l'alieno, prima di urlare: «No!!!».
    «Adesso non vedo l'ora di picchiare questo alieno!», replicò minaccioso Erik.
    «Beh, mi piacerebbe rimanere a chiacchierare, ma ho cose cattive e meschine da fare. Divertitevi. Ha Ha Ha!!!», disse Tomator prima di darsela a gambe.


    «Accidenti! Ci siamo andati vicino!», commentò Baleog.
    «Ora saltiamo in quel vortice temporale e andiamocene di qui una volta per tutte», sbottò Erik.
    «Aspetta. Credo di poter pilotare questa nave», lo bloccò Olaf.
    «Niente da fare, Olaf! Riesci a malapena a manovrare il tuo scudo», replicò Erik.
    «Fidati di me. Mi limiterò a girare questa manopola... capovolgere l'interruttore... e premere questo tasto», insistette Olaf mentre armeggiava con i comandi.
    Dopo pochi istanti si sente l'annuncio: «È stata avviata la sequenza di autodistruzione, 5 secondi all'autodistruzione».
    «Ragazzi, credo che dovremmo prendere la porta del tempo», cedette Olaf di fronte all'evidenza.
    «Buona idea. Andiamo!», confermò Erik.


    Una volta attraversato il portale, Erik, Olaf e Baleog si ritrovarono in una foresta dall'aspetto familiare. I tre vichinghi infine avevano fatto ritorno nel villaggio, dove trovarono ad accoglierli le proprie famiglie. Ricominciarono a condurre la loro vita, felice e tranquilla, convinti finalmente di poter riposare in pace. Non avevano fatto i conti con il vendicativo collezionista intergalattico che, adirato per la fuga delle sue prede, si era subito messo in viaggio per catturare di nuovo i tre eroi. I Vichinghi stavano tornando a casa dopo un buona mattinata passata a pescare, quando la nave di Tomator si collocò sopra di loro teletrasportandoli al suo interno.

    Immagine

    L'imperatore intergalattico incaricò una guardia robotica di condurre i tre vichinghi nell'arena, ma un'improvvisa mancanza di corrente fece rimanere senza energia elettrica il cyborg. Erik, Baleog e Olaf approfittarono del momento e si equipaggiarono con le parti che riuscirono a smontare dal guardiano. Con tali armi riuscirono a farsi strada sulla nave e ad attraversare i vari vortici che li catapultarono in diverse zone dello spazio-tempo.

    In questi viaggi fecero amicizia con un lupo dal folto pelo di nome Fang, che continuamente scambiavano per un animale diverso, e un drago di nome Scorch. Tutti e cinque proseguirono insieme, al fine di trovare la via del ritorno a casa, fino a quando non riuscirono a trovare Tomator al posto di comando della nave. I vichinghi si erano prefissati di eliminarlo una volta per tutte ma non poterono fare molto quando, una volta sconfitto il nemico, scoprirono la vera identità dell'alieno. Era solo un ragazzino di nome Tommy, nascosto all'interno di una tuta robotica.

    «È il moccioso!», esordì Erik.
    «Prendiamolo!», replicò Baleog.
    «Andiamo ragazzi, non fatemi male, per favore. Volevo solo divertirmi un po’», piagnucolò il ragazzino.
    «Vuoi dire che rapirci faceva parte del tuo gioco?», chiese Erik.
    «I videogiochi di oggi sono così noiosi. Volevo giocare a qualcosa che fosse un po’ più interattivo», biascicò Tommy.
    «Ti mostrerò io l’interattività, tu piccolo...», disse tra i denti Baleog, pronto a scattare in avanti.


    A fermare il vichingo fu la voce della madre di Tommy, quando una delle porte della nave si aprì improvvisamente. I Vichinghi, subito in allerta, si resero conto che i giochi erano cambiati. Il ragazzino, sgridato dai genitori per aver giocato nuovamente con lo spazio tempo, fu spedito a letto senza cena con la promessa di lasciare i tre Vichinghi in pace. La madre e il padre del bambino si preoccuparono di teletrasportare i Vichinghi e i loro due nuovi amici a casa. Da quel giorno i tre eroi non seppero più nulla di Tommy. Quel che è certo è che avevano vissuto una bella avventura a cui ne sarebbero seguite tante altre, dal momento che, volontariamente o incautamente, i tre Vichinghi si ritrovarono ben presto nel vortice del Nexus.

    Immagine
  • Nella sezione Heroes of the Storm Eroi trovate le guide complete a tutti gli altri eroi presenti in gioco.

    I Vichinghi Sperduti sono un trio composto da Olaf, un guerriero corpo a corpo, Baelog, un assassino corpo a corpo, e Erik, un assassino a distanza. È possibile interscambiare il controllo dei tre vichinghi tramite i pulsanti a loro assegnati (1, 2 e 3 di default) oppure controllarli tutti e tre insieme (di default 4). I tre vichinghi sono assolutamente indipendenti tra loro. È possibile mandarli in linee diverse, non condividono i punti vita e hanno tempi di respawn separati. Già solo da questo si capisce che non è proprio semplice utilizzarli.



    Consigli


    • Quando decidete di conquistare un campo mercenario cercate di far prendere i danni ad Olaf. Questo perché ha un'abilità passiva che gli permette di rigenerare una quantità di punti vita esagerata quando è fuori dal combattimento.

    • Se vi sentite abbastanza confidenti con il controllo dei Vichinghi Sperduti, potrebbe essere una buona idea quella di mandarli, nelle prime fasi di gioco, in due corsie separate in modo da guadagnare il maggior quantitativo di esperienza possibile per la squadra.

    • Se siete soliti giocare con il volume di gioco basso (o peggio, spento), assicuratevi di alzarlo un pochino prima di attivare l'abilità eroica Incursione Drakkar.

    • Un errore abbastanza comune è quello di sottovalutare il danno dei Vichinghi Sperduti. Soltanto perché hanno pochi punti vita non vuol dire che provochino anche pochi danni.

    • Mazzetta Vichinga è un'ottima abilità che vi permette di conquistare i campi mercenari in un batter d'occhio. Per poter sfruttare al massimo Mazzetta Vichinga è necessario dividere i vichinghi in tre corsie diverse, altrimenti rischia di diventare un "talento morto". Per questo motivo non è consigliato sbloccare questa abilità nelle mappe con solamente due corsie. Inoltre, è possibile mandare Erikk (il più veloce) a conquistare il campo d'assedio da solo mentre gli altri due rimangono in linea a prendere esperienza ed altri accumuli.

    • Turbine Letale e Forza Norrena sono 2 ottime abilità che si adattano a due stili di gioco diversi. Se il vostro obiettivo è quello di tenere i vichinghi separati per più tempo possibile allora Forza Norrena vi garantirà una maggiore resistenza e sopravvivenza, mentre Turbine Letale è l'ideale se preferite far viaggiare i tre vichinghi insieme.

    • Per quanto riguarda Quattro Salti e Squadra Norrena il discorso è molto simile al consiglio precendente. Se nella squadra nemica ci sono eroi con abilità lente ed inesorabili (come la Fornace Esplosiva del Macellaio o la Pirosfera di Kael'thas) potrebbe essere una scelta intelligente prendere Quattro Salti, mentre Squadra Norrena vi darà un aumento di danno che vi permetterà, per un breve periodo di tempo, di superare persino il DPS in un altro Assassino.

    • L'albero dei talenti dei Vichinghi Sperduti è uno dei più vari e potenti. Non fossilizzatevi sul prendere quelli che vi sbloccano le abilità. Considerante sempre anche gli altri.



    Utilizzo delle Abilità


    • Mazzetta Vichinga
      Uccidere un servitore nemico fornisce ai Vichinghi un accumulo di Mazzetta Vichinga. Con 40 accumuli è possibile corrompere un mercenario, sconfiggendolo all'istante. Questa abilità non funziona sul boss. È possibile ottenere fino a 100 accumuli. Attenzione! Ogni servitore fornirà un solo accumulo, anche se più vichinghi si trovano vicino ad esso. Per sfruttare l'abilità al massimo è necessario dividere i vichinghi in tre corsie diverse. È possibile sbloccare Mazzetta Vichinga tramite un talento del livello 1.

    • Turbine Letale
      I tre vichinghi roteano furiosamente su loro stessi infliggendo danni a tutti i nemici vicini. Il danno della singola rotazione è abbastanza trascurabile, ma essendo cumulabile diventa molto pericoloso se tutti i vichinghi colpiscono lo stesso bersaglio. Questa abilità è fondamentale se avete intenzione di conquistare i campi mercenari, ma è utile anche per pulire intere ondate di servitori e finire avversari che sottovalutano il vostro danno. È possibile sbloccare Turbine Letale tramite un talento del livello 7.

    • Forza Norrena
      All'attivazione, il trio ottiene uno scudo in base al numero di vichinghi ancora in vita. Il tempo di recupero di questa abilità è molto elevato e pari a quello delle abilità eroiche di altri eroi. Tuttavia, lo scudo fornito non è assolutamente trascurabile in particolar modo se tutti i vichinghi sono in vita. Questa abilità si sblocca tramite un talento del livello 7.

    • Quattro Salti
      Un'ottima prestanza fisica ed un severo allenamento permettono ai vichinghi di fare un salto talmente alto da diventare invulnerabili e poter ignorare le collisioni con i nemici per un breve periodo di tempo. Questa abilità è estremamente utile per evitare danni letali e per scappare da situazioni disperate. È possibile sbloccare Quattro Salti tramite un talento del livello 13.

    • Squadra Norrena
      Per un breve periodo di tempo gli attacchi base di tutti e tre i Vichinghi infliggono danni aggiuntivi pari all'1% della salute massima dell'eroe attaccato. È possibile sbloccare Squadra Norrena tramite un talento del livello 13.

    Abilità Eroiche
    • Incursione Drakkar
      I vichinghi salgono a bordo di un'inarrestabile drakkar che colpisce automaticamente i nemici vicini, infliggendo danni al secondo. L'imbarcazione dispone anche di un'abilità Mortaio che infligge danni aggiuntivi nell'area bersaglio. Questa abilità eroica può essere attivata solamente se tutti i vichinghi in vita si trovano vicini tra loro. Se il drakkar viene distrutto prima della fine dell'abilità, i Vichinghi Sperduti restano storditi per 1,5 secondi.

    • Rivincita
      Dopo aver canalizzato l'abilità per un breve periodo di tempo, un vichingo può resuscitare i suoi compagni caduti, radunare il trio in un unico punto e curarli al massimo della loro vita. Questa abilità eroica è decisamente più difficile da utilizzare rispetto alla precedente, ma fornisce ai Vichinghi Sperduti la possibilità di mantenere una presenza costante sul campo di battaglia.

    Tratto distintivo
    • Scorta Vichinga
      Se un Vichingo raccoglie un Globo Rigenerante, la rigenerazione vitale di tutti i vichinghi aumenta di 0,5 al secondo. Ottimo tratto distintivo che nelle fasi finali di gioco vi permetterà di tornare in base per recuperare i punti vita meno spesso.


    Storia


    I Vichinghi Sperduti sono tornati! Anche se hanno valutato l'opzione di ritirarsi dopo aver sconfitto l'imperatore Tomator, presto si sono stufati di lottare contro gli orsi polari, e hanno ritenuto opportuno lanciarsi nel portale del Nexus. Qui potete trovare la storia completa dei Vichinghi Sperduti.
LIVE STREAMING
WOWPROGRESS.IT
# Gilda Tier 19
1 Below Average
11/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
M: Aggramar
M: Argus il Distruttore
2 Hated
11/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
M: Aggramar
M: Argus il Distruttore
3 Lex Domini
11/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
M: Aggramar
M: Argus il Distruttore
4 Last Try
11/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
M: Aggramar
M: Argus il Distruttore
5 Blasphemy
11/11 (M)
Antorus, the Burning Throne
M: Devastamondi Garothi
M: Vilsegugi di Sargeras
M: Alto Comando degli Antoran
M: Guardiana dei Portali Hasabel
M: Eonar, la Protettrice della Vita
M: Imonar, il Cacciatore di Anime
M: Kin'garoth
M: Varimathras
M: Congrega delle Shivarra
M: Aggramar
M: Argus il Distruttore
Visualizza tutto il progress