• Scritto da ,
    Con questo articolo facciamo il punto della situazione sul MOBA targato Blizzard, ripercorrendone le tappe principali dello sviluppo. L’uscita ufficiale del gioco risale al mese di giugno del 2015, quando ancora Heroes non era certo un prodotto completo.
    Blizzard ha lavorato molto per migliorarlo e l’anno seguente, colpevolmente in ritardo, è arrivata la modalità Classificata con il sistema di Leghe, nella quale vennero implementati i veti, fondamentali per un buon bilanciamento del sistema.

    Un'altra importante aggiunta del 2016 fu la modalità Draft non classificata, ottima per provare le più bizzarre team composition con la propria squadra, senza paura di perdere punti in classifica.
    Le molteplici variazioni alla quantità di persone che possono entrare in coda in Lega Eroi o in Lega Squadre rendono perplessi molti giocatori, ma sono sicuro che il team di bilanciamento prenderà presto una direzione precisa.

    Al fine di migliorare l'esperienza di gioco e coinvolgere maggiormente la community sono stati lanciati numerosi eventi di vario genere, attraverso i quali sono state introdotte nuove mappe o semplicemente venivano celebrate alcune ricorrenze, il tutto accompagnato da ricompense estetiche a tema.

    Vera chicca per i giocatori casual - ma non solo - è stata l'introduzione della rissa, arrivata nel Nexus a fine 2016. Una modalità con regole speciali, diverse ogni settimana, perfetta per il puro divertimento in compagnia di amici.


    Modalità competitiva sempre fresca
    Immagine

    L'aggiunta di moltissimi eroi, mediamente uno al mese, ha permesso di mantenere fresco il meta e la giocabilità di Heroes diminuendone il divario, in termini di varietà di personaggi, con i principali concorrenti del genere, affermati nel settore già da anni. Gli eroi aggiunti sono sempre più complessi nelle loro meccaniche rispetto ai precedenti, e questo ha sicuramente reso il gioco più interessante e godibile a prescindere dall'approccio, orientato al competitivo o invece più casual.

    Per variare ulteriormente la presenza di eroi in gioco è stata inserita la rotazione delle mappe; in questo modo gli eroi scelti durante la Stagione Classificata variano naturalmente in relazione alla mappa giocata, con personaggi fino a quel momento poco utilizzabili o poco performanti che diventano improvvisamente pick fondamentali.

    Una peculiarità di Heroes of the Storm è che circa ogni due settimane viene rilasciata una patch di bilanciamento per vari eroi, la quale spesso comprende anche alcuni importanti rework degli stessi. Questo lavoro di rifinitura è fondamentale per mantenere tutti gli eroi utilizzabili in almeno qualche mappa o composizione di team, ed è ugualmente importante affinché non ci siano problematiche di bilanciamento.


    Heroes 2.0, il grande salto in avanti
    Immagine

    I cambiamenti introdotti con Heroes 2.0 sono stati sicuramente la novità più importante per la storia del gioco. Questa nuova versione ha cambiato completamente il sistema di progressione e il modo in cui si ottengono le varie ricompense, rendendo il titolo molto simile allo stile di Overwatch e a quello di altri MOBA; grazie alla facilità con cui si ottengono le skin, prima reperibili quasi esclusivamente con valuta reale, Heroes è diventato sicuramente appetibile a molti più giocatori.


    Piccoli cambiamenti, grandi risultati

    In ultimo, ma non per questo meno importanti, una considerazione riguardo a quei piccoli cambiamenti che talvolta passano inosservati. Durante la storia di Heroes infatti, ci sono state numerose implementazioni con un forte impatto sul gameplay. In una lontana patch del 2016 venne aumentato il danno delle torri e dei servitori, insieme a sostanziali variazioni alle quantità di cure fornite da fonti e globi. Quest' ultimo bilanciamento in particolare rese il gioco molto più dinamico, evitando che il Mana speso nella pulizia delle linee potesse essere recuperato quasi totalmente dalle suddette fonti.
    Un'altra modifica importante fu la diminuzione della velocità delle cavalcature, che riducendo la capacità di intervento degli eroi sulla mappa, rese più difficile organizzare letali gank.

    Più recentemente vale la pena ricordare il cambiamento della meccanica dell’Armatura, la nuova interfaccia di gioco e il leggero depotenziamento delle abilità Globali.


    La BlizzCon e il futuro di Heroes

    Non ci resta che chiederci quali sorprese ci riserverà l'imminente BlizzCon per i prossimi mesi di gioco e anche per il prossimo anno. Sebbene alcuni elementi, tra i quali il matchmaking, dovrebbero subire un'ulteriore messa a punto, non credo sia necessario arrivare a una versione Heroes 3.0; resta comunque il fatto che la direzione intrapresa deve mantenersi tale se Blizzard vuole continuare a competere nel saturo mercato dei MOBA. Anche alla luce di questo veloce recap, che testimonia l'incredibile supporto offerto al gioco, l'intenzione degli sviluppatori sembra proprio quella di voler riservare per Heroes un posticino di rilievo nei nostri cuori videoludici.

    E voi cosa ne pensate del MOBA Blizzard? Ha davvero le carte in regola per ritagliarsi il suo posto a fianco dei più blasonati campioni di questo genere?
    Condividi articolo
27 commenti   12
  • ficcoficco 06 novembre 2017, 19:20 ficcoficco
    BattleTag: ficcoficco#2119
    Messaggi: 298

    Iscritto il: 10 luglio 2014, 12:01
    #25
    i pc fanno miliardi di miliardi di calcoli al secondo... ora l'algoritmo diventa pesante...
    ma dai , che matcha le quick con 3 support 1 paparella che cura e un cicciobello come frontlane vs 3 specialisti piu pulcinella come tank e arlecchino da support.
    le quick sono scandalose e vabbe' ci sta.
    ma se in quick il MM e' inestitemte, in HL abbiamo la stessa inrfficienza, visto che e' sotto gli occhi di tutti che le partite o le stravinci o le straperdi. segno INDISCUTIBILE che il MM fallisce miseramente.

    che poi voglio anche essere cattivo a sto punto, il MM non fallisce per nulla .... anzi, e' tremendamente preciso o quasi nel fallire il numero di queste partite sbilanciate (cosa anche scontata direi, visto che i programmatori che ci sono dietro in casa blizzard non e' che sono stupidi), infatti puoi fare anche 8000 10000 partite, ti ritroverai piu' o meno al 50% di winrate. direi piu' che efficiente o preciso!!

    naturalmente anche qui arrivera' il tizio di turno a dire......blablabla...

    e' stato confermato piu' volte che il MM si basa su vittorie e sconfitte, ma niente..non gli entra in testa con statistiche e matematica, figuriamoci con le dichiarazioni ufficiali.
    0
  • BigBoss 06 novembre 2017, 20:48 BigBoss
    Messaggi: 2330

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #26
    Sì, zio, hai ragione tu, è un complotto per farti perdere le HL. Non è che sei scarso.
    Comunque c'è sempre il tasto uninstall, nessuno ti obbliga ad essere vittima di un complotto tanto grande,se poi ci eviti di scrivere sempre le stesse cose è anche meglio. Togliere il pallino rosso per leggere sempre te che scrivi sgrammaticato di come i marziani ti ciulano i game dopo due anni stanca.
    6
  • ficcoficco 06 novembre 2017, 21:44 ficcoficco
    BattleTag: ficcoficco#2119
    Messaggi: 298

    Iscritto il: 10 luglio 2014, 12:01
    #27
    bravo 2 anni che non cambia nulla in questo gioco. e di nuovo bravo, la gente ha la scelta dell'uninstall e dai numeri si evince che la mette anche in pratica 0
  • Commenta la notizia   12