Guida per PRINCIPIANTI giusto per non prendersi troppi vaff
123  
  • bloch999 02 aprile 2016, 00:30 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 56

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #1
    Con questa guida voglio dare una mano ai nuovi di HOTS, per dare alcune informazioni importanti e molto pratiche senza scendere nei “tecnicismi” dei cosi detti giocatori “pro”.
    Prima di entrare nel vivo voglio fare un preambolo importante: ci sono 2 tipi di nuovi giocatori di HOTS, ovvero neofiti totali che non hanno mai fatto un MOBA (non sono moltissimi ma esistono) e giocatori che provano HOTS dopo essere passati per LoL o DOTA 2.
    Probabilmente i primi sono quelli che imparano meglio non avendo storture causate da giochi “simili” ma che non sono HOTS (in primis League of Legend e DOTA 2).

    Per tutti gli altri voglio fare qualche chiarezza e mi permetto di farlo perché anch’io appartengo alla categoria, ragione per cui, a scopo puramente “didattico” vi tedierò (spero non troppo;-) ) con la spiegazione del mio passaggio da LoL a HOTS.
    Correva l’ anno 2014 ed ero un giocatore di LoL, un felice giocatore di LoL, non un campione ma neppure un brocco, uno che sta nel mazzo come si suol dire. Tuttavia nel passare dei mesi mi succedevano frequenti (6 e dico sei in meno di un anno!) blocchi totali del gioco a seguito del rilascio delle patch… l’assistenza ogni volta mi faceva fare vari giri e tentativi e dopo diversi giorni mi risolveva il problema, ma stava diventando un secondo lavoro tenere in funzione il gioco, motivo per cui iniziai a valutare alternative a LoL. In quel periodo era in beta HOTS ed essendo un fan della Blizzard decisi di provarlo. La prima impressione non fu molto positiva. Sulle prime gli scontri sembravano risse fulminee e senza senso, senza tattica basate solo sulla velocità di clic e sulla fortuna e pertanto per un po’ decisi di ritentare a giocare a LoL, ma i continui guasti mi stancarono e decisi di impegnarmi meglio con HOTS, che essendo Blizzard è tecnicamente “perfetto” per quanto questo termine possa essere riferito ad un software. Con il tempo ho imparato ad apprezzare le molteplici novità positive rispetto a LoL. Qua dirò solo della principale perché le altre differenze per chi ha avuto la mia o analoga esperienza emergeranno dalla guida vera e propria. In LoL il gioco è teoricamente di squadra ma in realtà ci sono da 3 a 5 individualità che hanno un nemico comune ma non un vero alleato, e questo è dovuto al sistema di livelli ed esperienza. In HOTS l’esperienza viene suddivisa su tutto il team ed una uccisione stile “Nova” di bersagli quasi morti viene sempre vista bene perché porta exp a tutti, in LoL chi gioca in modo simile viene rimproverato perché “RUBA” esperienza e denaro a chi si è impegnato ad abbassare i punti vita di un avversario. Inoltre in LoL i giocatori stanno molto più ognuno nella propria lane e l’aiuto reciproco risulta abbastanza occasionale. Questo sistema porta ad un clima fra giocatori molto più aggressivo, scorretto e volgare rispetto ad HOTS e per gente tranquilla che si vuole solo divertire, alla lunga non è poco.
    Entriamo ora nel vivo della questione:

    regola numero 1: HOTS è un gioco di squadra nel vero senso del termine: 5 giocatori bravi individualmente ma che non collaborano bene perderanno contro 5 mediocri che lavorano insieme. Sempre e comunque. Da questa semplice regola derivano delle conseguenze:

    a) Per fare un buon lavoro di squadra bisogna imparare a fare buon uso dei tasti di comunicazione rapida (tasto G + mouse) relativi a aiuto, ritirata (rispettala sempre se sei nuovo finchè non hai capito quando è talvolta inutile o prematura o un clic sbagliato!), pericolo, arrivo e difesa… imparate a far sapere cosa pensate con questo sistema e non ignorate le richieste altrui. A volte ce ne sono a casaccio ma spesso aiutano soprattutto se vengono da giocatori con esperienza.

    b) È importante stare in team e tenere una posizione rispetto agli altri che pur con le differenze dei vari ruoli permetta di potersi aiutare a vicenda. Dei ruoli parlerò meglio poi. Questo significa non lanciarsi da soli in mezzo a 2 o 3 nemici perché “tanto ho Diablo che tiene tanti danni”. Farlo significa morire e lasciare il team senza tank ed in inferiorità numerica… di conseguenza gli altri giocatori seguiranno a breve nell’oltretomba… Fare squadra significa sapere aspettare tutti insieme il momento giusto e la posizione giusta per ingaggiare battaglia con le migliori probabilità di vittoria.

    Regola numero 2: non basta menare le mani… bisogna fare gli obbiettivi!!! Con questo non intendo lanciarsi a capofitto magari in 2 contro 5 per cercare di fare un obiettivo a tutti i costi, ma neppure continuare a ingaggiare duelli massacranti e lasciar perdere gli obiettivi (altari, tributi, dobloni…). A volte si può vincere la partita anche se l’avversario ha un livello più elevato del vostro se sapete gestire bene gli obiettivi. Quindi per chiarire secondo me la cosa migliore che può parere ovvia (ma per molti non lo è!) è stendere gli avversari e mentre rinascono dal nexus fare gli obiettivi od usare i mercenari. Evitare di lanciarsi in 2 o 3 magari con meno di metà di vitalità in improbabili battaglie pur di fare un obiettivo! Molto meglio in quel caso guarirsi, aspettare di essere al completo e fronteggiare il prossimo attacco avversario e puntare sull’obiettivo seguente (visto che di solito ce ne sono parecchi in ogni mappa e uno in più o in meno non pregiudica una partita).

    Regola numero 3: emerge anche dalle due precedenti ma lo scrivo in grande “RAGGRUPPARSI!!!” altra cosa che sembra scontata ma che spesso non succede e vedi team sfilacciati e sparsi sulla mappa chi in cerca di qualche kill, chi si lancia a pushare e chi fa obiettivi… ci deve sempre essere un ordine e una coordinazione di team, qua non è come in LoL dove se surclassavo di 3 o 4 livelli gli altri stendevo 3 nemici quasi contemporaneamente e da solo!!! In HOTS è fantascienza (per fortuna). Inoltre dopo essersi raggruppati bisogna RIMANERE IN TEAM a distanza tale da fornire e ricevere aiuto dai compagni di squadra!!!

    Regola numero 4: salvate la pelle!!! Non continuate ad attaccare anche con bassi livelli di vita. Se siete bassi di salute andate a curarvi. E’ inutile e pertanto dannoso rischiare di essere stesi per troppa caparbietà. A volte paga ma la maggior parte delle volte no… in base al detto “la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo! E prende la mira…” Mostrarsi al nemico con bassi HP ne stimola ovviamente l’aggressività e fa focalizzare tutto il team avversario su di voi (un po’ come una preda sanguinante per un carnivoro). Con bassi HP si viene eliminati inesorabilmente uno alla volta. Piuttosto ritiratevi tutti, raggruppatevi nuovamente e ripartite.

    Regola 5: tenete il conto dei morti… e dei vivi anche! Ovvero prima di intraprendere attività rischiose quale attaccare campi mercenari vicino alla base nemica, attaccare i boss o talvolta puntare obiettivi difficili date sempre un occhio alla barra in alto che indica quanti avversari sono morti e dopo quanto rientreranno in gioco. Controllate anche sulla minimappa la posizione degli eroi avversari per decidere posizionamento e direzione da intraprendere. Questo vi può aiutare molto nel decidere cosa intraprendere, se è il caso di lanciarsi ad attaccare il boss o se è meglio giocare di difesa e smontare un attacco nemico per avere poi campo libero. Se non sapete cosa fare scegliete sempre l’alternativa meno rischiosa. Altra cosa importante a scopo difensivo: quando demolite le fortificazioni nemiche demolite anche le mura. Perché visto che non sparano? Perché se siete in prossimità di un muro la squadra avversaria vi individuerà sulla minimappa e in lane!!! Sembra una banalità ma potrebbe salvarvi la vita e celare al nemico fino all’ultimo la direzione del vostro prossimo attacco!

    Dopo queste regole che andrebbero sempre tenute a mente a prescindere dal tipo di personaggio usato, passiamo ad analizzare i vari ruoli. Per primo il mio preferito:

    ASSASSINO

    L’assassino può essere da mischia o da distanza, sono ovviamente leggermente diversi ma non poi tanto. Il loro scopo è portare un sacco di danni quando il nemico è in difficoltà con bassi punti vita o cerca di scappare. Cerca sempre di approfittare delle opportunità, e non disperdere i tuoi attacchi. Quando individui una preda non dargli tregua, questo è l’unico momento in cui devi correre qualche rischio, per il resto stai molto attento, non hai molti HP. Non attaccare per primo negli scontri fra team completi, lascia davanti i tank e se possibile attacca per primi i personaggi con meno HP lasciando i tank avversari per ultimi nel tuo ordine di bersagli a meno che non siano quasi morti ovviamente. La posizione migliore per attaccare è sui fianchi degli avversari leggermente dietro di loro. Dico leggermente perché se siete troppo indietro non avete possibilità di rifugiarvi in mezzo ai vostri compagni per difesa e d’altra parte stare dietro agli avversari è indispensabile per impedirgli di fuggire dal campo di battaglia. Per arrivare in quella posizione usate il più possibile i cespugli ed evitate il più possibile gli scontri lungo il tragitto. Siate pronti a ritirarvi e non esitate a fuggire appena scendete sotto metà HP se ne avete la possibilità. Oltre che al lavoro in team l’assassino ha anche il diritto/dovere di individuare per primo e segnalare al team eventuali avversari che si sono incautamente avventurati nella no mans land da soli o in 2 al massimo. In tal caso segnalate che li volete attaccare (G + clic mouse sul personaggio nemico) sperando che il team intelligente almeno in parte vi segua ed eliminateli senza pietà.

    TANK

    Va bene hai tanti HP ma non sei immortale… perciò non ritenerti al sicuro… guida gli attacchi ma stando ben attento di non lasciarti circondare dagli avversari. Assicurati che quando attacchi il tuo team sia vicino a sufficienza per darti sostegno nell’attacco e che ti possa curare se hai un healer in team. Se sei troppo avanti indietreggia non temere di fare figura del fifone… ovviamente indietreggia fino a quando trovi il sostegno degli alleati… non scappare fino alla base… potresti in quel caso lasciare il tuo team completamente scoperto e facile preda di avversari più numerosi e/o corazzati.

    SPECIALISTA

    Sei uno specialista che opera in team… non una prima donna… o un lupo solitario anche se alcuni lo fanno e si vantano pure… il ruolo dello specialista è di pushare sulle fortificazioni nemiche puntando a disgregarle velocemente a prescindere dagli obiettivi e quindi è facile la tentazione di lanciarsi in quest’opera lasciando gli altri a “sbrigarsela da soli”! Quest’ottica è foriera di grandi sventure… lo specialista DEVE comunque operare in team e il team lo proteggerà nella sua opera. Diversamente il team abbandonato sarà in costante inferiorità numerica e quindi inizierà a subire numerose perdite perdendo esperienza preziosa. Ovviamente isolato lo specialista sarà facile preda degli assassini rivali… E’ un po’ come se un reparto del genio andasse all’assalto di fortificazioni nemiche senza copertura aerea e di fanteria o artiglieria. Vi immaginate i genieri del D day sbarcati da soli senza marine dietro e paracadutisti preventivamente??? Ecco penso che sia facile da capire…

    SUPPORTO

    Il ruolo di supporto come dice il nome non è difficile da capire o almeno in teoria… Ho visto gente pushare da soli in lane con Morales… evito commenti che sono superflui! Il supporto deve tassativamente stare nel mezzo del team o appena indietro per supportare con le sue skill siano esse di cura degli alleati o di intralcio degli avversari il proprio team. Questo ruolo se ben svolto può dare grandi soddisfazioni tuttavia non è tanto adatto per iniziare, a mio parere, visto che richiede buone capacità di posizionamento e collaborazione che non è detto abbia uno alle prime armi. In questo ruolo io ho goduto moltissimo Morales e Kharazim ma anche Malfurion è ottimo per iniziare questo ruolo, pure con le differenze che contraddistinguono tutti e tre.
    11
  • BigBoss 02 aprile 2016, 09:39 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #2
    Ottima guida, segna perfettamente i punti cardine delle differenze con gli altri moba! 0
  • iSamurai 02 aprile 2016, 14:54 iSamurai
    BattleTag: iSamurai#2281
    Messaggi: 172

    King of Heroes
    #3
    essendo Blizzard è tecnicamente “perfetto” per quanto questo termine possa essere riferito ad un software

    È solo tipo uno dei giochi meno ottimizzati di sempre xD (meglio di LoL probabilmente, anche se data l'età dell'engine non ci vuole molto, DOTA da 10 a 0 a HOTS dal punto di vista tecnico); arrivare da un altro MOBA comunque non è troppo tragico secondo me, il discorso che le lane non sono statiche in realtà sono importanti solo per i lollari ( da quanto so io almeno), il discorso essere col team sì ok, generalmente è una buona idea ma ci sono eroi che necessitano di andare da soli altrimenti si sta solo sprecando un pick (esempio il vecchio Gazlowe, mi è capitato diverse volte di trovare gente che mi "aiutava" a prendere i mercenari quando eravamo al 4).
    0
  • BigBoss 02 aprile 2016, 17:00 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #4
    Beh, sì è anche vero che DOTA ha il più del doppio degli anni, è anche logico che sia ottimizzato meglio, visto anche la quantità di soldi che ci hanno investito, Hots è praticamente nato come una mod di SCII. 0
  • Vlad78 02 aprile 2016, 17:59 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #5
    Dota è IL moba per eccellenza,e lo dico pur non giocandolo da tempo ormai. Ma ha troppa esperienza, base e community in più per essere paragonato. Perchè è nettamente superiore anche a LoL, solo che siccome è decisamente più complesso, viene sfavorito rispetto al fratello easy.
    Hots negli ultimi mesi ha fatto passi da gigante, con tutti i suoi pro e contro. Non si avvicinerà mai a livello dei due moba principi, nemmeno lontanamente, ma mi sta bene che sia supportato e seguito come stan facendo da inizio anno, onestamente.
    0
  • bloch999 03 aprile 2016, 08:45 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 56

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #6
    per dota non mi esprimo non conoscendolo bene... un gioco che ti servono mesi per entrare nelle meccaniche... è divertente? Io francamente l'ho fatto solo per x wing vs tie figther e morrowind (anni 90) e sarà l'età che avanza ma non ho voglia di metterci tanto per un moba.... ricordiamo che i moba sono nati come mappe create dagli utenti di giochi strategici (blizzard in materia ne sà qualcosa? credo di si)... per fare partite un pò più "leggere". per LoL mi spiace ma hots è anni luce meglio se ci giochi per un pò. cmq questo discorso mi pare un pò OT visto che l'ho creato come guida per niubbi e aspiranti niubbi 0
  • bloch999 03 aprile 2016, 08:46 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 56

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #7
    io lo goco dalla beta ma forse era meglio ancora in alfa... 0
  • iSamurai 03 aprile 2016, 13:06 iSamurai
    BattleTag: iSamurai#2281
    Messaggi: 172

    King of Heroes
    #8
    @bloch999 Perdona la franchezza, ma se non hai mai giocato allora perché lo inserisci come esempio rischiando di sbagliare? Per il livello di difficoltà de gustibus, francamente a me piace, è una continua sfida per migliorarsi, trovo più noioso l'avere un livello di sfida più basso perché a quel punto non ho l'impressione di aver vinto io ma che abbia vinto il sistema (e quindi che senso ha giocare?). 0
  • BigBoss 03 aprile 2016, 13:12 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #9
    Nel multiplayer il livello di sfida è dettato da chi hai davanti, altrimenti è un single player mascherato da multi. Anche con regole banalissime troverai sempre una sfida adeguata al tuo livello di bravura, a meno che non sei un bimbo coreano, ma di certo non stiamo a parlare di una partita di tris, nel caso di qualsiasi moba. 1
  • iSamurai 03 aprile 2016, 14:02 iSamurai
    BattleTag: iSamurai#2281
    Messaggi: 172

    King of Heroes
    #10
    Occhio che stai confonfendo skill ceiling/floor, sono d'accordo che la difficoltà delle regole non implica un gioco più o meno facile (altrimenti il Go sarebbe il gioco più facile della storia giusto per fare un esempio :D), il livello della sfida però dopo non è determinato solo dai giocatori. 0
  • BigBoss 03 aprile 2016, 14:26 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #11
    Questo non vuol dire che il gioco non offra una sfida per chi la cerca, perché dal tuo discorso si evinceva magari il contrario. 0
  • Vlad78 03 aprile 2016, 14:44 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #12
    credo siamo ot :P cmq avete ragione entrambi,il livello di sfida è dato sicuramente dagli avversari, dal multiplayer in se quindi. E dalle meccaniche in se, quindi alla fine dall'unione di entrambi i fattori.
    Sicuramente Dota2 ha il più alto livello di sfida in assoluto tra i moba,a parità di livello di giocatori ovviamente.
    ciò non implica che sia preferibile,perchè poi subentra il gusto del player che vi si approccia.
    Se uno vuole il massimo del nerdismo su un moba la soluzione è dota, se ne gradisce la versione fortemente semplificata vira su LoL. Se vuole delle meccaniche differenti e non riscontrabili in nessuno dei due titoli sopra citati, sceglie Hots, easy :)
    0
  • iSamurai 03 aprile 2016, 15:56 iSamurai
    BattleTag: iSamurai#2281
    Messaggi: 172

    King of Heroes
    #13
    In realtà non siamo troppo OT dai xD.
    Comunque penso che serva ovunque seguire molto la scena se vuoi giocare decentemente, giusto per dirne una HOTS è un pezzo che non ci gioco (negli ultimi mesi l'ho aperto giusto per fare 2-3 quick match con un amico) e Illidan ora ad esempio non saprei minimamente giocarlo (non che prima fossi sto granché :D), probabilmente ora HOTS è il moba più semplice da seguire perché è ancora quello più giovane e piccolo (è più facile seguire 30 eroi che 100 e passa).
    0
  • BigBoss 03 aprile 2016, 16:20 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #14
    Eh, quello dipende anche da quanto frequentemente patchano. Per ora su Hots ne escono tante, per dire. 0
  • Vlad78 03 aprile 2016, 17:37 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #15
    Ah sisi @iSamurai che sia il piu' approcciabile da seguire rispetto agli altri non ci piove! Non tocco dota da 2 anni e sono in crisi mistica,credimi quando vedo qualche torneo rofl 0
  • bloch999 03 aprile 2016, 22:04 bloch999
    BattleTag: bloch999
    Messaggi: 56

    Iscritto il: 01 aprile 2016, 13:38
    #16
    Io ho giocato un mese a dota e l ho mollato perché non mi appassionava. Non lo giudico ma a me non ha suscitato nulla di speciale... Non sono inoltre un super nerd anche se gioco da moltissimi anni. Ero un quasi nerd ai tempi del primo starcraft mai stato con i moba. Ho giocato un anno a LoL prima di passare a hots e da allora gioco a quello e basta... Quindi con ho detto non conosco bene dota che e' diverso dal dire che non lo conosco affatto... Fatta questa premessa do il mio parere... Inoltre qua il mio discorso sui dota era solo per introdurre questioni che a gente nuova in hots possono risultare utili e nient'altro. Il resto è speculazione abbastanza nerdesca che esula dal thread. 0
  • iSamurai 04 aprile 2016, 09:07 iSamurai
    BattleTag: iSamurai#2281
    Messaggi: 172

    King of Heroes
    #17
    Beh calma, il tuo consiglio era "dimenticare tutto quello che sapete di LoL/dota", per LoL non posso parlare per esperienza diretta (ho fatto giusto 2 partite) ma in molti dicono che sia parecchio statico in fase di lane, dota invece assolutamente no, a livello di strategia di gioco si assomigliano molto dota e HOTS, cambia principalmente a livello meccanico (last hit e deny), strategia generale/visione di gioco non sono assolutamente da buttare IMHO. 0
  • Vlad78 04 aprile 2016, 10:28 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #18
    Vero @iSamurai , soprattutto sulla fase di laning,che ha similitudini evidenti. E' solo decisamente piu' semplice per i last hit e deny,ma affine come visione complessiva, tutto imho chiaramente :) 0
  • BigBoss 04 aprile 2016, 10:48 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #19
    Io non sono del tutto d'accordo, c'è una differenza che sembra filosofica ma ha un forte impatto su come ci si approccia al gioco: Hots premia le belle giocate, Dota punisce gli errori. Il fatto che si possa perdere quello che si è ottenuto è un tremendo deterrente e ti spinge a giocare ultrasafe, con sempre il timore che tu possa wastare tutto quello che hai duramente ottenuto, ti rende il gioco angoscioso e poco affine. Per quanto possa sicuramente essere più gratificante per giocatori che giocano ad un certo livello, semplicemente allontana chi non ha la possibilità o il tempo di arrivarci e/o di giocarci con amici. Anche qualora sia così, c'è sempre il rischio che vi mandiate a cagare ( :D ), visto che il gioco fornisce svariati punti di attrito, piuttosto che smussarli, come tenta di fare Hots. 0
  • Vlad78 04 aprile 2016, 11:10 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #20
    Infatti e' molto più hardcore dota @BigBoss l ho detto piu' volte,e concordo col tuo punto di vista,sebbene ci siano somiglianze tra i due, per gia della laning phase dinamica, con tutte le differenze del caso gia esposte 0
  • iSamurai 04 aprile 2016, 12:17 iSamurai
    BattleTag: iSamurai#2281
    Messaggi: 172

    King of Heroes
    #21
    Secondo me il livello di "punizione" è lo stesso, la differenza è che su HOTS viene punito il tuo team ad esempio se non prende campi o non esegue la meccanica della mappa (e in certi casi la punizione è parecchio pesante), su dota vieni punito per il non saper prendere last hit/deny ad esempio, la meccanica è diversa, ma il concetto è lo stesso, vieni punito per non aver preso un obiettivo (e questa penso che sia una cosa molto importante, tantissima gente gioca con l'idea degli sparatutto, il team che killa di più vince, nulla di più sbagliato). 0
  • BigBoss 04 aprile 2016, 12:32 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #22
    No, anche regalare una kill è una punizione molto più grossa rispetto ad Hots. Il rapporto rischio/beneficio è alla base di ogni scelta logica e comune dell'esistenza umana, c'entra poco il bimbetto che gioca a CoD e che si lancia all'impazzata per tenere il rapporto uccisioni/morti 1:1. Se il rischio è più alto del beneficio, il senso logico ti impone di non prendere alcun rischio e questo rende un gioco, che dovrebbe essere fatto per divertire, da dinamico a statico, è una banale consecutio rerum. Cerchiamo di rispettarci quando parliamo, non c'è bisogno di insinuare, siamo tutti adulti e vaccinati qui. 0
  • Vlad78 04 aprile 2016, 12:42 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #23
    No spetta @BigBoss , io preferisco di gran lunga Hots per le dinamiche a Dota, ma questo non implica che se quello è super competitivo allora sia da giocare senza rischi o altro. Tutto al solito dipende da mille fattori,ad esempio su dota la partita a parità di skill la vinci al draft.
    Perchè gran parte del roaster è viabile(la cosa migliore di Dota di gran lunga, un merito enorme), dato che i vari heros sono fortissimi counter di altri, in modo cosi netto da fare impallidire Hots. E se scazzi il draft hai perso, a parità di skill. Questo su hots,a parte rari casi non succede. Sia perchè sono pochi i champions ancora, sia perchè la "specializzazione" su Dota è portata agli estremi, e la build con gli tems è molto più profonda,per forza di cose.
    Poi su hots una kill regalata è meno punitiva, ma sempre a livelli medio-bassi; a livelli alti, vedi la Spring Cup appena conclusa, una kill ha girato una partita in parità assoluta definitivamente. Perchè lo skill cap è massimo,ed il minimo errore lo paghi a sangue di Papa. Ovviamente parliamo di kill in late game, oltre livello 13 per intenderci.
    Dota è molto più stressante senza dubbio, ed è più difficile di gran lunga. Ma se uno vuole un livello di sfida ai massimi cap, allora la scelta è easy. A parte dinamiche soggettive, quali possono essere il design, e certe meccaniche.
    0
  • BigBoss 04 aprile 2016, 12:48 BigBoss
    Messaggi: 1677

    Iscritto il: 30 gennaio 2016, 11:06
    #24
    Non metto in dubbio le meccaniche che suppongono, quanto l'effetto sul giocatore, non sul professionista. 0
  • Vlad78 04 aprile 2016, 12:55 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #25
    Sisi chiaro,e ti dico che personalmente la penso come te, ma siccome Dota ha tipo 30 milioni di players,e la gran parte sono player base come su altri Moba, con tutti i limiti del caso, si vede che questo effetto è percepito molto poco, se ne fregano ed hanno ragione loro, numeri e successo alla mano :) 0
123