• Scritto da ,
    Attenzione: Se effettui il login puoi cambiare la lingua con cui visualizzare le carte di Hearthstone!
    Simone "VKingPlays" Larivera è uno dei giocatori di Hearthstone più conosciuti nel panorama italiano e anche uno dei più impegnati sul fronte eSport. Lo scorso novembre insieme a Luca Pagano e Eugene Katchalov ha fondato il primo vero team professionistico italiano di Hearthstone, il Team QLASH, che ha già ottenuto un risultato importante al DreamHack.

    Siamo riusciti ad entrare in contatto con Simone che ci ha gentilmente concesso un'intervista dove ci parla di scena italiana e internazionale, ma anche della sua prediletta modalità Arena.


    • Innanzitutto complimenti per il risultato che tu e il tuo team avete ottenuto, non si sente spesso parlare dei successi italiani ma il tuo e quello della squadra dei Global Games in questi giorni ha provato che l’Italia ha talento da vendere. Quali sono le tue impressioni sulla scena italiana di Hearthstone?

    Ti ringrazio, è stata una grande esperienza e il supporto ricevuto nelle ultime settimane (sia nei miei confronti che nei riguardi del team Qlash per intero) è stato davvero formidabile.

    La scena italiana ha dimostrato più volte di avere a propria disposizione molto talento "grezzo" e non solo. Sono convinto (insieme a Luca Pagano e Eugene Katchalov) che con il giusto supporto sia possibile trasformare alcuni dei nostri ottimi giocatori in proplayer capaci di ottenere risultati in tempi relativamente brevi (su un gioco come Hearthstone non si può sperare nel "colpo grosso" al primo tentativo, troppo RNG da tenere in conto).

    • Come ha vissuto il tuo team l’esperienza sul palcoscenico internazionale del Dreamhack di Austin?

    L'esperienza è stata molto particolare, viaggiare così lontano alla prima esperienza da team al completo non è impresa da poco. Tuttavia, la settimana di preparazione nella Qlash House è stata a dir poco miracolosa: quei giorni di full immersion e di sano confronto hanno trasformato una impresa impossibile in un tentativo onesto.

    Il giorno della partenza alla volta degli Stati Uniti eravamo tutti molto galvanizzati, sicuri e pronti. Sapevamo di non andare fino agli States solo per dare un'occhiata e fare da spettatori ravvicinati, sapevamo di avere una vera chance alla Top16 e così è stato. Oltre alla competizione vedere questi grandi campioni a due passi e poterci parlare tranquillamente è stato davvero emozionante, e anche quello ha un certo peso. Adesso il Team Qlash è ufficialmente sulla scena e sicuramente continueremo a confrontarci con alcuni di loro. Un successo a 360°.

    Immagine


    • Il team QLASH, di cui tu sei il capitano, è nato da molto poco ma punta già a grandi risultati. Qual è la situazione italiana attuale per gli eSport? E quali sono gli obbiettivi a lungo termine per il team?

    Il Dreamhack è stato un "beta-test" che è stato superato a pieni voti sotto tutti i punti di vista: non solo per quanto concerne la competizione, anche per quanto riguarda la visibilità e la produzione video.
    I prossimi passi riguardano uno sviluppo interno della strategia futura e la partecipazione ai prossimi Dreamhack (saremo in Svezia a giugno e a Valencia a luglio), oltre ad alcune sorprese di cui non posso ancora parlare a pieno titolo (Luca Pagano ha già fatto un piccolo spoiler su "Qlash Academy").

    Per il resto, la scena italiana è piuttosto desertica quando si pensa a un possibile circuito torneistico in grado di preparare i nostri ragazzi alla competizione... Chissà, forse riusciremo a dare una mano anche sotto questo punto di vista. Non vogliamo pestare i piedi a nessuno, bensì collaborare con tutti.

    • Oltre ad essere un pro player ed uno streamer sei anche uno dei migliori giocatori d’Arena italiani. Che opinione hai sullo stato di salute di questa modalità?

    Ho dovuto mollare la presa sulla mia modalità preferita (che resta tale) per oltre due settimane per allenarmi ma sono comunque riuscito a fare arene quasi quotidianamente con il mio compagno di squadra Pool8. È il prezzo che ho dovuto pagare per uscire dal Dreamhack in top20 (ride).

    L'Arena ha subito una forte scossa con l'introduzione del formato Standard e, onestamente, prima dell'uscita dell'espansione sembrava una modalità ormai compromessa. Troppi swing imprevedibili, troppi pochi servitori a basso costo neutrali per una costruzione del mazzo sensata. Un'Goro ha sanato quasi tutte le falle, lasciandoci un'Arena diversa da quella di qualche mese fa, ma non necessariamente peggiore.

    In sintesi, credo che l'Arena che abbiamo davanti agli occhi oggi premi leggermente meno il giocatore migliore tra i due che si affrontano rispetto a un anno fa. Tuttavia l'aumento alle percentuali di offerta di rare, epiche e leggendarie e in generale di tutte le Magie ha rimescolato per bene le carte e reso ogni partita ancora più unica e "divertente".

    Immagine


    • Come riesci a coniugare i tuoi impegni da streamer e le necessità della squadra?

    Non è per niente facile perché ho anche delle responsabilità "dietro le quinte" (sono il responsabile del network GameDivision che racchiude i top streamer italiani su Twitch per Tom's Hardware) ed è sicuramente l'aspetto su cui devo lavorare meglio/di più.

    Nelle ultime 4 settimane ho fatto pochissime ore di streaming, ma al mio rientro ho trovato comunque una community solida e unita (frutto di un lavoro di ormai due anni). Vorrei accontentarli con molte più ore di intrattenimento e dovrò evidentemente strappare qualche erbaccia inutile. Working on it!

    Grazie a VKing per la sua intervista e se volete supportarlo visitate i suoi contatti!

    Condividi articolo
6 commenti
  • Yardeh 08 maggio 2017, 14:34 Yardeh
    Messaggi: 9241

    Iscritto il: 21 aprile 2010, 20:16
    #1
    Grandissimo Vikingo-sama! 0
  • CashCommunity Manager 08 maggio 2017, 21:29 Cash
    BattleTag: CASH#2628
    Messaggi: 2216

    Le previsioni per oggi dicono: tempeste di bombe, con nubi sparse a forma di fungo
    #2
    Davvero complimenti! I video facebook dal Texas poi sono stati il massimo XD 0
  • Sela 08 maggio 2017, 21:37 Sela
    BattleTag: Sela#2683
    Messaggi: 134

    Delfino curioso.
    #3
    E alla fine anche in Italia stanno arrivando gli e-sports; sia su lol, sia su hs e altri giochi. Non puo' che rendermi felice, anche se non saremo mai lontanamente al livello americano. 0
  • Vancold 08 maggio 2017, 21:38 Vancold
    Messaggi: 589

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 18:41
    #4
    Sela ha scritto:E alla fine anche in Italia stanno arrivando gli e-sports; sia su lol, sia su hs e altri giochi. Non puo' che rendermi felice, anche se non saremo mai lontanamente al livello coreano.


    Fix'd
    0
  • Sela 08 maggio 2017, 22:29 Sela
    BattleTag: Sela#2683
    Messaggi: 134

    Delfino curioso.
    #5
    Sela ha scritto:E alla fine anche in Italia stanno arrivando gli e-sports; sia su lol, sia su hs e altri giochi. Non puo' che rendermi felice, anche se non saremo mai lontanamente al livello coreano.



    @Vancold
    Mah, io di pubblicità e-sports americane ne vedo a decine ogni giorno, coreane molto raramente. Sarà che non vivo in Asia eh.
    0
  • Vancold 08 maggio 2017, 23:28 Vancold
    Messaggi: 589

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 18:41
    #6
    Sela ha scritto:Mah, io di pubblicità e-sports americane ne vedo a decine ogni giorno, coreane molto raramente. Sarà che non vivo in Asia eh.

    @Sela
    Era una battuta che si appoggiava alla concezione comune che gli asiatici, in particolare i sud-coreani, dominano in moltissimi giochi competitivi. Da loro il settore e-sports è diventato proprio culturale.
    0
  • Commenta la notizia
,