• Scritto da ,
    Attenzione: Se effettui il login puoi cambiare la lingua con cui visualizzare le carte di Hearthstone!
    Si è concluso sabato 27 settembre il DreamHack Stockholm 2014 e, come avrete già avuto modo di leggere nelle notizie relative all'evento, eravamo presenti sul posto con un nostro inviato.

    La sezione dedicata a Hearthstone era decisamente la protagonista. Era impossibile non notare i maxi-schermi che mostravano senza sosta ogni match disputato, o non curiosare tra i tavoli messi a disposizione dei presenti per giocare con il proprio account Battle.net mentre i protagonisti si davano battaglia con l'obbiettivo di agguantare un posto alle finali mondiali della BlizzCon 2014. Era impossibile dare le spalle alla zona di Hearthstone, a meno di andarsi a rintanare in un angolo, evidente segno della grande attenzione data da Blizzard alla sua più recente creatura.

    La prima fase del torneo si è però trasformata nella qualificazione più lunga di sempre. Ben 15 ore ininterrotte di giochi contro le 10 previste, con i cronisti Artosis, Savjz e Frodan che non hanno mai smesso un secondo di parlare e commentare. Sia per i giocatori che per i giornalisti è stata una giornata massacrante.

    Immagine Immagine Immagine Immagine
    Clicca sulle immagini per ingrandirle!

    Il secondo giorno, l'Arena dedicata a World of Warcraft è stata ammantata dalla nebbia artificiale e da luci rosse. A parte questi effetti, il tavolino centrale in cui i giocatori si battevano era l'unico arredo presente. Gli sfidanti erano scortati da due energumeni il cui compito era vigilare sulla regolarità dei partecipanti per evitare ogni tipo di comportamento scorretto. Una mano sulla spalla ed erano eliminati.

    Immagine Immagine Immagine Immagine
    Clicca sulle immagini per ingrandirle!

    Abbiamo già parlato di Reynad, ma che dire degli altri giocatori? GreenSheep è colui che, assieme a Kaor, ha stupito il pubblico del DreamHack. Ripescato dopo la rinuncia di InnTheude e Noisiboy, questo ragazzo britannico di sedici anni ha fatto mangiare la polvere ad ogni suo avversario, dimostrandosi un giocatore davvero molto pericoloso. Tutti noi inviati stampa presenti lì al DreamHack eravamo d'accordo nel dire che forse sarà lui l'avversario più importante da battere alla BlizzCon 2014, almeno tra gli europei. Kolento, un altro dei nomi da tenere d'occhio nelle prossime fasi, nonostante le vittorie ha commesso moltissimi errori piuttosto semplici. Insomma, con Kaor e GreenSheep questo è stato il torneo guidato dagli esclusi!
    Condividi articolo
4 commenti
  • TaTaC 30 settembre 2014, 15:53 TaTaC
    BattleTag: TaTaC#2917
    Messaggi: 399

    Iscritto il: 23 luglio 2014, 14:03
    #1
    Ho una voglia pazzesca di vedere i video! 0
  • TaTaC 30 settembre 2014, 15:57 TaTaC
    BattleTag: TaTaC#2917
    Messaggi: 399

    Iscritto il: 23 luglio 2014, 14:03
    #2
    basta googolare "Hearthstone World Championship Europe" su youtube :) 0
  • ciccio44 30 settembre 2014, 18:16 ciccio44
    BattleTag: Attil#2201
    Messaggi: 2335

    “Che può esserci al di sopra di uno che è al di sopra della fortuna?”
    #3
    Stavolta avrò qualcosa da guardare al Blizzcon! 0
  • AsianHunter 30 settembre 2014, 18:41 AsianHunter
    BattleTag: AsianHunter#2594
    Messaggi: 176

    Iscritto il: 30 settembre 2014, 10:07
    #4
    Io avevo visto le partite di Green con ThijsNL, ha giocato bene, c'è da dire anche che l'olandese nel mirror ha pescato veramente male, e non se la è proprio giocata. 0
  • Commenta la notizia
,