• In un'intervista rilasciata al sito di videogiochi Polygon, è stato ampiamente trattato l'acceso dibattito tra chi vede Heroes of The Storm come un Dota2 per bambini e chi invece riconosce nel titolo potenzialità competitive al pari dei grandi MOBA del momento.

    Dustin Browder, Game Director di Heroes, cerca di spazzare via la reputazione che al momento aleggia intorno al gioco, ovvero di essere troppo semplice e di non poter offrire un adeguato ambiente competitivo a lungo termine. Questo problema, sottolinea Dustin, non è nuovo in casa Blizzard. Anche per World of Warcraft ed Hearthstone ci sono state le stesse insinuazioni, ma proprio quest'ultimo gioco ha rivelato uno spessore competitivo impensabile.

    "C'è una grossa differenza tra accessibilità e gioco casual" afferma Dustin. Quello che porta in errore gli osservatori esterni è la mancanza apparente di elementi tipici di DOTA2 e League of Legends che aggiungono complessità al gioco come gli oggetti per gli eroi, la gestione dell'oro, le meccaniche di negazione dei propri servitori o delle torri e i diversi livelli degli eroi nella stessa partita. Essendo privo di queste caratteristiche, che rendono i giochi citati sopra tanto complessi quanto frustranti, sembra effettivamente che Heroes non abbia spessore. Il gioco è molto più complesso di quello che sembra e gli elementi di spessore si trovano in caratteristiche che sono piatte negli altri MOBA: mappa di gioco e sistema di abilità e talenti degli eroi.

    "Gioco molto spesso Muradin e ho delle build radicalmente differenti in base a quanti assassini dalla distanza ci sono nel team avversario, quanti guerrieri, quanto sono buoni i miei curatori e su che mappa mi trovo" spiega Dustin.

    Le valutazioni da fare in ogni partita sono molteplici ed entrano in gioco fattori come mappa, composizione dei due team che si affrontano ed anche la qualità dei giocatori. In base a tutti questi parametri, il personaggio scelto inizialmente deve variare il proprio assetto aggiungendo abilità attive e passive e scegliendo con cura i propri talenti. L'assetto perfetto del proprio eroe si può ottenere solo con l'esperienza in gioco e ad alti livelli sarà proprio questo, unito alla capacità di coordinazione del team, a portarci alla vittoria.

    Un ulteriore elemento competitivo degno di nota sono le strategie su mappa. Durante la partita, noi ed il vostro team, sareme costretti a prendere decisioni importanti molteplici volte, decisioni che faranno la differenza nell'equilibrio del match. Catturare un campo mercenario o impedire all'avversario di raccogliere monete? Catturare la statua del drago o distruggere una roccaforte nemica? È importantissimo saper gestire le proprie forze sul campo, capendo qual è il modo più vantaggioso per dividersi le responsabilità. Un classico esempio è la mappa Haunted Mines dove sarà fondamentale ripulire la miniera per avere un golem più potente, ma anche evitare che l'avversario in superficie faccia troppi danni.

    In conclusione, seppur Heroes si presenti come un gioco semplice per chi è già esperto di MOBA, racchiude molte scelte tattico-strategiche che solo i giocatori più esperti sapranno utilizzare al meglio.

    Pensate che Heroes sia ancora un gioco per casual player oppure vi siete ricreduti leggendo le parole di Dustin?
    Condividi articolo
21 commenti
  • Grevier 23 maggio 2014, 08:15 Grevier
    Messaggi: 5244

    Bloodborne Platinum
    #1
    Dovrebbero confrontarlo anche con STRIFE, dato che è il MOBA della S2 che sta progettando Casual Friendly e poco tossico secondo i suoi parametri.

    LoL e DOTA sono due giochi obsoleti da questo punto di vista già in partenza, dato che esiste il Farm egoista che promuove comportamenti tossici.

    La S2 ha impostato STRIFE sul "Farm condiviso: uccido io, ma se siamo entrambi vicini ai creep guadagnamo soldi in due".
    Invece Blizz correggetemi se sbaglio ha impostato sul "Non compri nulla, Expi e basta, non puoi rimanere indietro", giusto?
    0
  • Ligario 23 maggio 2014, 08:27 Ligario
    BattleTag: Ligario#2490
    Messaggi: 4499

    I care about me as much as I care about you!
    #2
    Grevier ha scritto:Invece Blizz correggetemi se sbaglio ha impostato sul "Non compri nulla, Expi e basta, non puoi rimanere indietro", giusto?


    Blizzard ha scelto l'esperienza condivisa a livello di gruppo. Si può rimanere indietro rispetto al team avversario. Gli oggetti son stati sostituiti dal sistema dei talenti.
    1
  • Grevier 23 maggio 2014, 08:42 Grevier
    Messaggi: 5244

    Bloodborne Platinum
    #3
    Più o meno come avevo capito:

    Farm condiviso
    VS
    Exp condivisa
    0
  • Bleddio 23 maggio 2014, 09:10 Bleddio
    BattleTag: Sillo#2931
    Messaggi: 54

    Iscritto il: 05 marzo 2012, 12:44
    #4
    Non avendolo ancora provato, non posso che esprimere la mia idea grossolanamente in base a ciò che ho letto e visto.
    Vorrei richiamare il commento di Weltall relativo ad un topic precedente. In quest'ultimo ricordava che anche HS con le sue meccaniche semplici, è riuscito a ritagliarsi una buona fetta di appassionati negli esport. Seppur ancora acerbo come prodotto, sta riscuotendo un notevole successo. Pur non avendo ancora implementato all'interno del gioco alcuni elementi come: replay, supporto clan, tornei ecc ecc.

    Cosi come sta accadendo per Hs, può accadere anche in Heroes.
    In fondo conta la massa e la sua approvazione indifferentemente dalla profondità/difficoltà di un gioco. Se Heroes riuscirà a ad avere anche un terzo dei giocatori di LoL (andrebbero bene anche quelli di counter strike) spunteranno tornei come funghi.
    5
  • grallenMost Valuable Poster 23 maggio 2014, 10:06 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5721

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #5
    Non posso dare giudizi perchè lo devo prima provare ed ho solo visto alcuni streaming/filmati.

    Il gioco si presenta bene e parte subito con l'affrontare immediatamente i nemici e mi piace l'assenza degli oggetti perchè così ti concentri solo contro l'avversario.

    Per quanto riguarda i talenti se saranno bravi a differenziarli in maniera tale da renderli davvero tattici come dicono sarà una cosa stupenda per il gameplay ed oltretutto sono d'accordo con la storia delle mappe diversificate che costringe i team a diversificare le proprie strategie in battaglia in base anche cosa fanno i propri avversari.

    Per HOTS ha del gran potenziale che potrà essere però solo verificato quando si arriverà ad una beta aperta per ora ci possono essere solo speculazioni ma dargli del gioco solo per casual vedendolo solo dall'esterno direi che è veramente pregiudizievole.
    4
  • Starscream 23 maggio 2014, 10:22 Starscream
    BattleTag: Starscream#2546
    Messaggi: 178

    Iscritto il: 09 settembre 2010, 09:41
    #6
    Non si può giudicare un gioco ancora in alpha, perchè appunto il gameplay non è ancora definito e ogni meccanica può variare.

    Se devo dare un giudizio su quel che ho visto da streaming vari, mi sono reso conto che è vitale il teamwork dall'inizio alla fine, non esiste una fase di soling, poi ogni mappa ha le sue strategie e contromisure. Infatti secondo me è più piacevole guardare in un Bo3 o Bo5 diverse mappe e non sempre la stessa.

    Il sistema dei talenti poi è un' incognita e concordo con Grallen sul fatto che devono essere diversificati e che la loro scelta cambia l'approccio al game.
    Quindi si attende con ansia la possibilità di provarlo, ma fino ad allora non credo di essere in grado di dare una risposta completa alla domanda posta dalla notizia. :good:
    0
  • Gnàppy 23 maggio 2014, 11:00 Gnàppy
    Messaggi: 1152

    gnappy#2181
    #7
    Bha mi sembrano dichiarazione un po deboli, come se su dota o lol non ci fossero scelte importanti da fare (es pusho o facciamo roshan) che possono portarti a vincere o perdere, i talenti invece è come se ti dessero un item che migliora un abilita ogni tot lv solo che non devi avere un buon farm rate. 0
  • Doomfire 23 maggio 2014, 12:30 Doomfire
    Messaggi: 479

    Iscritto il: 17 febbraio 2012, 13:33
    #8
    Dicano quello che vogliono, il gioco è casual, e tanto.

    Il fatto di avere più mappe al più compensa il fatto che hai solo una fase contro le 3 di LoL/Dota/HoN.

    I talenti compensano la mancanza di item.

    Le abilità fiacche sono fiacche punto. Come già detto se le abilità fossero troppo forti sarebbe ingiocabile per un gioco incentrato sui teamfight, però questo lo appiattisce molto dal punto di vista degli scontri.

    Più parlano di HotS, più mi irritano, capisco vogliano puntare a quelli che sono nuovi a arts/moba, ma certe volte ho l'impressione che stiano dando dei fessi a quelli che giocano e sanno come funzionano i moba.
    0
  • Berlicche 23 maggio 2014, 12:37 Berlicche
    BattleTag: Berling#2695
    Messaggi: 24

    Zerg op!
    #9
    Il gioco è casual poco da discutere.

    Talenti e abilità gli danno un pò di profondità certo ma siamo ben lontani da lol o dota.

    Basti pensare al fatto che mettono più mappe con meccaniche diverse.
    0
  • Aralcarim 23 maggio 2014, 12:41 Aralcarim
    Messaggi: 4078

    Nihil credendum nisi prius intellectum.
    #10
    Doomfire ha scritto:Dicano quello che vogliono, il gioco è casual, e tanto.
    In verità l'opinione generale è che non puoi giocarlo casual. Il fatto che fa più leva sul teamplay di qualsiasi altro gioco rischia di penalizzare i "casual" che vogliono farsi una partita la sera da soli senza dover organizzare un gruppo. L'unica cosa che è a favore delle persone che non possono impegnarsi per più di un'ora al giorno in un gioco è la durata delle partite. E quella è la cosa che potrebbe attirare più gente.
    La definizione "casual" che usate voi è profondamente sbagliata. Un casual è qualcuno che non può dedicare troppo tempo ai videogiochi e vuole sfruttare al meglio quel poco che ha, non uno che non sa giocare quindi ne sceglie uno più difficile. Ho un amico che gioca tranquillamente da casual a dota facendosi una partita al giorno e ho conosciuto uno che sta facendo l'hardcore su heroes con il suo gruppo organizzato. Alla fine dei conti heroes ha abbastanza profondità e varietà di strategie che permette l'esistenza di persone hardcore che se la menano

    Poi son curioso sapere cosa intendi con abilità fiacche, è la prima volta che lo sento :O
    Ci sono abilità che sono quasi frustranti da avere contro da quanta poco interazione permettono: la void zone di zeratul con il mass grip di gazlowe è l'esempio che esce più spesso. Ma anche kerrigan da sola se usata bene è una macchina di cc, danno e surv.

    edit: mi è venuto in mente il gioco che ho sentito ultimamente. Dawngate della EA ha forse la funzione più casual-friendly di tutti i moba usciti ad oggi: tutti gli eroi possono fare tutte le cose. Non l'ho provato ma un sacco di gente mi sta dicendo che è league of legends più "gentile"
    5
  • Grevier 23 maggio 2014, 12:49 Grevier
    Messaggi: 5244

    Bloodborne Platinum
    #11
    Sappiate tutti una cosa, tipo giocate al Naruto Shippuden di turno e pensate:
    spammo sempre cerchio vinco... NO...

    chi si studia il gioco, le meccaniche, le combinazioni, le statistiche, vi lascerà a casa ogni giorno della vostra vita se pensate che pigiare due tasti vi basti...

    e perchè cito quel gioco? Perchè si pensa sia da bambini.

    Un pò così anche per Tekken, prendi Eddie Gordo spammi e vinci... si... fino
    a quando non incontri uno che conosce tutte le Frame List e tutto e per quanto tu possa spammare lui sa già come prenderti...

    stessa cosa varrà per HOTS... è molto Casual, deve soddisfare una grande clientela.
    WoW nel corso degli anni è diventato sempre più facile e la Blizzard l'ha fatta notare la sua filosofia:
    "Gioca di più. studia di meno".
    L'hanno fatto con Diablo, dove hanno rimosso l'asta (anche se un caso leggermente differente) l'hanno fatto con WoW rimuovendo i talenti personalizzabili e lo fanno con HOTS privando la componente degli oggetti e del farm in denaro...

    il fatto che sia Casual e Friendly è molto buono... perchè quando sarete in gioco
    probabilmente non vorrete sbraitare ad uno dei vostri compagni quanto sia noob per aver comprato l'oggetto sbagliato od altro...
    2
  • Doomfire 23 maggio 2014, 13:04 Doomfire
    Messaggi: 479

    Iscritto il: 17 febbraio 2012, 13:33
    #12
    Abilità fiacche intendo che sono meno "devastanti", esempi di dota:
    - Void : La cronosfera può potenzialmente bloccare l'intera squadra avversaria per 6 secondi
    - Phantom Assassin: Una volta mi ha oneshottato (di autoattack), con critici che (se veramente farmata) raggiungono anche 2.2k (molti eroi arrivano appena 2000 di vita)
    - Nyx Assassin: L'ultimate lo rende invisibile per un periodo di tempo, tra tutte le nuke che ha, se sei un support o comunque fragile, è possibile che ora che ti accorgi che è vicino a te, sei morto.

    Dai video che ho visto, tutte le abilità di fatto fanno poco danno, stun brevi e CD brevi, singolarmente hanno un basso impatto.

    Il mio concetto di casual non ha niente a che vedere con il come viene giocato (lo riferisco al gioco non al giocatore), ma semplicemente la natura stessa del gioco, se vuoi lo potrei quasi allineare alla difficoltà. Quando fanno l'esempio di WoW e della gente che si lamentava che tutti raggiungono il 60, è vero che magari avevano torto, ma la difficoltà l'avevano spostata su altre cose, come raid difficili, tipo quelli TBC e non so vanilla (non ci ho giocato).

    Su heroes hanno spostato la difficoltà su cose passive come scegliere i talenti, i teamfight? Saranno impegnativi si, è inevitabile finché giochi contro gente del tuo livello a parità di "strumenti". Ma non sei così punito per gli errori, hai molto più spazio se giochi casual.

    Sul fatto che faccia più leva sulla squadra degli altri giochi non sono totalmente d'accordo, è vero è tutto un teamfight, quindi questo fattore è presente in tutta la partita.
    Ma anche in Dota, finita la laning phase, si inizia a giocare di squadra, mid game e late specialmente è tutto teamfight. Il fatto stesso che in dota un eroe farmato uccida facilmente in solo altri eori, alla fine obbliga l'altra squadra a stare in gruppo, e per quanto farmato, non puoi andare 1vs5, il gioco diventa inevitabilmente 5vs5 (in partite non da lega di legno).

    PS: per la questione rimozione item, farm e kill per evitare litigi, hanno applicato una strategia del tipo "togliamo il libero arbitrio all'uomo, così la smettono di uccidersi a vicenda"

    EDIT: per farti un'idea di cosa intendo di abilità non fiacche: https://www.youtube.com/watch?v=CpALyQ_DlV4
    0
  • Aralcarim 23 maggio 2014, 13:49 Aralcarim
    Messaggi: 4078

    Nihil credendum nisi prius intellectum.
    #13
    Sono un gran appassionato di dota (e ora dota2) quindi sono sempre contento quando posso parlarne con chi ha un'esperienza simile. Proverò a chiarire e spiegare quello che hai visto e le impressioni che ti hanno dato. Al dunque!
    Doomfire ha scritto:Abilità fiacche intendo che sono meno "devastanti", esempi di dota:
    Aaaah ok, non avevo capito cosa intendevi. Guarda, gli esempi che hai fatto non mi dicono un granché, soprattutto perché la cronosfera del void ce l'ha anche zeratul (ridimensionata per accomodare la grandezza della mappa). Ma in genere, ho più di 1000 ore su dota (non è un granché se si calcola che son entrato nella beta poco dopo il primo international nel 2011) e ho giocato un bel po' a heroes e devo dire che l'assenza di "devastante" nelle abilità è una tua impressione. Se nova autoattacca un support, questo esplode senza molte discussioni. Se brightwing si teletrasporta dal nulla su un carry, inizia a fare i 2v3 o peggio, se non se l'aspettano. Se lasci gazlowe in teamfight a fare quello che vuole, con un laser ti dimezza la vita a tutti e 5.

    Ecco, forse l'early game è molto meno "burst", magari hai notato quello. Ma secondo me è per colpa del fatto che hai tutte le abilità sbloccate da subito. Poi in partita ovviamente c'è sempre qualcuno che si lamenta che gli stun son troppo lunghi ma, si sa, è la rabbia del momento :D

    Doomfire ha scritto:Il mio concetto di casual non ha niente a che vedere con il come viene giocato (lo riferisco al gioco non al giocatore), ma semplicemente la natura stessa del gioco, se vuoi lo potrei quasi allineare alla difficoltà.
    È un termine un po' ambiguo allora: sarebbe un gioco casual che permette alla gente di non giocarlo a livello casuale. In inglese userebbero il "easy to learn, hard to master" che è ormai la filosofia dei giochi blizzard ultimamente: permettere a tutti di divertirsi e, se vogliono, migliorarsi gradualmente. Lo usano in wow (quelli che si lamentano della facilità di wow non hanno messo piede nel content difficile) e ultimamente in hearthstone. L'unico gioco che non segue questa filosofia è starcraft che è un pugno in faccia e basta se non sai quello che fai da ancora prima d'aprire il gioco.

    Doomfire ha scritto:Su heroes hanno spostato la difficoltà su cose passive come scegliere i talenti, i teamfight? Saranno impegnativi si, è inevitabile finché giochi contro gente del tuo livello a parità di "strumenti". Ma non sei così punito per gli errori, hai molto più spazio se giochi casual.
    La difficoltà di heroes sono gli obiettivi oltre alle cose ovvie che abbiamo anche negli altri moba (visione della mappa, sapere quando fightare e quando farmare, gankare, etc, etc). Forse l'unica mappa in cui è "ci meniamo e basta" è quella del pirata però è anche quella che mi piace meno. Fidati, un errore su heroes non è assolutamente facile da digerire. Se ti muore il support è una grave perdita e raramente puoi andare 4v5. Se ti muore la crystal maiden a metà fight dopo aver tirato il mekansm e le sue due abilità è una perdita relativa: ha fatto quello che doveva fare, ora può morire (ovvio che se rimane viva è meglio però hai capito cosa intendo).
    Anzi, ti dirò di più: come ho già detto è un gioco che fa molta più leva sull'aspetta di cooperazione in un team quindi se sbagli qualcosa ti manca un pezzo della catena e hai un serio problema

    Doomfire ha scritto:Sul fatto che faccia più leva sulla squadra degli altri giochi non sono totalmente d'accordo, è vero è tutto un teamfight, quindi questo fattore è presente in tutta la partita.
    Ma anche in Dota, finita la laning phase, si inizia a giocare di squadra, mid game e late specialmente è tutto teamfight. Il fatto stesso che in dota un eroe farmato uccida facilmente in solo altri eori, alla fine obbliga l'altra squadra a stare in gruppo, e per quanto farmato, non puoi andare 1vs5, il gioco diventa inevitabilmente 5vs5 (in partite non da lega di legno).
    L'ho già detto prima ma approfondirò perché pare quasi io dica che heroes è più difficile degli altri giochi (che non è vero, dipende dagli ambiti in cui ti senti più a tuo agio). Heroes non è assolutamente tutto un team fight, anzi:
    il gioco inizia con una rudimentale laning phase che cambia in base alla mappa. Se non hai eroi in ogni lane perdi un sacco di exp ed essendo il livello di squadra se performi male rimani indietro rispetto all'avversario. Gli obiettivi si attivano solo successivamente e i team fight avvengono per motivi paragonabili a quelli di dota: in dota inizi ad andare in gruppo perché stai tentando di uccidere le torri e cerchi il vantaggio rispetto al team avversario (che sia uccidere un eroe isolato che farma non coperto da ward, attaccare una torre con il team avversario che ha il teleport in cooldown oppure uccidere roshan). In heroes invece la cosa che ti dà un vantaggio (e che accorcia notevolmente le partite) ha un timer e rimane attivo finché uno dei due team non se lo prende. E quando l'ha preso ha la possibilità di fare seri danni.

    Doomfire ha scritto:PS: per la questione rimozione item, farm e kill per evitare litigi, hanno applicato una strategia del tipo "togliamo il libero arbitrio all'uomo, così la smettono di uccidersi a vicenda"
    Oddio in verità ogni cosa succede per un motivo più specifico e ragionato. Sorvoliamo un attimo sulla rimozione delle kill perché è stata rimossa solo l'assegnazione della kill: uccidere qualcuno è spesso la prima fonte di esperienza ed, essendo a team, rimane ugualmente importante (più che in lol, forse meno che in dota oserei dire). Il farm è rimasto, come già detto, in modo più rudimentale: non ci sono i gold quindi non farmi per quello ma c'è l'exp a squadra quindi è possibile outfarmare il team avversario con gioco intelligente (giungla e harrassare via dalla lane la gente).
    Per gli item sono relativamente d'accordo: è vero che ci sono i talenti (ed è una cosa fatta più o meno bene in base all'eroe, ho visto) ma effettivamente perde un po' di prestigio prendere un punto talento contemporaneamente al resto del team rispetto al comprare un item grosso che aiuta il team e che hai preso da solo.

    Ovviamente è un tipo di gioco totalmente diverso ed, essendo di squadra, molto più divertente se giocato con amici. Infatti il mio problema attualmente con heroes è che non ho amici con beta mentre su dota ricevo inviti ogni sera :D

    Doomfire ha scritto:EDIT: per farti un'idea di cosa intendo di abilità non fiacche: https://www.youtube.com/watch?v=CpALyQ_DlV4

    Eh va bè hai linkato un kunkka con lothar, buriza e rapier :D
    3
  • Mau2Due 23 maggio 2014, 14:06 Mau2Due
    BattleTag: Mau2Due#2324
    Messaggi: 9

    In questo periodo sto giocando principalmente a Diablo 3 (inferno potenza 6-7 con maga permafrost).
    #14
    Condivido totalmente! Si tende a definire un gioco "hardcore" solo perché è parecchio complesso a livello di meccaniche di gioco, ma questo in realtà non è affatto un pregio, anzi! A volte vuol dire proprio il design del gioco è stato definito male e si finisce solo a premiare determinati comportamenti specifici dei giocatori anziché premiare la varietà degli stili di gioco.
    Il discorso è troppo lungo, ma in sostanza ad un certo punto se non giochi esattamente come GLI ALTRI ti dicono di giocare allora non vai bene. Soprattutto l'errore più grave da parte degli sviluppatori consiste nel bilanciare poi il gioco tenendo solo conto degli ATTUALI comportamenti "RIGIDI" dei giocatori (e la maggior parte ha proprio i para-occhi e copia solo i top-streamer ciecamente), senza dare invece ampio respiro a molte strategie possibili.

    Grevier ha scritto:Sappiate tutti una cosa, tipo giocate al Naruto Shippuden di turno e pensate:
    spammo sempre cerchio vinco... NO...

    chi si studia il gioco, le meccaniche, le combinazioni, le statistiche, vi lascerà a casa ogni giorno della vostra vita se pensate che pigiare due tasti vi basti...

    e perchè cito quel gioco? Perchè si pensa sia da bambini.

    Un pò così anche per Tekken, prendi Eddie Gordo spammi e vinci... si... fino
    a quando non incontri uno che conosce tutte le Frame List e tutto e per quanto tu possa spammare lui sa già come prenderti...

    stessa cosa varrà per HOTS... è molto Casual, deve soddisfare una grande clientela.
    WoW nel corso degli anni è diventato sempre più facile e la Blizzard l'ha fatta notare la sua filosofia:
    "Gioca di più. studia di meno".
    L'hanno fatto con Diablo, dove hanno rimosso l'asta (anche se un caso leggermente differente) l'hanno fatto con WoW rimuovendo i talenti personalizzabili e lo fanno con HOTS privando la componente degli oggetti e del farm in denaro...

    il fatto che sia Casual e Friendly è molto buono... perchè quando sarete in gioco
    probabilmente non vorrete sbraitare ad uno dei vostri compagni quanto sia noob per aver comprato l'oggetto sbagliato od altro...
    2
  • Doomfire 23 maggio 2014, 14:07 Doomfire
    Messaggi: 479

    Iscritto il: 17 febbraio 2012, 13:33
    #15
    Muhaha

    Boh riguardo alle abilità se dici che diventano "devastanti" più avanti non so, non mi è capitato di vedere. Che alla fine è ciò che più mi "preoccupa" di Heroes, se le skill non sono piatte....altra storia. Magari si decidono a rilasciare sta beta...che ormai sono arrivati al Soon-er-ish-ish-er-ish
    0
  • Bleddio 23 maggio 2014, 15:29 Bleddio
    BattleTag: Sillo#2931
    Messaggi: 54

    Iscritto il: 05 marzo 2012, 12:44
    #16
    Probabilmente commenterò con qualcosa di inutile e poco inerente ma, da tutti i vostri commenti mi è appena saltato in testa un paragone forse azzeccato.
    Prendiamo in considerazione Battlefield 4 e Counter Strike. Premetto che ho potuto provare solamente il primo di questi due.
    Per complessità, profondità e vastità io paragonerei BF4 a Dota2. Gioco completo, ricco di meccaniche e molto più "difficile" di quello che può sembrare.
    Mentre Counter Strike lo vedo molto più "casual" (in termini) di gioco in se e quindi molto più simile a Heroes of the storm. Guardando qualche torneo su twitch, ho notato che i match sono disputati semplicemente su mappe relativamente piccole in team 5v5.
    Ecco nonostante Counter Strike non abbia dietro di se il comparto di BF4 è pur sempre uno degli fps più giocati e sempre più rappresentato negli esport.

    Torno a ribadire che questo concetto di casual si o no, lo deciderà la massa dei giocatori. Per quanto si possa ritenere Heroes un gioco da bambini, semplice e intuitivo se 5,10 o 15 (numeri a caso) milioni di persone ci giocano con regolarità, c'è una buona probabilità che qualche "studioso" ci costruirà sopra tattiche, build, statistiche ... come sta accadendo per hearthstone. Quindi all'apparenza potrà rimanere ciò che è: un moba casual ma dietro a esso si plasmerà tutto un'altro mondo.
    0
  • Weltall 23 maggio 2014, 16:28 Weltall
    BattleTag: Weltall#2361
    Messaggi: 615

    Bersaglio preferito degli Haters di SC2 dal 2014
    #17
    Io ho giocato sia a battlefield che a counter strike, e credimi, tra i due quello più casual è proprio battlefield.
    Purtroppo il termine casual è sempre interpretato male, e come dice Aralcarim, non è sinonimo di "non complesso".
    Su battlefield entri in gioco e anche senza esperienza qualche uccisione la fai, miri, spari, gg. La mappa è vasta, puoi prendere i mezzi ed è intuitivo usarli, riesci a divertirti anche se non hai mai giocato ad uno fps.
    Su Counterstrike, entri in partita, vedi un ombra sullo schermo, e sei morto. Proprio perchè ha meno elementi di "distrazione", proprio perchè le squadre sono 5v5 su mappe piccolissime, per poter essere "giocabile", richiede un impegno ed un allenamento che non lo rendono adatto ad una persona che si avvicina per la prima volta al genere. Per questo ha un successo come eSports molto superiore a battlefield, pur essendo un gioco stra-vecchio.

    Io credo che Heroes sia adatto a tutti i tipi di pubblico, chi si vuole fare una partita ogni tanto si divertirà, perchè non è obbligato a studiarsi le counter, gli item, con quale successione prendere le skill, mentre chi vuole avanzare nel sistema di ranking, deve giocare per forza con un team fisso che sappia cosa fa.

    Tralasciando l'articolo e quello che ha detto Dustin, mancano ancora 2 elementi importanti per poter valutare serenamente sotto questo aspetto il gioco: il sistema di ladder/ranking, che è ancora assente anche nell'alpha, e ovviamente un pool di utenti più ampio.
    2
  • kyntaro 23 maggio 2014, 21:57 kyntaro
    BattleTag: kyntaro#2755
    Messaggi: 2305

    Non si smette di giocare quando si diventa vecchi...
    si diventa vecchi quando si smette di giocare!
    #18
    Quindi è confermata l'assenza di deny?! Questo mi dispiace... 0
  • Furt 25 maggio 2014, 22:17 Furt
    BattleTag: Furt#1983
    Messaggi: 332

    HotS: Admin Decima eSport - DPS
    WoW: tauren wardps - Retired
    Sc2: Toss - Retired
    D3: Barbarian - Annoing
    Dota2 LoL Smite: Retired
    #19
    Non c'è neanche su LoL, e sembra più ispirarsi a Lol HOTS! vede l'erba che nasconde e la giugla groviera :D 0
  • Greymane 26 maggio 2014, 00:05 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 5926

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #20
    kyntaro ha scritto:Quindi è confermata l'assenza di deny?! Questo mi dispiace...

    Sarebbe? o.o
    Scusate ma non me ne intendo...
    0
  • Aralcarim 26 maggio 2014, 00:44 Aralcarim
    Messaggi: 4078

    Nihil credendum nisi prius intellectum.
    #21
    Greymane ha scritto:Sarebbe? o.o
    Scusate ma non me ne intendo...

    Last hit e deny sono i termini usati per indicare quando uccidi un minion. Il last hit è sui minion avversari, il deny è sui minion tuoi (sì su dota sotto al 50% di vita i tuoi omini diventano attaccabili e puoi ucciderli tu per far prendere meno exp all'avversario)

    Su heroes, per inciso, non c'è né l'uno né l'altro
    2
  • Commenta la notizia