• Adesso che ha vinto il torneo più importante dell'anno e può fregiarsi del titolo di Campione del Mondo, Ostkaka non sarà più il giocatore relativamente sconosciuto che ha battuto Kolento nelle qualificazioni, tra la sorpresa generale.

    Il paffutello svedese, il suo nome significa cheescake, non è uno di quei giocatori che hanno fatto dell'immagine e della popolarità una missione ed una fonte di guadagno. Non si è mai offerto alla community con uno stream, non cura la sua comunicazione sui social in maniera particolare e trasmette anche sul web la timidezza che ha confidato di possedere nella vita reale.

    Questo ha sicuramente rallentato la sua ascesa nella scena competitiva, privandolo degli inviti ai tornei più prestigiosi a vantaggio di giocatori più mediatici. Tuttavia, molto spesso, gli stessi giocatori professionisti più famosi e celebrati, prima di presentarsi ad un torneo, si rivolgevano a lui per consigli sulle liste da utilizzare a testimonianza del grande rispetto e considerazione di cui il ragazzo godeva agli occhi dei ben informati.

    La vittoria di sabato scorso alla BlizzCon 2015 non è stata una sorpresa per chi segue in maniera più attenta la scena competitiva. Andiamo a scoprire quali sono stati i fattori decisivi per il suo trionfo.

    Immagine


    Lineup completa

    Quando si affrontano giocatori con una percentuale di errori tendente allo zero, la differenza più grande è data dalla scelta dei mazzi. In ogni partita, c'è sempre stata l'impressione che Ostkaka avesse il vantaggio della lineup. Questo non può essere un caso, ma bensì il frutto di una pianificazione maniacale e di un intuito superiore.


    Giocate perfette

    Possiamo riguardare l'intero mondiale di Ostkaka ed imparare esattamente come si gioca ogni matchup. La differenza fra il giocatore bravo ed il grande giocatore è che il primo ragiona su uno o due turni cercando di trovare la giocata più efficiente, il campione sa quali sono le win condition di ogni matchup, di entrambi i mazzi, e riesce a pensare ad un progetto a lungo termine in base allo sviluppo della singola partita.


    Fortuna

    Non prendiamoci in giro, in un gioco di carte non si vince un torneo senza avere qualche momento fortunato. Nella combattutissima semifinale con l'altro favorito Thijs, il nostro campione ha beneficiato di un paio di RNG favorevoli. Due di questi sono stati davvero decisivi.

    Il primo si è visto nella vittoria del Rogue contro il Freeze Mage. Qui Thijs progettava una pulizia del board nell'arco di due turni, sapendo che il suo avversario aveva solo 3 carte in mano. In quelle tre carte però c'erano le uniche due che sarebbero servite ad Ostkaka per mettergli i bastoni fra le ruote: EviscerateSventramento e LoathebLoatheb. Il secondo episodio è stato invece nella partita fra Freeze Mage e Sacerdote dove le bombe di Dott. BoomDr. Boom colpiscono la faccia di Ostkaka per 2 danni complessivi quando poco più avanti Thijs si è poi ritrovato a solo un danno dal far scattare il primo Ice BlockBlocco di Ghiaccio, generando una reazione a catena che avrebbe potuto cambiare le sorti del game.

    Ancora complimenti ad Ostkaka, il nostro nuovo Campione del Mondo. Non vediamo l'ora di rivedere altre partite così emozionanti e di alto livello, appuntamento al prossimo torneo!
  • Scritto da ,
    Gli amministratori del subreddit dedicato ad Hearthstone hanno incontrato il Senior Game Designer Mike Donais alla Blizzcon 2015 e gli hanno fatto una lunga intervista contenente alcuni spunti interessanti.

    • Non è un problema se nessuna classe non ha una risposta per tutto, si evita l'omogenizzazione.
    • Quando gli sviluppatori decidono di cambiare una carta non osservano solo la sua percentuale di vittoria, ma anche quanto è utilizzata, quanto è efficiente e come i giocatori la percepiscono.
    • Nel caso di Capitano CantaguerraWarsong Commander, la percentuale di vittoria quando veniva giocata era al massimo del 49%, molti altri fattori hanno spinto a modificare la carta.
    • Come scelta di design, si preferisce rendere possibili nuovi mazzi piuttosto che modificare quelli esistenti: è più salutare per il gioco nel lungo periodo.

    • Stanno discutendo su un sistema di Imprese, ma hanno già tanti altri progetti avviati.
    • L'eSport è importante per Blizzard, ma l'obbiettivo principale è creare un gioco per tutti.
    • Ci sono idee per coinvolgere di più i giocatori, vecchi e nuovi, ma non sono ancora pronti a rivelarle.

    • Mike Donais afferma che non hanno ancora stabilito come porsi nei confronti dei deck tracker o in merito ai consigli automatici in Arena, preferirebbero che la comunità si autoregoli.

    Fonte: reddit
  • Gli sviluppatori di Hearthstone hanno parlato a fondo delle Risse e risposto ad una marea di domanda poste dai giocatori, svelando alcuni dettagli molto interessanti.


    Gli obiettivi delle risse

    • L'obiettivo nel creare le risse era quello di poterle rilasciare con cadenza settimanale.
    • Si è scelta una cadenza settimanale per differenziare le attività, dal momento che le avventure sono rilasciate ogni 4 mesi, le stagioni sono mensili e le missioni giornaliere.
    • Il divertimento deve essere centrale nelle risse, perché è ciò che fidelizza i giocatori e li invoglia a continuare a giocare.
    • Oltre al divertimento, altro obiettivo è la varietà: le risse sono fatte così da non dover obbligare i giocatori a usare lo stesso mazzo in risse consecutive.

    Immagine


    Lo stato attuale delle risse

    • Sono state rilasciate 21 risse, 18 delle quali uniche.
    • Randomonium è stata la più popolare.
    • Per il momento esistono 3 tipi di rissa:
        • Richiesta costruzione di un mazzo
        • Mazzo preimpostato, ma scelta libera della classe
        • Mazzo pre-costruito
        • Mazzo pre-costruito, rissa co-op
    • I mazzi del secondo tipo di rissa sono casuali
    • L’algoritmo che li crea gestisce solo la curva di mana e il rapporto creature/magie.


    La nuova rissa co-op

    • La prima idea che hanno avuto è stata di dividere il tabellone tra due giocatori.
    • Questa scelta comportava un dispendio enorme di tempo, e la rissa in co-op doveva essere rilasciata il prima possibile.
    • Per far capire che il Mechazod era una carta speciale gli hanno assegnato una animazione e l'hanno reso una una carta leggendaria
    • La scelta delle carte mazzo da dare ai giocatori è ricaduta sulle carte che danno vantaggio all'avversario (Cho, Millhouse Manastorm).
      Alcune delle carte del Mechazod sono originali e vengono usate semi-casualmente, per non rendere l’esperienza di gioco ripetitiva.


    Risse future

    • La prossima rissa sarà Shodown at Blackrock Mountain,
      • Si tratta di un rifacimento della prima rissa Nefarian vs Ragnaros.
      • Nefarian partirà con un cristallo di mana in meno
    • La rissa rimossa "Il tesoro del Capitano Cuornero":
      • La rissa diede problemi qualche settimane fa e non vide la luce.
      • La nuova meccanica Discover avrebbe dovuto essere annunciata con questa rissa
      • "Il tesoro del Capitano Cuornero" verrà rilasciata tra qualche settimana
    • Saranno introdotti nuovi tipi di rissa e migliorati quelli che già esistono.
    • Quando verranno rilasciate nuove espansioni, le risse saranno probabilmente quelle con mazzi casuali per permettere ai giocatori di conoscere le nuove carte.

    Immagine


    Q&A

    • Il gioco non è accessibile ai nuovi giocatori come lo era appena rilasciato. Le risse regalano proprio per questo motivo un pacchetto a settimana. Nei prossimi mesi saranno annunciate novità a riguardo.
    • In futuro arriveranno altri Mech, già nella prossima avventura ce ne sono alcuni
    • Il team cerca sempre di rilasciare una grande varietà di carte e non sa prevedere l’evoluzione del meta dopo il loro rilascio.
    • La modalità torneo è molto richiesta, recentemente gli sviluppatori hanno discusso il modo migliore di implementarla anche su Hearthstone. Il team monitorerà la modalità torneo di StraCraft e trarne nel caso ispirazione.
    • Al momento, non è prevista la possibilità di far scegliere ai giocatori che tipo di pacchetto ottengono al termine di un'arena.
    • Il team sta progettando di aggiungere più slot per i mazzi, e stanno pensando ad un modo per segnalare le classi collegate alle quest in arena.
    • Il team sta cercando il modo migliore di migliorare la comunicazione tra giocatori nelle risse co-op.
  • La Lega degli Esploratori, la prossima avventura di Hearthstone, introdurrà due nuovi tabelloni di gioco: gli Scavi e il Salone degli Esploratori. Come sempre, ogni tabellone ha interazioni uniche e speciali, in tema con l'avventura e con il tono scanzonato di Hearthstone. Arriveranno anche tre dorsi inediti, riportiamo tutte le immagini qui di seguito.

    Immagine
    Il tabellone Scavi

    Immagine
    Il tabellone Salone degli Esploratori

    Immagine
    Dorso della stagione classificata di Novembre

    Immagine
    Dorso della modalità Eroica de La Lega degli Esploratori


    Immagine
    Dorso esclusivo della Origins Edition di Overwatch
  • La nuova avventura per Hearthstone, la Lega degli Esploratori, è composta da 46 carte e 4 ali.

    Immagine Immagine Immagine

    Resoconto della nuova Avventura di Hearthstone
    Il recap completo del pannello della BlizzCon 2015

    Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

    Fonte immagini carte: hearthpwn
  • La nuova avventura, la Lega degli Esploratori, è composta da 46 carte e 4 ali. Si è voluto staccare dal solito tema dei raid di World of Warcraft e provare qualcosa di nuovo, inedito per il gioco.


    Le ali dell'avventura

      Ala 1: Temple of Orsis (3 boss), incontreremo Reno Jackson che ci accompagnerà in quest’ala.
    • 1 boss: Zinaar
    • 2 boss: Sunraider Phaerix
    • 3 boss: Non rivelato

      Ala 2: Uldaman (3 boss), incontreremo Brann Bronzebeard che ci accompagnerà in quest’ala.
    • 1 boss: Chieftain Scarvash
    • 2 boss: Archaedas
    • 3 boss: Non rivelato

      Ala 3: Stranglethorn Ruined City (3 boss), incontreremo Sir Finley Mrrgglton che ci accompagnerà in quest’ala.
    • 1 boss: Lord Slitherspear
    • 2 boss: Giantfin
    • 3 boss: Lady Naz’jar

      Ala 4: Hall of Explorers (3 boss), combatteremo assieme a tutti i nostri accompagnatori, contro uno sfidante misterioso (non rivelato).
    • 1 boss: Non rivelato
    • 2 boss: Non rivelato
    • 3 boss: Non rivelato


    Nuova meccanica: Discover

    Rivela 3 carte a caso di classe o vicine alla strategia del nostro mazzo di un certo costo e il giocatore ne aggiunge una alla mano.


    Nuova tipologia di missione

    Non c’è un nemico, bisogna resistere fino ad un certo turno o vincere in un certo numero di turni. L’obbiettivo è uscire dal tempio prima che collassi.


    Le carte

    Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine


    Retro delle carte

    Immagine

    Fonte immagini carte: hearthpwn
  • Scritto da ,
    Tre giorni di sfide entusiasmanti sono finiti negli archivi, dimezzando il numero dei partecipanti alla BlizzCon 2015. Divertiamoci insieme ad analizzare i primi verdetti e gli spunti di discussione che scaturiscono da questa scorpacciata di Hearthstone. Qui sono riportati i risultati delle prime giornate.

    Immagine
    I giocatori qualificati alle fasi finali del torneo (fonte immagine: gosugamers)


    Lezione #1: mai sottovalutare gli asiatici

    Nelle discussioni della vigilia, era molto facile imbattersi in previsioni che vedevano europei ed americani dominare i gruppi, lasciando poche speranze ai qualificati delle due regioni orientali. Certamente le previsioni erano viziate da una mancanza di informazioni riguardo i partecipanti, tutti noi infatti conosciamo giocatori come Lifecoach e Jab, ma pochissimo si sapeva di DieMeng o Kno; questo ha certamente portato ad una sopravvalutazione dei protagonisti occidentali. Non va dimenticato, però, che molto spesso i migliori giocatori occidentali hanno utilizzato il server asiatico come territorio di conquista, ottenendo ripetuti piazzamenti nella top 100 per guadagnare punti nell'ottica delle qualificazioni.

    Ebbene che cosa è accaduto? Perché complessivamente si sono qualificati più orientali che occidentali? La prima risposta valida è che alcuni giocatori sconosciuti sono effettivamente bravi, a dispetto del fatto che nessuno li ha mai visti nei grandi tornei internazionali. Inoltre, il meta instabile post-Patron e la mancanza di informazioni che riguarda soprattutto i cinesi, hanno giocato a sfavore degli occidentali, impossibilitati a svolgere in pieno quel lavoro di scouting necessario ad aggiustare correttamente alcune scelte all'interno dei mazzi.

    Riguardo ai mazzi scelti, abbiamo visto una tendenza degli asiatici a preferire liste più aggressive di quelle utilizzate dagli occidentali; possiamo quindi dire che la regola non scritta "nel dubbio vai aggro", in presenza di meta non ben delineati, ha pagato.


    Oh god, Lifecoach, why?

    Certamente fra i migliori giocatori del mondo e considerato da molti un candidato alla vittoria finale, Lifecoach è stato eliminato in maniera abbastanza brutale già nella prima fase, uscendo con un record complessivo di 4 vittorie e 8 sconfitte.

    Non avendo notato clamorosi errori nel corso delle sue partite, dobbiamo ricercare il motivo della sua eliminazione guardando alla composizione dei suoi mazzi. Se il suo compagno di squadra Thijs ha optato per una lineup anti-meta, possiamo considerare la lineup di Lifecoach come anti-Thijs.

    Cerchiamo di capire meglio questa affermazione, in pratica è come se i due compagni avessero concordato sul fatto che i mazzi più popolari sarebbero stati quelli veloci ed in particolare Druido/Palasecret/Cacciatore. A quel punto, però, Thijs ha deciso di contrapporsi a questa tendenza, mentre Lifecoach ha voluto tentare il ragionamento next-level, provando a ostacolare quelli che cercavano di contrastare il meta.

    Sostanzialmente, il tedesco deve aver confidato sul fatto che la strategia anti-meta (scelta, come abbiamo visto, anche da Ostkaka) avrebbe portato i suoi frutti, permettendo la qualificazione dei giocatori che la avessero adottata e che, quindi, la sua scelta anti-anti-meta gli avrebbe dato un vantaggio nelle fasi finali.

    La sfortuna ha voluto che chi lo ha battuto in entrambe le occasioni, il coreano Kranich, oltre ad essere un ottimo giocatore, avesse predisposto una lineup di mazzi pressoché impossibile da superare per il povero coach. Non vogliamo spingere oltre il già contorto discorso sui counter ed i contro-counter, ma sostanzialmente il coreano ha presentato una lineup anti-Lifecoach. Tutti questi ragionamenti sono stati molto raffinati, specialmente se paragonati alla strategia di un DieMeng alla "io vado in faccia, poi vedi tu". Peccato che il sorteggio sia stato assolutamente sfortunato, tagliando fuori un giocatore che avrebbe potuto certamente dire la sua più avanti nel torneo.


    Sciamano, Ladro e Sacerdote NON sono morti

    Entrambi i giocatori che hanno scelto di portare Sciamano sono riusciti a qualificarsi, oltretutto nello stesso girone, come pure 2 su 3 di quelli che avevano scelto Ladro e l'unico Sacerdote nel torneo. Questo cosa ci dice sul meta e sul gioco in generale?

    Sicuramente in un torneo come questo, caratterizzato da un'ampia varietà di mazzi e stili di gioco, non ci sono scelte obbligate o mazzi da escludere a priori. Ogni scelta può rispondere a certe esigenze e contrastare determinate lineup all'interno di un meta circoscritto. Se un giocatore decide di condurre una strategia, confidando sulla sua particolare esperienza con un certo mazzo, ha le stesse possibilità di successo rispetto a chi fa scelte più canoniche; in più, andare contro corrente, vuol dire spesso incontrare avversari che non avevano predisposto i loro mazzi per scontrarsi con i tuoi.

    Infine, a dispetto di quanto si vede in ladder, possiamo notare che ai massimi livelli nessuna classe è ingiocabile. Questo discorso vale per lo Sciamano e, soprattutto, per il Ladro, due classi che sono in questo momento le più difficili da portare al successo. Il luogo comune sul Ladro dice che, se giocato da uno specialista, può battere chiunque, in barba alle statistiche dei matchup. Questo è esattamente ciò che si è visto nel torneo quando il canadese Hotform ha eliminato il vietnamita Neilyo in uno scontro decisivo fra il suo Ladro ed il Guerriero, considerato il peggiore matchup possibile. La vittoria è stata ottenuta giocando in maniera perfetta e sfruttando un minimo errore da parte del suo avversario.


    Cosa vedremo nella seconda fase

    Conclusi i gironi, si passa all'eliminazione diretta. Ricordiamo che i mazzi non possono essere modificati, quindi abbiamo una buona base su cui costruire qualche previsione.

    La prima partita in tabellone è forse la più attesa dei quarti di finale: riuscirà Thijs a vendicare l'onore del suo team oppure Kranich si confermerà ammazza-grandi? A giudicare dalle liste scelte, ci sentiamo di dare un vantaggio all'olandese. Sarà importante la gestione del suo Freeze-Mage, l'unico mazzo che gli presenta matchup negativi, soprattutto contro Midrange-Druid ed in parte anche Midrange-Hunter e Thijs dovrà leggere bene la strategia cercando di rubare una vittoria possibilmente contro lo Zoo.

    Leggero vantaggio sulla carta anche per Ostkaka contro Pinpingho. In questo caso il potenziale punto debole dello svedese è rappresentato dal Freeze-Mage, che dovrà vedersela con i soliti Druido e Cacciatore. Tuttavia, la scelta di un Hybrid-Hunter con Fel ReaverVilrazziatore lascia un margine maggiore al Mago. Lo Sciamano, classe preferita dell'asiatico, potrebbe rivelarsi la sua zavorra: a meno di sorprese, non vediamo un matchup favorevole tra i mazzi avversari.

    Il cinese DieMeng sembrerebbe in grado di continuare la sua scorribanda verso la faccia degli avversari, considerate le caratteristiche dei mazzi del giapponese Kno. La speranza di quest'ultimo potrebbe essere quella di impedire la vittoria al Secret-Paladin, ma serviranno partite perfette ed una buona dose di fortuna per battere tre volte un mazzo che, quando pesca bene, diventa quasi inarrestabile.

    Molto equilibrato ed interessante il quarto di finale che vede opposti Zoro e Hotform. La chiave dello scontro, per entrambi i giocatori, potrebbe essere il Druido e non è improbabile che la sfida verrà decisa da un mirror match in cui entrambi utilizzeranno questa classe.

    Azzardando una previsione al buio sul vincitore della competizione, i miei 2 Euro sono su Ostkaka che, se giungesse alla semifinale con l'altro grande favorito Thijs, avrebbe un leggero vantaggio in termini di lineup. Dalla parte opposta del tabellone, come secondo finalista, ci sono buone possibilità per lo SMOrc con gli occhi a mandorla DieMeng.

    In ogni caso, Hearthstone rimane un gioco di carte dove complicate decisioni che vanno dall'ordine in cui si scelgono i mazzi alle singole giocate possono nascondere insidie che si vanno a sommare alla componente casuale. I tornei non si vincono sulla carta, ma nella Locanda e la taverna allestita in California continuerà senza dubbio a stupirci, regalandoci un memorabile Campionato del Mondo!
  • L'apertura della nuova stagione classificata di Hearthstone, quella che si svolgerà per tutto il mese di novembre, è ormai alle porte, ma questa volta il nome della stessa e il consueto dorso offerto in premio saranno rivelati alla Blizzcon 2015.

    Questo alone di mistero fa ormai capire che in tale occasione verranno quasi sicuramente svelati nuovi contenuti in arrivo nel gioco e che la stagione sarà fortemente collegata ad essi. Pronostici?

    Whirthun ha scritto

    What is this month’s card back?  It’s a secret, and it will be revealed at BlizzCon!


    The usual rules apply, so you’ll want to reach rank 20 before the end of the month in order to add this unrevealed card back to your collection.

    Keep an eye out for the official release of this month’s card back, coming soon!


  • Scritto da ,
    Sedici giocatori provenienti da tutto il mondo si stanno affrontando durante l'Hearthstone World Championship, il più grande torneo di Hearthstone che si svolgerà dal 28 al 31 ottobre, fasi finali il 6 e 7 novembre. Il torneo ha visto mesi di stagioni in modalità classificata, tornei a invito, tornei gestiti dalla comunità e raduni. I finalisti si affronteranno alla BlizzCon 2015 per un montepremi totale di 250.000 $.

    Date e orari delle dirette del torneo
    • 17:00 CET - 28-31 ottobre
    • 21:00 CET - 6 novembre
    • 19:30 CET - 7 novembre

    Seguiamo le prime eliminatorie nel canale Twitch dedicato, per arrivare preparati allo spettacolo finale della BlizzCon 2015.

    Immagine
  • Scritto da ,
    L'articolo contiene riflessioni personali e segue la politica sugli articoli d'opinione di BattleCraft.

    I sedici migliori giocatori del mondo hanno raggiunto la California nei giorni scorsi e a partire da oggi pomeriggio inizieranno a sfidarsi nella Settimana di Apertura nella fase a gironi. Emergeranno otto vincitori che si contenderanno le luci della ribalta sul prestigioso palco della BlizzCon 2015, qui c'è il programma completo di questa settimana.

    Ieri sono stati pubblicati i sorteggi dei gironi e le classi scelte dai rispettivi giocatori. La struttura del torneo sarà la consueta doppia eliminazione: per qualificarsi occorrerà vincere due partite, mentre chi ne avrà perse due sarà invece eliminato. I gruppi e gli accoppiamenti (primo vs. secondo e terzo vs. quarto del girone) sono stati decisi in base ai piazzamenti nelle qualificazioni regionali, in modo da opporre ai relativi campioni i giocatori semifinalisti e così via. Ogni girone, inoltre, contiene un rappresentante per ogni regione.

    Immagine

    Andando a scorrere gli eroi scelti, troviamo numerose conferme, ma anche non poche sorprese, rispetto alle aspettative della vigilia. La prima considerazione piacevole da fare è che vedremo all'opera tutte le nove classi del gioco, fatto molto raro in competizioni così importanti.

    La classe che domina il panorama è senz'altro il Druido, selezionato da ben 12 giocatori su 16. Non siamo affatto sorpresi da questo dato, dal momento che Malfurion è sempre stato presente nella scena competitiva per l'affidabilità delle sue liste. Sarà curioso scoprire se, oltre alla versione combo classica, vedremo anche la versione aggro con il Fel ReaverVilrazziatore, o addirittura qualcosa di completamente inaspettato.

    Poca sorpresa anche nel vedere il Cacciatore scelto dalla metà esatta dei giocatori. Specialmente dopo il nerf al Capitano CantaguerraWarsong Commander, che ha tagliato fuori il vecchio devastante Patron Warrior, questa classe è tornata a dire prepotentemente la sua sia in Classificata che nei Tornei. Gli archetipi più probabili sono i soliti tre che vanno da Midrange a Face passando per Hybrid a seconda del grado di aggressività.

    Quasi la metà dei giocatori ha deciso di portare il Paladino, altra classe che trae grande beneficio dalla recente patch. Come era prevedibile, è molto gettonato nelle regioni Asia e Cina, da cui ci aspettiamo prevalentemente liste Midrange. Non escludiamo la presenza della variante Secret, probabile scelta dell'unico Paladino non asiatico: l'ucraino Neirea.

    Parti invertite quando si parla di Mago: scelto da 7 giocatori su 16, tra cui tutti gli americani e 3 europei, ma ovviamente nessun asiatico. Speculando su quanto visto fin'ora da questi giocatori, possiamo aspettarci un Freeze da Thijs e Neirea ed un Tempo da Hotform e, forse, anche da Jab. Sugli altri giocatori non è semplice fare previsioni, ma la tendenza recente ha visto il Tempo molto più utilizzato.

    Due classi che hanno perso terreno sono Guerriero e Stregone, scelte soltanto da 4 giocatori ciascuna. Per quanto riguarda Grommash, la previsione è quella di vedere soprattutto varianti Control, con la possibile sorpresa Combo, magari dall'unico non europeo Neilyo. Gul'dan, al momento, ha due archetipi molto popolari: Zoo (molto forte in versione Demoni) e Handlock, che sappiamo essere uno dei mazzi preferiti di Lifecoach. Non possiamo escludere a priori di vedere qualche sorpresa come il Malylock.

    Relativamente sorprendente la presenza di tre mazzi Ladro, probabilmente motivati dalla previsione di un buon numero di Paladini. La scelta più probabile resta quella Oil.
    Entrambi nel gruppo D gli unici due Sciamani, dove Pinpingho è riconosciuto come uno dei migliori giocatori di questa classe che ha utilizzato con successo in diverse varianti. Impossibile azzardare una previsione sul tipo di mazzo che vedremo.

    Infine, la più grande sorpresa di queste anticipazioni è sicuramente la scelta di Thijs di portare il Sacerdote, una classe che non sembrava trovare posto fra le scelte obbligate della vigilia. L'ultima presenza degna di nota di Anduin in un torneo farebbe pensare ad un mazzo Dragon, ma mai come in questo caso non ci sentiamo di sbilanciarci in nessun modo su una scelta che potrebbe fare del fattore sorpresa il suo punto di forza. Mettiamoci quindi comodi intorno al focolare e prepariamoci insieme a godere l'evento dell'anno collegato ad Hearthstone, a partire da questa sera.

    Fonte immagine dei gruppi: gosugamers
LIVE STREAMING
WOWPROGRESS.IT
# Gilda Tier 20
1 Below Average
9/9 (M)
Tomb of Sargeras
M: Goroth
M: Inquisizione Demoniaca
M: Harjatan
M: Sorelle della Luna
M: Signora Sassz'ine
M: Ospite della Disperazione
M: Ancella della Vigilanza
M: Avatar Caduto
M: Kil'jaeden
2 Surge
9/9 (M)
Tomb of Sargeras
M: Goroth
M: Inquisizione Demoniaca
M: Harjatan
M: Sorelle della Luna
M: Signora Sassz'ine
M: Ospite della Disperazione
M: Ancella della Vigilanza
M: Avatar Caduto
M: Kil'jaeden
3 IgnorHunters
9/9 (M)
Tomb of Sargeras
M: Goroth
M: Inquisizione Demoniaca
M: Harjatan
M: Sorelle della Luna
M: Signora Sassz'ine
M: Ospite della Disperazione
M: Ancella della Vigilanza
M: Avatar Caduto
M: Kil'jaeden
4 Quantum Leap
9/9 (M)
Tomb of Sargeras
M: Goroth
M: Inquisizione Demoniaca
M: Harjatan
M: Sorelle della Luna
M: Signora Sassz'ine
M: Ospite della Disperazione
M: Ancella della Vigilanza
M: Avatar Caduto
M: Kil'jaeden
5 Hated
8/9 (M)
Tomb of Sargeras
M: Goroth
M: Inquisizione Demoniaca
M: Harjatan
M: Sorelle della Luna
M: Signora Sassz'ine
M: Ospite della Disperazione
M: Ancella della Vigilanza
M: Avatar Caduto
H: Kil'jaeden
Visualizza tutto il progress