• Dopo aver giocato ad una manciata di partite, il presentimento di trovarsi davanti qualcosa di assolutamente diverso, nasce spontaneo. E basta veramente poco, per tramutare il presentimento in certezza. Dimenticatevi le giocate sugli altri MOBA, per Heroes dovete avere un approccio molto diverso. Vediamo perché!

    Combattimenti dinamici
    Appena entrati in partita, la prima domanda che vi balenerà in testa, dopo un occhiata veloce alla minimappa sarà: "dove devo andare?". Le mappe presenti in gioco saranno così diverse tra di loro, che potete tranquillamente dimenticare la classica ripartizioni degli eroi nelle diverse lane (i "sentieri" che compongono le mappe). Il vostro gruppo potrà approcciarsi all'inizio partita in diversi modi: andando ad affrontare un campo di mercenari, tendendo agguati agli eroi nemici, oppure iniziando con una ripartizione nelle lane per poi cambiare tutto dopo la prima manciata di secondi. I vostri spostamenti e la vostra capacità di creare superiorità numerica, saranno fondamentali per tutte le partite: più sarete dinamici e mobili e più beneficio ne trarrà la vostra squadra, giungendo così facilmente alla vittoria.

    1v1 da dimenticare
    Creare la superiorità numerica (i cosidetti "gank"), è una caratteristica fondamentale in tutti i MOBA, tuttavia su Heroes questa tattica assume un ulteriore importanza per via della mancanza di oggetti. Dimenticatevi eroi che saranno in grado di avere la meglio su altri perchè "pompati" al massimo, in Heroes raramente si vincono gli 1v1. Tra la velocità uguale degli eroi, le abilità di fuga, i cancelli che bloccano gli avversari nemici e i danni che sono contenuti per tutti gli eroi, per abbattere un eroe avversario avrete bisogno, nella maggior parte dei casi, dell'aiuto della vostra squadra, anche se giocate un eroe Assassino. Se da un lato questo potrebbe far storcere il naso a chi piace portare a casa tante uccisioni di avversari, dall'altro questo sistema rende tutti gli eroi indispensabili all'ottenimento della vittoria.

    Immagine

    Un gioco per strateghi?
    In una delle ultime partite, ero sulla mappa Haunted Mines, quella in cui si sblocca il livello sotterraneo e si ricercano teschi per evocare un mega-golem cattivissimo. Mentre la mia squadra annientava allegramente i servitori nemici senza troppo preoccuparsi degli avversari che avevano raccolto quasi un centinaio di teschi, mi trovo in lane il mega-golem e ben due gruppi di mercenari da altrettanti campi. Inutile dire che la partita è stata persa nel minuto successivo. La strategia della squadra avversaria è stata quella di coordinare i tempi di arrivo del golem-evento con la cattura dei due campi mercenari di quella lane, e supportare tutte queste unità extra con i loro eroi. Una strategia simile si può fare sulla mappa Blackheart's Bay, in cui la squadra che "assolda" per prima il capitano della nave, è in grado di bombardare le postazioni fortificate nemiche: associare questo attacco ai mercenari, porta alla distruzione dell'intera linea fortificata nemica. Sfruttare le caratteristiche della mappa richiede un ottimo gioco di squadra, sopratutto per strategie più complesse come quelle di sopra: senza coordinazione la vittoria è solo un miraggio.

    Immagine

    La coordinazione è tutto
    Muoversi ed agire rapidamente, sono quindi i due perni su cui ruota l'intero gioco. Non potete lasciare che gli avversari catturino i campi mercenari, non potete permettere che gli avversari prendano tutte le monete da dare al capitano su Blackheart's Bay o i teschi su Haunted Mines. In una partita giocata bene, passerete più tempo ad impedire che il nemico attivi gli eventi o catturi campi mercenari, piuttosto che aiutare i servitori che combattono nella lane, a tutto guadagno del puro divertimento. Per ostacolare gli avversari dovrete per forza agire con la squadra: se provate a fermare i nemici da soli, arrecherete più danni che benefici ai vostri compagni. Infatti, più ci si inoltra nella partita, e più i tempi di resurrezione degli eroi aumenteranno, lasciando la vostra squadra con un personaggio in meno per alcuni minuti. Nessun eroe sarà in grado di stravolgere la partita, tuttavia tutti gli eroi sono indispensabili per vincerla.

    Se da un lato tutti questi elementi rendono il gioco estremamente dipendente dall'affiatamento del gruppo, dall'altro penalizzano chi si avvicina al gioco senza amici con cui giocarci. Il sistema attuale tuttavia, con un interfaccia appositamente studiata e diverse ricompense, facilita le amicizie e promuove tantissimo il giocare con amici. Essere lupi solitari o compagni di nexus, dipenderà quindi unicamente da voi.
    Condividi articolo
3 commenti
  • grallenMost Valuable Poster 14 aprile 2014, 11:13 grallen
    BattleTag: Grallen#2521
    Messaggi: 5719

    Dal caos si crea l'ordine e dell'ordine si genera il caos.
    #1
    Un'ottima recensione.

    Penso sia l'obiettivo della Blizzard sin dall'inizio cioè quello di coinvolgere la squadra e non il singolo in questo gioco.

    Io lo trovo lodevole la iniziativa e sembra andare verso quella direzione la costruzione del gioco. Credo che a questo punto il giocare con amici sarà davvero divertente.
    0
  • Furt 14 aprile 2014, 13:54 Furt
    BattleTag: Furt#1983
    Messaggi: 332

    HotS: Admin Decima eSport - DPS
    WoW: tauren wardps - Retired
    Sc2: Toss - Retired
    D3: Barbarian - Annoing
    Dota2 LoL Smite: Retired
    #2
    Ottima analisi sull'idea attuale del gameplay! E a me non dispiace tutto ciò :D 0
  • ciccio44 14 aprile 2014, 18:14 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #3
    Sembra un gran bel gioco, non vedo l'ora..

    Forever Alone di tutto il globo.. UNITEVI è giunta (ci hanno oblligati) la nostra ora!!!
    1
  • Commenta la notizia