• Scritto da ,
    Attenzione: Se effettui il login puoi cambiare la lingua con cui visualizzare le carte di Hearthstone!
    L'articolo contiene riflessioni personali e segue la politica sugli articoli d'opinione di BattleCraft.

    Finito il tempo delle reazioni a caldo, dei meme e dei copia incolla delle chat, è il caso di analizzare lucidamente un nerf che sconvolgerà il gioco al pari della pubblicazione di una nuova espansione.


    Perchè questo nerf?

    Inutile girarci intorno: il nerf al Capitano CantaguerraWarsong Commander ha lo scopo preciso di impedire che la BlizzCon 2015 si trasformi nella ripetizione dell'European Road to BlizzCon dove la stragrande maggioranza dei giocatori hanno scelto di portare l'infame triade di Patron, Handlock e Druido. Il motivo di questa scelta è semplice, il Patron è un mazzo troppo forte per non essere portato e gli altri due sono i suoi migliori antagonisti. Tanto più che, come sappiamo, nelle altre regioni le line up sono state molto più varie; il Team 5 non voleva che il mondo vedesse una dittatura in grado di annientare chiunque non si fosse allineato.

    Questo principio non è completamente sbagliato. Per quanto offuscata da una certa sensazione di ipocrisia, alimentata dalle motivazioni ufficiali, l'idea di rendere il principale evento dell'anno più divertente da guardare, può avere delle ripercussioni positive.Principalmente sulle casse della Blizzard, ma in parte anche su tutta la community che potrebbe beneficiare dell'aumento di popolarità del gioco.


    Il mazzo era troppo forte?

    Obiettivamente, il Patron Warrior è il mazzo più forte che si sia mai visto in Hearthstone. Dopo l'uscita di BRM, ci sono volute alcune settimane per perfezionare le liste e, da quel momento in poi, il Cliente TorvoGrim Patron non ha mai lasciato la vetta del meta, sopravvivendo indenne ad una espansione di oltre cento carte.

    Altri mazzi vittime di nerf in passato, come il Miracle Rogue ed il Sunshine Hunter (escludendo gli abomini precedenti al rilascio), avevano molti più punti deboli ed alcuni counter che presentavano dei matchup davvero sfavorevoli. Il Patron Warrior, invece, ha quasi solo matchup favorevoli ad esclusione del Control Warrior, che in torneo significa non giocare Patron e quindi indebolire la lineup, e dei già citati Handlock e Druido che hanno il vantaggio di offrire un matchup quantomeno equilibrato.

    La sua dominazione ha concretamente impedito l'esplorazione di alcuni potenziali archetipi che TGT ha reso possibili, in particolare un nuovo Paladino non Secret e qualunque tipo di Sciamano. Alla luce di queste considerazioni, chiunque può concordare sul fatto che un ridimensionamento del mazzo sarebbe stato accolto in maniera positiva da tutta la community.


    Perché alcuni giocatori esperti non hanno gradito questo cambiamento?

    Mazzi come il Patron Warrior, sono ciò che i giocatori più esperti e dedicati vogliono all'interno di un gioco di carte. Da ogni punto lo si osservi, la presenza di questo mazzo favoriva le capacità di analisi e strategia dei migliori giocatori, sia in fase di deck building che in quella di gioco. Il Patron faceva parte di una ristretta cerchia di archetipi che costringono tanto chi li usa quanto l'avversario ad approcciarsi in maniera completamente diversa al singolo matchup.

    Analizzando le percentuali di vittoria, si scopre che nei tornei non andava oltre il 48% ed anche in ladder (considerando i giocatori al grado Leggenda) si superava a fatica il 50%. Casi particolari di giocatori molto bravi e dedicati come Xixo, hanno raggiunto percentuali del 75% ed in Italia abbiamo avuto la spettacolare striscia di vittorie di Gera89, ma possiamo lamentarci del fatto che esista un mazzo che premi i migliori giocatori? In realtà possiamo lamentarci solo del fatto che non ne esistano molti di più con queste caratteristiche e che si fosse costretti ad imparare il Patron a svantaggio della varietà e delle inclinazioni personali.

    Immagine

    Recentemente abbiamo assistito alla fase di studio del mazzo da parte di una macchina da gioco come Lifecoach, vedendolo spesso aprire la registrazione del suo stream per analizzare a posteriori le giocate e valutare gli eventuali errori commessi in fase di utilizzo, mentre dal punto di vista di chi deve affrontare il Patron, si poteva osservare Neirea alle prese con il tentativo di innovare la strategia del Freeze Mage in modo da renderla più efficace. Provate ora ad immaginare Lifecoach e Neirea che si sfidano per imparare il matchup fra Secret Paladin e Cursed Druid... senza ridere però.


    Cosa succederà dopo il nerf?

    Fino alla prossima espansione, il carro su cui salire sarà certamente quello del Secret Paladin. Molti nuovi giocatori raggiungeranno velocemente il grado Leggenda e potranno issarsi temporaneamente in posizioni di classifica eccellenti, compresi coloro che hanno installato il gioco dopo averlo visto per la prima volta. Questo instillerà una incredibile dose di autostima in una massa enorme di giocatori che si riverserà sui server con rinnovato entusiasmo e senza il complesso di inferiorità rispetto a chi padroneggia tecniche di gioco avanzate.

    È ipotizzabile che dopo il rilascio di TGT, Blizzard abbia sperimentato un tasso di abbandono del gioco da parte dei giocatori meno assidui, penalizzati dall'uscita di carte nuove che non possono permettersi senza un esborso di denaro. Questo nerf potrebbe rispondere anche a questa tendenza, riaccendendo il focolare all'interno della taverna, pronta ad offrire gloria ed onore in un clima di socialdemocrazia.

    Per battere la strategia (scusate non ce la faccio) di pescare Sfidante MisteriosoMysterious Challenger al turno 6, inizialmente si cercheranno mazzi capaci di arrivare a quel turno in una situazione già compromessa, puntando dritti alla faccia dell'avversario usando servitori con carica. I giocatori migliori cercheranno di contrastare efficacemente questa invasione di mazzi aggressivi e trarre vantaggio dalla loro predominanza. Alcuni indizi potrebbero portare al Sacerdote, storica nemesi dei mazzi aggressivi che potrebbe beneficaire anche delle difficoltà che si prospettano per il suo arcinemico Handlock. Mazzi come lo Zoo ed il Cacciatore torneranno ai piani alti del meta ed il Tempo Mage sarà una forza con cui fare i conti.

    Nei tornei ci sarà una fase di assestamento, gli stessi Campionati del Mondo potrebbero non dimostrarsi esempi attendibili del meta che ci aspetta. Qualche giocatore proverà a portare qualcosa di suo, nel tentativo di cogliere di sorpresa gli altri ed avvantaggiarsi del disorientamento generale. Una prima idea potremo farcela già al DreamHack di Bucarest.


    Ci sarà un nuovo Patron?

    Se parliamo di combo altrettanto esplosive, in grado di produrre il famigerato one turn kill, nel set attuale di carte è impossibile rintracciare un mazzo altrettanto consistente. Estendendo il ragionamento a mazzi che richiedano una elevata dose di abilità per essere manovrati, è probabile che ci saranno delle evoluzioni già a partire dalle prossime settimane. La possibilità di sviluppare mazzi che puntino al controllo del tavolo in turni avanzati del gioco, senza essere puniti da due enormi Frothing BerserkerBerserker Rabbioso, aprirà la strada a qualcosa di nuovo ed è plausibile che un mazzo basato sulla meccanica dell'Ispirazione raggiunga posizioni di riguardo nel meta.

    Per i set di carte futuri, ovviamente, è molto difficile fare previsioni. La sensazione è che non vedremo altri mazzi in grado di sviluppare quantità virtualmente illimitate di danni in un solo turno partendo da un tavolo vuoto. Le uniche eccezioni potrebbero riguardare mazzi che si basano su MalygosMalygos, ma la differenza rispetto al Patron sta nel fatto che queste strategie non puniscono l'avversario per aver giocato creature sul tavolo, cosa che era alla base della maggior parte delle critiche mosse al mazzo, oltre ad essere molto meno consistenti e quindi utilizzabili a livelli alti.


    Casual game o eSport?

    Questo è il vero grande punto della questione. Abbiamo evidenziato come questo nerf riduca, almeno temporaneamente, il divario fra giocatori esperti e novizi, già minato da alcuni effetti casuali estremi presenti nel gioco. Questo si traduce in una ridotta consistenza dei risultati che i giocatori più dedicati sono in grado di ottenere anche nei tornei. Se da un lato si incoraggiano i nuovi giocatori a cimentarsi, con la speranza di vincere anche un torneo, da un altro si frustrano gli sforzi di chi cerca di aumentare le proprie abilità per puntare a vincere grazie ad una maggiore comprensione del gioco.

    In tutto questo, un ruolo importante verrà giocato dal denaro. Un gioco ricco di appassionati e seguaci, in grado di offrire a chiunque la possibilità di innalzarsi anche solo per una serie di casi fortuiti ad eroe di giornata, potrebbe significare montepremi in crescita, nonché entrate garantite ai giocatori famosi sotto forma di sponsorizzazioni. Questo potrebbe bilanciare la eventuale perdita di consistenza nelle vincite, evitando la fuga di cervelli verso giochi più stabili e dai risultati più prevedibili.

    È chiaro che le speculazioni lasciano il tempo che trovano nel momento in cui la realtà è ancora tutta da ipotizzare. Le risposte che cerchiamo arriveranno solo dalla Blizzard, sotto forma di nuove carte e nuovi formati ufficiali per i tornei.
    Condividi articolo
81 commenti   1234
  • Grevier 23 ottobre 2015, 12:16 Grevier
    Messaggi: 5250

    Bloodborne Platinum
    #75
    Gli altri mazzi sono easy win.
    E' come dire che vedi anche qualche Sciamano, ma quanti vincono?

    Paladino e Mago... al massimo qualche Wallet Warrior, fine.

    ...

    No vabbe dai, sono anche stato fin troppo generoso... diciamo che ora se non giochi Paladino non stai giocando...
    0
  • Vlad78 23 ottobre 2015, 12:19 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #76
    Si comunque,la grande maggioranza sono quei due archetipi, emozionante :p 0
  • kianHS 23 ottobre 2015, 13:48 kianHS
    BattleTag: kian#2661
    Messaggi: 295

    Iscritto il: 27 febbraio 2015, 12:50
    #77
    e pensare che qualcuno diceva che TGT avrebbe rallentato il meta ;( 1
  • GeorgeBest83 23 ottobre 2015, 14:46 GeorgeBest83
    Messaggi: 122

    Iscritto il: 02 luglio 2015, 11:17
    #78
    Mi permetto di riportare la mia umilissima esperienza con un secret paladin 'minore' (5segreti in totale nel mazzo).

    Da lunedì fino a stamattina, da rank 10 a rank 4, su 66 partite:
    - 15 paladin (11 secret)
    - 5 priest (4 dragon)
    - 8 druid (3 aggro)
    - 0 rogue
    - 19 hunter (8 mid - 7 hybrid - 4 face)
    - 6 mage (4 tempo - 2 freeze)
    - 1 shaman
    - 4 warlock (2 handlock)
    - 8 warrior (control)

    tirando le somme: 24 aggro, 4 tempo, 21 midrange, 17 control (ho contato i dragon priest come control)

    Di certo il secret paladin è la classe più utilizzata, ma non ho trovato il meta così monotono come dite voi. Spiace però per Shaman e Rogue (tra l'altro le mie classi preferite)
    0
  • callaghan 23 ottobre 2015, 14:56 callaghan
    BattleTag: Uljanov#2222
    Messaggi: 913

    Iscritto il: 14 maggio 2015, 09:44
    #79
    Rogue sta morendo.... rischia la fine dello Sciamano 1
  • Vlad78 23 ottobre 2015, 16:12 Vlad78
    BattleTag: Vlad78#2808
    Messaggi: 3278

    Chi gioca face hunter non mi addi, lo denuncio! :P
    "Tutti a cazzo durissimo qui,grandi!" cit. Peppu90 <3
    #80
    @GeorgeBest83 si ma chiaramente sono le impressioni su cosa uno incontra nella sua rankata, ci sta assolutamente che non siano dati assoluti,ci mancherebbe :D belle le tue % di deck più mid range o control, con la sola domanda sul dudu, perchè il dudu con Fel ReaverVilrazziatore o Power of the WildPotere della Natura è un aggro puro. Se invece era il dudu ramp o combo allora assolutamente si. Cmq % meno drammatiche delle mie, e di diversi altri, anche a vedere gli stream, beato te insomma :P
    Il rogue è morto, non esiste più in ladder. Lo shammy ogni tanto si vede, ma dire che sia tier 4 è un eufemismo purtroppo.

    Questo serve da lezione a tutti noi, me per primo, quando valutiamo/ipotizziamo gli effetti di una exp/adv nuova sul meta, con delle carte nuove.
    Se ci pensate, in tantissimi qui,e non solo qui (io per primo eh :D) ipotizzavamo un rallentamento del meta, causa Jouster, causa alcune carte di cura, causa taunt e sinergie migliorate coi draghi,e bla bla. Epic fail, ad oggi :D
    Chiunque, ma proprio chiunque, ipotizza un ritorno in grande stile dello shammy, con alcune carte oggettivamente forti se prese a solo, in particolare per una versione totem/mid range.
    Altro epic fail :D

    Voglio dire che valutare l'impatto di carte nuove, in un meta sempre più carico di carte(scusate la ripetizione), è pressochè impossibile, quantomeno con i dati che un utente medio, ed azzardo, anche della Blizzard stessa. Come si evince dai nerf, dai dubbi e cosi via, che trapelano in continuazione.

    Sono off topic, scusate,ma vale come postilla per il futuro :P
    0
  • GeorgeBest83 23 ottobre 2015, 16:33 GeorgeBest83
    Messaggi: 122

    Iscritto il: 02 luglio 2015, 11:17
    #81
    @Vlad78

    Di druidi ho trovato 4 ramp/combo, tre aggro...e un druido anti secredin con Kezan MysticMistica di Kezan e Blood KnightCavaliere del Sangue (guarda caso mi ha battuto, penso con gran goduria :) )

    Ho iniziato a tenere questi dati da lunedì (gioco spesso dal cel e quindi non uso tracker ma un bel foglio excel :) ) quindi non hanno un gran valore storico...però ho notato che mercoledì dopo il nerf alla Warsong CommanderCapitano Cantaguerra c'è stato un boom di hunter...ne trovavo 3 su 4...già dal giorno dopo è tornata la varietà. Ovvio che è tutto da prendere con le molle essendo solo i miei dati :)

    Comunque concordo sull'epic fail delle nuove meccaniche...peccato, la brawl di sta settimana mi ha fatto capire quanto sono divertenti (e in più sono riuscito finalmente a usare con profitto Confessor PaletressEspiatrice Paletress)
    0
  • Commenta la notizia   1234
,