• Scritto da ,
    Attenzione: Se effettui il login puoi cambiare la lingua con cui visualizzare le carte di Hearthstone!
    Sono passati cinque mesi dall'ultimo giorno di Ben Brode a Blizzard e ancora non sappiamo chi sia stato nominato suo successore, ma forse qualcosa sta per cambiare.

    Il sito Blizzpro riporta che da almeno due settimane la pagina delle candidature alla carica di Game Director di Hearthstone è stata ritirata, il che potrebbe significare che siano stati almeno delineati i possibili candidati.

    Già da prima della partenza di Brode per fondare una nuova compagnia alcuni membri del Team 5 erano cominciati ad apparire sempre più frequentemente davanti ai giocatori. Tra questi sicuramente spiccano Mike Donais e Dave Kosak ma c'è anche la possibilità che venga scelto un nome nuovo.

    Voi chi vorreste vedere come il nuovo volto di Hearthstone?

    Fonte: Blizzpro
    Condividi articolo
11 commenti
  • Alex117 12 settembre 2018, 18:16 Alex117
    BattleTag: Alex#220931
    Messaggi: 1015

    Science isn't about WHY.
    It's about WHY NOT.
    #1
    Secondo me sarà Feriand ;) ;) ;) 3
  • Grevier 12 settembre 2018, 22:44 Grevier
    Messaggi: 6838

    https://www.twitch.tv/grevier_
    #2
    Io sinceramente dopo l'abbandono di Brode e le ultime espansioni ho disinstallato.
    Non l'avevo fatto fino ad ora, quindi ora penso che non tornerò più indietro.
    HearthStone per me è stato bello all'inizio ma ora nella mia opinione più si va avanti e più diventa brutto.

    Valuterò in un futuro prossimo in un ritorno a Magic, sopratttutto per questioni di artwork ed RNG.
    2
  • LeoKlies 13 settembre 2018, 11:01 LeoKlies
    Messaggi: 285

    Iscritto il: 10 settembre 2015, 17:42
    #3
    @Grevier Non sei l'unico, anch'io ho disinstallato Hearthstone da quasi 1 mese. Personalmente l'ho disinstallato per 2 criticità che soggettivamente non accetto:
    1) La community tossica
    2) Il meta cambia ogni morte di papa cioè ogni 4 lunghissimi e tediosi mesi.
    Questi 2 fattori uniti insieme rendono il gioco, ripeto per i miei gusti personali, non più divertente.
    Per il resto non ho nulla da ridire. Per chi lo critica sul lato economico cioè se quest'ultimo è F2P o meno, la mia risposta è si, il gioco è F2P. Basta solo usare la testa quando si spende la dust disponibile.

    Attualmente gioco a un solo CCG online. Sempre aperto per altri concorrenti e ciò vale anche per Magic arena :good:
    0
  • Vancold 13 settembre 2018, 12:48 Vancold
    Messaggi: 958

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #4
    @LeoKlies

    Community tossica in un gioco dove non si han interazioni con l'avversario? What the f..
    2
  • LeoKlies 13 settembre 2018, 13:32 LeoKlies
    Messaggi: 285

    Iscritto il: 10 settembre 2015, 17:42
    #5
    @Vancold

    L'unica interazione possibile sono appunto le richieste di amicizie e qui è il problema. Se prima durante il primo di anno di gioco, erano più le richieste per complimentarsi o per chiedere la lista del mazzo ad oggi tutte le richieste post-partita sono solo insulti beceri oppure auguri di morte.
    Lo so, sono libero di accettare o rifiutare le richieste, però sai la curiosità.
    0
  • Grevier 14 settembre 2018, 00:39 Grevier
    Messaggi: 6838

    https://www.twitch.tv/grevier_
    #6
    Vancold ha scritto:LeoKlies

    Community tossica in un gioco dove non si han interazioni con l'avversario? What the f..

    @Vancold le emotes dicono più di mille parole.
    Grazie! Bella Giocata! Salute! Grazie!

    Ma tralasciando il tutto, il tema del gioco in se si avvicina sempre di più a quello di uno
    Yu-Gi-Oh! misto Pokèmon
    Immagine
    Immagine
    Vanilla > Naxxramas erano contenuti seri, Goblin e Gnomi ci puoi passare sopra per un espansione perchè tanto poi arriva Roccianera! Insomma, all'inizio era un gioco non troppo serio ma comunque credibile.
    Adesso ogni carta sembra fatta dagli stessi produttori di skin di Fortnite, più sto invecchiando e più intorno a me l'industria del gaming sta cercando di accontentare minorenni e femmine, con cose degne del migior Candy Crush.
    Io giocavo a Magic, a tema dark, sempre serio, con qualche sfumatore comica ma sempre sul pezzo.
    ImmagineImmagine
    Questi sono i Kithkin, la cosa più fiabesca o cartonesca alla quale la Wizard si è avvicinata e che ha causato non poco battibecco ai tempi sulla qualità degli artwork seri a cui la gente era normalmente abituata.
    Nonostante tutto sono 100 anni avanti a queste cose che vanno di moda oggi.
    0
  • Vancold 14 settembre 2018, 09:05 Vancold
    Messaggi: 958

    Iscritto il: 13 ottobre 2011, 17:41
    #7
    @Grevier

    Asd, il mio point era: se si è talmente tanto triggerati dalle emote, allora credo che il problema sociopatico non sia da ricercare nella community, ma nel proprio cervello. Ad ogni modo non era quello che intendeva @LeoKlies parlando invece della gente che ti aggiunge a fine partita per rosikare. Ma anche in questo caso, non puoi parlare di community tossica partendo da quella parte di statistica di chi è già frustrato, perde e sfoga la sua frustrazione in maniera patetica. Bisognerebbe aggiungere ogni utente dopo ogni partita vinta o persa che sia e fare una cernita.

    Comunque, parlando a Grev, io son un fervido sostenitore del fatto che alla Blizz stan succhiando i cazzi del PEGI 2, con un trend che va avanti da un pezzo (e questo in ogni loro franchise). Ciò non vuol dire che da Hearthstone mi aspetto qualcosa di diverso dal lavoro che stan facendo e che secondo me han sempre fatto. Imho non è cambiato lo stile del gioco e, mi spiace dirlo, ma chi cerca la serietà dei racconti epico-fantasy (attribuibile a un Magic) su Hearthstone ha proprio sbagliato gioco.

    Per la serie, non vado a chiedere dove sia la succursale dei Puffi 3D mentre gioco a Daggerfall.
    0
  • FeriandRedazione 14 settembre 2018, 09:53 Feriand
    Messaggi: 9778

    Responsabile della sezione Hearthstone di BattleCraft
    #8
    Per quanto riguarda la comunità tossica posso dire la mia, e non la vedo tanto nei messaggi di rage post partita quanto nei forum e gruppi facebook, dove è facile che una discussione partita tranquillamente degeneri in una lotta "aggro vs control" o "free2play vs pay2play".

    @Grevier Sulla questione "serietà" non posso che farti notare che addirittura nel primo trailer si mette in mostra quando Hearthstone sia in realtà un "divertente diversivo" dalla tipica atmosfera di WoW. I primi set ti apparivano più "duri e puri" perché stavano ancora riciclando gli artwork del TCG ma la loro intenzione è stata chiara fin da subito.

    Ritengo che un ottimo modo per capire come il team di Hearthstone concepisce l'atmosfera del gioco sia guardare questa conferenza che hanno fatto allo scorso Comi-Con.

    Link
    3
  • JJ86 14 settembre 2018, 12:58 JJ86
    Messaggi: 64

    Iscritto il: 24 agosto 2015, 09:37
    #9
    @Feriand
    Vorrei darti più pollici in su, condivido tantissimo la tua risposta.

    @Grevier
    Ognuno di noi interpreta le emotes a modo suo ;)
    Grazie! Bella Giocata! Salute! Grazie!
    I miei avversari non arrivano neanche alla terza emote, che già li metto in mute :D
    1
  • LeoKlies 14 settembre 2018, 14:38 LeoKlies
    Messaggi: 285

    Iscritto il: 10 settembre 2015, 17:42
    #10
    @Vancold Qui hai ragione, non ho alcun dato oggettivo per dimostrare se effettivamente i messaggi di odio sono maggiori a quelli buoni e costruttivi. Il mio commento ovviamente è dato dalla percezione dato che in quest'ultimo periodo, sopratutto in ranked, mi è arrivato letteralmente di tutto. Però riflettendoci sono stato un pò avventato a tirare rapidamente la conclusione che la community fosse tossica.

    Per il resto quitto dal gioco per via del secondo motivo legato alla monotonia dei 4 mesi ad ogni espansione. Per carità riconosco che il meta a volte subisce uno shock grazie a bravi deckbuilder, come fu per l'evolve shaman a metà del periodo di Un'Goro oppure Heal zoo a metà del periodo di boscotetro. Però nonostante queste rare eccezioni, il metagame tende a stagnarsi molto velocemente e personalmente non apprezzo più i lenti ritmi che si auto impone la Blizzard.
    0
  • Greymane 15 settembre 2018, 16:28 Greymane
    BattleTag: Urabrask#2263
    Messaggi: 7698

    “War is our sculptor. And we are prisoners to its design.”
    - Javik [Mass Effect 3]
    #11
    Dico la mia:

    Per il momento io sono fermo con HS, il motivo non è da ricercare chissà dove, semplicemente il tema dell'espansione attuale non mi piace, e nemmeno il metagame. Non è la prima volta che mi fermo con HS, succede più spesso di quanto vorrei se devo essere sincero (fa sempre dispiacere, almeno per me, non riuscire più a divertirsi in un gioco), ma alla fine non l'ho mai disinstallato, questo perchè alla fine il meta ruota, le espansioni cambiano, e prima o poi si trova un mazzo che fa piacere giocare, mazzi che magari mi piacciono anche abbastanza da farmi dire: "ok, il meta lo trovo un po meh, ma sto mazzo è na figata da giocare quindi mi va anche bene".
    Quindi in un modo o nell'altro prima o poi ritorno a giocare, anche se non mi si vede scrivere spesso nella sezione di HS su Battlecraft, cerco sempre di rimanere "on top" con le news.

    Per quanto riguarda il discorso Magic vs Hearthstone, sono di parte, ma ci sono cose da considerare in maniera oggettiva:
    Hearthstone è molto meno serio di Magic, è decisamente vero, ma questo non perchè "è così", ma per una serie di motivazioni alla base di esso, quindi dall'inizio. Come giustamente detto da @Feriand Hearthstone è stato sviluppato appositamente per essere una parodia di WoW, a differenza di yugioh che è divenuto col tempo, quasi involontariamente, una parodia di se stesso. Magic d'altro canto è un gioco molto più serio, specie se si considera la Lore di esso, Magic è fatto per rimanere serio, le carte stesse ti spiegano il susseguirsi degli eventi, insieme ai soliti racconti e romanzi. La Lore di Hearthstone ripiega più che altro su quella di WoW, che è anch'essa bellissima, ma hearthstone tende un po a "invertirla", è un po un "what if".
    Inoltre consideriamo anche che HS era nato per essere una cosa un po di nicchia, nessuno, e ribadisco nessuno si aspettava un successo così grande, ne gli sviluppatori (che al tempo erano molti di meno visto che come detto doveva essere un gioco di nicchia) ne il pubblico. Questo ha preso in contropiede i dev che ancora devono imparare bene il bilanciamento in un gioco di carte, ma questo non è colpa loro, è il primo gioco di carte che la Blizzard sviluppa e HS è relativamente giovane, in Magic si vedono tutt'ora errori madornali di bilanciamento ed è un gioco che va avanti, ufficialmente, dal 93, se sbaglia la WotC figuariamoci altre case produttrici.

    Detto questo, io sono di parte, preferisco di gran lunga Magic, è più serio, ha un meta che in alcuni casi è un po ristagnante ma il pool di carte è talmente elevato che escono soprese, ha delle art che sono visibilmente superiori (imho) e la lore viene spiegata in una maniera abbastanza unica (anche se per capirla bene servono comunque i racconti e i romanzi); ma a differenza di yugioh, che andando avanti nel tempo è diventato letteralmente una macchina mangia soldi, HS è piuttosto diverso, ed alcune cose come la parodia le sapevamo già da subito (sebbene il vedermi una Karazhan ridotta a discoteca mi fa ancora piangere il cuore), ed alla fine trovo sia un gioco abbastanza godibile, magari non sempre , ma come detto le sorprese arrivano anche quà
    2
  • Commenta la notizia
,