guida per PRINCIPIANTI (per non farsi flammare troppo!!!) ve
  • bloch999 01 febbraio 2017, 14:12 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 240

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #1
    Con questa guida (l'avevo già postata ma ho fatto diverse aggiunte) voglio dare una mano ai nuovi di HOTS, per dare alcune informazioni importanti e molto pratiche senza scendere nei “tecnicismi” dei cosi detti giocatori “pro”.

    Prima di entrare nel vivo voglio fare un preambolo importante: ci sono 2 tipi di nuovi giocatori di HOTS, ovvero neofiti totali che non hanno mai fatto un MOBA (non sono moltissimi ma esistono) e giocatori che provano HOTS dopo essere passati per LoL o DOTA 2.
    Probabilmente i primi sono quelli che imparano meglio non avendo storture causate da giochi “simili” ma che non sono HOTS (in primis League of Legend e DOTA 2).

    Per tutti gli altri voglio fare qualche chiarezza e mi permetto di farlo perché anch’io appartengo alla categoria, ragione per cui, a scopo puramente “didattico” vi tedierò (spero non troppo;-) ) con la spiegazione del mio passaggio da LoL a HOTS.
    Correva l’ anno 2014 ed ero un giocatore di LoL, un felice giocatore di LoL, non un campione ma neppure un brocco, uno che sta nel mazzo come si suol dire. Tuttavia nel passare dei mesi mi succedevano frequenti (6 e dico sei in meno di un anno!) blocchi totali del gioco a seguito del rilascio delle patch… l’assistenza ogni volta mi faceva fare vari giri e tentativi e dopo diversi giorni mi risolveva il problema, ma stava diventando un secondo lavoro tenere in funzione il gioco, motivo per cui iniziai a valutare alternative a LoL. In quel periodo era in beta HOTS ed essendo un fan della Blizzard decisi di provarlo. La prima impressione non fu molto positiva. Sulle prime gli scontri sembravano risse fulminee e senza senso, senza tattica basate solo sulla velocità di clic e sulla fortuna e pertanto per un po’ decisi di ritentare a giocare a LoL, ma i continui guasti mi stancarono e decisi di impegnarmi meglio con HOTS, che essendo Blizzard è tecnicamente “perfetto” per quanto questo termine possa essere riferito ad un software. Con il tempo ho imparato ad apprezzare le molteplici novità positive rispetto a LoL. Qua dirò solo della principale perché le altre differenze per chi ha avuto la mia o analoga esperienza emergeranno dalla guida vera e propria. In LoL il gioco è teoricamente di squadra ma in realtà ci sono da 3 a 5 individualità che hanno un nemico comune ma non un vero alleato, e questo è dovuto al sistema di livelli ed esperienza. In HOTS l’esperienza viene suddivisa su tutto il team ed una uccisione stile “Nova” di bersagli quasi morti viene sempre vista bene perché porta exp a tutti, in LoL chi gioca in modo simile viene rimproverato perché “RUBA” esperienza e denaro a chi si è impegnato ad abbassare i punti vita di un avversario. Inoltre in LoL i giocatori stanno molto più ognuno nella propria lane e l’aiuto reciproco risulta abbastanza occasionale (oltre al fatto che spesso chi è “costretto” ad aiutare ti infama perché deve correre fuori dalla sua posizione). Questo sistema porta ad un clima fra giocatori molto più aggressivo, scorretto e volgare rispetto ad HOTS e per gente tranquilla che si vuole solo divertire, alla lunga non è poco.

    Entriamo ora nel vivo della questione:

    regola numero 1: HOTS è un gioco di squadra nel vero senso del termine: 5 giocatori bravi individualmente ma che non collaborano bene perderanno contro 5 mediocri che lavorano insieme. Sempre e comunque. Da questa semplice regola derivano delle conseguenze:

    a) Per fare un buon lavoro di squadra bisogna imparare a fare buon uso dei tasti di comunicazione rapida (tasto G + mouse) relativi a aiuto, ritirata (rispettala sempre se sei nuovo finchè non hai capito quando è talvolta inutile o prematura o un clic sbagliato!), pericolo, arrivo e difesa… imparate a far sapere cosa pensate con questo sistema e non ignorate le richieste altrui. A volte ce ne sono a casaccio ma spesso aiutano soprattutto se vengono da giocatori con esperienza.
    b) È importante stare in team e tenere una posizione rispetto agli altri che pur con le differenze dei vari ruoli permetta di potersi aiutare a vicenda. Dei ruoli parlerò meglio poi. Questo significa non lanciarsi da soli in mezzo a 2 o 3 nemici perché “tanto ho Muraddin che tiene tanti danni”. Farlo significa morire e lasciare il team senza tank ed in inferiorità numerica… di conseguenza gli altri giocatori seguiranno a breve nell’oltretomba… Fare squadra significa sapere aspettare tutti insieme il momento giusto e la posizione giusta per ingaggiare battaglia con le migliori probabilità di vittoria.

    Regola numero 2: non basta menare le mani… bisogna fare gli obbiettivi!!! Con questo non intendo lanciarsi a capofitto magari in 2 contro 5 per cercare di fare un obiettivo a tutti i costi, ma neppure continuare a ingaggiare duelli massacranti o passare il tempo a fare mercenari su mercenari e lasciar perdere gli obiettivi (altari, tributi, dobloni…). A volte si può vincere la partita anche se l’avversario ha un livello più elevato del vostro se sapete gestire bene gli obiettivi. Quindi per chiarire secondo me la cosa migliore che può parere ovvia (ma per molti non lo è!) è stendere gli avversari e mentre rinascono dal nexus fare gli obiettivi od usare i mercenari. Evitare di lanciarsi in 2 o 3 magari con meno di metà di vitalità in improbabili battaglie pur di fare un obiettivo! Molto meglio in quel caso guarirsi, aspettare di essere al completo e fronteggiare il prossimo attacco avversario e puntare sull’obiettivo seguente (visto che di solito ce ne sono parecchi in ogni mappa e uno in più o in meno non pregiudica una partita).

    Regola numero 3: emerge anche dalle due precedenti ma lo scrivo in grande “RAGGRUPPARSI!!!” altra cosa che sembra scontata ma che spesso non succede e vedi team sfilacciati e sparsi sulla mappa chi in cerca di qualche kill, chi si lancia a pushare e chi fa obiettivi… ci deve sempre essere un ordine e una coordinazione di team, qua non è come in LoL dove se surclassavo di 3 o 4 livelli gli altri stendevo 3 nemici quasi contemporaneamente e da solo!!! In HOTS è fantascienza (per fortuna). Inoltre dopo essersi raggruppati bisogna RIMANERE IN TEAM a distanza tale da fornire e ricevere aiuto dai compagni di squadra!!!

    Regola numero 4: salvate la pelle!!! Non continuate ad attaccare anche con bassi livelli di vita e magari in 2 vs 4 o 5. Se siete bassi di salute andate a curarvi. E’ inutile e pertanto dannoso rischiare di essere stesi per troppa caparbietà. A volte paga ma la maggior parte delle volte no… in base al detto “la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo! E prende la mira…” Mostrarsi al nemico con bassi HP ne stimola ovviamente l’aggressività e fa focalizzare tutto il team avversario su di voi (un po’ come una preda sanguinante per un carnivoro). Con bassi HP si viene eliminati inesorabilmente uno alla volta. Piuttosto ritiratevi tutti, raggruppatevi nuovamente e ripartite.

    Regola 5: tenete il conto dei morti… e dei vivi anche! Ovvero prima di intraprendere attività rischiose quale attaccare campi mercenari vicino alla base nemica, attaccare i boss (se tutta la squadra nemica è viva non ci provate neanche! Gli avversari arriveranno puntuali come la morte a mettervi fra il boss e loro e pertanto rischiate di farvi massacrare e lasciare il boss a loro) o talvolta puntare obiettivi difficili date sempre un occhio alla barra in alto che indica quanti avversari sono morti e dopo quanto rientreranno in gioco. Controllate anche sulla minimappa la posizione degli eroi avversari per decidere posizionamento e direzione da intraprendere. Questo vi può aiutare molto nel decidere cosa intraprendere, se è il caso di lanciarsi ad attaccare il boss o se è meglio giocare di difesa e smontare un attacco nemico per avere poi campo libero. Se non sapete cosa fare scegliete sempre l’alternativa meno rischiosa. Altra cosa importante a scopo difensivo: quando demolite le fortificazioni nemiche demolite anche le mura. Perché visto che non sparano? Perché se siete in prossimità di un muro la squadra avversaria vi individuerà sulla minimappa e in lane!!! Sembra una banalità ma potrebbe salvarvi la vita e celare al nemico fino all’ultimo la direzione del vostro prossimo attacco!
    Dopo queste regole che andrebbero sempre tenute a mente a prescindere dal tipo di personaggio usato, passiamo ad analizzare i vari ruoli. Per primo il mio preferito:

    ASSASSINO

    L’assassino può essere da mischia o da distanza, sono ovviamente leggermente diversi ma non poi tanto. Il loro scopo è portare un sacco di danni quando il nemico è in difficoltà con bassi punti vita o cerca di scappare. Cerca sempre di approfittare delle opportunità, e non disperdere i tuoi attacchi. Quando individui una preda non dargli tregua, questo è l’unico momento in cui devi correre qualche rischio, per il resto stai molto attento, non hai molti HP. Non attaccare per primo negli scontri fra team completi, lascia davanti i tank e se possibile attacca per primi i personaggi con meno HP lasciando i tank avversari per ultimi nel tuo ordine di bersagli a meno che non siano quasi morti ovviamente. La posizione migliore per attaccare è sui fianchi degli avversari leggermente dietro di loro. Dico leggermente perché se siete troppo indietro non avete possibilità di rifugiarvi in mezzo ai vostri compagni per difesa e d’altra parte stare dietro agli avversari è indispensabile per impedirgli di fuggire dal campo di battaglia. Per arrivare in quella posizione usate il più possibile i cespugli ed evitate il più possibile gli scontri lungo il tragitto. Siate pronti a ritirarvi e non esitate a fuggire appena scendete sotto metà HP se ne avete la possibilità. Oltre che al lavoro in team l’assassino ha anche il diritto/dovere di individuare per primo e segnalare al team eventuali avversari che si sono incautamente avventurati nella no mans land da soli o in 2 al massimo. In tal caso segnalate che li volete attaccare (G + clic mouse sul personaggio nemico) sperando che il team intelligente almeno in parte vi segua ed eliminateli senza pietà. Per iniziare gli assassini migliori grazie alla semplicità di utilizzo e alle chance di fuga/sopravvivenza sono sicuramente Valla e Raynor. Dopo di loro Lunara. All’inizio lasciate stare gli assassini da mischia tipo Illidan, Greyman, Zeratul o i maghi tipo Kaelthas o Jaina. Sono sicuramente forti ma difficili da usare. Concentratevi sui più semplici mentre imparate le basi, avrete tempo per sperimentare altro.

    TANK/BRUISER

    Va bene hai tanti HP ma non sei immortale… perciò non ritenerti al sicuro… guida gli attacchi ma stando ben attento di non lasciarti circondare dagli avversari. Assicurati che quando attacchi il tuo team sia vicino a sufficienza per darti sostegno nell’attacco e che ti possa curare se hai un healer in team. Se sei troppo avanti indietreggia non temere di fare figura del fifone… ovviamente indietreggia fino a quando trovi il sostegno degli alleati… non scappare fino alla base… potresti in quel caso lasciare il tuo team completamente scoperto e facile preda di avversari più numerosi e/o corazzati. Per iniziare un ottimo tank è Muraddin, efficace con buona resistenza, utility ed escape. Ci sono anche alcuni eroi che sono guerrieri ma non sono tank, vengono definiti bruiser e sono dei guerrieri che hanno meno resistenza di un full tank ma ben più danno. Sono una via di mezzo fra assassini da mischia e tank. Ad esempio sono ottimi bruiser Arthas, Sonya e Artanis. Personalmente li preferisco agli assassini da mischia classici per la loro maggior resistenza e la complessiva versatilità su moltissime mappe e team. Molto spesso nella formazione di un team si scelgono un full tank tipo Johanna e un bruiser per combinare resistenza e danno. Ad esempio Arthas, ha un root, un’aura congelante che danneggia, rallenta l’attacco e ristunna, e con il tratto fa anche un buon danno oltre ad una abilità che danneggia a distanza e fornisce una seppur debole cura.

    SPECIALISTA

    Sei uno specialista che opera in team… non una prima donna… o un lupo solitario anche se alcuni lo fanno e si vantano pure… il ruolo dello specialista è di pushare sulle fortificazioni nemiche puntando a disgregarle velocemente a prescindere dagli obiettivi e conquistare campi di mercenari e quindi è facile la tentazione di lanciarsi in quest’opera lasciando gli altri a “sbrigarsela da soli”! Quest’ottica è foriera di grandi sventure… lo specialista DEVE comunque operare in team e il team lo proteggerà nella sua opera. Diversamente il team abbandonato sarà in costante inferiorità numerica e quindi inizierà a subire numerose perdite perdendo esperienza preziosa. Ovviamente isolato lo specialista sarà facile preda degli assassini rivali… E’ un po’ come se un reparto del genio andasse all’assalto di fortificazioni nemiche senza copertura aerea e di fanteria o artiglieria. Vi immaginate i genieri del D day sbarcati da soli senza marine dietro e paracadutisti preventivamente??? Ecco penso che sia facile da capire… Un ottimo specialist per iniziare è Sylvanas, che permette uno stile di gioco anche da assassino all’occorrenza, oppure Zagara, efficacissima a tenere una lane da sola anche in inferiorità numerica, con ottimo danno e utility. Sconsiglio tuttavia i personaggi di questa classe per iniziare a giocare. Il ruolo richiede una buona esperienza sul timing delle mosse che difficilmente uno nuovo ha. All’inizio non è affatto immediato capire soprattutto quando mettersi a ripulire campi di mercenari e quando stare in team. Molti fanno gli specialisti pensando solo a ripulire campi per “fare esperienza”. Va bene l’esperienza però se poi tutti gli altri crepano… Allora: mai fare campi da soli all’inizio per 2 motivi: ci mettete troppo tempo e rischiate anche di lasciarci la pelle o di uscirne con così pochi HP che poi dovete tornare alla base per curarvi. Aspettate qualche livello per attaccare i mercenari da soli soprattutto quelli a gruppi di quattro, sono abbastanza pericolosi all’inizio dedicate piuttosto tempo ed energia a sostenere i vostri minions e il vostro team. Inoltre non ostinatevi ad attaccare le fortificazioni di una lane per molto tempo. Sareste sicuramente fatti bersaglio da qualche assassino. Quando avete distrutto le prime torri ritiratevi e cambiate lane prima che arrivi qualcuno a farvela pagare.

    SUPPORTO

    Il ruolo di supporto come dice il nome non è difficile da capire o almeno in teoria… Ho visto gente pushare da soli in lane con Morales… evito commenti che sono superflui! Il supporto deve tassativamente stare nel mezzo del team o appena indietro per supportare con le sue skill, siano esse di cura/scudo degli alleati o di intralcio degli avversari, il proprio team. Questo ruolo se ben svolto può dare grandi soddisfazioni tuttavia non è tanto adatto per iniziare, a mio parere, visto che richiede buone capacità di posizionamento, timing e collaborazione che non è detto abbia uno alle prime armi. Per iniziare sicuramente la mitica Lili, che oltre a curare semplicemente schiacciando Q fa un ottimo danno e ha ottime possibilità di fuga e utility per il team.

    COME SCEGLIERE IL PERSONAGGIO

    Passiamo ora ad alcune considerazioni su come scegliere un eroe. Questo è diventato particolarmente importante da quando hanno inserito le partite DRAFT non classificate. Queste ultime permettono di scegliere il personaggio più adatto in base alla mappa, al tuo team e al team avversario. Molti nuovi giocatori giocano sempre le partite rapide, scegliendo un eroe con cui si trovano bene e basta. Per iniziare le rapide vanno bene perché ti permettono di concentrarti a imparare un eroe e speriamo (come hanno loro stessi ammesso) che Blizzard a breve migliori il bilanciamento dei team per questa modalità di gioco. Tuttavia fino ad allora potrebbe diventare frustrante: ad esempio trovarsi in contea del drago con un team di assassini e supporti a distanza contro un team di 1 tank, 1 Bruiser, 1 assassino da mischia e magari Kharazim è un palese suicidio a meno che gli altri non siano degli incapaci gravi. Inoltre le partite classificate non si possono giocare scegliendo un eroe a caso pertanto non si impara neppure a fare ranked. Invece fare partite draft non classificate ti permette di scegliere eroi in modo ragionato e ad allenarti per le ranked: ad esempio su una mappa come contea del drago se sai che un tuo compagno ha già scelto Kaelthas, una buona scelta può essere ETC o Arthas che con lo stun e il root lo aiuta a mirare meglio i suoi enormi danni. In mappe come tomba della regina ragno è bene scegliere eroi con abilità che li rendono efficaci anche contro i minions avversari, ad esempio Raynor come assassino, Sylvanas come specialist, Reghar come supporto e Arthas come guerriero. Nova invece in questa mappa è pessima. Spazi piccoli con team di solito corti e ben raggruppati, tanti minions nei piedi che ostacolano la mira e con così pochi danni contro i minions per aiutare i propri compagni. Bisogna inoltre scegliere il personaggio in base anche al team avversario: ad esempio se nel team avversario ci sono più eroi che basano i propri danni su magie (Kaelthas e Cromie ad esempio) scegliere un Anubarak come guerriero è una buona scelta vista la sua alta resistenza alle magie e la sua elevata capacità di raggiungere gli eroi da lontano. Se nel team avversario ci sono eroi con attacco base veloce come Illidan e Greyman un buon eroe è Arthas data la sua capacità di rallentare la velocità d’attacco avversaria e stunnare, anche Muraddin serve bene allo scopo. Se nel team avversario c’ è Tenente Morales ad esempio Lunara può essere una buona scelta assassina: è abbastanza veloce e con lunga gittata da ucciderlo e scappare via. Basta raggiungerlo stando fuori dalla mischia lungo i fianchi e intervenendo appena ti si avvicina abbastanza. Contro Nova Tassadar può essere letale data la sua capacità di renderla visibile anche prima che attacchi e quindi permette al suo team di sorprenderla prima che attacchi e fuori posizione. Questi sono solo esempi e se ne potrebbero fare altri ma non è questo il posto. Comunque spero che abbiate capito che è utile provare tanti eroi, partendo da quelli più facili ed utilizzando la rotazione gratuita. Non provateli però la prima volta contro altri giocatori. Usate le partite contro l’intelligenza artificiale all’inizio. E’ frustrante giocare con un compagno che non sa neppure gestire le skill del suo eroe!!! Oltretutto eviterete di farvi insultare gratuitamente. A proposito di Ranked: non mettetevi a fare Hero league subito. Farete la figura dei minorati e prenderete un sacco di parolacce. Prima di arrivarci cercate di avere almeno 400 o 500 game alle spalle e impratichitevi con le partite Unranked. Dovete prima di poterlo fare aver imparato bene almeno 2 o 3 eroi per ogni classe, altrimenti avrete seri problemi. Considerate che qui ci sono giocatori che giocano solo per vincere e non solo per divertirsi, pertanto evitate di dire “con gli specialists non sono bravo” oppure “non ho alcun tank”, vi tirerete addosso flame a volontà. Un consiglio per iniziare Unranked e Ranked è usare e impratichirsi su eroi che sono forti da soli e non dipendono troppo dal team. Un esempio negativo è Medivh: è fortissimo se lo sai usare bene e il team ti segue ma se il team non segue è inutile. In positivo invece ci sono i tank o i bruiser: sono molto utili e oltretutto pochi li vogliono giocare per cui sarete ben visti in fase di formazione team.

    COME BUILDARE UN EROE?

    Un buon modo è informarsi su siti dedicati come Hotslogs e Heroesfire o Icyveins. Tutti validissimi, io preferisco il primo perché ti dà le build complete e anche le percentuali di vittoria e di scelta di ogni talento (consiglio di filtrare i dati che vedete mettendo solo i talenti utilizzati nelle leghe diamante e gran master). Trovi inoltre anche come counterare ogni eroe. Partite dalle build che trovate proposte e poi fate modifiche in base ai vostri gusti e stili di gioco. Trovate anche indicazioni su come affrontare ogni mappa. Va da sé che tutti i siti sono in inglese.
    4
  • Dreden 01 febbraio 2017, 21:57 Dreden
    BattleTag: Dreden#2105
    Messaggi: 1004

    Mi piace disegnare, giocare per le ricompense estetiche e leggere il lore :)
    #2
    Quando ho tempo (e testa) la leggo tutta, ma direi gran bel lavoro :) 0
  • bloch999 01 febbraio 2017, 22:03 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 240

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #3
    Grazie. Lo spero 0
  • Dreden 02 febbraio 2017, 11:03 Dreden
    BattleTag: Dreden#2105
    Messaggi: 1004

    Mi piace disegnare, giocare per le ricompense estetiche e leggere il lore :)
    #4
    Letta direi ottima per iniziare, dirò un paio di cose che mi pare cruciali:

    1. Penso che sia anche importante far presente che i livelli cruciali come il 10 con talenti significativi, sono un potente vantaggio in fight per un obbiettivo, quindi nel caso l'avversari sono arrivati prima a quei livelli conviene stare in lane per recuperare il gap, per non rischiare di perdere non solo l'obbiettivo ma anche il fight morendo accentuando il vantaggio.

    2. Gli specialisti dalla uscita di medivh stanno lentamente allontanandosi dal loro tema principale di spaccatorri , per citare un esempio il rework di nazeebo gli ha tolto il potenziale di pulire i cambi modificando sia la R usata per quello scopo, sia togliendoli i talenti specifici, quindi farei presente che in futuro il loro ruolo venga ridesignato

    3. In seguito andrebbe anche fatto a parte un ragionamento sui gruppi di eroi, gli assassini specializzati suglii ambush e uccidere gli eroi fuori posizione, quelli che infliggono alti danni con delle spell, quelli specializzati su danni costanti, quelli con alti danni fisici, ma comunque é una cosa apparte rispetto questa guida.

    Gran bel lavoro ;)
    2
  • bloch999 02 febbraio 2017, 11:15 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 240

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #5
    Grazie. giuste puntualizzazioni sopratutto per gli specialist. La scrissi la prima volta prima di Medivh infatti 0
  • ficcoficco 02 febbraio 2017, 12:52 ficcoficco
    BattleTag: ficcoficco#2119
    Messaggi: 299

    Iscritto il: 10 luglio 2014, 12:01
    #6
    non l'ho ancora letta ma ti do un voto anche solo per l'impegno che ci hai messo per scrivere una guida del genere. grazie 0